Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

Messaggi del 17/11/2021

Educare allo stupore

Post n°3679 pubblicato il 17 Novembre 2021 da namy0000
 

Educare allo stupore, di Alex Corlazzoli, Scarp de’ tenis, ottobre 2021

C’è una parola che all’inizio di ogni anno scolastico mi torna in mente: stupore.

È un sostantivo che chi insegna non può far a meno di portare nella sua bisaccia.

Come può un maestro non stupirsi davanti ai suoi nuovi alunni? Come fa un insegnante a non provare meraviglia quando dopo tre mesi incontra i suoi studenti diventati improvvisamente più grandi, più curiosi, più maturi?

A parlarci di “educare allo stupore” è un maestro di vita che ogni docente dovrebbe conoscere: don Tonino Bello, quel vescovo pugliese che apriva la curia ai più poveri e al dito non portava l’anello vescovile bensì quello di sua madre.

Ho conosciuto don Tonino Bello trent’anni fa grazie al magistrato Antonino Caponnetto, che ereditò il pool antimafia ideato da Rocco Chinnici, ammazzato dalla mafia nel 1983. L’anziano giudice di fronte ad una platea di giovani citò poche parole di quel prete che non conoscevo: “Ragazzi, mordete la vita”.

Quell’invito non mi lasciò indifferente al punto che andai ad indagare chi fosse la fonte. Scoprii la storia di un uomo del Sud, ancorato ai valori della sua terra ma capace di pensare in grande e guardare al di là dei confini in maniera profetica.

Quest’estate, accompagnando un gruppo di giovani studenti e lavoratori cremaschi, sono andato per la prima volta ad Alessano, sulla tomba di don Tonino Bello. Un sepolcro che stupisce, che è capace di accoglierti con un abbraccio corale, un piccolo auditorium perché chi passa a rendergli omaggio, possa sedersi, parlare, chiacchierare, pregare.

Il vescovo di Molfetta ha lasciato a tutti noi insegnanti un messaggio: “Educare allo stupore”. Potrebbe apparire scontato, ma nella nostra società e nelle nostre comunità non lo è. Scrive il vescovo pugliese: «Qualcuno ha detto che la meraviglia è la base dell’adorazione. È proprio vero. Anzi, l’empietà più grande non è tanto la bestemmia o il sacrilegio, la profanazione di un tempio o la dissacrazione di un calice, ma la mancanza di stupore. Oggi c’è crisi d’estasi. È in calo il fattore sorpresa. Non ci si esalta per nulla. C’è in giro un insopportabile ristagno del déja-vu, di cose viste, di esperienze già fatte, di sensazioni sottoposte a ripetuti collaudi. Siamo appiattiti dagli standard, omologati dagli schemi, prigionieri della ripetizione modulare. La fantasia agonizza. Sopravvive, per fortuna, solo nei bambini».

In queste parole si nasconde il segreto dell’educare. Nessuno può insegnare ripetendo pedissequamente un rito; ricalcando modelli già collaudati; stando in un’aula come se stesse ad una catena di montaggio. Il lavoro del maestro deve perennemente essere una scoperta. Nessuno di noi può pensare di entrare in una classe e insegnare a leggere o scrivere nello stesso mondo dell’anno precedente; così per i Greci e i Romani; per la Sicilia e la Lombardia.

Ma non solo. L’esperienza di don Tonino Bello ci insegna che uno dei nostri compiti è anche quello di far conoscere uomini e donne che hanno fatto o stanno facendo la storia del nostro Paese. Don Tonino Bello, uomo di pace, profeta, coraggioso testimone del nostro tempo, è uno di questi. Ecco perché quando, in geografia, insegno la Puglia, oltre a spiegare la bellezza di questa regione e a ballare la taranta, parlo sempre di don Tonino Bello.

Lezioni che seminano: qualche anno fa, in estate, un mio ex alunno mi inviò una foto: era ad Alessano a portare una rosa rossa sulla tomba di un vescovo che era entrato nella sua vita grazie alla scuola.

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

namy0000MadameNoireexiettovidatekilcamminatore6117simona_77rmjyotidgl6comunesenso11nurse01siamoliberidigiraredora.dorisnataoggi2filiditempolcacrema
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom