Creato da lunaticasognatrice il 09/09/2009
...ha un limite. La fantasia stessa.
 

 

Mi manchi...

Post n°17 pubblicato il 20 Gennaio 2011 da lunaticasognatrice

Sono un groviglio di emozioni come la tristezza... la malinconia...
Ho un groppo in gola che mi tormenta da tutto oggi... E fin quando mamma non mi ha ricordato che giorno fosse non me ne spiegavo realmente il motivo...

Oggi sono 6 anni che non ci sei più, nonno.

Sei anni...

Sono tanti, troppi... Soprattutto per me che quando sei andato chissà dove ero un'adolescente immatura che ancora non si spiegava molte cose.

Mi ricordo le parole di mio fratello: "Nonno non c'è più..."

Mi ricordo la mia reazione, un sorriso di incredulità. Che oggi non mi spiego. Perchè ho sorriso? Perchè quando si prova realmente qualcosa dentro si scambiano le emozioni? Dovevo piangere, disperarmi...invece ho sorriso...

Sei andato via e solamente oggi mi rendo conto del vuoto che hai lasciato in me.

Solo qualche anno fa ho realmente compreso, ho fatto chiarezza dentro di me. Nonno tu era la mia quotidianità. E non ci sei più. Tu eri la persona che per mostrare il tuo affetto mi regalava tutto ciò che aveva nelle tasche... I tuoi spiccioli, le tue caramelle...

Mi ricordo tutte le volte che io e mamma venivamo a trovarti... Ci salutavamo e dopo dieci minuti mi davi qualche soldo per comprarmi un gelato... Solo ora comprendo quel gesto. Mi donavi qualcosa perchè non sapevi come dirmi che mi volevi bene...

E ora che tu non ci sei più da 6 anni, io non so come dirti che ti volevo e ti voglio bene anche io nonno... che mi manchi tantissimo... Mi manca guardare le corse dei cavalli in Tv insieme a te, o la ruota della fortuna... Mi manca pranzare con te con pasta e fagioli che ancora oggi Ale non riesce a mangiare per tutte le volte che la mangiavamo insieme a te... Mi manca il tuo modo goffo di camminare, tutte le volte che dicevi a mamma: "Ma Lorella sta crescendo troppo...e poi dicevi che comunque ero bella..." mi manca ogni piccola cosa, e non credevo che fosse così forte il legame con te...

Due anni fa quando ho preso la patente, mi sono ricordata di un giorno che ti dissi: "Nonno appena prendo la patente vengo a trovarti con la seat...." E non l'ho potuto fare... Te ne sei andato e io quel giorno non ho nemmeno potuto salutarti. C'erano tutti a dirti addio e io no...

Mi dispiace Nonno... e vorrei che tu sapessi che in qualsiasi posto sei, io ti vorrei sempre qui accanto a me...

Ti voglio bene...sempre...

 
 
 

Ore 2.OO AM >Scrivo un sms che non invierņ

Post n°16 pubblicato il 04 Giugno 2010 da lunaticasognatrice

Tu ci sei in ogni mia giornata.
In ogni cosa che faccio, volendolo o no. E, fidati, sono più le volte che non voglio.
Ma ci sei. Sei presente. E anche se con tutta me stessa ogni giorno cerco di chiudere il capitolo con te, tu sei presente in ogni pagina della mia vita.
Non posso costringermi a chiuderti in dei capitoli passati, perchè anche se non me l'avessi promesso che mi saresti stato accanto anche quando ti credo assente, tu ci sei comunque...
E ringrazio Dio o lo maledico, dipende dalla situazione, che sia così...
Perchè sei la parte più bella della mia vita, e qualunque cosa possa accadere tra noi, anche la più brutta, tu resti. Vivi con me anche con la distanza che c'è tra noi.
E se un giorno dovessi ritrovarmi sposata con un altro uomo, ti porterò sempre con me, non ti cancellerò mai, non ci proverò mai più a farlo perchè più vado avanti e più mi rendo conto che tu DEVI esserci...
Ti voglio bene, un bene dell'anima. Questo ho capito. Questo non cambierà mai.
Eternamente tua, eternamente mio, eternamente nostri.

 
 
 

Sto per fare Boom. [Scivoli di nuovo...]

Post n°15 pubblicato il 25 Maggio 2010 da lunaticasognatrice

Non lo so cosa mi porta qui, forse solo una piccola voglia dentro di me di buttare tutto fuori prima che reagisco come ogni volta.
Sì, me lo sento... Sto per far Boom.
Sto per scoppiare per tante e forse troppe cose.
L'università, gli esami, io che non mi decido a mettermi a dieta e mi faccio schifo quando mi guardo allo specchio, gli "amici" ( se così si possono chiamare ), le varie esperienze, il mio carattere che invece di cambiare in meglio, diventa sempre più uno schifo.
Sto per fare BOOM perchè non sopporto più nessuno. Mio padre e mio fratello in cima alla lista.
"Fai questo per favore." "Ti ho detto che dovevi fare questo." "Quand'è che deciderai di fare quello che ti ho detto?" "Ma all'università non devi andare?" "Ma la dieta quand'è che la inizi?" "Ma questi esami? Quand'è che inizi a studiare?"
Tutti i giorni così. Ogni mattina mi sveglio con le urla di papà che cerca di stare dietro alle situazioni di mio fratello.
Ogni mattina mi sveglio con quegl'occhi di ghiaccio che mi guardano con delusione e rabbia, e ogni volta muore una parte di me a quello sguardo.
Ho tanta rabbia dentro, tanta... stanchezza perchè non ce la faccio più.
Poi mi  arrivano notizie come la morte di un parente... e non faccio altro che pensare a quanto faccio schifo al solo pensiero di desiderare di stare da sola. Di andarmene e lasciare la mia famiglia, quando altre persone non desiderano altro che questo. Avere una famiglia come la mia.
Sono malata, forse. Forse davvero dovrei andare dallo psicologo prima che arrivi a fare qualcosa di sbagliato.
Prima di tornare a fare del male a me stessa come al liceo.
Ma poi mi ripeto che sono forte. Che ce la posso fare anche da sola. Che basta stringere un po' i pugni, affrontare quest'ultimo mese di stress e convivenza forzata. Non devo fare altro.
 Dopo questo mese, me ne vado lontano e riacquisto tutta quella pace persa.
Ma mi basterà? Mi basteranno due miseri mesi per tornare quella di una volta? Quella che sorrideva anche quando tutto andava storto. Quella che aveva sempre la battuta pronta. Quella ragazza orgogliosa e permalosa che se la prendeva per troppo poco, ma che tornava a sorridere subito? Tornerò mai ad essere così?
Ne dubito.
Mi hanno cambiata, sono cambiata.
Delusioni, sbagli.
Troppi errori.
Una volta mi piace sbagliare... Con te soprattutto.
Forse è questo che manca più di tutto. Sbagliare con te. Come lo facevamo una volta, senza troppi problemi, senza troppi ripensamenti. Sbagliavamo ed eravamo felici. Ora siamo cresciuti. Ora non si possono più fare certi sbagli...come prendere un treno e starsene poche ore al mare e tornare dicendo che "Riccione" era bella...
Mi manca quella persona che ero e che ho perso, quando ho rinunciato a te. Ma d'altronde non si può far niente, non c'è soluzione e ormai me ne sono fatta una ragione.
Vorrei solo evitare di scoppiare l'ennesima volta. Quella persona che divento, non mi piace. Mi mette paura.
Fa male a chi mi vede, ma soprattutto a me stessa. Se ci penso e chiudo gli occhi, vedo ancora le faccie di mamma e papà terrorizzate a ciò che stavo facendo. Vedo me urlare e colpire il muro con forza, sento le mie urla, percepisco le mie lacrime amare...e i miei pensieri. Tutti quei brutti pensieri che solo una pazza può fare.
Quando ci penso li caccio via lontano da me, ma le lacrime sono più veloci, come adesso, e tutto torna. Quel magone, quella paura, quella voglia di scomparire.
Per cosa poi? Io ho tutto. Non mi manca niente.
Eppure qualcosa non va. Qualcosa non è mai andato.
E la gente può dire quello che vuole, che sono capricciosa, che non dovrei lamentarmi... Ma forse nessuno può capire quello che ho dentro.
Se non amo me stessa ci dovrà essere pure un motivo, no? Ci sarà qualcosa che non va?
Però non lo trovo, dentro di me so cos'è, ma non riesco a tirarlo fuori. Rimane lì. Perchè è troppo duro ammettere che una parte di me ha ragione. Di sapere che quel qualcosa che non va è solo la parte cosciente di me che ha già accettato la realtà, che sa che i sogni non si avvereranno mai. Che quello che voglio non accadrà mai.
Il principio è questo. Io non mi accetterò mai perchè non accetterò mai il mio destino, quello che sono destinata ad essere e a diventare. E anche quando starò bene, il minimo dolore provocherà solo il ributtare nella realtà tutta questa matassa che ogni volta cerco di nascondere. Di non vedere. Di non accettare.
 
Vorrei solo che tutto fosse più facile.
Vorrei solo riuscire ad amarmi, ad amare la mia vita.
Vorrei solo... riuscire a farmi scivolare tutto addosso.
Vorrei che quegl'occhi di ghiaccio mi fossero indifferenti e non mi facessero così male.
Vorrei solo essere motivo di orgoglio, e non di continua delusione.
Vorrei...
 
 
che quella matassa si sciogliesse facilmente, che il mio sogno fosse possibile da realizzare.
 
 
 
 
 
Conti ferito le cose che non sono andate come volevi
temendo sempre e solo di apparire peggiore
di ciò che sai realmente di essere.
Conti precisi per ricordare quanti sguardi hai evitato
e quante le parole che non hai pronunciato
per non rischiare di deludere.
La casa, l'intera giornata,
il viaggio che hai fatto per sentirti più sicuro
più vicino a te stesso,
ma non basta, non basta mai.

Scivoli di nuovo
e ancora come tu fossi una mattina
da vestire e da coprire
per non vergognarti
scivoli di nuovo e ancora
come se non aspettassi altro
che sorprendere le facce
distratte e troppo assenti
per capire i tuoi silenzi
c'è un mondo di intenti
dietro gli occhi trasparenti
che chiudi un po'.

Torni a sentire
gli spigoli di quel coraggio mancato
che rendono in un attimo
il tuo sguardo più basso
e i tuoi pensieri invisibili
torni a contare i giorni
che sapevi non ti sanno aspettare
hai chiuso troppe porte
per poterle riaprire
devi abbracciare
ciò che non hai più
La casa, i vestiti, la festa
ed il tuo sorriso trattenuto e dopo esploso
per volerti meno male,
ma non basta, non basta mai

Scivoli di nuovo
e ancora come tu fossi una mattina
da vestire e da coprire
per non vergognarti
scivoli di nuovo e ancora
come se non aspettassi altro
che sorprendere le facce
distratte e troppo assenti
per capire i tuoi silenzi
c'è un mondo di intenti
dietro gli occhi trasparenti
che chiudi un po'.

E non vuoi nessun errore
però vuoi vivere
perché chi non vive lascia
il segno del più grande errore.

Scivoli di nuovo
e ancora come tu fossi una mattina
da vestire e da coprire
per non vergognarti
scivoli di nuovo e ancora
come se non aspettassi altro
che sorprendere le facce
distratte e troppo assenti
per capire i tuoi silenzi
c'è un mondo di intenti
dietro gli occhi trasparenti
che chiudi un po'.
Che chiudo un po'.
Che chiudi...


Non so cosa io ho scritto, ho scritto di getto. Scusate l'incomprensione e qualsiasi altra cosa.

 
 
 

Ma allora sai che ti dico?? Ma VAFFANCULOOOOOOO!

Post n°14 pubblicato il 16 Marzo 2010 da lunaticasognatrice
Foto di lunaticasognatrice

Ma perchè tutto ti è dovuto? Perchè io devo aspettare mentre tu se vuoi una cosa, la pretendi? Sono stanca. Io sono tua amica, ma anche tu sei amica mia. E dovresti capirmi, invece no.

Sai quanto ci tengo a partire. Sai quanto ho paura che questo mi sia negato per una cazzata; perchè dovrei accontentare te per un misero giorno e dover continuare a sacrificare me, i miei bisogni, il mio stato d'animo per te... se quando ho chiesto io tu avevi altre cose da fare e ti ho detto un semplice: vabbè non fa niente!

Io ora ho aspettato 3 mesi per partire e non spreco questo per accontentarmi di un giorno per una tua voglia matta che ti era passata un mese fa.

Un mese fa si poteva fare, sarebbe stato diverso, ora NO!!!!!!!!!!!!!!

Cazzo, mi dai i nervi quando fai così perchè pretendi di essere capita ma non capisci mai gli altri. No, scusami è giusto solo ciò che dici tu! Va bene...

Anche io ho sempre ragione e stop non assillarmi, non travolgermi di domande. Se ti dico no, il mio è un no indiscutibile...invece tu stressandomi, ogni santa volta, trovi il modo per farmi dire di si. Poi quando la situazione è al contrario.......... se è no è no, punto.

Ma allora sai che ti dico?? Ma VAFFANCULOOOOOOO!!

 

 

Scusate lo sfogo, avevo bisogno di scriverlo da qualche parte.

 
 
 

ricordi...

Post n°13 pubblicato il 12 Marzo 2010 da lunaticasognatrice

Dopo 6 mesi senza riveder(ti), mi ero costruita la mia vita e stavo bene... O forse semplicemente vivevo quello che mi restava, ma non mi lamentavo. Poi dopo mezz'anno, mi cerchi come sai fare tu. E io torno ad essere quella che ero. Tu mi ipnotizzi come se fossi un serpente ed è così che ci rivediamo. Parliamo per due ore, stando bene lontani, stando bene attenti a non sfiorarci, perchè sappiamo bene cosa accade. Parliamo di tutto quello che ci è successo in questo tempo senza sentirci... Chiariamo il motivo della nostra "lontananza", dell'ennesima "litigata", dell'ennesima "incomprensione"... E poi senza spiegarmene il motivo, mi ritrovo a sfiorare la tua mano, ad averla tra le mie... come tanto tempo fa.
urlò un "No!" realizzando il gesto, e allontano la tua mano. E tu con la vocina triste, guardi la mano e la rimproveri con un: "Visto?! Hai fatto la cattiva, niente mano!" e io rido. Rido veramente. come solo tu riesci a farmi fare. Una risata fragile, genuina; quella risata con la quale vorrei morire.
Parliamo. Ancora. Stavolta del passato. Dei bei tempi andati. "Se potessi andare indietro, che anno sceglieresti?!" E io senza pensarci ti ho risposto: "2006". Con tutti i pro e i contro. Febbraio, primo bacio. Aprile, prima incomprensione. Agosto di nuovo insieme, prime emozioni forti, prime parole dette con il cuore (almeno da parte mia forse tu anche prima...) Settembre le chiamate fino a notte fonda. Ottobre, desiderio di averti vicino. Novembre, voglia pazza di te. E Dicembre di nuovo l'uno tra le braccia dell'altro. E poi anno nuovo...Insieme. Felici. Poi però qualcosa ci ha diviso. Il destino. Ma la voglia di amarsi, quella... quella è rimasta anche ora. Ma stare insieme, no... Sarebbe inutile. Sarebbe solo soffrire. Lo sappiamo da 6 anni ormai...
Evito di guardarti negl'occhi, ma tu fai in tutti i modi per farti guardare, poi mi posi una mano sulla gamba e sento un brivido. Siamo due calamite che lontane, sopravvivono comunque, ma se troppo vicine non riescono a stare lontane. Continui a sfiorarmi e io a cercare la tua pelle. Mi chiedi: "Andiamo via, riportami alla macchina" E io metto una mano sulla chiave della macchina per accenderla e correre via lontano...
...prima che sia la fine. Ma mi fermo. Lo sai, io seguo sempre il cuore. Se sono venuta lì, se sono lì con te... E' perchè ho sempre negato la parola alla ragione e ho sempre subito quello che mi diceva il cuore... che anche se molte volte mi ha causato dolore, cicatrici e ferite, mi ha sempre, e ripeto sempre, reso felice.
Tolgo la mano dalla chiave e abbasso la testa. E con un piccolo accenno, ti faccio segno di "no". E tu ti avvicini, senza nemmeno pensarci. Non vuoi pensare. Anche tu rare volte segui l'istinto. Il cuore. Anche se tu, per non farmi mai male, molto spesso dai retta al tuo cervello...
Alzi la mia testa, sfiorandomi il mento e ti avvicini ancora di più. E accade. di nuovo. Mi baci dolcemente. Un bacio casto. Mi sfiori con le tue labbra, la mia bocca. Poi ti allontani. La tua ragione ha parlato di nuovo. Infatti mi sussurri: "Bene, andiamo via. Portami alla macchina".

Ma io nuovamente ma con più forza, nego con la testa e dico un "No" possessivo.
E scherzando mi sussurri: "Lo sapevo che dovevamo venire con la mia macchina..." E io sorrido di nuovo, finchè posso... Perchè torni a baciarmi. Ma di casto non rimane più niente...
E tra baci, gesti, sospiri e risate ti chiedo dove tu sia con la testa, con il cuore... e mi rispondi come volevo che facessi, con la nostra frase. "io e te tre piani sopra ........." come facevamo da ragazzini, quando ci scambiammo il primo bacio. Che ricordi. Ricordi che sono lontani, ma che insieme quando siamo vicini sembriamo far rivivere...
E poi la tua frase che mi ha fatto rabbrividire. "Ma perchè con te, tutto è sempre come la prima volta?" E per quanto anche io da anni cerchi una risposta, sorrido e sfioro le tue labbra. Stiamo sbagliando. Ma non c'è altro sbaglio che vorrei commettere in questo modo. Stiamo sbagliando. Ma siamo felici... E allora è davvero così sbagliato?
E' tardi. Torniamo alla tua macchina, e scherzi dicendo che hai paura di come guido. E io ti rispondo in modo acido ma sorridendo. Perchè con te non riesco a fare altro...

Ci salutiamo. Ti avvicini per un ultimo bacio. Mi piace sempre quando fai questo piccolo gesto, che per molti è insignificante ma per me è tanto... perchè vuoi ricordarti per l'ultima volta delle mie labbra. Perchè vuoi tenerle ancora per un po', prima di allontanarci di nuovo, prima di tornare alla realtà. E salì nella tua macchina. Ci salutiamo ancora... non vogliamo andarcene... ma dobbiamo. Poi vedo una macchina avvicinarsi, una macchina che riconosco. E subito mi allontano. Corro via.
Arrivo a casa, metto il pigiama e con il sorriso sulle labbra entro nel lettone caldo... E il tuo messaggio.

"Ci hanno sgamato, erano loro... hanno detto: bravi siete sempre i soliti". Il sorriso sparisce... la realtà si fa sentire sempre troppo presto. Ma la caccio via, per quella notte voglio rimanere nel sogno. Nel mio miracolo.

Un altro messaggio: "Grazie di tutto, con te è sempre tutto così fantastico, sogni d'oro" Chiudo gli occhi. Vorrei fosse per sempre. Vorrei allungare questa notte e farla vivere sempre. Ogni momento della mia vita. Ma non è possibile.
Presto mi addormento. E presto sono di nuovo nella realtà. Tutto è finito. Si torna alla vita...

una volta nella vita
sai ti capita che tu
non vorresti avere
neanche un pò di più,

e positivo
tu non sei stato mai...
stringi più forte quello che tu hai...
noi... un'intero mondo chiuso
dentro noi...
la consolazione di sentirsi amati e poi...
di ri-amare tanto tanto finchè puoi...

e ti esplode il cuore
non muori
ma vorresti morire
...così...
..e positivo
tu non sei stato mai...
felice sei
di quello che tu hai...

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

Ho paura di perdere questo presente, perchè è il primo presente che incontro nella mia vita, e io ero venuto qui a cercare il mio futuro e questa volta ho la conferma che quando cerchi una cosa non la trovi mai, e in alcuni casi è la cosa migliore che ti può succedere. Solo che adesso ho paura, ho paura di quello che sto provando, ho paura di scoprire sul serio nel cuore del mio presente.

(cit. L'importante è adesso.)

Questa sono io. Vivo la vita prendendo ciò che arriva. Colgo l'attimo. Perchè nel presente c'è tutto quello di cui abbiamo bisogno. Perchè non bisogna mai dimenticare che il nostro presente...è un regalo. niente passato, niente futuro. L'IMPORTANTE E' ADESSO.

 

Ultime visite al Blog

sonoqui70_4candyssimacurzio.msusan2009unabimbatriste84rosccssjandrealunaticasognatriceottavio.deltanight700IsobelCinziagoffadaniele_5il.lordneropunkesteem
 
 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso
,
quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un
sogno
, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati. Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi
non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio
, chi non si lascia aiutare; chi passa i
giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non
fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli
chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.


 

 

♡ che เггєรเรtเ๒เlє fσℓℓια... Ŧคгє l'ค๓๏гє e poi mandarti νια! ♡

 

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963