Creato da mielealpeperoncino il 24/04/2008

trilogia mentale

Incontro di pensieri, parole e immagini

 

 

« VOTO UTILE: MA A CHI?CANNACIG, LO SPINELLO EL... »

ELEZIONI 2013: L' ITALIA IN GINOCCHIO

"Che casino che è scoppiato quaggiù..." 480 milioni di euro (comprensivi dei 91 milioni di finanziamenti pubblici ai partiti), 10 milioni circa gli astenuti e...

Da ieri sera ho seguito (e ancora sto seguendo visto che sto guardando Ballarò) cercando di comprendere al meglio e dal basso delle mie conoscenze in materia di politica, tutto quanto diffuso in merito ai risultati delle recenti elezioni. Ho appreso così che la trentennale carriera politica di Gianfranco Fini è giunta al termine, che Ingroia, Di Pietro e Giannino sono fuori dai giochi e che,  oltre a Beppe Grillo, ha vinto una evidente ingovernabilità di cui sono consapevoli sia il Pd che il Pdl anche se non lo ammettono apertamente.
Un Paese di fatto ingovernabile, con un Senato senza maggioranza, la Camera al centrosinistra, il Movimento 5Stelle primo partito e un Presidente della Repubblica alla fine del suo mandato. L'Italia che esce dalle urne è problematica, passato il momento dello scontro e degli slogan, il risultato impone alle forze politiche in Parlamento di fare i conti con i possibili scenari. Le strade possibili, ma niente affatto semplici da seguire, sono al momento tre.
1) Una delle ipotesi vedrebbe Napolitano conferire l'incarico di primo ministro a Pier Luigi Bersani (eventualmente, anche con un mandato esplorativo per accertarsi che ci sia davvero una maggioranza attorno al leader del Pd). A quel punto, però, si presenterebbe il problema del Senato, dove non c'è una maggioranza. Bersani dovrebbe cercare un'alleanza per governare. Difficile ma non impossibile quella con il M5S, Grillo ha precisato che si valuterà provvedimento per provvedimento, difficilmente percorribile l'ipotesi di un'intesa con il centrodestra, anche perché la coalizione di Silvio Berlusconi ha già detto di non accettare Bersani premier. Per questo, c'è anche chi ipotizza che il leader del Pd si faccia da parte e lasci il posto a Matteo Renzi richiesto da buona parte dei sostenitori anche in queste ore sulla rete anche se non è detto che basti. 

2) GROßE KOALITION
Nel caso in cui Napolitano non conferisca l'incarico a Bersani, si potrebbe pensare a una Große Koalition alla tedesca o governo di responsabilità nazionale. Sarebbe un esecutivo a larghe intese tra centrosinistra e centrodestra, che governerebbero insieme mettendo da parte le differenze. Il nodo, a questo punto, si avrebbe riguardo al nome del possibile primo ministro. Servirebbe una figura super partes, bipartisan, che raccolga i consensi delle due coalizioni e le faccia confluire in una sola. E, in un momento come questo, non è per niente facile, anche se il nome più sussurrato nei corridoi di Montecitorio è quello di Corrado Passera.

3) RITORNO ALLE URNE
Bersani e Berlusconi sanno che il rischio di nuove elezioni è dietro l'angolo, elezioni che per Grillo sarebbero la coronazione del suo tsunami, e centrosinistra e centrodestra vogliono evitarlo. Ecco anche perché è lontana l'ipotesi di tornare a votare per entrambe le camere, non prima, se non altro, di aver cambiato la legge elettorale. Il problema è che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non può sciogliere le Camere, perché si trova a meno di sei mesi dalla scadenza naturale del suo mandato e la Costituzione lo vieta. Un nuovo voto sarebbe possibile solo con un nuovo presidente che però, essendo eletto da un Parlamento frammentato e destinato a sciogliersi, rischierebbe di essere molto debole.
Un'altra prospettiva è quella di prender tempo prima del prossimo voto lasciando a Monti che ancora non ha dato le dimissioni da Presidente del Consiglio di sbrigare le ultime faccende tra cui magari la legge elettorale.

Nel frattempo, sempre e solo per il bene del paese, frase che nelle ultime ore avrò sentito ripetere un'infinità di volte, non ci resta che attendere, per sapere di che morte dobbiamo morire, la posizione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita in Germania fino al 1° marzo che, intervistato, si è dichiarato sereno.

Voi cosa pensate di quanto accaduto e quale delle ipotesi credete possa essere più facilmente realizzabile e vantaggiosa per l'Italia?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Trilogy/trackback.php?msg=11947533

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
paperino61to
paperino61to il 26/02/13 alle 22:53 via WEB
ciao Rossella guarda non ho parole,al di là come una la pensi è assurdo che il 70 % della gente abbia votato Pd Pdl e Monti , coloro che ci hanno portato e spinto nel baratro..questo è un dato di fatto...a questo punto spero veramente che Grillo faccia saltare il banco..se questi NON hanno mai capito cosa voleva la gente, non sono Mai stati ad ascoltarli.. buona serata smackkkk
 
nonna.fra1
nonna.fra1 il 26/02/13 alle 22:54 via WEB
guarda..sto leggendo di tutto..Grillo non vuole coalizzarsi con nessuno..Bersani che fino a ieri a sbeffeggiato Grillo adesso lo corteggia..Berlusconi non si vede in giri..non capisco più niente...so solo che ci sono tanti giovani con tanta voglia di fare e sono convinta che gli metteranno i bastoni tra le ruote su tutto..diamo fiducia a questi giovani che hanno fatto quello che non abbiamo fatto noi..notte cara..bacione
 
Redendacc
Redendacc il 27/02/13 alle 08:47 via WEB
Sono contrario assolutamente ad un governo di "responsabilità" nazionale perchè sarebbe composto da partiti che hanno come unica "responsabilità" quella di aver affossato l'Italia moralmente ed economicamente negli ultimi venti anni! Pur non essendo un grillino, credo che l'unica strada è non una "alleanza" ma una "collaborazione", cosa diversa, tra M5S e Centrosinistra, modello Sicilia che già funziona, per portare questo paese a voltare definitivamente pagina. Chi ancora vota PDL e Lega va isolato perchè chi li ha votati in Lombardia dopo tutto quello che è successo vuol dire che o sono in mala fede o sono lobotomizzati. In entrambi i casi vanno isolati!
 
saverio.ancona
saverio.ancona il 27/02/13 alle 10:30 via WEB
Cara Rossella questa è la conseguenza dei giochi sporchi che i partiti hanno fatto nel tempo, creando disgusto nei cittadini onesti, fino all'assenteismo marcato o a movimenti che non hanno, pur con tanti voti, espresso un vero programma. Oggi è facile andare con uno o l'altro, difficile è scendere dal palco e camminare a piano strada con umiltà e onestà. I cittadini vogliono trasparenza, la prima cosa che manca, vogliono ricambio ed ecco Berlusconi e Bersani, vogliono il nuovo ed ecco tutta la vecchia politica in campo... che altro c'è di peggio d'attendere? Lo scenario è apocalittico! La Germania vuole riprendere il controllo sul mercato italiano, non son bastati 70 anni dall'ultimo periodo, siamo ancora alla loro mercè...!! Forse l'ultima e unica soluzione è un governo di pronto intervento, serio, preparato che mettendo insieme le varie anime della nazione, affronti seriamente i problemi e... non dia scuse ad alcuno. Almeno sapremo di che morte morire. Buon, speriamo, mercoledì, Saverio
 
fosco6
fosco6 il 27/02/13 alle 12:34 via WEB
Gli italiani votano di pancia e non di testa, questo ancora non se ne vogliono rendere conto i partiti, i politologi, i vari commentatori e i vari sondaggisti che eppure ormai dovrebbero sapere che gli italiani si vergognano a dire che votano Berlusconi, ma poi lo votano anche turandosi il naso.
In un paese normale, dopo aver fallito il centro destra la palla, pur con tutte magagne che ha anche questa coalizione, passerebbe al centro sinistra che verrebbe messo in condizioni di governare. In Italia no, in Italia si fa il tifo e guai se dovesse governare quello che viene considerato un nemico e non un avversario. Il PD poteva andare a votare finita l'esperienza di Berlusconi e avrebbe raccolto molti consensi. Per il bene dell'Italia, vista la speculazione in atto, ha appoggiato un governo che doveva fare scelte molto impopolari mediate tra l'altro con il centro destra. Durante le elezioni non ha rinnegato nè sconfessato Monti, anche se non condivideva tutto, come invece ha fatto il psiconano (come lo definisce Grillo) che pur avendo votato tutti i porvvedimenti ha inveito contro Monti dissociandosene per motivi eletorali, inanellando un sacco di promesse eclatanti impossibili da mantenere. E' vero che Bersani non buca lo schermo, che non infiamma i cuori, che non è un Renzi, ma è una persona competente e per bene, e il PD meritava un premio dall'elettorato per il suo comprtamento corretto e responsabile, ma in Italia non si legge, non si approfondisce, come al solito si è immaturi politicamente, o in malafede come ha scritto qualcuno in un commento...pensare che abbiamo a che fare con milioni di idioti mi pare inverosimile, in realtà è un paese di egoisti, maleinformati, succubi della TV e privi di ogni senso del bene comune, ma solo alla ricerca del proprio interesse particolare, evasione, privilegi, ecc.ecc, non ultimo vendersi per 200 euro di rimborso IMU che sarebbe comunque stato impossibile o molto problematico. I meno peggio votano per rabbia senza neanche conoscere il programma di un altro "Salvatore della Patria" (come se non basteassero i danni che hanno fato i precedenti uomini "illuminati"), favorendo così l'ingovernabilità del Paese.
E pensare che c'era stato (grazie anche ai gruillini)un forte ricambio nei partiti, molti giovani e molte donne sono stati eletti, praticamente la vecchia guarda, necessaria per garantire un minimo di esperienza, era formata da una ristreta minoranza (ad eslcusione del PDL e della Lega che avevano rinovato un po'meno). C'erano insomma tutti i presupposti per diventare piano piano un Paese NORMALE, imvece i paraculi italiani che si sentono tanto furbi si sono tagliati i coglioni per far dispetto alla moglie. Che popolo di merda. Ora speriamo che si possa mettere una pezza, che i grillini si tolgano la puzza sotto il naso e accettino di governare questo Paese insimeme al cnetro sinistra almeno nei punti fondamentali in cui è possibile far convergere i programmi. Se non lo fannno per meri calcoli eletorali allora vuol dire che nonm vogliono bene al Paese e che sono peggio di quelli che volevano cacciare. Mi auguro che non sia così. Ma è solo una speranza.
Ciao....CARLO!
 
DgVoice
DgVoice il 27/02/13 alle 15:24 via WEB
Ciao Rossella. Cosa penso? Spero che governeranno mi modo equilibrato, senza prevalere uno sul l'altro. C'è bisogno di decisioni ben definite e ritornate a un''Italia fiorente. Basta hai "bla, bla e bla" e litigi tra di loro...siamo stanchi di essere presi in giro e tartassati di tasse. Bisogna che facciano i fatti e attuare le loro promesse. Eleonora :)
 
demastrolindo
demastrolindo il 27/02/13 alle 15:41 via WEB
Fino a quando non manderemo via questi ladri e pagliacci che ci governano con false promesse e facili ideologie noi non ne verremo a capo; gente assenteista che percepisce 15.000 € al mese solo perché siede su una poltrona dorata pensa di poterci manovrare! ma da domani tutti si lamenteranno ed i pecoroni che hanno votato queste persone continueranno a parlarne male! CHE BELLA ITALIETTA!!!!!
 
gemini1970
gemini1970 il 28/02/13 alle 08:50 via WEB
Credo che l'unica cosa che non si possa fare e quello di tornare alle urne, visto la scadenza del mandato del presidente della repubblica e subito dopo il semestre bianco,(la costituzione recita che dopo la elezione del presidente dello stato per 6 mesi non si possono sciogliere le camere), per cui l'unica soluzione possibile per uscire dal pantano e quello di formare un governo di larga coalizione nel quale alla base ci siano poche ma significative riforme dello stato stato e la possibilità di mettere in atto azioni per lo sviluppo del lavoro e della economia, poi magari fra qualche anno si potrebbe anche decidere di riandare a votare per dare un governo stabile a questa nostra Italia... Ciao un abbraccio e buona giornata
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
gerardo de biasi il 28/03/13 alle 10:51 via WEB
credo che debba essere subito fatto un governo di scopo, l'Italia non può più restarne senza. Siamo quasi alla bancarotta
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTRO LA PEDOFILIA ON LINE

 CLICCA E SEGNALA

 

PUBBLICATI SU RADIO DGVOICE

 

ULTIMI COMMENTI

Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Weather
il 01/08/2018 alle 20:03
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 01/08/2018 alle 20:03
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Pogoda
il 01/08/2018 alle 20:02
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Sat24
il 01/08/2018 alle 20:02
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 01/08/2018 alle 20:01
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Classe_et_Elegancegerdicasergio.cubeddumariaritabertojaindimenticabile.m1ITALIANOinATTESAsandokan_tigre43mpietropbimborobythick_foggiuliano.telesforomassimocoppacatanzarogiusep50_1lazaratinaEstelle_k
 

"AMORE"

 

 

L'amore è come il mare:

è possibile che si riesca

a vederne l'inizio ma la

fine si perde oltre la linea

dell'orizzonte.

          Rossella.

 

L'amore, quello vero, che fa palpitare.

che regala quel prezioso elisir

che ci permette di sentirci giovani

e vitali anche quando il trascorrere del tempo

vorrebbe impedircelo è fatto, soprattutto

di silenzi, di sguardi lunghi, intensi,

ricchi di significati che le parole non

riuscirebbero mai a comunicare...

AMORE!!!

          Rossella

 

 

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE

FIORI

I fiori sono fragili e muoiono in un sofffio quasi come i giorni della vita.

Ma se sai guardarli, sfiorarli, ammirarli e gioirne,

darai un senso al loro breve vivere.

 

L' ETERNITA' IN UN BACIO

Ricordo, Chiedesti: "Come mi baceresti?"...

Risposi: "In verità non saprei rispondere"...

So solo che per essere analogo alla tua unicità sarà privo di estensione,

senza inizio nè fine, sospeso nel tempo, senza un prima o un dopo.

Il presente ha i suoi limiti nel non averne, e un bacio

fuori dai limiti della estensione e del tempo è semplicemente ed

unicamente eterno.

ATTESA

A volte come una barca alla deriva mi sento,

sembra estenuante l'attesa

ma è l'essenza stessa della vita.

                 Mielealpeperoncino.

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE

ACQUA-TE

Acqua pura e cristallina che sgorga dalla terra, che cade dal cielo;

nutre i suoi frutti, colma fiumi ed oceani.

Acqua fonte di vita dolce e pura, forte e dirompente

come te!

Te che mi disseti con la tua presenza e m'inondi col tuo amore,

consentendomi di nuotare nel tuo mare,

permettendomi di sprofondare in esso

fino a raggiungere gli abissi del tuo mondo,

quel mondo pieno di tesori nascosti, ricco di vita.

Quel mondo in cui vorrei immergermi

e di cui vorrei far parte.

 

SORGENTE DI VITA

Siamo nate insieme tu ed io.

Dolce e serena,

calma e tranquilla,

impetuosa e travolgente acqua.

Ogni tua goccia è vita.

Mielealpeperoncino

 

PRIVA DI TITOLO

Rifessi di luce costante

al calar del tramonto

si nascondono.

Primeggiano le scure ombre

dietro le verdi fronde.

 

Rinascono in un pensiero

triste o felice

purchè vero.

Vestendosi di bianco

passeggiano di fianco.

 

Ritorna il giorno e con esso il sole

ma se fosse pioggia o vento,

alcuno il tormento.

Chi è in natura

alla natura affida 

fragilità e forza

timore e coraggio.

 

Se ne fa scudo, letto e sostegno

non tralasciando il proprio impegno.

Fra immensi giardini, prati ed aiule

si spegne la vita di un fiore. 

          (Mielealpeperoncino)

 

Così in natura...

  Così dal fioraio... 

 

Così nel mio cuore...

Così in casa mia...

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE...

 

 

img134/779/0410071103yt1.jpg

Dialogo tra sguardi

 

Lei: Guardami e parlami

      e mentre mi parli, ascoltami

      perchè è ascoltando che potrai parlarmi

      ed è parlando che potrò ascoltarti

      e ancora guardami!

Lui: Ti guardo, è bello guardarti!

      Ti ascolto, è bello ascoltarti!

      Ti parlo, è bello parlarti!

      Forse ancor più bello sussurrarti!

      Per poi perdermi in quel sussurro

      giungere a te e finalmente

      perdermi in te.

                (Mielealpeperoncino)

 

DEDICATO A PROFUMO DI ROSE E A CATWOMAN

L'amicizia ha qualcosa di misterioso che spinge alla confidenza e all'abbandono più completo. E' una dimensione dell'amore pur non essendo l'amore.

Vi voglio bene ragazze.

L'immagine a seguire ed il pensiero trascritto, mi sono state dedicate da Profumo di rose nel suo Blog. Grazie Profumina sei sempre molto cara e dolce. Spero di non deluderti nel percorso che ci vede unite al di là di quella che è una reale ed abituale frequentazione tra amiche.

Sei come la luce che emana il sole prima di andare a dormire.

Sei come l'acqua che rigenera ogni cosa che tocca.

Sei come il vento che ossigena chiunque.

Sei grande come il mare.

Ti voglio bene Mieluccia. 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 61
 

IL MIO MARE UOMO

 

Una poesia a rappresentarmi

Il più bello dei mari è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti.

E quello che vorrei dirti di più bello

non te l'ho ancora detto.

Nazim Hikmet

IL MIO MARE UOMO

Il mare cos'è per me il mare...

E' il letto sul quale riposare,

la seggiola sulla quale dondolare,

l'avvolgente abbraccio di un compagno,

il tumulto da cui lasciarmi sconfiggere.

Ad esso affido le mie intime confidenze,

talune me le rende, altre le insabbia

nei suoi abissi profondi.

In esso ritrovo le infinite e contradditorie

risposte ad una inassolutà verità

sull'eternità della vita.

Il mare, il mare, cos'è per me il mare

se non l'altare della mia pace.

Mielealpeperoncino.

 

.....METAFORANDO.....

"Glia alberi e le montagne sono il desiderio di cielo che ha la terra." (...)

Le tue mani sono rami dell'albero che sei.

Io vorrei essere la tua terra.

Sei il mio desiderio di cielo,

il mio albatro dei sentimenti,

il portatore sano di "malattie dell'anima",

l'essenza dell'incontro,

l'assenza di ragione,

il vuoto di memoria,

la montagna da scalare e

il pozzo di Talete.

 

Mielealpeperoncino

 

Irrisolto quesito

Quantunque tu in quell'essere io,

quantunque io in quell'essere tu.

Smarrito l'io, smarrito il tu

ritrovarci dovremmo

in quell'essere tu, in quell'essere io.

 

Originato dalla fusione del tu-io-tu,

il mio ed il tuo essere dovrebbero

dare essenza

ad un unico essere…

Vale a dire: “Il nostro essere” o

vale a dire: “Noi”.?

Irrisolto quesito.

 

      

 

 

sessualità