Creato da gattolin.ivano il 03/05/2010
 

MONDO NEWS

MONDO NEWS

 

 

LA GUERRA NUCLEARE CON TRO LA CINA E' UN OBIETTIVO DI WASHINGTON

Post n°476 pubblicato il 06 Novembre 2013 da gattolin.ivano

06/11/2013

Amitai Etzioni ha posto una domanda importante: «Chi ha autorizzato i preparativi di una guerra contro la Cina?».

Etzioni afferma che il piano bellico non è il tipo di piano d’emergenza che potrebbe rendersi disponibile per un evento improbabile. Etzioni riferisce inoltre che il piano di guerra del Pentagono non è stato ordinato, e neanche rivisto, dalle autorità civili Usa. Siamo di fronte ad un esercito statunitense “neoconizzato”, che danneggia gli americani e il resto del mondo. Etzioni ha ragione nel dire che si tratta di una decisione di grande importanza presa da un esercito “neoconizzato”.

La Cina è ovviamente cosciente del fatto che Washington si sta preparando per una guerra. Se il “Yale Journal” lo sa, anche la Cina lo sa. Se il governo cinese è realistico, è consapevole del fatto che Washington sta pianificando un attacco nucleare preventivo contro la Cina. Nessun altro tipo di guerra avrebbe senso dal punto di vista di Washington. La “superpotenza” non è mai stata capace di occupare Baghdad e dopo 11 anni di guerra è stata sconfitta in Afghanistan da poche migliaia di talebani lievemente armati.

Sarebbe la fine, per Washington, buttarsi in una guerra convenzionale contro la Cina. Quando la Cina era ancora un paese primitivo del Terzo mondo, ha combattuto l’esercito americano in Corea, portandolo a una situazione di stallo. Oggi la Cina è la seconda economia del mondo e sta rapidamente superando l’economia fallimentare statunitense, distrutta dalla delocalizzazione del lavoro, dalle frodi dei bankster e dai tradimenti congressuali e aziendali.

Il piano del Pentagono per la guerra con la Cina si chiama “Battaglia aeronavale”. Presenta “forze aeree e navali interoperabili, che possono eseguire attacchi mirati integrati e correlati per disturbare, distruggere e sconfiggere le capacità del nemico di difesa contro gli accessi al territorio”.

Sì, cosa significa?

Significa molti miliardi di dollari in più a beneficio del complesso militare e di sicurezza, dal momento che il 99% è composto da truppe in loco. È anche chiaro che questo gergo senza senso non può sconfiggere l’esercito cinese. Ma questo tipo di ostentato dispiegamento di forze armate può portare alla guerra. E se gli idioti di Washington iniziano una guerra, l’unico modo in cui possono vincere è con le armi nucleari. Le radiazioni, ovviamente, ucciderebbero anche gli americani.

La guerra nucleare è sull’agenda di Washington.

L’avvento dei nazisti neoconservatori ha rigettato gli accordi di disarmo nucleare fatti da Reagan e Gorbaciov. Lo straordinario, alquanto veritiero libro del 2012 di Oliver Stone e Peter Kuznick, dal titolo “La Storia non detta degli Stati Uniti”, descrive come nel periodo post-Reagan gli attacchi nucleari preventivi siano diventati la prima opzione di Washington. Durante la Guerra Fredda, le armi nucleari avevano uno scopo difensivo.

L’obiettivo era quello di evitare un conflitto nucleare tra Usa e Urss, entrambe dotate di potere di rappresaglia per garantire una “distruzione reciproca assicurata”. Questo significava che le armi nucleari non avevano alcun vantaggio offensivo per nessuna della due parti. Il collasso dei Soviet ed il focus della Cina sulla sua economia piuttosto che sul suo esercito hanno portato ad un vantaggio negli armamenti nucleari statunitensi che, secondo alcuni personaggi alla Dottor Stranamore, Keir Lieber e Daryl Press, fornisce a Washington la possibilità di attaccare per primo.

Lieber e Press scrivono che «il rapido declino dell’arsenale russo e il glaciale ritmo di modernizzazione delle forze nucleari cinesi» hanno creato una situazione nella quale né la Russia né la Cina potrebbero rispondere all’attacco di Washington. La “Battaglia aeronavale” del Pentagono e l’articolo di Lieber e Press sul “Foreign Affairs” hanno informato la Cina e la Russia circa il fatto che Washington sta valutando un attacco nucleare preventivo contro entrambi i paesi.

Per assicurasi l’incapacità della Russia di rispondere, Washington sta piazzando missili anti-balistici sui confini russi in violazione dell’accordo Usa-Urss. Dato che la stampa americana è il ministero della propaganda di un governo corrotto, il popolo americano non ha idea del fatto che una Washington “neoconizzata” stia preparando una guerra nucleare. Gli americani non sono consapevoli di questo, come non lo sono della recente dichiarazione dell’ex presidente Jimmy Carter, diffusa solo in Germania, in cui afferma che gli Stati Uniti non sono più una democrazia funzionante. La possibilità che gli Stati Uniti inizino una guerra nucleare è diventata realtà 11 anni fa, quando nel 2002 il presidente George W. Bush, su incoraggiamento di Dick Cheney e dei neocon che dominavano il suo regime, firmò la Nuclear Posture Review.

Questo documento neoconservatore, firmato dal più idiota dei presidenti americani, ha causato la costernazione e la condanna da parte del resto del mondo e ha lanciato una nuova corsa agli armamenti. Il presidente russo Putin ha immediatamente annunciato che la Russia avrebbe speso quanto necessario per mantenere la capacità di rappresaglia nucleare. I cinesi hanno mostrato tutto il loro valore mandando in orbita un satellite con un missile.

Il sindaco di Hiroshima, città vittima di un enorme crimine di guerra americano, ha dichiarato: «Il Trattato di non-proliferazione nucleare, il principale accordo internazionale per l’eliminazione delle armi nucleari, è sul punto del collasso. La causa primaria è la politica nucleare statunitense, la quale, dichiarando apertamente la possibilità di un attacco preventivo e richiedendo il ripristino della ricerca sulle bombe atomiche da zaino e sulle altre cosiddette “armi nucleari funzionanti”, sembra adorare le queste armi come Dio». Sondaggi da tutto il mondo mostrano che Israele e Usa sono viste come le due più grandi minacce alla pace ed alla vita sulla Terra.

Tuttavia, questi due governi totalmente illegali camminano impettiti facendo finta di essere “le più grandi democrazie del mondo”. Nessuno dei due governi accetta l’obbligo di rispondere al diritto internazionale, ai diritti umani, alle Convenzioni di Ginevra o alla loro stessa legge interna. Gli Usa e Israele sono governi criminali, un ritorno all’era di Stalin e Hitler. Il secondo dopoguerra è iniziato con Washington e Israele. Nessun altro paese ha ambizioni espansionistiche imperialiste.

Il governo cinese non ha attaccato Taiwan, cosa che avrebbe potuto fare quando voleva. Il governo russo non ha attaccato gli ex territori russi, come la Georgia, la quale, provocata da Washington a lanciare un attacco, è stata travolta all’istante dall’esercito russo. Putin avrebbe potuto impiccare la marionetta georgiana di Washington e re-incorporare la Georgia alla Russia, che gli è appartenuta per secoli e che molti pensano ancora gli appartenga. Negli ultimi 68 anni, la maggior parte delle aggressioni militari possono essere attribuite a Usa e Israele.

Tuttavia, questi due iniziatori di guerre fanno finta di essere vittime delle aggressioni. È Israele ad avere un arsenale nucleare illegale, non riconosciuto e inspiegabile. È Washington che ha preparato un piano di guerra basato su un attacco nucleare preventivo. Il resto del mondo fa bene a guardare a questi due governi criminali e inaffidabili come delle dirette minacce al pianeta.

(Paul Craig Roberts, “Le due finte democrazie minacciano la vita sulla terra”, intervento pubblicato su “Lewrockwell.com” e ripreso da “Come Don Chisciotte” il 31 luglio 2013. Craig Roberts è stato al governo dell’economia Usa sotto la presidenza di Ronald Reagan; Amitai Etzioni, citato da Roberts, è un sociologo israelo-statunitense).

FONTE

 
 
 

FORTE BRILLAMENTO SOLARE CLASSE X 3.3 CREA DISTURBI AL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE.

Post n°475 pubblicato il 06 Novembre 2013 da gattolin.ivano

06/11/2013

Un breve ma intenso brillamento solare di calasse X 3.3 e' stato registrato dal Solar Dynamics Obsevatory della Nasa  nella giornata di ieri 5 novembre alle ore 22:12 UTC.L'evento e' stato osservato dalla regione solare AR 1890.Le radiazioni scatenate hanno provocato un incremento della ionizzazione nell'atmosfera superiore della Terra che hanno disturbato il campo geomagnetico terrestre.Per il momento gli esperti non sono ancora stati in grado di valutare se il flare abbia prodotto una nube di plasma. restate sintonizzati per aggiornamenti

FONTE: SOLARHAM

ALTRA FONTE: SPACEWEATHER

 
 
 

MESSAGGIO A TUTTI GLI UOMINI LIBERI

Post n°474 pubblicato il 05 Novembre 2013 da gattolin.ivano

05/11/2013


Buona sera, Pianeta Tera. Prima di tutto vi preghiamo di scusarci per questa interruzione: come molti di voi, anche noi apprezziamo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione; ne godiamo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della verità e della realtà, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a quanto sta avvenendo in questi anni, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere. Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questi anni ci stiano provando in varie maniere strillando ordini al telefono o modificando le costituzioni e che presto arriveranno a compimento di questo piano. Perché? Perché, mentre il nuovo ordine mondiale può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo sistema. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere e sottomettervi. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole... non c'è che da guardarsi allo specchio. Lo sappiamo perché l'avete fatto: sappiamo che avevate paura, e chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie: c'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di tutti, e il caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste alle istituzioni. Vi hanno promesso ordine e pace e un nuovo ordine mondiale in cambio del vostro silenzioso obbediente consenso. In questi anni stiamo lottando peri porre fine a questo silenzio. La nostra speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo sistema vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservati questi ultimi anni. Ma se vedete ciò che vediamo noi, se la pensate come la pensiamo noi, e se siete alla ricerca come lo siamo noi, vi chiedo di mettervi al nostro fianco, per continuare a divulgare la vera e relale informazione e insieme offriremo loro degli anni che non vorrano mai più dimenticare.

Tratto dal Film: V x Vendetta.

Modificato da: Gattolin Ivano.

 
 
 

ITALIA,NON C'E' CRISI PER LE MISSIONI MILITARI E ARMAMENTI

Post n°473 pubblicato il 05 Novembre 2013 da gattolin.ivano

05/11/2013

E NOI PAGHIAMO!

Si sta varando il decreto-legge che stanzia altro denaro pubblico per le missioni militari internazionali. L’Italia ha avuto una spesa militare reale di 26 miliardi nel 2012. Manlio Dinucci,  Il Manifesto per NenaNews Mentre le vie di Roma sono percorse da cortei che chiedono investimenti pubblici per il lavoro, la casa, i servizi sociali, nelle stanze di palazzo Montecitorio si sta varando il decreto-legge che stanzia altro denaro pubblico per le missioni militari internazionali. Denaro che va ad aggiungersi a quello per le forze armate e gli armamenti,ponendo l’Italia (documenta il Sipri) al decimo posto mondiale con una spesa militare reale di 26 miliardi di euro nel 2012, equivalente a 70 milioni al giorno. Su cosa si stia decidendo a palazzo Montecitorio c’è assoluto silenzio mediatico. Peccato. Altrimenti i cittadini italiani in crescenti difficoltà economiche avrebbero perlomeno la soddisfazione di sapere che, solo per il trimestre ottobre-dicembre 2013, vengono stanziati 125 milioni di euro per la missione militare in Afghanistan, oltre 40 per quella in Libano, 24 per quelle nei Balcani, 15 per il «contrasto alla pirateria» nell’Oceano Indiano (più la spesa, ancora segreta, per la nuova base militare italiana a Gibuti). Si spendono in soli tre mesi 5 milioni per partecipare alla missione Nato nel Mediterraneo (cui si aggiunge la spesa, ancora da quantificare, per quella Mare Nostrum), altri 5 per mantenere personale militare italiano a Tampa in Florida (sede del Comando centrale Usa), in Bahrain, Qatar ed Emirati arabi uniti. Oltre 5 milioni in tre mesi vengono stanziati per i militari e gli agenti di polizia che in Libia aiutano a «fronteggiare l’immigrazione clandestina» e a mantenere e usare «le unità navali cedute dal governo italiano a quello libico». Altro denaro pubblico viene sborsato per inviare militari in Sudan, Sud Sudan, Mali, Niger, Congo e altri paesi, pagando alte indennità di missione incrementate del 30% se il personale non usufruisce di cibo e alloggio gratuiti. Alle spese per le missioni militari si aggiungono quelle per il «sostegno ai processi di ricostruzione» e il «consolidamento dei processi di pace e stabilizzazione»: 23,6 milioni di euro in tre mesi, ai quali il ministro degli esteri può aggiungere con proprio decreto altre risorse. Già la Bonino ha annunciato che a dicembre saranno disponibili altri 10 milioni per gli «aiuti umanitari». Come lo «sminamento umanitario» in paesi che prima la Nato (Italia compresa) ha attaccato anche con bombe a grappolo che lasciano sul terreno ordigni inesplosi, o in paesi al cui interno la Nato ha fomentato la guerra. Come gli interventi di «stabilizzazione dei paesi in situazione di conflitto o post-conflitto», tipo la Libia che, demolita dalla Nato con la guerra, si trova in una caotica situazione di post-conflitto. Tra gli «aiuti umanitari» figurano anche gli interventi «a tutela degli interessi italiani nei paesi di conflitto e post-conflitto», tipo quelli dell’Eni in Libia. Per coprire tali spese si attinge anche ai «fondi di riserva e speciali» del ministero dell’Economia e delle finanze, che così mancheranno quando si dovranno affrontare situazioni di emergenza sociale in Italia. Il ministro dell’economia è inoltre «autorizzato ad apportare le occorrenti variazioni di bilancio», cioè ad accrescere i fondi per le missioni militari. I primi a sostenere il decreto-legge sono i deputati Pd, seguiti da quelli Pdl. L’opposizione (Sel e M5S) si limita in genere a emendamenti che non intaccano la sostanza e a criticare «il fatto che il contributo italiano alla sicurezza internazionale sia di natura esclusivamente militare». Ignorando che, con il suo «contributo militare», l’Italia non rafforza ma mina la sicurezza internazionale, e che quello «civile» è spesso il grimaldello dell’intervento militare.

FONTE

 
 
 

PIANETA-X,NIBIRU ORBITEREBBE VICINO ALLA FASCIA DI KUIPER SPOSTANDO DETRITI SPAZIALI VERSO LA VIA LATTEA

Post n°472 pubblicato il 05 Novembre 2013 da gattolin.ivano

05/11/2013


Nel 1983 il telescopio orbitale denominato IRAS – (Infrared Astronomical Satellite – Satellite Astronomico ad Infrarosso) (1) avrebbe scoperto un planetoide delle dimensioni di Giove nella direzione di Orione ben oltre il nostro sistema solare. Il misterioso corpo celeste provocò perplessità tra gli astronomi che non furono in grado di stabilire se fosse effettivamente un pianeta, una cometa gigante, o una vicina protostella che non s’era riscaldata abbastanza da diventare una stella, o una galassia distante così giovane da essere ancora in fase di formazione. “Tutto ciò che posso dirvi è che noi non sappiamo cosa sia”, disse Gerry Neugebauer, lo scienziato del programma IRAS per il Jet Propulsion Laboratory della California e direttore dell’Osservatorio Palomar presso il California Institute of Technology. Quella dell’IRAS, secondo diversi studiosi in primis Zecharia Sitchin, fu una scoperta determinante nell’ambito della ricerca di Nibiru (Pianeta dell’Attraversamento) perché sancì l’ennesimo ed effettivo interessamento (anche se mai avallato con dichiarazioni ufficiali) dell’establishment scientifico al famigerato Decimo Pianeta allora noto principalmente grazie agli studi e i testi del noto sumerologo. Ennesimo interessamento perché in realtà già in precedenza l’ente spaziale americano aveva chiaramente lasciato intendere di essere sulle tracce di Nibiru.

In effetti il 17 giugno 1982, la NASA in un comunicato stampa dell’Ames Research Center riconobbe ufficialmente la possibilità dell’esistenza di “qualche genere di oggetto misterioso” oltre i pianeti estremi del nostro sistema solare. Diversi articoli rilasciati dalla stampa dell’epoca confermarono che gli scienziati stavano cercando davvero il Decimo Pianeta o Pianeta X. Una conferma in tal senso giunse con l’articolo pubblicato il 19 giugno dal New York Times intitolato “Spacecraft May Detect Mystery Body in Space” dove si accennava alle sonde Pioneer 10 e 11 e a delle persistenti anomalie nelle orbite di Urano e Nettuno che suggerivano la presenza di un qualche corpo misterioso che si ipotizzava potesse essere ubicato oltre i pianeti estremi del nostro Sistema Solare. Sempre nel 1982, precisamente il 28 giugno la rivista Newsweek si occupò del Pianeta X in un articolo intitolato “Does the Sun Have a Dark Companion?” (Il Sole ha un Compagno Oscuro?). L’articolo riportava che il Decimo Pianeta davvero orbiterebbe (come in un sistema binario) intorno a due Soli (uno è il nostro Sole), ma noi non saremmo in grado di vedere l’altro astro perché sarebbe una “stella oscura”, quindi non visibile ad occhio nudo, non visibile con un classico telescopio.

Le immagini del piccolo sistema stellare che nel suo tragitto sposta enormi quantità di detriti spaziali, comete e meteore

L’articolo riportava che: “Un compagno oscuro potrebbe produrre la forza non visibile che sembra trascinare Urano e Nettuno, accelerandoli fino ad un certo punto nelle loro orbite e trattenendoli mentre passano… la migliore scommessa è una stella oscura che orbiti ad almeno 50 miliardi di miglia oltre Plutone… È molto probabilmente o una Nana Bruna(2), o una stella di neutroni. Altri suggeriscono sia un decimo pianeta… siccome una stella compagna trascinerebbe gli altri pianeti, non soltanto Urano e Nettuno”.

Ma il 1983, come accennato inizialmente, è stato l’anno in cui si è avuta una vera è propria svolta soprattutto grazie alla divulgazione di sensibili informazioni nell’ambito del programma IRAS che alcuni media portarono a conoscenza dell’opinione pubblica. Il 30 dicembre venne pubblicato un interessante articolo sulle pagine del quotidiano americano Washington Post che si occupò del Decimo Pianeta (dedicando all’argomento uno spazio già nella prima pagina) in un pezzo di Thomas O’Toole intitolato “Mystery Heavenly Body Discovered “ (Scoperto Misterioso Corpo Celeste). L’articolo riportava che: “Un corpo celeste probabilmente grosso come il gigantesco pianeta Giove e forse così vicino alla Terra da poter far parte di questo sistema solare è stato trovato in direzione della costellazione di Orione da un telescopio orbitante denominato IRAS”. Posso solo dire – dichiarò Gerry Neugebauer a capo dell’IRAS – che non sappiamo di che cosa si tratti”.

“Quando gli scienziati dell’IRAS – continua l’articolo – hanno visto per la prima volta questo corpo misterioso, e hanno calcolato che potrebbe distare solo 80 miliardi di chilometri, si è ipotizzato che potrebbe essere in fase di avvicinamento rispetto alla Terra,….Il corpo misterioso è stato captato due volte dall’IRAS. Il secondo rilevamento è avvenuto sei mesi dopo il primo, è suggerisce che il corpo non si fosse quasi mosso dalla sua posizione nel cielo. Questo dato – disse James Houck membro del team scientifico dell’IRAS – suggerisce che non si tratta di una cometa, perché una cometa non sarebbe così grossa come risulta dalle nostre osservazioni, e si sarebbe probabilmente spostata di più”. “E’ possibile – come sottolineato dal quotidiano americano – che si tratti del decimo pianeta che gli astronomi hanno invano cercato”. L’articolo del Washington Post proseguiva nello spiegare che questo oggetto misterioso non è era stato mai visto da telescopi ottici sulla Terra o nello spazio, ma la sua firma di calore infrarossa fu individuata due volte dall’IRAS quando questi analizzò il cielo settentrionale tra gennaio e novembre del 1983. La seconda osservazione infrarossa del corpo, che è così freddo che non emana luce, evidenziò che il corpo sembrò non essersi spostato in sei mesi. Questo suggerì che l’oggetto non era una cometa, dal momento che probabilmente si sarebbe mosso. L’articolo spiegava anche che il telescopio infrarosso dell’IRAS, capace di scoprire oggetti molto freddi, calcolò che il corpo celeste era così freddo che la sua temperatura era di circa 273° C sotto zero…

A riprova delle importanti rivelazioni fatte da Maynard e dell’effettiva fondatezza di alcune di esse nel 2003 l’astrofisico James McCanney rilasciò alcune sbalorditive dichiarazioni nel corso di un’intervista rilasciata a Rick Martin della rivista americana ‘The Spectrum’ che in seguito venne ripresa dalla rivista australiana Nexus la cui omologa versione italiana sarà pubblicato nel 2004 (v. “Quello che nasconde la NASA” – Nexus n°51). McCanney fondamentalmente ribadisce che esisterebbe un vasto programma di copertura che coinvolgerebbe enti quali la NASA, la CIA, l’NSA e lo stesso Vaticano in merito all’esistenza e al prossimo avvento del Decimo Pianeta…

Come già emerso in precedenza dalle affermazioni di Maynard quando l’IRAS rilevò Nibiru (Pianeta X) nel 1983 la NASA stabilì che si stava avvicinando da Sud e ciò arrecò apprensione in quanto i più avanzati telescopi terrestri erano collocati nell’emisfero Nord. Una conclusione quella fatta dall’ente spaziale americano a cui inevitabilmente giunse il prof. Robert Harrington (citato da McCanney) nel 1988. In effetti, nell’estate di quell’anno, come giustamente evidenziato da Sitchin, vennero pubblicati una serie di articoli su pubblicazioni scientifiche in cui veniva condivisa da diversi scienziati non solo l’esistenza del Pianeta X (sulla scorta dei calcoli delle perturbazioni planetarie ecc) ma l’ipotesi del Dott. Harrington secondo la quale sarebbe inclinato di 30° sull’eclittica ed avrebbe un semiasse maggiore di circa 101 UA, o un asse maggiore di oltre 200 UA.

Avrebbe una massa pari ad almeno quattro volte quella della Terra e con un’orbita simile a quella della cometa di Halley per cui trascorrerebbe parte del suo tempo sopra l’eclittica (nei cieli settentrionali) e la maggior parte sotto di essa (nei cieli meridionali). Non a caso il team di ricerca dell’Osservatorio Navale (ndr. che è una sezione della Marina Militare USA) giunse all’inevitabile conclusione che la ricerca si sarebbe dovuta condurre principalmente nell’emisfero sud ad una distanza di circa 2,5 volte oltre Nettuno e Plutone. Nell’ottobre 1988 Harrington divulgò le sue scoperte in un documento intitolato “La posizione del Pianeta X” pubblicato sull’Astronomical Journal e nel quale era presente uno schizzo dei cieli con indicazioni di dove si sarebbe potuto trovare (al momento) il Decimo Pianeta sia nei cieli settentrionali sia in quelli meridionali. In seguito alla pubblicazione del documento Harrington in base ai dati che nel frattempo erano stati raccolti dal Voyager 2 – che aveva raggiunto Urano e Nettuno rilevando perturbazioni costanti, piccole ma ben evidenti, nelle loro orbite – concluse che il Decimo Pianeta doveva trovarsi nei cieli meridionali.

Tra l’altro il 16 gennaio del 1990 Harrington riferì all’American Astronomical Society di Arlington in Virginia che l’Osservatorio Navale aveva ristretto le ricerche del Pianeta X ai cieli meridionali ed annunciò l’invio di un team di astronomi in Nuova Zelanda presso l’Osservatorio Astronomico di Black Birch. Inoltre affermò che in seguito ai dati ottenuti dalla Voyager 2 era convinto che il Decimo pianeta fosse cinque volte più grande della Terra e circa tre volte più distante dal Sole rispetto a Nettuno e Plutone. Sfortunatamente Harrington morì in circostanze misteriose nel gennaio 1993, non prima però di fornire allo stesso Sitchin importanti conferme di persona in un incontro avuto con lui nel agosto del 1990 all’Osservatorio Navale di Washington e confermato in un’intervista fatta al noto studioso dal giornalista Luca Scantamburlo.

Primo, – afferma Sitchin – egli mi disse che il mio libro, Il Dodicesimo Pianeta, era giusto sul lato della sua scrivania per tutto il tempo, ed egli lo consultava ogni qualvolta aveva bisogno di una risposta alle domande sulla ricerca del “Pianeta X”. Secondo, egli disse e mostrò attraverso degli schizzi orbitali comparabili che il “Pianeta X” ed il “mio” pianeta, che i Sumeri chiamavano Nibiru ed i Babilonesi Marduk, sono unici e lo stesso. E terzo, egli descrisse il pianeta – le sue dimensioni, il suo essere abitabile con un’atmosfera etc”. Tra l’altro alla successiva domanda in cui si citava proprio il documento di Harrington sul Pianeta X del 1991 dove egli stesso suggeriva che poteva essere visibile nei Cieli Meridionali nella regione del Centauro e dell’Idra, Sitchin rispose: “Sì. Egli mi mandò uno schizzo, segnando con la sua calligrafia dove dovrebbe concentrarsi la ricerca; l’ho pubblicata nel libro Genesis Revisited (L’Altra Genesi, Piemme 2004). Ciò che disse concordava con le predizioni bibliche che riguardano il ritorno del pianeta.”. Ora, quanto finora esposto risulta rilevante e chiarificatore per gli argomenti che verranno riportati d’ora in avanti e che potrebbero essere utili alla comprensione dell’affaire Decimo Pianeta. In seguito alla missione IRAS del 1983, in particolar modo dalla seconda metà degli anni ’80, in vari parti del mondo sono stati costruiti nuovi e avanzati telescopi nell’emisfero settentrionale ma molti, guarda caso, concentrati in varie aree geografiche nell’emisfero meridionale…

Come accennato in precedenza il 16 gennaio 1990 il prof. Harrington dichiarò all’American Astronomical Society ad Arlington in Virginia che l’Osservatorio Navale degli Stati Uniti aveva ristretto la ricerca del Decimo Pianeta ai cieli meridionali. Tali esternazioni così come gli studi di Harrington, e non solo, vengono definiti dallo stesso Sitchin nel suo volume “L’altra Genesi” decimante esaltanti. Principalmente perché la scienza attuale avrebbe scoperto quanto era già noto ai Sumeri ossia l’esistenza di in un altro pianeta nel sistema solare ma soprattutto perché confermerebbero anche i dettagli inerenti la sua orbita e le sue dimensioni.

Il video che vi mostriamo di seguito è la registrazione fatta attraverso un telescopio, del sistema stellare Planet X-Nibiru che orbiterebbe vicino alla  Fascia di Kuiper (o Fascia di Edgeworth-Kuiper) è una regione del Sistema Solare che si estende dall’orbita di Nettuno (alla distanza di 30 UA) fino a 50 UA dal Sole. Si tratta di una fascia di asteroidi esterna rispetto all’orbita dei pianeti maggiori. Le immagini in effetti forniscono l’idea di come si sposta questo piccolo sistema stellare che nel suo tragitto sposta enormi quantità di detriti spaziali, comete e meteore. Secondo quanto riportato nel video che sta facendo il giro del web, il misterioso sistema di Planet X sarebbe visibile nel Giugno 2013 e le comete visibili dalla Terra in questo periodo (mai accaduto prima che 4 comete si avvicinassero al nostro pianeta) sarebbero l’avanguardia di Nibiru. A quanto pare un primo assaggio lo abbiamo avuto con la caduta di una meteora di 17 tonnellate nella regione degli Urali con conseguenze non drammatiche ma abbastanza serie, che ha visto 1500 feriti e abitazioni scoperchiate e con successivi impatti meteoritici che non hanno portato gravi conseguenze. Ma sappiamo bene che qualcosa sta succedendo. Cosa dobbiamo aspettarci in futuro?

FONTE

ARTICOLI CORRELATI:

TYCHE,NUBE DI OORT,PINETA X,NIBIRU TEORIE SULL'ESISTENZA

IL TELESCOPIO WISE CONFERMA 2 NANE BRUNE VICINO AL SOLE NELLA NUBE DI OORT.

Misterioso e Ben Preservato Oggetto della Nube di Oort si Avvicina a Noi

Stati Uniti e Russia si preparano al ritorno di Planet X-Nibiru

NASA: il nostro Sole fa parte di un sistema binario e la sua compagna si chiama Nemesis (Death Star)

Il telescopio giapponese Subaru cattura l’immagine di un pianeta extrasolare che sta oltre Plutone. Si tratta di Planet X?

