Creato da MAN_JA il 18/06/2008
Due risate per chi sà riderci sopra

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

appassionato1955toscano46dglmarianna359SALEZUCCHERO11SENZATENONCISTOtantiriccirossiMANJJAsnac64fatastrega2tedesco68
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

CONFUSIONE

Post n°13 pubblicato il 26 Settembre 2008 da MAN_JA

Ho deciso di restare con mia moglie perchè lei è la donna che amo e ho sempre amato e tengo alla mia famiglia, Anche io di errori ne ho commessi molti verso di lei. Ti chiedo scusa per il mio comportamento come ho chiesto alle altre con cui avevo contatti, era un periodo di grande confusione. Ma per quanto mi riguarda la cosa è chiusa definitivamente con te e con tutte le altre, ti prego cortesemente di cancellarmi dalla tua vita e di non cercarmi mai piu'

CHE STRANO QUESTO MESSAGGIO CHE MI E' ARRIVATO.....

1°SEMBRA TANTO UN MESSAGGIO SCRITTO SOTTO MINACCIA DI TUA MOGLIE.E PERCHE' POI CANCELLARE LA SCHEDA SENZA DARMI MODO DI REPLICARE E COSTRINGERMI A RISPONDERVI QUI.

2°SE DAVVERO FOSSE COME DICI PERCHE' FARTI UNA SCHEDA TELEFONICA NUOVA PER MANDARMI SMS DI TUTT'ALTRO TONO TIPO QUELLO DELLA SETTIMANA SCORSA,E PER FORTUNA CHE HO SALVATO TUTTO.

3°MA CHI TI HA MAI CERCATO...?!IL PERIODO DI CONFUSIONE SEMBRA STIA CONTINUANDO PER TE,DA NON RICORDARE CHI CERCA CHI...

4°QUELLA CERCATA SONO IO,DA TE,E DA TUA MOGLIE.SONO MESI CHE MI STA ADDOSSO E NON MI MOLLA PER UNA ATTIMO,SI DIVERTE A DARE IL MIO NUMERO A ESTRANEI,OLTRE A MANDARMI MESSAGGI CALUNNIOSI E MINATORI,E ANCHE QUI HO SALVATO TUTTO,COME TUTTE LE DECINE E DECINE DI NICK CHE SI E' FATTA PER SPIARMI MEGLIO.

5° DA QUESTO TUTTO VOSTRO "RINCORRERMI" SI DENOTA FACILMENTE CHE LE COSE PER VOI NON VANNO POI COSI' BENE.

6°SIETE PREGATI DI SMETTERE DI CONTATTARMI IN QUALSIASI MODO,LE VOSTRE ROGNE GRATTATEVELE DA SOLI SE CI RIUSCITE,L'ALTERNATIVA E' CHE VI FACCIATE RICOVERARE E CURARE DA UNO MOLTO BRAVO.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PUNTATA N° 4

Post n°12 pubblicato il 25 Settembre 2008 da MAN_JA

...e arrivò il giorno di S.Valentino....
e a Eva venne recapitato a casa un mazzo di rose rosse con immancabile bigliettino...."per te che sei la luce dei miei occhi,
per te che sei la mia isola,
per te che sei l'unico squarcio di luce nella notte,per te che sei "tanta roba....."sono un uomo fortunato...Adamo.
Si ritrovarono qualche giorno dopo,passarono un altro indimenticabile fine settimana in un bellissimo posto
della campagna toscana...Quando furono nella loro stanza,dopo essersi "salutati"come Dio comanda,Eva si
avviò per una doccia... arrivò nella stanza da bagno e notò che nel centro imperava una doccia rotonda di due metri di diametro,
si avvicinò incuriosita e vide che sul piatto ci stava un pacchetto.Adamo si era precedentemente organizzato per farle trovare
un prezioso regalo.Superfluo dire come lei ringraziò lui...
L'atmosfera era alle stelle come è facile intuire,e per quei due giorni Adamo la ricoprì di attenzioni inaspettate.
Eva,seppur lusingata da questa valanga di emozioni che lui le riversava addosso,cercava di mantenersi con
i piedi ben fissi a terra,e lui accorgendosi che lei non riusciva a lasciarsi andare completamente,capì che avrebbe dovuto
andare oltre...le chiese se allora poteva sentirsi impegnato con lei e glielo chiese con quell'imbarazzo che contraddistingue
chi non ha sicurezza in una risposta positiva...Lei, dopo aver chiarito alcune cose che le stavano particolarmente a cuore gli
rispose di sì....E da lì lui sembrò un fiume in piena,progettarono le loro vacanze insieme,parlarono di come vedersi più spesso
e se era il caso di prendere un appartamento a metà strada l'uno dall'altra,
lui stava mettendo sù casa da solo nella sua città, in vista dell'imminente separazione, e aveva bisogno di consigli su come arredarla,
insomma parlarono di tutti gli argomenti possibili e immaginabili che avrebbe riguardato la loro vita insieme.....
Il distacco fù triste e doloroso....il w.e. era finito, e per il momento ognuno dovette tornare a casa propria.....
...continua.....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PUNTATA N°3

Post n°11 pubblicato il 19 Settembre 2008 da MAN_JA

..e anche quella sera si lasciarono senza che nulla accadesse...anche se Adamo con tutta
la sua signorilità aveva lanciato qualche segnale di avvicinamento fisico che Eva notò
ma non raccolse...le sembrava ancora tutto prematuro.
Continuarono a sentirsi quotidianamente per telefono....lui smaniava dal volerla rivedere,
e lei, in cuor suo,anche.Finalmente trovarono un fine settimana che andasse bene ad entrambi,
decisero di passare due giorni in una città d'arte,dove magari ci sarebbe stata la possibilità
di vedere anche altro nel caso le buone sensazioni che provavano reciprocamente si
fossero rivelate sbagliate,così almeno tra un quadro e una fontana avrebbero passato il tempo.
Non fecero nemmeno in tempo a varcare la porta della stanza dell'hotel che si ritrovarono
catapultati l'un l'altra su quell'immenso letto situato in mezzo alla stanza....
 Lei si ritrovò piacevolmente stupita dai modi di lui...,lui visibilmente esterefatto da quello che aveva trovato sotto
quei vestiti apparentemente normali che non lasciavano trasparire alcunchè.....e non mancò dal farle
tutta una sequela di complimenti che portarono Eva a pensare che la moglie,o meglio la quasi ex moglie, fosse un pò cozza.
Su quel letto ci passarono un paio d'ore...era arrivata l'ora di cena in un battibaleno
e decisero di prendersi una pausa e uscire.Il tempo della cena fù condito da un susseguirsi di carinerie reciproche,
felici di quello che era successo non videro l'ora di tornare nella loro stanza.....
Nel bel mezzo della festa il telefono di Adamo inizia a squillare,era la cozza(?)che con una evidente scusa,vista l'ora,
 lo disturbava, conscia del fatto che lui stava in compagnia.Lui si scusò con Eva dicendo che non avrebbe
potuto non rispondere...per paura che fosse successo qualcosa ai figli.
Il mattino dopo fù un risveglio molto speciale per entrambi,poi si presero il tempo per una passeggiata
fino a quella famosa fontana,ma fù più una scusa per sgranchirsi i muscoli che l'interesse per l'opera
in sè stessa....infreddoliti tornarono in stanza e si riscaldarono di nuovo l'un l'altra.....
Lasciarono l'albergo all'ora di pranzo per avviarsi in un ristorantino che avevano visto
durante "l'ora d'aria" del mattino...Ormai il ghiaccio era definitivamente rotto.
Si lasciarono nel tardo pomeriggio.
I giorni che seguirono furono chiamate su chiamate,
e di sms notturni.......

continua......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PUNTATA N°2

Post n°10 pubblicato il 15 Settembre 2008 da MAN_JA

.....telefonata pregna di buone sensazioni e con la promessa di rivedersi al più presto.
Intanto continuavano a sentirsi quotidianamente,e la conoscenza si stava approfondendo sempre di più
fino a che il loro secondo incontro in una fredda serata d'inverno si materializzò...
Lui  attese che Eva arrivasse nel posto stabilito,mentre lei scendeva dalla sua auto lui
le piazzò sotto il naso un mazzo di inebrianti rose rosse,Eva rimase un pò sconcertata da quel dono,
non ne vedeva il nesso visto che era solo la seconda volta che si vedevano.
Lasciò il mazzo in macchina e si avviarono per una passeggiata per le vie quasi deserte della città.
Adamo iniziò a raccontare della sua situazione famigliare.
Le raccontò che con la moglie aveva problemi da 2-3 anni,che lei aveva "perso la testa" iniziando a
chattare in internet...la sentiva in continuazione al telefono con sconosciuti che con due lusinghe dette bene
riuscivano a illuderla,e che lei ci cascava costantemente...salvo poi tornare a casa con la coda tra le gambe per
le delusini subite da questi uomini.E lui nel mentre non stava certo con le mani in mano a guardare,anche lui si
creava le sue situazioni,solo lo faceva in maniera più furba e soprattutto più riservata.
La goccia che fece traboccare il vaso fù quando lei,dopo che lui aveva già prenotato le vacanze per tutta la famiglia,invece che partire
con loro se ne andò con uno dei tanti uomini conosciuti in internet,
 e stette via una decina di giorni abbandonando marito e figli adolescenti a casa.
Lui dovette occuparsi della prole per tutto questo periodo,senza sapere che spiegazioni dare ai figli per questa improvvisa
sparizione della madre.Come sempre poi lei tornò a casa con la coda tra le gambe e da lì Adamo decise che non era più
il caso di continuare un matrimonio ormai completamente esaurito.
Fece anche un sunto delle pazzie che la moglie ultimamente faceva in campo economico,e di quanto fosse una donna
insopportabilmente petulante e tante altre cose....
Arrivarono al ristorante dove lui aveva prenotato un tavolo,e cenarono allegramente sempre più presi
l'uno dall'altra...
...continua......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PUBBLICITA' PROGRESSO

Post n°9 pubblicato il 12 Settembre 2008 da MAN_JA

Non sò se lo avete capito da soli...ma c'è qualcuno,anzi qualcuna che ce l'ha a morte con me,camuffata da uomo ovviamente...nemmeno le palle per uscire allo scoperto ha.
La signora in questione sembra affetta da una gelosia senza confini che finisce per sfociare in una dialettica da scaricatore di porto.
Come le ho già detto in privato e anche in altre occasioni la sua figura ne esce patetica,oltre che a farmi vergognare di appartenere
al suo stesso sesso.Quando si ha una certa età bisognerebbe abbandonare certi atteggiamenti da adolescente che
 non aiutano a vivere in serenità...serenità che le auguro ovvio,non vorrei mai che
le prendesse un coccolone all'improvviso per colpa dello stress.Se la sua vita non è quello che sperava non è certo colpa mia,ma solo sua.Si facesse un esame
di coscienza,ma di quelli fatti bene senza nascondersi dietro un dito e si accorgerebbe che l'artefice delle sue sventure è solo lei.
Facile dare sempre la colpa a qualcun'altro per la vitaccia che si fà......
Le auguro di trovare la sua strada al più presto perchè veramente non se ne può più!! ;-))
E se trovate delle schede in giro che non parlano bene di me sapete a chi appartengono....;-)
Scrivo questo per lei....io non ho bisogno di avanzare scuse per giustificare le cattiverie che scrive di me,chi mi conosce sà di
che pasta sono fatta,ben lontana dalle descrizioni di lei,ma questo non importa,quello che importa è che se ne faccia una ragione
perchè immagino la vita che sta facendo e in fondo me ne dispiace.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »