Creato da stellacometa_80 il 09/03/2007

Le mie emozioni...

La voce della mia Anima...

 

Post N° 179

Post n°179 pubblicato il 08 Dicembre 2008 da stellacometa_80

 
 
 

Post N° 178

Post n°178 pubblicato il 30 Novembre 2008 da stellacometa_80

........

........

Oggi è una giornata grigia,grigio tutto intorno,grigio dentro di me…
Sono triste,forse non mi ero mai esposta cosi,forse non l’avevo mai scritto esplicitamente…oggi mi va di farlo!
Ieri ero triste,oggi sono triste,domani,forse,sarò triste…
La solitudine che mi accompagna da anni è diventata un abitudine nel vivere le mie giornate da sola con me stessa…e con qualcuno accanto…ma che non basta per alleviare questo mio stato…
Si sono triste!Triste perché non riesco a reagire,non riesco a trovare un motivo,un solo motivo che mi faccia dire”sono felice” o per lo meno serena…
Non piango mai…o quasi…forse ho versate troppe lacrime in passato che adesso quelle poche rimaste riescono a fermarsi in tempo prima di bagnare le mie guancie…le trattengo cosi un giorno potrò dire,sono stata felice,infondo ho versato poche lacrime…
Ma più le trattengo più dentro di me si forma come un nodo..un nodo che stringo sempre più forte…un nodo che spero non si spezzi mai davanti a nessuno,la mia fragilità,la mia debolezza è mia nessuno di coloro che mi circondano voglio che la vedano…io per loro non sono cosi,io per loro sono un fiume in piena di allegria...quella che alla domanda come stai risponde sempre”bene” sono quella che non hanno mai guardato negli occhi,proprio come faccio io,non guardandomi allo specchio,nessuno ha mai letto i miei sorrisi finti,nessuno ha mai compreso quello che provo…e sono triste anche per quello…nessuno mi abbraccerà mai…sussurrandomi “noi capiamo” perché nessuno è in grado di sentire le urla della mia anima…perché forse troppo silenziosa fra il chiasso del mondo che gli gira intorno…ma non è colpa di nessuno,la colpa è mia…dovrei fare qualcosa per cambiare la mia vita…ma non trovo un appiglio,o forse,sicuramente,quel gancio è proprio in me ma nascosto…devo solo cercarlo bene…devo trovarlo…e una volta trovato agganciarlo bene in me…e non mollarlo mai più…ma dov’è!!!
Non mi resta che vivere cosi,chissà all’improvviso quel gancio senza più cercare appaia per magia e riesca a tirarmi su…chissà se un giorno potrò cancellare questo blog (mio unico vero amico ) per scrivere nuove pagine della mia vita più serene…chissà quando…
Ma oggi…sono triste…passerà lo so,è solo un momento…passerà come tutti gli altri…il tempo come sempre mi aiuterà e domani forse sarò meno triste di oggi…o forse riuscirò a nasconderlo meglio…

Copyright testo e immagine

 
 
 

Post N° 177

Post n°177 pubblicato il 21 Novembre 2008 da stellacometa_80

Il nostro sogno....

Avevamo iniziato per gioco,abbiamo cominciato a scambiarci messaggi ed ecco il nostro
tenero sogno....


Nel sogno Ti vedo, in lontananza...quasi fai finta che io non ci sia. Cerco di avvicinarmi ma Tu sei sempre più lontana. Allora mi siedo ed aspetto. Tutto diventa grigio intorno a me, non sento più il cinguettio degli uccellini ed il rumore del ruscello. L'odore delle castagne è improvvisamente sparito...
Io sto seduto su quella fredda panchina di pietra e mi accorgo che sta cominciando a nevicare. I rumori sono attutiti dalla piccola coltre che si sta depositando sull'erba e sulle fronde degli alberi. Fa molto freddo, ma io da quella panchina, in mezzo al parco ormai coperto dalla soffice neve... non mi rialzo...
Sono infreddolito, la neve mi copre lo sguardo. Intorno a me ormai è tutto bianco. Guarda un piccolo pettirosso si è fermato li, vicino alla panchina sulla quale sono seduto. Mi guarda in cerca di cibo o...forse mi chiede che ci faccio tutto solo? Incomincio a parlare con lui quasi potesse capirmi e lui si incanta ad ascoltarmi. Si avvicina, è timido ma non ha paura di me che ormai...sono molto simile ad un pupazzo di neve.

Decido di avvicinarmi...senza dire nulla mi siedo accanto a te...sei buffo prima parlavi e adesso che ti sono vicina stai in silenzio...assecondo i tuoi silenzi che mi parlano...riesco a sentire i tuoi pensieri...non ho freddo...il tuo cuore emana calore...appoggio la testa nelle tue spalle...non importa se non vuoi...io ne ho bisogno...tu continui a stare in silenzio...decido di parlare io..."Scusa..."

Io in quel momento mi volto verso di Te. E' vero, il freddo ha paralizzato la mia voce, quasi non riesco a rispondere, ma mi accorgo che mi capisci anche solo da un semplice sguardo, e questo mia aiuta molto.
Tu mi sorridi, i tuoi occhi mi scaldano l'anima. Sento un tepore dentro di me che prima non riuscivo a percepire....mi guardo intorno attonito. La luce di alcuni piccoli lampioni stanno illuminando il parco. Nevica ancora. Non è vero che non hai freddo, Tu stai tremando! Le tue mani sono molto fredde, come anche il Tuo viso.

Mi guardi...io abbasso lo sguardo imbarazzata...sì fa freddo...è quasi buio...siamo soli mentre la neve comincia a bagnarci sempre di più...
alzo di nuovo lo sguardo su di te...il mio cuore comincia a battere all'impazzata...le emozioni prendono il sopravvento...i miei pensieri cominciano ad affollarsi nella mia mente...non so cosa dire...ti osservo,avvicino la mani al tua cappotto...ti alzo il cappuccio e ti bacio dolcemente sulla guancia...e mi accorgo che tutto intorno è gelato...tranne noi....

Interminabili secondi passano….quando mi decido…

Mi alzo...e vado via...senza voltarmi...ma con la tristezza nel cuore...

Quando vedo che Ti stai alzando e Te ne stai fuggendo via ecco...mi si congela l'anima. Mi accorgo che il freddo sta entrando dentro di me e voglio combatterlo. In quel momento mi alzo di scatto, faccio alcuni passi in mezzo alla neve e cerco il Tuo sguardo. Ti accorgi che il mio viso è bagnato da una lacrima. Mi escono finalmente la parole..."Ti prego...non andare via...ho bisogno di Te!"

Foto di roby_roby_roby1

  roby_roby_roby1

 
 
 

Post N° 176

Post n°176 pubblicato il 05 Novembre 2008 da stellacometa_80

A volte basta poco...quel poco che diventa anche tanto...perchè si aspetta un gesto...semplice...delicato...sincero...che non arriva...e l'attesa diventa interminabile...
Ecco...dopo cominci a renderti conto che forse vivi solo con la speranza di ciò che non esiste
(che vive solo dentro di te)...di ciò che non accadrà....
Accade allora che quel gesto...non si aspetta più...non lo vediamo più...perchè quelle mani che una volta porgevamo avanti...adesso stanno strette dientro la schiena...nascoste...

 
 
 

Post N° 175

Post n°175 pubblicato il 30 Ottobre 2008 da stellacometa_80

Lavorare per vivere, non morire per lavorare!

Le morti sui luoghi di lavoro non sono incidenti.
Dipendono dall' avidità di chi rifiuta di rispettare le norme sulla sicurezza e dal disprezzo per la vita. La vita degli operai, naturalmente, degli edili, dei braccianti, la vita precaria di chi per tirare avanti è magari costretto a lavorare otto, dieci ore di seguito su di una impalcatura, senza protezioni di sorta o di chi deve manovrare macchinari con i sistemi di sicurezza disattivati, per aumentare la produttività e dipendono dall' incapacità o connivenza di chi dovrebbe approvare leggi più stringenti e farle rispettare.


Cadutisullavoro

Tutto questo è ingiusto...
E noi...noi dobbiamo abituarci all'assenza...
Ma non ci si può abituare...la mancanza di un figlio,di un marito,di un FRATELLO...con cui hai condiviso felicità,difficoltà,sorrisi,lacrime...
Le stesse lacrime che scendono quando alla tv si sentono queste brutte notizie,le stesse che scendono per la rabbia di un impotenza nel cambiare le cose...
Ci è stato detto "ma perchè l'assicurazione non vi ha ancora pagati" perchè questa gente indegna di vivere pensa che con i soldi si risolve tutto...è orribile tutto ciò,la loro non sensibilità al nostro dolore...avrei voluto rispondere "vogliamo che tu paghi" è quello che penso e quello che farò...
Perchè io ho perso un fratello...non solo un fratello...per me un amico...un confidente...un pezzo della mia vita...perchè io rivivo ogni singolo giorno quel maledetto momento...quelle scene che rimarranno vive in me per sempre...e allora i colpevoli...dovranno pagare...PROMESSO!

 

 
 
 

Post N° 174

Post n°174 pubblicato il 22 Ottobre 2008 da stellacometa_80

Esistono diversi tipi di silenzio…
C’’è quello che parla ad ognuno di noi…
C’è quello che possiamo ascoltare fra tanto chiasso…
C’è quello che ti abbraccia dolcemente e ti fa compagnia…
C’è quello che non aspetta altro che essere ascoltato…
C’è un silenzio che esprime serenità,verità…
Esiste un silenzio sussurrato delicatamente…
Un silenzio che fa bene allo spirito…
C’è un silenzio di solitudine…
Quello che esprime tristezza…dolore…rabbia…delusione…
C’è quello che senza non sai starne…

Adoro il silenzio,spesso fa parte di me….delle mie giornate…delle mie notti…mi fa compagnia…mi parla mentre ascolto, gli parlo e lui mi ascolta…non c’è altro amico più caro per me…colui che mai mi lascerà, da un po’ di anni di lui non posso farne a meno…la mia parte più profonda e vera di me si esprime attraverso il silenzio…

.

.

Ma purtroppo esiste un altro tipo di silenzio…
Il silenzio meschino…
C’è quello bugiardo…
Quello spregevole…
Quello vigliacco…vile…codardo…


Io dico sempre quello che penso,sempre,nel bene e nel male,sono istintiva,sono fatta cosi,non voglio cambiare,voglio prendere di petto questa vita che è tutto tranne che sincera,voglio urlare quello che penso,perché la verità a volte fa più male di ogni altra cosa…


(questa frase l’ho copiata dal web)
E lo dico senza ipocrisia…

.. ma i NonUomini esistono e non ce l’hanno scritto in faccia, lo dimostrano col tempo e con i gesti.
Ed io non mi fido più


                                              stellacometa_80

 
 
 

Post N° 173

Post n°173 pubblicato il 19 Ottobre 2008 da stellacometa_80

Ricordando (Mi )

.

.

A volte cerchiamo disperatamente di dimenticare
Nella speranza che nulla più rimanga...
E' strano come i ricordi invece di sbiadirsi
Rimangano cosi profondi e indelebili dentro i nostri cuori...
Da ravvivarsi quasi ogni giorno di più...
E noi ne rimaniamo prigionieri...

stellacometa_80

 
 
 

Post N° 172

Post n°172 pubblicato il 14 Ottobre 2008 da stellacometa_80

Delirare...e non...

.

Quante domande affollano la mia mente in questo periodo,domande senza il minimo accenno di risposta o  con risposte che cerco di non evitare. E' la conseguenza del fatto che è come se la mia vita stesse trascorrendo troppo velocemente ed io corro corro ma non riesco a starci dietro e più il tempo passa più l'angoscia dell'anima cresce...
Vedo la vita degli altri sbattermi addosso e mi prende un strano senso di tristezza, loro che non sanno nascondere la propria felicità...ed io che cerco di inventarmela...una felicità!
Mi sento in bilico tra verità e bugie e non riesco più a destingerle nemmeno io,come se mi stessi creando involontariamente una vita che agli occhi degli altri è diversa da quella che è veramente...è una sensazione strana...mentire volontariamente per far del bene o comunque per non mostrarmi...e dal bene...vedere uscire inesorabilmente il mio male...


 
 
 

Post N° 171

Post n°171 pubblicato il 12 Ottobre 2008 da stellacometa_80

 
 
 

Post N° 170

Post n°170 pubblicato il 06 Ottobre 2008 da stellacometa_80

 
 
.
 Ma qualcosa mi manca. Ti ricordi?
E' sempre stato così.
Lo sento da come respiro la vita.
Sento che mi manca come se mi fosse già appartenuta e qualcuno me l'avesse portata via.
Ma non so esattamente cos'è.
C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza.
Sono uno spicchio di me stesso.
 
- Fabio Volo -
.
Quando una frase,un pensiero,una poesia altrui...
è come se ti appartenesse...

.
stellacometa_80
.

 
 
 

Post N° 169

Post n°169 pubblicato il 30 Settembre 2008 da stellacometa_80

Chiudo gli occhi e mi lascio trasportare dalle mie emozioni,il rumore dei tasti mi mancava,parole frasi che scorrono velocemente per esternare sensazioni qui,con voi...
Ci sono periodi in cui la voglia di scrivere è cosi forte che non si aspetta altro che sedersi davanti a questa pagina e lasciare andare i pensieri...
E come se mi trovassi da sola in un luogo sconosciuto,lontano da tutti e tanto immenso da contere quello che provo quello che sento...
Lascio scorrere le mie dita sulla tastiera e i tasti uno dopo l'altro formano parole frasi che a volte nemmeno io riesco a decifrare ma che mi liberano silenziosamente da quelle urla che troppo spesso faccio morire dentro...ma ci sono cose che bisogna tirar fuori a volte è come se non ci sia abbastanza spazio dentro il mio cuore per contenerle e allora quale miglior modo per liberarsene...per alleggerire il cuore che da impulso alle mani...
E allora veloce le parole passano dal cuore alle mani fino ad arrivare su questo foglio bianco che noi coloriamo con le nostre parole,tristi,felici,malinconiche,speranzose,l'importante è scrivere....
Adoro scrivere e continuerò a farlo fino a che questo mio cuore condurrà armoniosamente le mie mani ad espreimere quello che Io sono...

.

.

Qualcosa che non c'è,c'è sempre...e allora preferisco non avere niente...
.

 
 
 

Post N° 168

Post n°168 pubblicato il 17 Settembre 2008 da stellacometa_80

Voglio tornare a vivere...
Giocare...sorridere...
Quanlche volte è giusto piangere...
Sfogarsi...arrabbiarsi...
Voglio urlare...parlare...tacere...
Voglio cantare...ballare...
Osservare...ascoltare...
Amare...

LE MIE EMOZIONI...
Voglio viverle tutte...
(chi più ne ha più ne metta!!!)
stellacometa_80

 
 
 

Post N° 167

Post n°167 pubblicato il 08 Settembre 2008 da stellacometa_80



C’è un silenzio che echeggia nell’anima
Un silenzio di rumori assordanti…
La voce scorre dentro
Lascia scie di cicatrici…
Melodie estasianti
E segni che restano indelebili…
E’ lamento dell’anima
Qualche volta prende il sopravvento…
E’ il buio dell’anima
Qualche volta ti spegne dentro…
Quella parte d’anima  rubata
Con il tempo
Ti vien restituita
E allora
Ripercorro la mia anima
E avverto che
Tu ci passeggi dentro…

Ti sento ancora…nella mia anima…

stellacometa_80

Creative Commons License


Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

 
 
 

Post N° 166

Post n°166 pubblicato il 29 Agosto 2008 da stellacometa_80

Sono riuscita ad affrontare la mia paura più grande...quella di rivedere i luoghi in cui sono stata felice col mio Angelo...
.
.
                                   .                                   


.
.
                                                              .
"Accompagnami in spiaggia"gli dissi...scesi dalla macchina tremando,dentro me mi ripetevo tranquilla non sei sola... "vuoi che ti faccio compagnia"....."no, preferisco stare un pò da sola!" rispettò la mia decisione...
Mi guardavo intorno come smarrita...eppure lì c'ho vissuto tutti i miei anni più felici...ma sentivo uno stato di confusione nella mente da non riuscire a pensare a nulla,l'unica cosa che riuscivo a fare era osservare e ascoltare...
Mi incamminai verso la riva,arrotolai i jeans e toccando l'acqua tiepida della sera sentii un brivido percorrere ogni centimentro del mio corpo...
Decisi di sedermi un pò più in là dalla riva,preferivo non bagnarmi i jeans...
Un misto di ricordi felici e dolorosi cominciarono ad invadere i miei pensieri...le mie lacrime si confondevano con i miei sorrisi...ricordavo,sentivo la sua voce,sentivo le sue risate,le sue urla e le mie di gioia...sentivo il mio dolore crescere attimo per attimo in quegli istanti...piansi molto...non riuscivo a smetere...era arrabbiata...Lui non c'era con me...non poteva più esserci come una volta lì con me...mi sentivo vuota più che mai,ma cercai di calmarmi...
Alzai lo sguardo il sole toccava il mare...e Lui toccava me,mi abbracciava come sempre...mi alzai,stretta nei pugni un pò di sabbia...la lasciai andare...piansi un'altra volta...sorrisi un altra'volta...
"Tutto ok?"...." Sì"  risposi io... "possiamo andare...."

.

Copyright testo

 
 
 

Post N° 165

Post n°165 pubblicato il 18 Agosto 2008 da stellacometa_80

Per adesso vi lascio questa bellissima foto scattata mentre tornavo da San Vito Lo Capo...


img180/3496/sanvitoup6.jpg

Un abbraccio a tutti...a presto!


 
 
 

Statistiche

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Quindi, tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico. Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons
Tutti i testi da me scritti sono sotto una Licenza Creative Commons
 


L'operaio capì che l'inferno
è sulla terra
e il paradiso sono quelle ali
che ti fanno volare
sopra le miserie
dall'ultimo piano
il decimo piano
guardò il cielo
fece per toccare una nuvola
con un dito
e precipitò nel vuoto
le chiamano morti bianche
come avvenissero senza sangue
sono morti inopportune
che spesso avvengono
quando l'informazione
è già impegnata in altri eventi
sono cadaveri con vite banali
sono numeri decimali
che non incidono sul bilancio

sono cani cha hanno abbaiato
nel qualunquismo per mestiere
sono un nome nell'anagrafe
che si scrive e si cancella
come un'impronta nel deserto
in pieno vento
sono i ricordi sbiaditi
del giorno dopo.

 Michael Santhers
dal volume:una farfalla all'ombra della luna

Basta Morti Bianche

 

Rincorrere per tutta una vita un sogno,credere di averlo preso e averlo fatto tuo con la certezza che nessuno potrà  portartelo via, stringerlo tra le mani così forte quasi da farti male, per proteggerlo da tutto, sentirsi sereni che quello che c'è li dentro nel caldo delle tue mani sia tutto quello che avresti mai desiderato, non restitere alla voglia di vedere ancora quel sogno,come la prima volta, trovare il coraggio di aprire le mani e guardare cosa ne è  rimasto di quello che è stato e assaggiare l'amaro della delusione di osservare solo un piccolo, insignificante mucchietto di polvere.

Dal blog di Lo_specchio_bugiado
Grazie Ale...mio caro fratellone

 

immagine

La morte non è niente.
Sono solamente passato dall'altra parte:
è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
di quelle piccole cose che tanto ci piacevano
quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami!
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore,
ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami:
il tuo sorriso è la mia pace.

SANT'AGOSTINO

Ho voglia di te. Per tutto quello che ho immaginato, sognato, desiderato.
Ho voglia di te. Per quello che so e ancora di più per quello che non so.
Ho voglia di te. Per quel bacio che non ti ho ancora dato.
Ho voglia di te. Per l'amore che non ho mai fatto.
Ho voglia di te anche se non ti ho mai assaggiato.
Ho voglia di te, di tutto te. Dei tuoi errori, dei tuoi successi, dei tuoi sbagli.
Dei tuoi dolori. Delle tue semplici incertezze, dei pensieri che hai avuto e di quelli che spero hai dimenticato, dei pensieri che ancora non sai.
Ho voglia di te. Ho così voglia di te che nulla mi basta.
(F.Moccia-"Ho voglia di te")

 

immagine

Io desidero te, soltanto te
il mio cuore lo ripeta senza fine.
Sono falsi e vuoti i desideri
che continuamente mi distolgono da te.
Come la notte nell’oscurità
cela il desiderio della luce,
così nella profondità
della mia incoscienza risuona questo grido:
“Io desidero te, soltanto te”.
Come la tempesta cerca fine
nella pace, anche se lotta
contro la pace con tutta la sua furia,
così la mia ribellione
lotta contro il tuo amore eppure grida:
“Io desidero te, soltanto te”.

 

immagine




Grazie Lulu
Sono davvero contenta...
sei di una dolcezza infinita...
grazie per trasmettermi
tanta allegria...
sì l'amicizia è importante...
e la nostra lo è!!!
Grazieeeeeeeee

 

Tu presti fede a quel che senti dire.
Ma dovresti credere
a quanto non vien detto:
il silenzio dell'uomo
si accosta alla verità
più della sua parola.
Kahlil Gibran

 

immagine

Esiste qualcosa di più grande e più puro
rispetto a ciò che la bocca pronuncia.
Il silenzio illumina l'anima,
sussurra ai cuori e li unisce.
Il silenzio ci porta lontano da noi stessi,
ci fa veleggiare
nel firmamento dello spirito,
ci avvicina la cielo;
ci fa sentire che il corpo
è nulla più che una prigione,
e questo mondo è un luogo d'esilio.
K. Gibran
 Le ali spezzate

immagine

immagine

E sto abbracciato a te 
senza chiederti nulla, per timore 
che non sia vero 
che tu vivi e mi ami. 
E sto abbracciato a te 
senza guardare e senza toccarti. 
Non debba mai scoprire 
con domande, con carezze, 
quella solitudine immensa 
d'amarti solo io
 Pedro Salinas

 

immagine


La vosta gioia
è il vostro dolore senza maschera.
Tanto più in fondo vi scava il dolore
tanta più gioia voi potrete contenere.
Il legno del liuto
che accarezza il vostro spirito
non è forse scavato col coltello?
Quando sietecontenti
guardate in fondo al cuore
e troverete che soltanto
ciò che vi ha dato dolore vi dona la gioia.
Alcuni dicono:
“la gioia è più grande del dolore”,
e altri: “il dolore è più grande”,
in realtà sono inseparabili.
Essi giungono insieme
e quando una siede con voi
alla vostra mensa,
l’altro è disteso sopra il vostro letto.
Voi siete come bilance
sospese tra il dolore e la gioia.
Gibran

 

immagine

Se fai il bene, ti attribuiranno
secondi fini egoistici
non importa, fa’ il bene.
Se realizzi i tuoi obiettivi,
troverai falsi amici e veri nemici
non importa realizzali.
Il bene che fai verrà domani
dimenticato.
Non importa fa’ il bene
L’onestà e la sincerità ti
rendono vulnerabile
non importa, sii franco
e onesto.
Dà al mondo il meglio di te, e ti
prenderanno a calci.
Non importa, dà il meglio di te

immagine

Un dono
Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l’ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell’animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l’amore,
e fallo conoscere al mondo.
Mahtma Gandhi

 

immagine

C'è fra voi chi cerca
la compagnia delle persone loquaci
per timore della solitudine.
Il silenzio della solitudine
svela infatti ai loro occhi
la loro nuda essenza,
cosa dalla quale rifuggono.
E vi sono quelli che parlano,
e senza consapevolezza né preveggenza
rivelano una verità
che sono i primi a non capire.
E vi sono coloro che hanno
la verità dentro di sé,
ma non la esprimono a parole

Kahlil Gibran
 Il profeta

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

freedandlifeleone580SospesaSuUnaStellaCristian_1979sVirginiaG65micettodolce.7maredinverno0bagninosalinaroBirky_69Sky_Eagletupac.1lusimia2005eloisa1952supercevistellaraider71
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 107
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.