Tyche, il pianeta gigante nascosto nel nostro sistema solare, potrebbe esistere davvero

NASA: rilevati 10 mila tra Asteroidi e Comete che si stanno avvicinando alla Terra

Misterioso oggetto si muove verso il nostro sistema solare proveniente dalla Nube di Oort

ALTRI ARTICOLI SONO DISPONIBILI QUI

 
 
 

UN MONDO DI ESSERI INFERIORI DA STERMINARE

Post n°471 pubblicato il 04 Novembre 2013 da gattolin.ivano

04/11/2013

 

di Gianni Lannes

Malattie inventate in laboratorio e morte. La salute è ormai un lusso nel medioevo tecnologico del terzo millennio corrente. Mentre l’élite globale consolida bunker sotterranei, mangia cibi di prima qualità, e nasconde in casseforti artiche semi biologici; gli sparuti negazionisti - decisamente cretini - compresa gran parte della popolazione mondiale muore lentamente di avvelenamento da scie chimiche, e per intossicazione da cibo industriale e perfino geneticamente modificato, ormai da decenni. L'imperativo è ovviamente categorico: la gente non deve sapere niente. Altrimenti farebbero una rivoluzione perfino nell'arretrata Italia imbottita di rimbambiti. Non a caso nel Belpaese è stata chiusa l'anno scorso la banca del seme naturale che aveva sede a Bari. Un tesoro naturale di biodiversità che il popolo italiano quando si sveglierà dal letargo rimpiangerà davvero. Monsanto docet!

Dunque ignoranza galoppante, stupidità contagiosa e avidità senza limiti. Ci sono imbecilli a pagamento o dementi nullafacenti che blaterano di complottismi. E i media sotto padrone pompano le bufale di regime, coadiuvati dagli esperti di turno e da luminari a parcella e poltrona inamovibile. E così le agenzie di intelligence alimentano la confusione, soprattutto su internet. Il problema vero è la mistificazione della realtà in atto a danno dei popoli. Incredibile: le vittime si scannano tra di loro e applaudono pure; insomma sono più realiste del re.

Ingiustificate ed assurde misure di austerità destinate in gran parte ai poveracci vengono imposte su tutte le ex nazioni del mondo. Eventi meteorologici estremi diventano più micidiali e più frequenti delle guerre, mentre terremoti, eruzioni e cataclismi sono all’ordine del giorno nell’agenda militare a stelle e strisce, ma non solo.

Il macellaio internazionale Henry Kissinger (uno dei padrini dell'organizzazione terroristica Bilderberg, nella quale militano anche - ma ai gradini inferiori - Enrico Letta e Mario Monti, solo per fare due nomi ), al quale è stato assegnato addirittura il Nobel, ha elaborato un memorandum che riguarda la riduzione della popolazione mondiale come priorità per la salvaguardia delle politiche U.S.A. L’obiettivo di ridurre drasticamente la popolazione mondiale è in atto. anche mediante l'aerosolterapia bellica quotidiana a base di sostanze tossiche come alluminio e bario. Il memorandum porta la data del 24 Aprile 1974 ed e' intitolato "Le implicazioni riguardanti la crescita della popolazione mondiale per la sicurezza degli Stati Uniti d'America".

National Security Study Memorandum 200: Implications of Worldwide Population Growth for U.S. Security and Overseas Interests:

http://pdf.usaid.gov/pdf_docs/PCAAB500.pdf

Kissinger propose gli esperimenti di eugenetica come priorità assoluta, poichè affermava che in futuro gli U.S.A avrebbero avuto sempre più bisogno di risorse e che quindi le unità di esseri viventi andavano ridotte per la salvaguardia dei popoli occidentali. Oggi tali politiche vengono portate avanti persino dal Club Roma, un ordine molto potente con sede in Italia che vede il suo massimo ispiratore in Aurelio Peccei.

Donald Rumsfield, ad esempio, si è sempre adoperato per la raccolta fondi mirata alla creazione di armi probite usate poi a scopi bellici. La fondazione Bill Gates invece, altra pedina del sistema - con il magnate Bill usurpatore di programmi informatici che gli hanno permesso di diventare ricco in termini esclusivamente economici - porta avanti una mastodontica campagna a favore di pericolose vaccinazioni.

Un passo indietro. Verso la fine degli anni ’50 lo zio Sam si pone il problema della sovrappopolazione. I tecnici di regime avanzarono le alternative I, II e III, sostenendo sia il rilascio di virus mortali che la guerra perpetua per ridurre la popolazione mondiale. La prima supposizione combacia perfettamente con gli interessi finanziari del sistema di potere dominante sul globo terrestre.

Un esempio eclatante. Il clan Rockefeller è proprietario di metà dell’industria farmaceutica statunitense, che raccoglie ingenti somme di denaro per sviluppare e diffondere farmaci per “combattere” i prossimi virus mortali di laboratorio da diffondere nell’ignara popolazione.

Nel 1969 il Comitato Church del Senato scoprì che il dipartimento della Difesa USA (DoD) aveva chiesto un bilancio di decine di milioni di dollari dei contribuenti, per un programma per accelerare lo sviluppo di nuovi virus che prendessero di mira e distruggessero il sistema immunitario umano. I funzionari del dipartimento della Difesa testimoniarono al Congresso che avevano in programma di produrre «un agente biologico sintetico, un agente che non esiste in natura e per cui non potrebbe essere acquisita nessuna immunità naturale… ancor più importante è che potrebbe essere refrattario ai processi immunologici e terapeutici da cui dipendiamo per mantenere la nostra relativa libertà dalle malattie infettive».

L’House Bill 5090 ha autorizzato i fondi e l’MK-NAOMI è stata gestita a Fort Detrick, nel Maryland. Da questa ricerca è stato generato artificialmente il virus dell’AIDS usato contro gli elementi indesiderabili della popolazione. I primi virus dell’AIDS furono somministrati attraverso una massiccia campagna di vaccini contro il vaiolo in Africa centrale e meridionale, da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1977. Per la cronaca: l’OMS è una costola dell’Onu che ha sede a New York su un terreno di proprietà di David Rockefeller.

Un anno dopo apparvero sui maggiori quotidiani statunitensi notizie che sollecitarono dei “promiscui volontari maschi gay” di prendere parte a uno studio sul vaccino contro l’epatite B. Il programma mirava agli omosessuali maschi di età tra i 20 e 40 anni di New York, Los Angeles, Chicago, St. Louis e San Francisco. Fu somministrato dai Centri per il Controllo delle Malattie statunitensi.

San Francisco fu un obiettivo di numerosi esperimenti della CIA, a causa della sua elevata popolazione di cittadini non allineati politicamente e gay, che gli Illuminati vedevano e considerano tuttora come indesiderabili. Secondo i dati ufficiali a San Francisco vi era uno i più alti tassi di cancro del Paese. Per anni il Malation, per primo sviluppato dai nazisti, fu spruzzato sulla città da elicotteri dell’Air Evergreen, ossia della CIA. I Bilderbergs, ordinarono al DoD d’introdurre il virus dell’AIDS.

I Bilderbergers sono parte integrante del Club di Roma, fondato in una tenuta dei Rockefeller presso Bellagio, in Italia. Non a caso uno studio risalente al 1968 del Club di Roma propugnava l’abbassamento del tasso di natalità e l’aumento del tasso di mortalità. Il fondatore dell’esclusivo sodalizio, Aurelio Peccei, fece una raccomandazione top-secret per introdurre un microbo che attaccasse il sistema auto-immunitario, e quindi sviluppare un vaccino profilattico per l’elite mondiale. Un mese dopo, nel 1968, il Club di Roma accolse le tesi di Paul Ehrlich che pubblicò The Population Bomb. Il libro accennava a un piano di spopolamento draconiano. A pagina diciassette Ehrlich scrive:

«Il problema si sarebbe potuto evitare con il controllo della popolazione… in modo che una ‘soluzione mortale’ non doveva esserci».

I Bilderbergers erano dietro la politica di spopolamento di Haig-Kissinger, forza motrice del dipartimento di Stato e controllata dal Consiglio di Sicurezza Nazionale. Pressioni furono applicate sui Paesi del terzo mondo per ridurre le proprie popolazioni. Coloro che non lo rispettarono videro l’aiuto statunitense trattenuto o furono soggetti al Piano Rosa di guerra a bassa intensità contro obiettivi civili, soprattutto donne in età fertile. In Africa carestia e guerre furono incoraggiate.

Nel 1975, un anno dopo aver frequentato una conferenza del Club di Roma sul tema, il segretario di Stato Henry Kissinger fondò l’Ufficio degli Affari sulla Popolazione (OPA). L’ufficiale dell’OPA latinoamericana, Thomas Ferguson, vuotò il sacco sulla sua agenda quando dichiarò: «C’è un unico tema dietro tutto il nostro lavoro, dobbiamo ridurre la popolazione. O lo facciamo a modo nostro, attraverso metodi pulite e morbidi, o avremo il tipo di disordine che abbiamo in El Salvador, o in Iran o a Beirut… Una popolazione fuori controllo richiede un governo autoritario, anche il fascismo, per ridurla… I professionisti non sono interessati a ridurre la popolazione per motivi umanitari… Le guerre civili sono un po’ estenuanti nel ridurre una popolazione. Il modo più rapido per ridurre la popolazione è con la fame, come in Africa. Entriamo in un Paese e diciamo questo è il vostro dannato piano di sviluppo, buttatelo e iniziate a guardare la vostra popolazione… se non lo fate… allora avrete un El Salvador o un Iran, o peggio, una Cambogia».

Ferguson disse di El Salvador: «Per fare quello che il dipartimento di Stato ritiene un adeguato controllo della popolazione, la guerra civile (gestita dalla CIA), avrebbe dovuto essere notevolmente ampliata. Si dovevano trascinare i maschi nella lotta e uccidere un numero significativo di donne fertili, in età fertile. State uccidendo un piccolo numero di maschi e di femmine non fertili, non basta… Se la guerra continua per 30-40 anni, si potrebbe realizzare qualcosa. Purtroppo, non abbiamo troppi casi di questo tipo da studiare».

Nel 1961, i funzionari dell’amministrazione Kennedy, McGeorge Bundy, Robert McNamara e Dean Rusk, tutti membri del CFR e del Bilderberger, crearono un team di studio. Il gruppo si era riunito a Iron Mountain, un enorme rifugio antiatomico sotterraneo presso Hudson, New York, dove si trova il think tank del CFR, l’Istituto Hudson. Il bunker contiene uffici ridondanti, in caso di attacco nucleare, di Exxon Mobil, Royal Dutch/Shell e di JP Morgan Chase. Una copia delle discussioni del gruppo, noto come Rapporto da Iron Mountain, fu fatta trapelare da un partecipante e fu pubblicata nel 1967 da Dial Press. Gli autori del rapporto vedevano la guerra necessaria e desiderabile, affermando testualmente:

«La guerra stessa è il sistema sociale di base, nel quale le altre modalità secondarie dell’organizzazione sociale confliggono o cospirano. (La guerra è) la principale forza dell’organizzazione… lo stabilizzatore economico fondamentale delle società moderne.” Il gruppo temeva che attraverso “la leadership ambigua“, la “classe dirigente amministrativa” possa perdere la capacità di “razionalizzare una guerra desiderata“, che porti alla “effettiva destabilizzazione delle istituzioni militari». E ancora: «…al sistema della guerra non può responsabilmente essere consentito di scomparire… sappiamo esattamente ciò che abbiamo intenzione di mettere al suo posto… La possibilità di una guerra fornisce il senso della necessità esterna, senza cui nessun governo può rimanere a lungo al potere… L’autorità di base di uno Stato moderno sul proprio popolo risiede nei suoi poteri di guerra. La guerra serve come ultima grande salvaguardia contro l’eliminazione delle classi necessarie».

Il Rapporto da Iron Mountain continua a proporre un ruolo adeguato alle classi inferiori, dando credito alle istituzioni militari nel fornire «elementi antisociali con un ruolo accettabile nella struttura sociale. Il più giovane e il più pericoloso di questi gruppi sociali ostili furono tenuti sotto controllo dal sistema di coscrizione… Un possibile sostituto del controllo dei potenziali nemici della società è la reintroduzione, in forma coerente tramite la moderna tecnologia e il processo politico, della schiavitù… Lo sviluppo di una sofisticata forma di schiavitù può essere un prerequisito assoluto per il controllo sociale in un mondo in pace».

I criminali di Iron Mountain erano anche entusiasti all’idea della schiavitù, indicata come altra sostituzione socioeconomica alla guerra: un programma completo di benessere sociale, un gigantesco programma spaziale finalizzato ad obiettivi irraggiungibili, un regime permanente di controllo delle armi, un’onnipresente polizia globale (Nato Eurogendfor) e “forza di pace”, massiccio inquinamento ambientale globale che richiederebbe una enorme lavoro per sanarlo, sport sanguinari socialmente orientati e un programma globale d’eugenetica. Il genocidio iracheno è stato un banco di prova dove le forze armate anglo-americane hanno sperimentato sulla popolazione civile armamenti di ultima generazione.

Il genocidio iracheno per mano armata di Washington. Le stime sulle vittime irachene durante la guerra del Golfo furono variabili, ma comunque sottostimate. Alcune organizzazioni come Greenpeace (finanziata dai Rockefeller) posero i morti intorno al milione di persone, soprattutto bambini. E’ stata una guerra in cui i media hanno negato qualsiasi informazione su una scala mai vista prima Victor Filatov, giornalista russo di Sovetskaja Rossija, nella Baghdad del dopoguerra scrisse: «Di quali ulteriori spargimenti di sangue sentono la necessità questi barbari del 20° secolo? Ho pensato che gli statunitensi fossero cambiati dopo il Vietnam… ma no, non cambiano mai. Rimangono fedeli a se stessi».

LINK DI DOCUMENTE E A RTICOLI IN FORMATO PDF:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=kissinger

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=moro

http://www.bibliotecapleyades.net/esp_sociopol_ironmountain.htm#contents

http://www.freedomforceinternational.org/pdf/Report_from_Iron_Mountain.pdf

http://www.docstoc.com/docs/12166078/Population-Bomb-Revisited

http://www.fao.org/docrep/012/al390e/al390e00.pdf

FONTE: SU LA TESTA

 
 
 

CONTINUA LA PIOGGIA DI METEORITI REGISTRATA IN TUTTO IL GLOBO,BOSNIA: UN METEORITE CADE A POCHI KM DA SARAJEVO

Post n°470 pubblicato il 04 Novembre 2013 da gattolin.ivano

04/11/2013

Bosnia – la sera del 1 Novembre 2013, alle ore 23.36 – sopra Sarajevo viene avvistata una palla di fuoco che provoca una serie di esplosioni multiple attraverso l’atmosfera, cui era penetrato il corpo meteoritico che si è diviso in tre parti cadendo a pochi kilometri dalla capitale bosniaca. La rete di sorveglianza sulle meteoriti della Bosnia, gestita dalla Società Astronomica di Orione e dall’Istituto Federale idrometeorologico a Sarajevo, attraverso le telecamere sono riusciti a registrare il bolide luminoso che andava ad una velocità di 20 km/sec.

FONTE

ALTRA FONTE QUI

 
 
 

TERREMOTO M 6 NELLE FILIPPINE

Post n°469 pubblicato il 03 Novembre 2013 da gattolin.ivano

03/11/2013

M 6.0 - 199km SSW of Palimbang, Philippines 2013-11-03 11:03:39 UTC

FONTE:


 
 
 

MEDSEN: ITALIANI VENDUTI AL BILDERBERG,IL GOVERNO CI SPIA

Post n°468 pubblicato il 02 Novembre 2013 da gattolin.ivano

02/11/2013

Tutti sapevano – anzi, collaboravano – anche se ora fingono di cadere dalle nuvole, nello scandalo senza fine innescato dalle rivelazioni di Edward Snowden. “Der Spiegel” conferma che l’intelligence della Germania ha collaborato per anni alla raccolta clandestina di dati. E il verde tedesco Jan Philipp Albrecht, sul “Guardian”, conferma: «Regno Unito, Danimarca, Olanda, Francia, Germania, Spagna e Italia hanno firmato un accordo che prevede la fornitura di dati digitali agli Stati Uniti. In altre parole, hanno spiato i propri cittadini per conto di Washington». Sicché, appare comica l’intenzione di Enrico Letta di «chiedere spiegazioni» a John Kerry sul Datagate. Curioso, osserva Franco Fracassi, «visto che molte delle informazioni che l’Nsa ci ha spiato (invadendo la nostra privacy) le sono state fornite proprio dai nostri servizi segreti: siamo stati venduti non solo alla Casa Bianca, ma anche alle grandi banche, alle società di Borsa e alle multinazionali. In altre parole: al Club Bilderberg, di cui Letta fa parte, per sua stessa ammissione».

La gola profonda è un ex funzionario della Nsa, Wayne Madsen, già autore di rivelazioni scioccanti sull’11 Settembre, sul caso Calipari, su Al-Qaeda e sulla famiglia Bush. «L’Italia, ma anche la Germania, la Francia e altri paesi europei hanno accordi segreti con gli Stati Uniti per il passaggio di dati personali alla National Security Agency». I nostri paesi hanno accesso al Tat-14, il sistema di telecomunicazioni transatlantico via cavo che consente loro di intercettare un’enorme quantità di dati: telefonate, email e anche la cronologia dei siti Internet visitati dagli utenti, spiega Madsen a Fracassi in un’intervista pubblicata da “Popoff”. Per “utenti”, precisa Madsen, si intende anche l’Unione Europea, che viene definita dall’Nsa un “target”, un obiettivo. «L’Nsa ha suddiviso i suoi partner, che l’aiutano a reperire informazioni, in tre gruppi diversi, in base al livello di fiducia. Gli Usa sono ovviamente nella prima categoria. La seconda è formata da Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda. La terza è composta da Danimarca, Paesi Bassi, Francia, Germania, Spagna e Italia. In realtà c sarebbe anche un quarto livello. Ma di questo si conoscono solo alcuni paesi, come Finlandia e Svezia».

L’agenzia spionistica digitale, continua Madsen, è diventata sempre più potente con il passare degli anni, fino alla “guerra al terrorismo” inaugurata da Bush e proseguita da Obama. «Oggi l’Nsa è di gran lunga il più potente servizio di spionaggio al mondo». La cosa più assurda? «L’Nsa è il servizio segreto elettronico degli Stati Uniti d’America. Quindi, chiunque giungerebbe alla conclusione che i dati che raccoglie vengano consegnati alla Casa Bianca». E invece? Oltre a Obama, il direttore riferisce a ben altre autorità: «Keith Alexander partecipa alle riunioni del Club Bilderberg. Dunque, entrano in possesso dei nostri segreti banchieri, finanzieri, amministratori delegati di multinazionali». Secondo Madsen, «l’Italia è stato uno dei paesi più solerti a fornire informazioni a Washington: sto parlando di milioni e milioni di dati sensibili e di informazioni personali per ciascuno dei sessanta milioni di italiani». Un nome famoso? Nicola Calipari, ucciso in Iraq da soldati Usa durante la liberazione di Giuliana Sgrena, giornalista del “Manifesto”. «Il vostro agente segreto – accusa Madsen – è stato assassinato da una squadra americana d’élite anche grazie alle informazioni fornite dai vostri servizi segreti».

ARTICOLI COLLEGATI:

Aiuto, ci spiano. Rodotà: e lo scoprono solo adesso?

Non cittadini di Google, ma sudditi dei ricattatori Nsa

Gaffe, bugie e arroganza: la Merkel smaschera Obama

Web occulto: un algoritmo guida ogni nostro click

Tutti spiati, da anni: l'impero ci controlla perché ci teme

FONTE: LIBRE

 
 
 

IL SATELLITE GOCE STA PRECIPITANDO SULLA TERRA: ALLARME ANCHE PER L'ITALIA,AVVERTITA LA PROTEZIONE CIVILE

Post n°467 pubblicato il 02 Novembre 2013 da gattolin.ivano

02/11/2013

Sta per rientrare sulla Terra il satellite denominato GOCE (Gravity Field and Steady State Ocean Circulation Explorer) dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), lanciato il 17 marzo 2009 con l’obiettivo di produrre una mappa gravitazionale, precisa e ad alta risoluzione, del geoide terrestre.

Al fine di monitorare l’evolversi della situazione e dare aggiornamenti nei prossimi giorni all’intero sistema di protezione civile sulla base dei dati che verranno forniti dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e da quella Europea, è stato costituito un gruppo composto da tecnici del Dipartimento nazionale, dell’ASI stessa, del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, dell’ENAV, dell’ENAC, di ISPRA, del Comando Operativo Interforze e del Friuli Venezia Giulia in rappresentanza di tutte le Regioni.

A oggi, infatti, la finestra temporale ipotizzata per il rientro di GOCE va dal 3 al 9 novembre, con una notevole incertezza legata al fatto che lo stesso satellite, pur essendo senza carburante, non ha ancora perso il controllo del suo assetto. Secondo le informazioni fornite da ASI, inoltre, dal momento in cui questo avverrà, GOCE impiegherà circa 3 giorni per rientrare sulla Terra, in modo incontrollato, e solo 24 ore prima della sua caduta l’Agenzia Spaziale potrà fornire le curve attendibili di un eventuale attraversamento del territorio italiano.

Dunque, quando e dove i probabili frammenti del satellite cadranno sulla terra non può ancora essere previsto, anche se si sa che l’area interessata si limiterà sempre di più con il passare del tempo e l’affinamento delle previsioni.

ESA prevede che la maggior parte di GOCE, che oggi pesa circa 1 tonnellata, è lungo 5 metri e non contiene materiale pericoloso, si disintegrerà nell’atmosfera e che solo alcune piccole parti (di cui la più pesante non dovrebbe superare i 95 kg) potrebbero resistere fino all’impatto con la superficie terrestre. L’Agenzia Spaziale Europea rilascerà periodicamente le previsioni di rientro e manterrà tutti gli Stati membri dell’Unione Europea e le autorità competenti costantemente aggiornate, anche per consentire di informare la popolazione su eventuali pericoli.

FONTE: METEOWEB

 
 
 

TERREMOTO M 6.4 NELLE ISOLE TONGA

Post n°466 pubblicato il 02 Novembre 2013 da gattolin.ivano

02/11/2013

M 6.4 - 152km ESE of Neiafu, Tonga 2013-11-02 18:53:47 UTC

Altre 2 forti scosse registrate nel distretto di Neiafu nell'isola di Tonga.

Al momento non ci sono aggiornamenti su eventuali danni a cose e persone.

(In aggiornamento).

M 6.4 - 152km ESE of Neiafu, Tonga

M 5.6 - 156km ESE of Neiafu, Tonga

M 5.2 - 180km ESE of Neiafu, Tonga

M 5.5 - 167km ESE of Neiafu, Tonga

FONTE:


 
 
 

L'OCEANO PACIFICO E NON SOLO DEVASTATO DALLA CONTAMINAZIONE NUCLEARE DI FUKUSHIMA

Post n°465 pubblicato il 02 Novembre 2013 da gattolin.ivano

02/11/2013

Traduco e riassumo dal sito GlobalResearch.ca:Le mappe del Nuclear Emergency Tracking Center mostrano che i livelli di radiazione in tutte le stazioni di rilevamento degli USA sono elevati, in particolare lungo la costa ovest. Ogni singolo giorno, 300 tonnellate di acqua radioattiva vengono scaricate da Fukushima nell'Oceano Pacifico. I seguenti sono 28 segni che la costa ovest sta venendo assolutamente fritta dalla radiazione nucleare di Fukushima:

1) Gli orsi polari, le foche e i trichechi lungo la costa dell'Alaska stanno soffrendo alopecia e piaghe aperte.


2) C'è un alto tasso di mortalità tra i leoni marini lungo la costa della California.

3) Sulla costa pacifica del Canada e dell'Alaska, la popolazione di salmone rosso è ai minimi storici.

4) Lungo la costa canadese, qualcosa sta facendo sanguinare i pesci da branchie, addome e occhi.

5) Un vasto campo di detriti radioattivi di Fukushima, grande circa quanto la California, ha attraversato l'Oceano Pacifico e sta cominciando a toccare la costa ovest degli USA.

6) Le proiezioni indicano che la radioattività delle acque lungo la costa ovest potrebbe raddoppiare nei prossimi 5 o 6 anni.

7) Sono stati rilevati livelli di cesio 137 molti alti nel plankton dell'Oceano Pacifico tra le Hawaii e la costa ovest.

8) Un test effettuato in California ha trovato che 15 tonni pinna blu su 15 erano contaminati.

9) Ancora nel 2012, il Vancouver Sun riportava che le seguenti percentuali del pesce giapponese venduto in Canada erano contaminate dal cesio 137:

73% degli sgombri
92% delle sardine
93% dei tonni e delle anguille
94% dei merluzzi e delle acciughe
100% di carpe, alghe, squali e rane pescatrici

10) Le autorità canadesi stanno trovando livelli estremamente alti di radiazione in alcuni campioni di pesce. Per esempio, una spigola pescata in luglio aveva 1000 becquerels di cesio al kg.

11) Alcuni esperti credono che lungo la costa ovest i casi di cancro potrebbero aumentare di molto a causa del consumo di pesce contaminato.

12) Su BBC News è stato recentemente riportato che i livelli di radiazione attorno a Fukushima sono 18 volte più alti di quanto si credeva.

13) Uno studio finanziato dall'Unione Europea ha concluso che Fukushima ha rilasciato nell'atmosfera fino a 210 milioni di miliardi di becquerels di cesio 137.

14) Nel 2011, la radiazione atmosferica di Fukushima ha raggiunto la costa ovest degli USA in pochi giorni.

15) Al momento, 300 tonnellate di acqua contaminata si riversano da Fukushima nell'Oceano Pacifico ogni singolo giorno.

16) Un ricercatore di chimica marina dell'Istituto di Ricerca Meteorologica giapponese sostiene che 30 miliardi di becquerels di cesio e 30 miliardi di stronzio radioattivo vengono rilasciati ogni giorno nel Pacifico.

17) Secondo la Tepco, dai 20.000 ai 40.000 miliardi di becquerels di trizio radioattivo si sono riversati nell'oceano dal momento del disastro. 

18) Secondo un professore della Tokyo University, 3 gigabecquerels di cesio 137 fluiscono nel porto di Fukushima Daiichi ogni giorno.

19) Si stima che Fukushima abbia immesso finora nell'oceano fino a 100 volte più radiazione dell'intero disastro di Chernobyl.

20) Uno studio recente ha concluso che una vasta ondata di cesio 137 comincerà a fluire nelle acque della costa ovest degli USA all'inizio del 2014, con picco nel 2016.

21) Le proiezioni indicano che entro il 2020 si riscontreranno livelli significativi di cesio 137 in tutti gli angoli dell'Oceano Pacifico.

22) Si prevede che l'intero Oceano Pacifico avrà presto livelli di cesio 5 o 10 volte più alti rispetto all'era dei test nucleari condotti molti decenni fa.

23) La quantità immensa di radiazione che si riversa nel Pacifico ha fatto pronunciare all'attivista Joe Martino questo avvertimento: "I giorni in cui si mangiava il pesce del Pacifico sono finiti."

24) Lo iodio 131, il cesio 137 e lo stronzio 90 rilasciati costantemente da Fukushima avranno conseguenze sulla salute degli abitanti dell'emisfero nord per molto, molto tempo. Harvey Wasserman avverte che il 40% dei bambini nell'area di Fukushima ha danni alla tiroide, e quella percentuale può solo aumentare. Nei ragazzi, questo può bloccare la crescita fisica e mentale. Negli adulti, provoca una vasta varietà di malattie, tra cui il cancro.

25) Secondo quanto riportato di recente da Planet Infowars, la costa della California si sta trasformando in una zona morta, con quantità sempre minori di alghe, crostacei, granchi, lumache e gabbiani.

26) Uno studio dell'anno scorso ha concluso che la radiazione di Fukushima potrebbe danneggiare la vita umana dal Messico all'Alaska per decenni.

27) Secondo il Wall Street Journal, la messa in sicurezza di Fukushima potrebbe richiedere fino a 40 anni.

28) Il professore di Yale Charles Perrow avverte che se la ripulitura di Fukushima non sarà effettuata con il 100% di precisione, l'umanità potrebbe essere messa a rischio per migliaia di anni, a causa del rischio di fissione.

Traduzione a cura di Mandragola

 
 
 

I FRATELLI MARCIANO' NEL MIRINO DI UNA CERTA "GIUSTIZIA". PURAMENTE ALL'ITALIANA

Post n°464 pubblicato il 02 Novembre 2013 da gattolin.ivano

02/11/2013

Giustizia non esiste là ove non vi è libertà. (Luigi Einaudi)

LA CRONACA

30 ottobre 2013, ore 7.00. Cinque agenti della Polizia postale di Imperia, su disposizione del Pubblico Ministero, Dottoressa Maria Paola Marrali, eseguono la perquisizione dell’appartamento ed il sequestro del materiale informatico allocato sui dischi rigidi.

Il materiale, comprendente video, memorie difensive, programmi etc., appartenente a Rosario e ad Antonio Marcianò, è così a disposizione della Magistratura che ha deciso di acquisirlo e di compierne una ricognizione per ricavarne eventuali prove da usare a loro carico, a seguito di querela per diffamazione (sic) sporta dalla Signorina Serena Giacomin e dal Signor Massimo Della Schiava.

Quest'ultimo peraltro dai Marcianò querelato, ma senza risultato alcuno. Non solo, due agenti, recatosi nella sala professori del Liceo “G.D. Cassini”, hanno poi perquisito l’armadietto di Antonio Marcianò.

LE NOSTRE VALUTAZIONI

In primo luogo, il sequestro, in seguito ad una semplice querela per diffamazione (sic), ci pare atto per lo meno eccessivo, se non illegittimo. Se si ravvisano gli estremi per un’offesa all’onorabilità di una persona, si può e si dovrebbe agire in modo differente, ad esempio, decretando la rimozione di un articolo o di un commento. Se il reato è stato compiuto usufruendo di strumenti della Rete, si interviene sugli strumenti messi a disposizione da Internet e non con la requisizione fisica dei dischi rigidi. Gli scopi di una misura tanto draconiana sono altri? Sottrarre materiale utile alla divulgazione di informazioni circa il genocidio noto come “Geoingegneria clandestina”? Scovare documenti (anche previo idoneo aggiustamento?), che possano essere usati per una raffica di nuove, strumentali accuse e farseschi procedimenti contro Rosario ed Antonio Marcianò? Sono legittime domande che ci poniamo, poiché saremmo inclini a ritenere che il fine vero dell’incursione sia quello di escogitare qualche stratagemma per incastrare Rosario ed Antonio Marcianò.

La lettura del “decreto di perquisizione personale e locale” è comunque molto istruttiva per comprendere il livello infimo cui è precipitata la “giustizia”. A parte la bislacca espressione “scie luminose”, anziché “scie chimiche” impiegata quasi certamente per tentare di schivare la questione cruciale – in sede di eventuale processo diventerà, invece, l’unico argomento su cui i sottoscritti si pronunceranno - è palese che l’iniziativa giudiziaria è viziata da un atteggiamento persecutorio. Non si intende trovare gli estremi di un reato, ma con il pretesto di un ipotetico reato, soffocare la libertà di ricerca (art. 33 della Costituzione, comma 1) ed il diritto ad esprimere il proprio pensiero (art. 21). Siamo di fronte alla perversa, prevaricatrice volontà di perseguire le opinioni, comunque siano espresse, ogni qual volta non coincidono con il pensiero dominante e con le versioni della tirannide politico-scientifica.

Qual è la genesi di un’iniziativa vergognosa e liberticida come questa? L’aver “offeso” (ed è ancora tutto da dimostrare) l’onorabilità dei signori sopra citati. Siamo sinceri e netti: che coloro abbiano una sfilza di titoli accademici o la licenza elementare non ci interessa minimamente. Il decreto è grottesco dove è scritto che i querelanti sono “soggetti in possesso di titoli di studio e competenze specifiche nella materia menzionata”. Che significa ciò? Che tutti gli altri sono degli ignoranti? Che quei due sono depositari della verità rivelata? Che nessun altro ha conseguito una laurea? Se essi definiscono la geoingegneria clandestina “scie luminose”, significa che non hanno compreso un fico secco della “materia menzionata”. Ammettiamo pure che siano competenti: la loro competenza dove si manifesta? Hanno mai confutato le argomentazioni nostre e degli scienziati che da decenni denunciano la guerra climatica? Scrivere degli insulti o falsificare la carta d'identità di Rosario Marcianò significa confutare? Quale reputazione avremmo leso? Se li abbiamo definiti negazionisti, è termine che si addice loro: infatti i negazionisti sono coloro che non ammettono la conclamata esistenza delle illegali attività chimiche nei nostri cieli. Vogliamo quantificare gli improperi, le ingiurie, le calunnie che i disinformatori producono in quantità industriale ogni giorno? Perché gli elaboratori dei negazionisti non sono mai stati posti sotto sequestro? Perché le innumerevoli denunce da noi presentate per delitti ben più gravi della diffamazione si sono quasi tutte volatilizzate?

La “giustizia” - ci insegnano i sofisti greci – è solo la legge del più forte e del più furbo. Dunque non ci illudiamo che essa possa seguire un corso ispirato a principi di imparzialità. Siamo qui per denunciare le storture e le sopraffazioni di un sistema iniquo e corrotto, asservito ai poteri forti, succubo e complice di una cricca di negazionisti. Che i depistatori siano laureati o no, non intercorre alcuna differenza. Laurea non è sempre sinonimo di amore per la verità né di rettitudine. Anche il Dottor Mengele era laureato. Se la scienza è connivente con gli scopi turpi dell’establishment non è scienza, ma depravazione. Se abbiamo contestato la supposta “scientificità” dei due, ne siamo orgogliosi. Riteniamo un preciso, ineludibile dovere dichiarare le scelleratezze degli apparati e le connivenze di chi le copre con la diuturna disinformazione sulla Rete e sui quotidiani. Aver affermato che i due in parola hanno diffuso informazioni erronee e distorte circa la geoingegneria clandestina ridonda a nostro onore: in questo modo abbiamo insegnato loro come si compiono le ricerche e quali sono i principi chimico-fisici con cui si può formare una scia di condensazione.

Ciò precisato, non rinunciamo a continuare con le nostre ricerche, traduzioni ed analisi, nonostante l’abnorme danno causato, in primis la perdita dei filmati. Non esitiamo a deprecare alcune affermazioni all’interno del dispositivo dove è scritto “gli indagati risultano altresì titolari di numerosi siti utilizzati alle medesime finalità”. Questa ci pare diffamazione, perché i nostri blog sono volti ad informare, non a screditare. Come potremmo screditare chi è già di per sé privo di credibilità? Non esitiamo a deplorare che il fazioso decreto esprime già dei giudizi di merito, prima che sia acclarata un’ipotetica diffamazione.

Siamo consapevoli che la schiacciasassi della “giustizia” non si fermerà. E’ proprio per questo che seguiteremo ad esporre atti intimidatori, vessazioni, tentativi di censurare, minacce, denigrazioni a mezzo stampa… Proseguiremo nel rintuzzare gli attacchi, fino a quando gli avvelenatori ed i loro servi non avranno ricevuto quello che si meritano. Sapremo aspettare, se sarà necessario.

RINGRAZIAMENTI

In questo frangente intendiamo ringraziare TUTTI gli amici (molti dei quali blogger ed autori) che hanno manifestato la loro solidarietà ed il loro sostegno con articoli, video, messaggi etc.

FONTE: TANKERENEMY

ARTICOLI CORRELATI:

- Scie chimiche e pirateria giudiziaria

- Sequestrato il blog tanker-enemy

- Scie chimiche: sequestro per i fratelli Marcianò

- Scie chimiche: dopo l’incidente stradale, sequestro ai Marcianò per fermare la denuncia delle scie chimiche

- Censurata la denuncia delle scie chimiche

 
 
 

SEQUESTRO AI MARCIANO' PER FERMARE LA DENUNCIA DELLE SCIE CHIMICHE

Post n°463 pubblicato il 01 Novembre 2013 da gattolin.ivano

01/11/2013

Incursione della polizia postale in casa dei fratelli marcianò, dopo che uno dei due aveva da poco subito un’incidente stradale intimidatorio…Le scie chimiche danno fastidio e si sono sequestrati tutti i computer con una scusa ridicola, dei 2 tra i più grandi divulgatori sia in italia che nel mondo di informazioni in merito all’attacco che l’umanità subisce continuamente con la geoingegneria clandestina e le scie chimiche…

FONTE

 
 
 

LETTA TEME IL RISVEGLIO DEI POPOLI EUROPEI ED INVITA LA UE AD INTERVENIRE

Post n°462 pubblicato il 01 Novembre 2013 da gattolin.ivano

01/11/2013

ROMA - ''Urge una grande battaglia europeista: l'Europa dei popoli contro l'Europa dei populismi. Questa e' la posta in gioco nei prossimi sei mesi''. E' la 'chiamata alle armi' contro i 'nemici' dell'Europa che lancia all'opinione pubblica europea il premier Enrico Letta, in una intervista concessa allo spagnolo El Pais, al polacco Gazeta Wyborcza, al francese Le Monde, al tedesco Suddeutsche Zeitung, all'inglese The Guardian e alla Stampa, chiedendo di abbandonare la ''timidezza nella battaglia politica'' e sottolineando che nella prossima legislatura Ue ''la scommessa di fondo e' passare dalla austerita' alla crescita, una scommessa che il Parlamento piu' euroscettico della storia rischia di azzoppare''.

Letta intanto rassicura l'Europa sul fatto che il suo governo andra' avanti: con le dimissioni dei ministri, racconta, ''ho iniziato a fare gli scatoloni'', dopo pero' ''il Parlamento mi ha dato una fiducia larga'' e ''dal 2 ottobre abbiamo maggiori forze e guardo al futuro con fiducia''. In Europa, dice c'e' ''una grande sottovalutazione del rischio di ritrovarsi nel prossimo maggio il piu' anti-europeo Parlamento europeo della storia'' e ''se i populisti in Europa superassero una percentuale del 25 per cento questo sarebbe molto preoccupante''.

Per evitarlo bisogna ''alzare la bandiera dell'Europa che lotta contro la disoccupazione, lanciando nei prossimi Consigli un grande Progetto giovani'', oltre a tornare a parlare di industria, come fara' il prossimo Consiglio di febbraio. Ed essere ''uniti sull'immigrazione'' perche' ''non e' un caso che Grillo in questa circostanza abbia seguito politiche di destra''. a questo proposito Letta spiega anche che ''abbiamo un debito di riconoscenza nei conofronti di Lampedusa, tanto che - annuncia - nella Legge di stabilita' mettero' un emendamento con opere compensative che riguarderanno l'isola diventata un simbolo''.

Contro i populismi in Italia la chiave ''sta nella capacita' di far diventare leggi entro quella data, l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti e la riforma elettorale''. E anche sulle riforme ''penso che entro l'estate possiamo chiudere la partita''. ''Io - aggiunge il premier - lavoro perche' si cambino le regole e si torni nel 2015... quando sara', nel 2015 si torni a un confronto elettorale nel quale i cittadini possano scegliere tra due opzioni e questa scelta porti poi alla espressione di un governo''.

Letta si dice ''fermamente intenzionato e convinto di andare avanti su questa strada. Anche perche' i risultati si cominciano a vedere''. Nel 2014 ''l'Italia sara' uno dei Paesi piu' virtuosi d'Europa: per la prima volta, dopo 5 anni, il debito scendera'. Avremo il deficit di nuovo sotto il 3%'', ma anche la spesa pubblica primaria che scende. Si fermera' la crescita delle tasse, avviando il calo. Avremo il segno piu' sulla crescita e speriamo di fermare l’aumento della disoccupazione''. (ANSA).

FONTE

 
 
 

TERREMOTO M 6.6 IN CILE

Post n°461 pubblicato il 01 Novembre 2013 da gattolin.ivano

01/111/2013

M 6.6 - 65km SW of Coquimbo, Chile 2013-10-31 23:03:59 UTC

FONTE:


 
 
 

TERREMOTO M 6.3 A TAIWAN

Post n°460 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da gattolin.ivano

31/10/2013

(In Aggiornamento)

M 6.6 - 45km SSW of Hualian, Taiwan 2013-10-31 12:02:08 UTC

FONTE:


 
 
 

CREATI I PRIMI BAMBINI GENETICAMENTE MODIFICATI

Post n°459 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da gattolin.ivano

31/10/2013

Immagine dimostrativa.

I primi esseri umani al mondo geneticamente modificati, sono stati creati, è stato rivelato ieri sera.

La rivelazione che 30 bambini sani sono nati dopo una serie di esperimenti negli Stati Uniti ha provocato un altro furioso dibattito sull'etica.

Finora, due dei bambini sono stati testati e sono stati trovati i geni di tre 'genitori'.

Quindici bambini sono nati negli ultimi tre anni a seguito di un programma sperimentale presso l'Istituto di Medicina della Riproduzione e della scienza di San Barnaba, nel New Jersey.

I bambini sono nati da donne che avevano problemi di concepimento . Geni extra da un donatore di sesso femminile sono stati inseriti nelle loro uova prima di essere fecondate, nel tentativo di consentire loro di concepire.

Prove di impronta genetica su due bambini confermano che hanno ereditato il DNA da tre adulti, due donne e un uomo.

Il fatto che i bambini hanno ereditato geni in più e li hanno integrati nel loro 'germinale' significa che essi, a loro volta, saranno in grado di trasmetterli alla loro prole.

Alterare la linea germinale umana - in effetti si tratta di destreggiarsi con la creazione stessa della nostra specie - è una tecnica che hanno evitato la stragrande maggioranza degli scienziati del mondo.

I genetisti temono che un giorno questo metodo potrebbe essere usato per creare nuove razze di esseri umani, con le caratteristiche extra desiderate per quanto riguarda l’aumento della forza o dell’intelligenza.

Scrivendo sulla rivista Human Reproduction, i ricercatori, guidati dal pioniere della fertilità, il professor Jacques Cohen, dicono che questo 'è il primo caso umano di modificazione genetica germinale di bambini sani normali'.

Alcuni esperti hanno severamente criticato gli esperimenti. Il signor Winston, dell'Ospedale Hammersmith a ovest di Londra, ha dichiarato alla BBC ieri: 'Per quanto riguarda il trattamento della infertile , non vi è alcuna prova che questa tecnica vale la pena di utiizzarla. . . Sono molto sorpreso dal fatto che è stata effettuata in questa fase. Non sarebbe certamente consentito in Gran Bretagna '.

John Smeaton, direttore nazionale della Società per la protezione dei bambini non nati, ha detto: 'Bisogna capire e simpatizzare per le coppie che soffrono di problemi di infertilità. Ma questo sembra essere un ulteriore conferma che l'intero processo di fecondazione in vitro come mezzo per concepire neonati, conduce a bambini che sono considerati come oggetti su una linea di produzione’.

Hanno preso le uova da parte dei donatori e, utilizzando un ago sottile, hanno risucchiato parte del materiale interno - contenente 'sani' mitocondri – e l’hanno iniettato in uova dalle donne che vogliono concepire.

Poiché i geni contengono i mitocondri, i bambini provenienti dal trattamento hanno ereditato il DNA da entrambe le donne. Questi geni possono essere trasmessi lungo la linea germinale, lungo la linea materna.

Un portavoce per la fertilizzazione umana e l'embriologia (HFEA), che regola la tecnologia 'fecondazione assistita' in Gran Bretagna, ha detto che: “qui non sarebbe possibile perché ha coinvolto l’alterazione della linea germinale”.

Jacques Cohen è considerato uno scienziato brillante ma controverso perchè ha spinto i confini delle tecnologie per la riproduzione assistita.

Ha sviluppato una tecnica che consente agli uomini infertili ad avere i propri figli, iniettando il DNA dello sperma direttamente in un ovulo in laboratorio.

Prima di questo, solo le donne sterili erano in grado di concepire utilizzando IVF. L'anno scorso, il professor Cohen ha detto che la sua esperienza gli avrebbe permesso di clonare i bambini ma l’iniziativa è stata trattata con orrore da parte della comunità scientifica ufficiale.

'Sarebbe il lavoro di un pomeriggio per uno dei miei studenti', ha detto, aggiungendo che era stato avvicinato da 'almeno tre' individui che desideravano creare un bambino clonato, ma aveva rifiutato le loro richieste.

Articolo originale di Michael Hanlon per Daily Mail

FONTE ORIGINALE: DAILY MAIL

FONTE

P.S. Un "Nuovo Ordine Mondiale" sta sorgendo sotto i nostri occhi e ogni giorno che passa quest'ultimo prende sempre più il sopravvento sulle nostre vite in ogni campo: Alimentazione,vita sociale,economia,ordine pubblico,clima ecc.
Per di più adesso stanno persino creando esseri "umani" al solo scopo di programmarli per svolgere un ruolo nella società idealizzata che questi individui vogliono creare,dimenticando l'elemento della scelta  e del caso.
E se un essere umano sognasse un destino diverso da quello che la società ha deciso per lui o per lei!
Ogni giorno che passa stiamo man mano perdendo quello per cui siamo nati,ovvero divenire ESSERE UMANI LIBERI DI SCIEGLIERE.
Se questo è il mondo che sogniate per i vostri figli e le future generazioni dico solo: Che "Dio" ci aiuti tutti quanti.

di: Gattolin Ivano

Chiedo anticipatamente scusa per eventuali errori grammaticali,ma spero che il messaggio delle mie parole e del mio pensiero possano risuonare forte nelle vostre coscienze e nel vostro cuore.

 
 
 

INTENSA ATTIVITA' SOLARE: IL SOLE HA EMESSO 4 FLARE DI CLASSE X IN UNA SETTIMANA

Post n°458 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da gattolin.ivano

31/10/2013

Il Sole ha intensificato le eruzioni solari durante quest'ultima settimana, emettendo il suo quarto Flare di classe X dal 23 Ottobre 2013.

Il Solar Dynamics Observatory (SDO) della Nasa ha catturato il flare in questa immagine, che mostra la luce a lunghezze d'onda a 304 e 193 Angstrom.

I brillamenti solari (solar flare) sono potenti esplosioni radioattive. Le radiazioni nocive scaturite da un flare non possono passare attraverso l'atmosfera terrestre ed influenzare fisicamente l'uomo a Terra, però se abbastanza intensi, possono disturbare l'atmosfera nel livello in cui viaggiano i segnali GPS e le telecomunicazioni. Ciò interrompe i segnali radio fino a quando il flare è in corso, e questo per una durata che va da pochi minuti ad ore.

Questo bagliore è classificato di classe X2.3.

I flave di CLASSE X indicano i brillamenti più intensi, mentre il numero fornisce ulteriori informazioni sulla sua forza.

Un X2 è due volte più intenso di un X1, un X3 è tre volte più intenso, ecc.

L'aumento dell'intensificazione e del numero di flave sono piuttosto comuni in questo momento, in quanto il normale ciclo di attività di 11 anni del sole dovrebbe andare verso condizioni di massimo solare.

Gli esseri umani hanno riscontrato questo ciclo solare continuamente da quando è stato scoperto nel 1843, ed è normale che ci siano molti brillamenti al giorno durante l'attività di massimo solare.

Gli aggiornamenti saranno forniti in base alle esigenze.

Per vedere come un evento solare tipo quello dell'immagine può avere un impatto sulla Terra visita la fonte ufficiale Space Weather Prediction Center del NOAA a questo indirizzo:

LINK: www.swpc.noaa.gov

FONTE UFFICIALE: NASA

FONTE ARTICOLO: TERRA REAL TIME

 
 
 

IL SOLE EMETTE ANCORA POTENTI FLARE

Post n°457 pubblicato il 30 Ottobre 2013 da gattolin.ivano

30/10/2013

Maggiore X2.3 Solar Flare Riconosciuto
Partendo Sunspot 1875 è dire addio a noi con la produzione di un importante X2.3 flare solare alle 21:54 UTC. L'evento è stato responsabile di un forte livello di Radio blackout R3. Un espulsione di massa coronale (CME) è ora visibile nella ultime immagini LASCO. Poiché 1875 è ora situato fuori l'arto ovest, la nube di plasma sarà diretto ad ovest e dalla Terra. Più aggiornamenti da eseguire se necessario.

FONTE ORIGINALE: SOLAR HAM

VIDEO DEL CANYON SUL SOLE QUI

 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

TERRA REAL TIME

Caricamento...
 

TANKER ENEMY

Caricamento...
 

SEGNIDALCIELO

Caricamento...
 

ALTROGIORNALE

Caricamento...
 

ECPLANET

Caricamento...
 

STAMPA LIBERA

Caricamento...
 

RADIO RMT

Caricamento...
 

METEO WEB

Caricamento...
 

FREEONDA - REVOLUTION

Caricamento...
 

NOCENSURA.COM

Caricamento...
 

SPACEWEATHER

Caricamento...
 

SOLARHAM

Caricamento...
 

NASA SOHO

Caricamento...
 

SOLE REAL TIME

Get the The Sun Now widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

TERREMOTI USGS

Get the USGS Earthquake Monitor widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

TERREMOTI EMSC

Get the Cele mai recente seisme de pe glob (EMSC) widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

INGV TERREMOTI

Get the INGV -> CNT -> Last locations widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tigerwood2000stylflorPucci9elisaghirottovito70vcdesi_u83vertigine1959Muzio8ayurveda2kanterbury1reidekofbheppinoluciacasarottogesder
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20