Creato da irene.74 il 30/09/2013
Metamorfosi di una farfalla - Mindfulness & Love Coaching

Contatta l'autore

 
Nickname: irene.74
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 46
Prov: TA
 

"Poi nasce un nuovo giorno. E il buio porta via con sé quel che non serve. Il resto spetta a noi. Che di questa metamorfosi abbiamo fatto uno stile di vita. Arabe fenici dalle mille rinascite. Questo siamo..." 

 

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato  senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001

Alcune delle immagini inserite nel Blog sono tratte da internet, da siti che ne permettono la condivisione gratuita. Qualora ritenessi che la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicacelo via e-mail e le rimuoveremo immediatamente

 

Archivio messaggi

 
 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

 
Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

Ultime visite al Blog

 
prefazione09irene.74stilnovo77AMaleficissimamecarlo.capra27latanzaBrezzadilunaJosephSuperFreeFrancy7817tempestadamore_1967daunfioreDesert.69MoToClub67ossimora
 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 
 

Messaggi del 12/01/2021

 

L'ingrediente segreto? Il mistero...

Post n°532 pubblicato il 12 Gennaio 2021 da irene.74

I primi tempi sono sempre magici. Gli inizi della relazione, infatti, son caratterizzati da emozioni fortissime che riescono a scuotere i partner e a trasformarne la percezione stessa della solita vita. Succede perché si guarda alle cose di sempre con occhi nuovi, pieni d'amore. Ma anche perché tra i due partner è sceso in campo un elemento prezioso: il mistero...

Gli anni passano, la relazione si consolida, si costruiscono abitudini di coppia, si approfondisce la reciproca conoscenza, si maturano certezze che agli inizi sembrava impossibile avere. Ma purtroppo un nemico è ben nascosto dietro l'angolo: la noia.

Tutto diventa banale, prevedibile, scontato. E di conseguenza anche la nostra percezione si adagia su equilibri più comodi che ci inducono a credere che, sostanzialmente, abbiamo già visto tutto, vissuto ogni brivido possibile, non resta che accogliere, con santa pace nel cuore, la pacatezza legata alla rassicurante routine.

Il punto è che di questo passo non ci vorrà molto perché i due partner si riscoprano cambiati. Molti addirittura finiscono con l'inquadrare la relazione in un rapporto tra fratello e sorella: ci si capisce, ci si vuol bene. Può dunque bastare?

No, ovviamente no. Il rapporto di coppia ha bisogno di leggerezza ma anche di curiosità, di entusiasmo. Dev'essere mantenuto frizzante! O scivolerà inesorabilmente verso una metamorfosi infelice.

Siamo creature mutevoli. Se guardi indietro a ciò che eri cinque anni fa non fai fatica ad ammettere che sei molto cambiato. Questo può rivelarsi un punto di forza. Perché dà modo ai partner di vivere un viaggio sempre nuovo, verso la meta prescelta (la felicità di entrambi) ma raggiunta esplorando sentieri sconosciuti e bellissimi.

Se temi che la noia possa spegnere la tua vita di coppia (o se il danno è già fatto e mentre leggi il post ti ritrovi a constatare la cronaca di una morte annunciata...) devi esser pronto a correggere il tiro e a far scendere nuovamente in campo quell'ingrediente segreto che ha reso magici gli inizi della tua relazione: il mistero!

Mi dirai: "Ma prima era facile fargli posto... Non sapevo granché del mio partner, vivevo in attesa di un suo messaggio trascorrendo quel tempo sospeso a fantasticare su cosa stesse mai facendo, se mi stesse pensando...Oggi so tutto di lui... ed è diventato talmente banale quando non fastidioso..."

A volte è questa la riflessione da cui partono le ricerche proibite. La coppia è un posto noioso, banale, scontato... ci si predispone ad andare oltre, a guardarsi intorno, a cercare altrove quel che è venuto a mancare. In quel caso si è pronti ad investire tempo ed energie perché in quella terra ancora inesplorata sembra valer davvero la pena di viversi l'avventura. Ma la tua relazione di coppia vale forse meno?

Prenditi il tempo necessario a comprendere che c'è una spia di pericolo accesa. Quella noia non è un parametro che si può ignorare o trascurare. Ci sta dicendo che la fiamma dell'amore si sta rimpicciolendo e, prima che sia troppo tardi, prima che arrivi a spegnersi del tutto, occorre correggere il tiro.

Se parlarne col partner ed iniziare a farlo insieme potrebbe indubbiamente rivelarsi la decisione migliore, è pur vero che anche da soli qualcosa si può fare.

Può infatti succedere che uno dei due non veda alcuna spia di pericolo accesa e preferisca credere che sia tutto perfetto così. Ciascuno ha i suoi tempi e vanno rispettati. Ma non per questo fare gli spettatori passivi può rivelarsi la scelta giusta.

Torna indietro con la mente ai primi tempi, a cosa ti emozionava e faceva battere forte il cuore. Riparti da lì. Che si tratti di sorprendere il partner con un messaggio inatteso (non per ricordargli di pagare la bolletta, chiaramente...) o di organizzare una cena romantica in uno dei vostri posti preferiti, inizia a fare qualcosa di nuovo.

Cambia look se riconosci di esserti un po' trascurato e di avere un'immagine che non ti rispecchia più pienamente. Scegli un nuovo profumo o torna a quello che usavi nei primi tempi insieme. Se il tuo partner amava particolarmente fare qualcosa o andare in un posto o un certo tipo di cioccolatini... riproponigli l'esperienza.

Sprechiamo troppo tempo ad aspettare che gli altri facciano qualcosa per noi quando invece il segreto è fare il primo passo.

Se è bello e giusto condividere ogni cosa in coppia, non dimenticare però che il partner dev'essere sempre considerato tale. Non è un muro del pianto, uno psicologo a km zero, un capro espiatorio che torna comodo all'occorrenza. Avvolgi la relazione nel mistero. Che significa: sorprendilo! Non deve necessariamente sapere tutto ma proprio tutto tutto tutto di te.

Ci son coppie che arrivano a vivere praticamente in simbiosi!? Ti meravigli poi che non abbiano argomenti di conversazione, che si guardino con lo stesso interesse che io e te possiamo rivolgere all'attaccapanni, che si finisca col perdere la complicità e l'intesa? Pensa che in alcuni casi diventa routine anche quella (in altri scompare del tutto, preferendo eclissarsi...)

Torna a donare al partner gli sguardi innamorati dei primi tempi, le carezze e i gesti gentili che sentivi il bisogno di rivolgergli agli inizi della vostra relazione, quando ogni occasione era buona per farlo sentire amato e importante. Continua a farlo ancora.

In fondo il "per sempre" cos'è se non una collezione infinita di istanti felici fissati oltre i confini del tempo, nell'eternità?