Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

Messaggi del 22/05/2020

Dal deserto della pandemia

…Ma Dio non ci abbandona, è accanto a noi, è IN noi. ‹‹Il Signore andava davanti a loro: di giorno in una colonna di nuvola per guidarli lungo il cammino; di notte, in una colonna di fuoco per illuminarli›› (Esodo 13,21). Per noi, questi segni indicano la presenza viva di nostro Signore Gesù Cristo, il Signore della vita, non della morte. In questo momento di forte prova dobbiamo ricordare a noi stessi che Gesù è in noi grazie alla forza dei sacramenti, è in noi grazie all’Amore che ci rende unica famiglia. Perché ci ama e non ci lascia soli.

In questi giorni abbiamo visto papa Francesco continuare a pregare Dio per il popolo a lui affidato. L’abbiamo visto, nella preghiera del venerdì prima di Pasqua, curvo, affaticato, appesantito dalla croce che porta, quasi in lacrime… ma si è offerto a Dio per noi. ha pregato per tutti noi. Ha chiesto a Dio e a Cristo di “svegliarsi e di sedare la tempesta”. Tutti, penso, aspettavamo un segno, un miracolo immediato. La cessazione di tutto, subito. Ma non c’è stata. Però un miracolo io l’ho visto. E ve lo racconto.

I miei ragazzi, adolescenti in piena “crisi ormonale e di identità” che vengono visti come ribelli, scapestrati, senza progetti mi hanno dato un segno della presenza di Dio. In questi mesi più volte abbiamo pregato insieme, abbiamo creato, per pochi minuti, una grande catena di preghiera. Più volte li ho chiamati a pregare con me e tutti (agnostici, battezzati, non battezzati, musulmani, testimoni di Geova) si sono uniti in preghiera. Tutti erano collegati con me durante la preghiera del Papa. Tutti hanno partecipato all’indulgenza. Questa forte prova ci ha uniti in una sola famiglia. Non è forse un miracolo di Dio? Un segno di speranza e bontà?

Una mamma mi ha chiamato e mi ha detto: ‹‹Profe, sa cosa è successo? Premetto che sono atea. Dio per me non c’è! Mio figlio, che non è battezzato, si è avvicinato a me e mi ha detto che lei aveva chiesto a tutti i ragazzi di collegarsi per la preghiera del Papa. Mi ha stretto e mi ha chiesto di accendere la Tv e seguire la preghiera. Io ho brontolato, ma poi ho fatto ciò che chiedeva mio figlio con grande stupore. Mentre il Papa benediva ci siamo stretti, abbiamo detto il Padre nostro (che pensavo di non ricordare più), abbiamo pianto e ci siamo sentiti sollevati. Dio è rientrato in casa nostra››. Questo non è un miracolo, un segno della presenza paterna di Dio?

Ho seguito da settimane una famiglia che in 13 giorni ha avuto ben 6 lutti. Sono andato a portare io le tragiche notizie, poiché i genitori erano in ospedale per il virus e i figli affidati ad altri parenti. Ho visto in quella casa non la disperazione, ma la fede e l’affidarsi completamente a Dio. Quante ore al telefono con quell’alunno, giorno e notte. Quante preghiere al telefono, quanti Rosari recitati con quella famiglia e mai una lamentela verso Dio. Mai. Si sono affidati a lui completamente. Non è questo un miracolo di Dio e una sua manifestazione? Sì. Dio è con noi in queste sofferenze. Dio non ci abbandona. Gesù si è svegliato e ci sta salvando dalla tempesta. Dio aprirà una via, dove sembra non ci sia, ci guiderà e ci terrà stretti a lui sempre. Gesù sta risorgendo, non richiudiamolo nel sepolcro. Apriamogli la porta del nostro cuore – prof Gianluca P. (Lettera pubblicata da FC n. 21 del 24 maggio 2020).

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

namy0000moon_Iil_tempo_che_verralicsi35peIuliaLorenzoletizia_arcurivololowcomelunadinonsolopolpoeta_semplicethorn777les_mots_de_sableCherryslkimtygiacinto.garceasurfinia60
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom