Creato da VASTASA80 il 08/02/2005

IL MARE KE E' IN ME

...vi perderete nei miei pensieri...

 

 

Post N° 194

Post n°194 pubblicato il 29 Novembre 2006 da VASTASA80

- OUT OF ORDER -

 
 
 

 

Post n°193 pubblicato il 26 Novembre 2006 da kissakisonoio

immagine



I bet we
been together for a million years,


And I bet we'll be together for a million more.




Oh, It's like I started breathing on the night we kissed,


And I can't remember what I ever did before.




What would we do baby, Without Us?


What would we do baby, Without Us?




And there ain't no nothing we can't love each other through.




What would we do baby, Without Us?




Sha la la la....



 
 
 
 

Post N° 192

Post n°192 pubblicato il 26 Novembre 2006 da VASTASA80

It could all be so simple
But you'd rather make it hard
Loving you is like a battle
And we both end up with scars
Tell me, who I have to be
To get some reciprocity
No one loves you more than me
And no one ever will

Is this just a silly game
That forces you to act this way
Forces you to scream my name
Then pretend that you can't stay
Tell me, who I have to be
To get some reciprocity
No one loves you more than me
And no one ever will

{Hook:}
No matter how I think we grow
You always seem to let me know
It ain't workin'
It ain't workin'
And when I try to walk away
You'd hurt yourself to make me stay
This is crazy
This is crazy

I keep letting you back in
How can I explain myself
As painful as this thing has been
I just can't be with no one else
See I know what we got to do
You let go and I'll let go too
'Cause no one's hurt me more than you
And no one ever will

{Repeat Hook}

Care for me, care for me
I know you care for me

There for me, there for me
Said you'd be there for me

Cry for me, cry for me
You said you'd die for me

Give to me, give to me
Why won't you live for me
{Repeat}

 
 
 

Post N° 191

Post n°191 pubblicato il 21 Novembre 2006 da VASTASA80

Just one year of love
Is better than a lifetime alone
One sentimental moment in your arms
Is like a shooting star right through my heart
It's always a rainy day without you
I'm a prisoner of love inside you
I'm falling apart all around you - yeah

My heart cries out to your heart
I'm lonely but you can save me
My hand reaches out for your hand
I'm cold but you light the fire in me
My lips search for your lips
I'm hungry for your touch
There's so much left unspoken
And all I can do is surrender
To the moment just surrender

And no one ever told me that love would hurt so much
(ooh yes it hurts)
And pain is so close to pleasure
And all I can do is surrender to your love
Ooh, just surrender to your love

 
Just one year of love
Is better than a lifetime alone
One sentimental moment in your arms
Is like a shooting star right through my heart
It's always a rainy day without you
I'm a prisoner of love inside you
I'm falling apart all around you
And all I can do is surrender

 
 
 

Post N° 190

Post n°190 pubblicato il 17 Settembre 2006 da VASTASA80

La nostra generazione 

Voglio rendere giustizia a una generazione, quella di noi nati agli inizi degli anni '80 (anno più, anno meno), quelli che vedono la casa acquistata allora dai nostri genitori valere oggi 2 o 3 volte tanto, e che pagheranno la propria fino ai 50 anni.
Noi che non abbiamo fatto la Guerra, né abbiamo visto lo sbarco sulla luna, non abbiamo vissuto gli anni di piombo, né abbiamo votato il referendum per l'aborto.
La nostra memoria storica comincia coi Mondiali di Italia '90.
Per non aver vissuto direttamente il '68 ci dicono che non abbiamo ideali, ma di politica ne sappiamo più di quanto credano e probabilmente più di quanto ne sapranno i nostri fratelli minori e discendenti.
Babbo Natale non ci portava quasi mai ciò che volevamo davvero, però dicono che abbiamo avuto tutto. E invece quelli che sono venuti dopo di noi sì che hanno avuto tutto, e nessuno glielo dice mai.
Siamo l'ultima generazione che ha imparato a giocare con le biglie, a saltare la corda, a giocare a nascondino, a un-due-tre-stella, e allo stesso tempo i primi ad aver giocato coi videogiochi, ad essere andati ai grandi parchi di divertimento o aver visto i cartoni animati a colori.
Abbiamo indossato pantaloni a campana, a sigaretta, a zampa di elefante e con la cucitura storta. Le nostre prime scarpe da ginnastica di marca le abbiamo avute dopo i 10 anni.
Andavamo a scuola quando il 31 ottobre era solo il 31 ottobre e non Halloween, quando ancora si veniva bocciati. Siamo stati i primi a fare la Maturità e i pionieri del 3+2. Ci siamo sorbiti Sentieri e i Visitors, Twin Peaks e Beverly Hills (ti piacevano allora? vai a rivederli adesso, vedrai che delusione).
Abbiamo pianto per Candy-Candy, ci siamo innamorati di Georgie, abbiamo riso con Spank, cantato con Cristina D'Avena e imparato la mitologia greca con Pollon e i Cavalieri dello Zodiaco.
Abbiamo visto Maradona fare campagne contro la droga.
Siamo entrati nel mondo del lavoro come Co.Co.Co. Siamo quelli che “tanto non gli costa niente licenziarci”.
Ci ricordano sempre fatti accaduti prima che nascessimo, come se non avessimo vissuto nessun avvenimento storico. Ma abbiamo visto cadere il muro di Berlino, e Clinton avere relazioni improprie con la segretaria nello Studio Ovale. Siamo state le più giovani vittime di Cernobyl. Quelli della nostra generazione l'hanno fatta la guerra (Kosovo, Afghanistan, Iraq). Abbiamo sentito parlare per anni di terrorismo islamico, senza sapere nemmeno cosa significasse, per poi capirlo di colpo un 11 di settembre.
Abbiamo imparato a programmare un videoregistratore prima di chiunque altro, abbiamo giocato a Pac-Man e credevamo che Internet sarebbe stato un mondo libero.
Siamo la generazione di Bim Bum Bam e del Drive-in, ci siamo emozionati con Superman, E.T., Rocky e Indiana Jones.
Siamo stati gli ultimi a usare i gettoni del telefono e al supermercato le cassiere ci davano le caramelline di zucchero come resto.
Siamo la generazione di Crystal Ball ("con Crystal Ball ci puoi giocare"), delle sorprese del Mulino Bianco, dei mattoncini Lego a forma di mattoncino, dei Puffi, di Voltron, di Magnum P.I., di Holly e Benji, di Mimì Ayuara, dell'Incredibile  Hulk, di Yattaman, di He-Man, Lamù, Creamy, Kiss Me Licia, i Barbapapà, i Mini-Pony, le Micro-Machine, Big Jim e la casa di Barbie di cartone ma con l'ascensore. La generazione che ancora si chiede se Mila e Shiro alla fine vanno a letto insieme.
Siamo la generazione che non ricorda l'Italia Mondiale '82 e ci viene un riso smorzato quando ci vogliono dare a bere che l'Italia di quest'anno è la favorita.
Siamo l'ultima generazione che ha visto il proprio padre caricare il portapacchi della macchina all'inverosimile per andare in vacanza 15 giorni.
Siamo l'ultima generazione degli spinelli.
Guardandoci indietro è difficile credere che siamo ancora vivi: viaggiavamo in macchina senza cinture, senza seggiolini speciali e senza air-bag.
Facevamo viaggi di 10 ore e non soffrivamo di sindrome da classe turista. Non avevamo porte con protezioni, armadi o flaconi di medicinali con chiusure a prova di bambino.
Andavamo in bicicletta senza casco né protezioni per le ginocchia o i gomiti.
 Le altalene erano di ferro con gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era bestiale.
Non c'erano i cellulari.
Andavamo a scuola carichi di libri e quaderni, tutti infilati in una cartella che raramente aveva gli spallacci imbottiti, e tantomeno le rotelle. Mangiavamo dolci e bevevamo bibite, ma non eravamo obesi: al limite uno era un po’ grassottello e fine.
Ci attaccavamo alla stessa bottiglia per bere e nessuno si è mai infettato. Ci  trasmettevamo al massimo i pidocchi a scuola, cosa che le nostre madri sistemavamo lavandoci la testa con l'aceto.
Non avevamo Playstation, Nintendo 64, videogiochi, 99 canali televisivi, dolby-surround, cellulari, computer e Internet, però ce la spassavamo tirandoci gavettoni e rotolandoci per terra tirando su di tutto; bevevamo l'acqua direttamente  dalle fontane dei parchi, acqua non imbottigliata, di quella che bevono anche i cani.
E le ragazze si intortavano inseguendole per toccar loro il sedere e giocando al gioco della bottiglia o a quello della verità, non in una chat dicendo :) ;) ;p
Abbiamo avuto libertà, fallimenti, successi e responsabilità e abbiamo imparato a crescere con tutto ciò.
Ma, soprattutto, avuto la fortuna di crescere come bambini.

...E' UN PO' KE HO RICEVUTO QUESTO VIA MAIL...E OGGI UN MIO AMICO ME L'HA INVIATO ANCORA E HO DECISO IMMEDIATAMENTE DI PUBBLICARLO...
...E' UNA DELLE COSE PIU' BELLE ED EMOZIONANTI KE ABBIA MAI LETTO...

...A KIUNQUE L'ABBIA SCRITTO...

...GRAZIE.

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ESTELLAMELANYdanyeladaKing_Arthur2eticasa_flliquarantabriciolabaumisorridieiotibaciomad.kellykoradgl1lottershlottergsMhannoioraffo81butterflywingswoainee
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom