Creato da VetCri il 28/08/2008

Lascia un'impronta.

...

 

 

Attenzione! furto di cani a Milano

Post n°46 pubblicato il 15 Giugno 2011 da VetCri
 

ATTENZIONE!!! BANDA RUBA CANI A MILANO E CHIEDE IL RISCATTO!!!!

Ho saputo di 2 tentati furti di cani uno in zona QT8, un tizio entra nell'area cani e mentre il proprietario di un cane stava parlando con altri proprietari e il suo girelleva, veniva preso per il collare e accompagnato verso l'uscita da uno sconosciuto.. il proprietario accortosene inizia a urlare e il ladro scappa oggi alle 6,30 di mattina ,invece, altra zona, Triennale, giardinetti adiacenti a viale Milton, una w polo nera si accosta al margine della strada, un tizio scende dall'auto e senza nessuno scrupolo si avvicina alla cagnolina , la prende in braccio e la carica in macchina sotto gli occhi della proprietaria e parte a razzo... menomale passava una pattuglia e la signora gridando come una matta ha fatto rincorrere l'auto e i delinquenti sono stati raggiunti e il cane salvo! Ma ho saputo dalla pattuglia , appunto, che si aggira a Milano una banda di ladri di cani che li preleva e poi chiede il riscatto telefonando al numero della medaglietta! E' necessario far circolare più possibile la voce e se riusciamo appendere cartelli di avvertimento in ogni parte della città.

 
 
 

Il Margay : L' Acrobata Della Giungla

Post n°45 pubblicato il 19 Maggio 2011 da VetCri
 
Foto di VetCri

MargayIl Margay (Leopardus wiedii), chiamato anche gatto di Wied, è un felino dall'aspetto simile all'Ocelot , con un corpo lungo 80 cm, una coda lunga 50 cm e può arrivare a pesare 9 kg.

Vive nella foresta tropicale umida del Nuovo Mondo : dal Paraguay al Venezuela e nella Guyana. Nell'America Centrale, risale fino al Messico settentrionale, Colombia , Ecuador e nelle Ande.

«Questa bella specie di gatto tigre somiglia molto all'ocellotto, ma il gatto tigre dalla coda lunga è più slanciato, ha la testa meno grossa, le orecchie più lunghe e la coda molto più lunga. Vive nei boschi e si arrampica sugli alberi».

Infatti grazie ad una particolare conformazione anatomica delle ossa del metatarso, questo gatto può effettuare movimenti di supinazione e imprimere ai suoi piedi una rotazione di 180° verso l'interno, cosa di cui non sono capaci gli altri felidi. Questa facoltà gli permette di scendere lungo il tronco dell'albero con la testa in avanti, come uno scoiattolo. Tra tutti i felidi, il margay è il solo a poterlo fare; infatti le altre specie si lasciano scivolare all'indietro, con la testa verso l'alto, in maniera impacciata e con espressione chiaramente timorosa. Leyhausen osservò i suoi due margay lanciarsi nel vuoto, a gambe distese, e attaccarsi saldamente con una zampa al primo oggetto incontrato sulla loro traiettoria.

Questa tecnica, propria dei primati, è assolutamente unica tra i felidi e denota un animale che si è particolarmente adattato alla vita tra l'alto fogliame. I margay fanno ancora di più: sono capaci di sospendersi ad un ramo con i piedi posteriori facendo oscillare il corpo nel vuoto. In questa posizione giocano tra loro oppure con spaghi e cordicelle, proprio come farebbero ateli e cappuccini; riescono poi, senza difficoltà, a raddrizzarsi e a ristabilirsi sul ramo. P. Leyhausen vide pure i suoi margay spostarsi, restando sospesi per le quattro zampe a un ramo, alla maniera dei bradipi.

 
 
 

Declawing : cos'č?

Post n°44 pubblicato il 29 Dicembre 2010 da VetCri
 
Foto di VetCri

E l' intervento chirurgico che prevede l’asportazione della prima falange di tutte le dita dei gatti  che si esegue di routine in USA.

Contrariamente a quanto supposto dalla maggior parte delle persone, la deungulazione non consiste nell’amputare unicamente l’artiglio, bensì l’intera falange, incluso ossa, legamenti e tendini.

Al fine di rimuovere l’artiglio, le ossa, i nervi, il legamento capsulare, il legamento collaterale, il tendine estensore e quello flessore, devono essere amputati completamente.

La deungulazione, quindi, non è un unico “semplice” intervento chirurgico, ma consiste in dieci dolorose amputazioni separate che partono dalla terza falange fino all’ultima di ogni dito.

Tra le più frequenti<span> complicazioni </span>dovute alla deungulazione, che possono diventare delle vere e proprie torture fatte di sofferenze atroci, troviamo emorragie, danni al nervo radiale, schegge ossee che impediscono la guarigione, dolorosa e deformata ricrescita dell’artiglio all’interno della zampa e quindi non visibile ad occhio nudo, dolori di natura cronica al dorso ed alle giunture di spalle, gambe e dorso, nonché l’indebolimento dei muscoli stessi.

<span>Altre complicazioni</span>, incluse emorragie post operatorie immediatamente dopo l’operazione o al momento della rimozione del bendaggio, sono un avvenimento abbastanza frequente, così come ischemie della zampa, claudicazioni dovute all’infezione o alla lacerazione della ferita o del cuscinetto, esposizione alla necrosi della seconda falange e possibili ascessi dovuti alla ritenzione di una porzione della terza falange.

Gli ascessi dovuti alla ricrescita devono essere trattati chirurgicamente e consistono nella rimozione dell’avanzo della terza falange.

Alcuni gatti rimangono così traumatizzati dalla deungulazione, che anche la loro personalità ne risente. Mici sempre stati affettuosi e docili diventano improvvisamente introversi e riservati. Altri invece, privati della loro maggiore fonte di difesa, diventano nervosi, spaventati, persino aggressivi e ricorrono per questo alla loro unica di difesa rimasta, i denti.

In alcuni casi, quando i gatti che hanno subito l’amputazione usano la lettiera dopo l’intervento, il nuovo inaspettato dolore dovuto alla delicatezza delle loro zampe a contatto con la sabbia, viene da loro associato alla lettiera in modo permanente sfociando in un’avversione per l’intera vita alla lettiera.

Altri gatti, invece, privati della possibilità di marcare il territorio attraverso l’uso degli artigli, sfogano i loro istinti urinando permanentemente per la casa. Molti altri, invece, traumatizzati da questa terrificante e dolorosa mutilazione, finiscono con il passare tutta la loro vita appollaiati in luoghi difficilmente accessibili, cercando riparo da immaginari predatori da cui sentono di non avere più alcuna adeguata difesa.

 

 
 
 

Botti .... e dolori!

Post n°43 pubblicato il 28 Dicembre 2010 da VetCri
 
Foto di VetCri

Questo è l'effetto di un Botto usato per divertirsi a Capodanno.
Le motivazioni per non usarli sono tante....

Bambini , animali , cardiopatici , etc sono vittime di questo divertimento...


se di divertimento possiamo parlare....

 
 
 

Cerchi un cucciolo perfetto?

Post n°42 pubblicato il 15 Dicembre 2010 da VetCri
 
Foto di VetCri

Se cerchi un cucciolo educato dalla nascita, che non sporchi, non abbai, non righi il parquet, non ti smagli le calze, non debba essere portato fuori per i bisogni, non ti faccia prendere freddo durante le sue uscite, non ti faccia preoccupare per la sua salute, non ti faccia pensare alla sua sistemazione durante le TUE vacanze......... scegli il cucciolo di destra! basta rinnovargli le pile.... sempre che, anche questo, non sia uno sforzo per te .........

 
 
 
Successivi »
 

LO RICONOSCI?

 
 

ULTIMI COMMENTI

Songhom che sia veritiero al cento per cento non so.... di...
Inviato da: VetCri
il 02/06/2012 alle 15:44
 
...nel primo furto ha indubbiamente colpa il proprietario...
Inviato da: songhom
il 30/05/2012 alle 01:07
 
ADOTTATOOOOOOOO!!!!!!
Inviato da: VetCri
il 29/10/2010 alle 00:07
 
Adottata!!!! :))
Inviato da: VetCri
il 26/07/2010 alle 11:42
 
io amo gli animali guai chi li tocca buona domenica
Inviato da: rosangy
il 13/06/2010 alle 14:09
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mediarofuori_produzionemago_silvano_1scorpion651ilmago81HeyMan35VetCriseibellacnglistivalimvlt60gps59nignuzocchiverdi285atto75porta_accanto0
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963