Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Ultime visite al Blog

acopmoschettiere62scottiantonio82xavierwheelcarloreomeo0mauriziocamagnaardizzoia.nataliaUnacottailtuocollegaalf.cosmosanna.perri59Lalla3672RomanticPearlangelina414ivri98maurosapucci
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Marzo 2020

 

L'U.E. AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Post n°298 pubblicato il 31 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'Ue fallisce il test sulla solidarietà | L'HuffPost

 

Io credo che anche gli europeisti più convinti si siano resi conto che un U.E. come questa serve a poco, o meglio serve agli interessi di pochi, dei soliti noti. Non è questo il momento dell’inflessibilità, della sprezzante freddezza, dell’intransigenza, questo è il momento in cui l’Unione Europea deve dimostrare di essere innanzitutto una comunità e comportarsi come tale, si deve rendere conto che il periodo dello strozzinaggio è finito, non si possono più sottomettere economicamente intere nazioni pretendendo interessi sempre più esosi sul debito e condizionando sempre più pesantemente la loro politica economica. Se l’U.E. non cambia strategia, se non lo fa ora, in un momento storico così cruciale, credo che essa sia destinata a fallire o a divenire, nella migliore delle ipotesi, un club finanziario a cui sempre meno stati potranno permettersi di appartenere. Io non sono contro l’U.E. io sono contro questa U.E. perché sono convinto che tra il populismo e il servilismo verso di essa vi sia una via di mezzo ed è quella che bisognerebbe perseguire.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL TEMPO DILATATO

Post n°297 pubblicato il 30 Marzo 2020 da carloreomeo0

La relatività del tempo - CoseDiScienza.it

 

Quando tutto questo sarà finito, ci racconteranno, che adesso bisognerà correre di più, per recuperare il tempo perduto, per tentare di recuperare i fatturati perduti, per risanare l’economia del Paese, e allora torneremo a lavorare, e lavoreremo più freneticamente, più duramente, e senza neanche rendercene conto passeremo nuovamente dal lavorare per vivere al vivere per lavorare , perdendo di vista le cose veramente importanti, perché l’imperativo sarà correre! Tanto che molti inizieranno a correre anche senza una meta, senza un obiettivo preciso, pur di omologarsi al sistema, semplicemente perché ci faranno credere che se non corri non esisti. Riprenderemo quindi a correre, ad inquinare più di prima e questo virus e quello  che a causa sua abbiamo vissuto non sarà servito a niente, ma se cambiassimo punto di vista vedremmo in questa segregazione forzata in casa, in questo tempo dilatato, non solo un impedimento ma anche un opportunità, l’opportunità di alimentare il nostro dialogo interiore, di restare con noi stessi, di ascoltarci, di ritrovarci, ma forse è proprio questo che ci fa più paura, ancora più paura del virus. Non sopportiamo tutto questo silenzio, che ci permette di sentire la voce flebile della nostra coscienza, del nostro Io interiore e quello che esso ha da raccontare, questo ci angoscia. La voce della coscienza che da troppo tempo non ascoltiamo, perché la soffochiamo alzando il volume delle cose futili affinché essa si riduca ad un fastidioso fruscio di sottofondo. Questo tempo non sarà perduto, non sarà stato sprecato se lo investiremo in noi stessi e allora non perdiamolo questo tempo, non sprechiamolo ma investiamolo per riscoprire noi stessi senza le interferenze del quotidiano vivere. Partire da noi quindi per ritrovare gli altri, quel sano altruismo, quello vero, di cui spesso, troppo spesso ci dimentichiamo. Reimparando ad apprezzare le piccole cose, le meraviglie che ci circondano e che spesso diamo per scontate, gli affetti, quelli veri, quelli importanti, quelli di cui adesso avvertiamo la mancanza. Imparando a rispettare questo nostro pianeta e tutto quello che di esso ci è mancato in questo periodo di isolamento forzato. 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CARO MATTEO SALVINI...

Post n°296 pubblicato il 29 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: 2 persone, occhiali e barba

Feltri, a mio avviso è indegno persino di scrivere sui muri dei cessi dell’Autogrill”

La lettera che Vittorio Feltri, dalle pagine del suo giornale, Libero, ha indirizzato a Matteo Salvini, sarebbe stato già imbarazzante se a scriverla fosse stato uno dei suoi simpatizzanti, sarebbe stato grave se a scriverla fosse stato un giornalista qualunque, diventa inaccettabile se a scriverla è il direttore di un giornale. Feltri, che a mio avviso è indegno persino di scrivere sui muri dei cessi dell’Autogrill, ma questa è e resta una mia opinione, scrive, riferendosi a Giuseppe Conte, questo significativo passaggio: “Tu non puoi lasciargli delle praterie di consenso, devi frenarlo, abbatterlo, almeno zittirlo. Cavalca la paura delle gente come sai fare tu”, come a sottintendere che l’unico modo di fare “politica” di Salvini è appunto quello di cavalcare la paura, invitandolo a strumentalizzare quindi l’angoscia, la sofferenza, il dolore e la morte causati dal coronavirus a fini politici, per abbattere, zittire il nemico comune Giuseppe Conte, non perché non faccia bene il  suo lavoro, ma per rubargli consensi. Purtroppo quello qui descritto, non è un atteggiamento circoscritto ai protagonisti di questo post ma l’atteggiamento tipico di una certa classe politica, alla quale vorrei dire, questo non è il modo di fare opposizione, questo è il tipo più spregevole e vile di sciacallaggio politico, con il quale avete perso ogni tipo di dignità, non solo come politici ma soprattutto come appartenenti alla razza umana. Ricordo, per chi si fosse distratto, che in questo momento il nemico comune, da frenare, da abbattere, non è il presidente del consiglio ma il coronavirus, questo non è assolutamente il momento per le diatribe politiche o per fare campagna elettorale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RIFLESSI

Post n°295 pubblicato il 28 Marzo 2020 da carloreomeo0

Specchio Riflesso di Corvonevo | Facebook

 

L’unico modo per far riflettere certa gente è metterla di fronte ad uno specchio… in modo che possano riflettersi nella loro stessa inutile arroganza, nella loro irritante saccenza, in modo che possano guardare dritto negli occhi la loro sconfinata ignoranza. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA SUPERBIA DELL'IGNORANZA

Post n°294 pubblicato il 27 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: una o più persone e primo piano, il seguente testo ""Non c'è al mondo persona più ottusa di chi superbamente, credendo d'esser a conoscenza di ogni cosa, preclude al suo intelletto la via della scoperta di ciò che ancora ignora." Wheel"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RESTATE CALMI

Post n°293 pubblicato il 26 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: il seguente testo

“RESTATE A CASA”, questo il ritornello che i mezzi di informazione ci ripetono incessantemente, tanto che il sentircelo ripetere già ci innervosisce, perché non neghiamocelo, questa segregazione forzata in casa crea tensione e non è difficile prevedere che essa aumenterà nei prossimi giorni.
Sento il nervosismo che aumenta quando il sito per fare la spesa online funziona a rilento, e dopo aver impiegato ore a riempire il carrello, il sito si blocca non permettendovi di prenotare il ritiro.
Sento che aumenta ancora di più quando ricevete le catene su Messanger o Whatsapp o i video con le varie teorie complottiste da far girare.
In questi strani giorni, mille sono i motivi per cui innervosirci, dovendo convivere a stretto contatto, costantemente, senza alcuna via di fuga, con altre persone, che possono essere genitori, coniuge, figli, ecc, che sicuramente amiamo, ma che in alcuni momenti diventano per noi esseri insopportabili, fonte di irritazione.
Tutta questa rabbia la sento la avverto, la percepisco nell’aria, essa è quasi tangibile anche a distanza, quindi io direi oltre a restare a casa è altrettanto importante restare calmi.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONFUSIONE DA CORONAVIRUS?

Post n°292 pubblicato il 25 Marzo 2020 da carloreomeo0

Risultato immagini per confusione mentale

 

In questo periodo di totale e comprensibile confusione, c’è chi è passato in poche settimane “dall’apriamo tutto, “usciamo tutti”, “Noi non ci fermiamo perché tutto quello che ci stanno raccontando è solo terrorismo instillato dai media e da un governo incapace e incompetente”, al “bisogna chiudere tutto” e “restate a casa”, “bisognava chiudere tutto prima, la colpa è di questo governo incapace e incompetente”, senza che ciò significhi per loro tornare sui propri passi, contraddirsi o quanto meno aver cambiato opinione, in quanto tutto questo non intacca minimamente il filo logico del loro quotidiano pensare…pensate a quale e quanta confusione hanno in testa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL VIRUS SI CHIAMA: UMANITA'

Post n°291 pubblicato il 24 Marzo 2020 da carloreomeo0

Risultato immagini per uomo distrugge terra pianeta

 

Cambiando radicalmente prospettiva: se il virus per questo pianeta fossimo noi e quello che noi definiamo tale non fosse altro che il vaccino che la terra stessa ha generato per difendersi da quella devastante pandemia chiamata umanità?

In effetti, il virus per questo pianeta, che non è nostro, ma di cui siamo solo ospiti, siamo proprio noi esseri umani, noi che accecati dalla brama di potere, e venerando il Dio denaro, ne abbiamo inquinato i mari e l'aria, che nel nostro delirio di onnipotenza ci siamo arrogati il diritto di piegare al nostro volere la natura, alterandone gli equilibri con effetti catastrofici per la nostra stessa esistenza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TERMINOLOGIE CORRETTE...

Post n°290 pubblicato il 23 Marzo 2020 da carloreomeo0

 

Risultato immagini per coronavirus difendi

Nonostante tutto quello che sta accadendo, c’è chi ancora si chiede, statistiche alla mano, se quella del coronavirus sia più corretto chiamarla epidemia piuttosto che pandemia. Chi si pone un simile quesito sicuramente non ha visto i numeri delle vittime, ordinatamente incasellati nelle statistiche, trasformarsi in un conoscente, un amico o un familiare, perché in quel caso si porrebbe ben altre e più profonde domande. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA SPERANZA

Post n°289 pubblicato il 22 Marzo 2020 da carloreomeo0

Risultato immagini per speranza

 

Io credo che l’unica cosa di cui dovremmo preoccuparci in questo momento, è di fare tutto il possibile, rispettando scupolosamente le regole, affinché il maggior numero di persone possibile possa avere un futuro di cui preoccuparsi, perché è innegabile che il futuro che ci attende sarà pieno di problematiche e di difficoltà, ma sarà sempre meglio di questo nostro presente. Questo non è il momento per sindacare o recriminare, su ciò che si doveva o non si doveva fare per gestire al meglio questa emergenza, ma fare tutto ciò che è in nostro potere affinché essa possa cessare, nel più breve lasso di tempo possibile, facendoci tornare tutti alla nostra vita di sempre, che per quanto simile non sarà più la stessa semplicemente perché quanto abbiamo vissuto e vivremo, ci avrà inevitabilmente cambiati, come sarà cambiata nel bene e nel male anche la società intorno a noi e gli equilibri che la governano.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ESTREMISMO O REALTA'

Post n°288 pubblicato il 21 Marzo 2020 da carloreomeo0

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Io sono sempre stato e resto contro ogni forma di estremismo, però quanto sta accadendo in questi giorni in Italia, il comportamento di certi individui in particolar modo, mi ha fatto capire che siamo totalmente incompatibili con qualunque tipo di governance a matrice democratica, in quanto un governo democratico, affinché possa funzionare efficacemente, ha bisogno di un popolo responsabile, coscienzioso, consapevole, ligio al dovere e rispettoso delle regole, mentre l’italiano medio ha dato prova ampiamente di non possedere nessuna di queste caratteristiche, esso ha bisogno di essere sottomesso ad un potere totalitario, dittatoriale, che imponga le regole dall’alto con fermezza, senza concedere attenuanti e che punisca severamente anche con punizioni corporali i trasgressori.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CORONAVIRUS: IDEOLOGIE CONTRAPPOSTE

Post n°287 pubblicato il 19 Marzo 2020 da carloreomeo0

Risultato immagini per restate a casa

"...a chi crede che stare rinchiusi in casa sia un misura eccessiva, lo invito ad andare in Inghilterra a farsi sputare in faccia in modo da accelerare il processo di immunità di gregge."

A tutti quelli che, numeri alla mano, ancora affermano che si sta creando un allarmismo ingiustificato sul coronavirus, vorrei invitarli a tenere conto del fattore tempo, della rapidità con cui si diffonde il contagio, a tal proposito vorrei ricordare che dal 15 Febbraio al 18 Marzo, quindi in poco più di un mese, solo in Italia si sono registrati 35713 casi, di cui 4025 hanno richiesto il ricovero e 2978 decessi (Fonte World o Meter). Ci tengo a precisare, perché spesso, troppo spesso si tende a dimenticare, che i morti non sono solo freddi numeri, erano persone, esseri umani, proprio come noi, erano nonni e nonne, padri e madri, figli e figlie. Qualcuno obietterà che non si muore per il coronavirus perché spesso esso è una concausa, che porta alla morte individui immunodepressi , persone anziane o con patologie pregresse, lo si afferma con cinismo, quasi come se questo fosse un attenuante per minimizzare la pericolosità del virus, come se questo fosse un effetto collaterale accettabile. Peccato che l’elevato numero dei contagiati le cui sintomatologie hanno richiesto il ricovero, rapportate al relativamente breve lasso di tempo in cui si sono verificate, hanno fatto sì che il nostro sistema sanitario, già piagato e indebolito da anni di politiche economiche scellerate che hanno sempre e solo visto in esso un costo da abbattere, andasse letteralmente in tilt. Gli ospedali, infatti, sono intasati, non ci sono più posti letto, i reparti di terapia intensiva sono al collasso, il personale sanitario è costretto a turni massacranti e ad operare in condizioni a dir poco inaccettabili, tanto che per assurdo oggi si potrebbe rischiare di morire anche per una semplice appendicite. Per chi ancora sostiene che questa sia una semplice influenza, ditegli di spiegarglielo ai bergamaschi che in una settimana hanno visto morire 300 loro concittadini (Fonte: Rai News), che lo spieghino anche al personale medico che da giorni lavora senza sosta nei reparti di terapia intensiva. Mentre a chi crede che stare rinchiusi in casa sia una  misura eccessiva, lo invito ad andare in Inghilterra a farsi sputare in faccia in modo da accelerare il processo di immunità di gregge. Ricordo a tutti, specie a chi sostiene con la classica sicurezza del saccente che sa di sapere pur non sapendo niente, che il “distanziamento sociale”, l’isolarci in casa, tanto per intenderci, non è una stronzata o il capriccio di un governo composto da dementi e incompetenti, ma un protocollo indicato dall’OMS, quale unica arma efficace in assenza di un vaccino, per contenere o quanto meno rallentare un contagio. Per questo “restate a casa” non è un semplice slogan, ma una regola da seguire ferreamente, se davvero vogliamo uscire al più presto da questo incubo.
Attenzione!!!
La pericolosità di questo virus aumenta proporzionalmente alla stupidità che incontra!
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL COGLIONE VIRUS

Post n°286 pubblicato il 16 Marzo 2020 da carloreomeo0

L’uomo in questo video è l’esempio vivente che essere colti non è sinonimo di essere intelligenti. La cosa grave è che quest’uomo diffonde disinformazione, ed è pagato da tutti noi, essendo un parlamentare, e che come tale dovrebbe essere il primo a dare il buon esempio e a rispettare i decreti ministeriali, anche non condividendoli e non invece incitare gli italiani ad infrangerli, cosa ancor più grave è che essendo anche un personaggio pubblico, le sue parole rischiano di avere un seguito. Quest’uomo, come questo suo delirante video sta a testimoniare, non sta bene, ha bisogno di cure o quantomeno di un buon psichiatra. In tutto questo frangente, con gli ospedali al collasso quasi in tutta Italia, con oltre 20mila persone malate, i reparti di terapia intensiva congestionati lui si preoccupa della chiusura dei ristoranti, dei cinema e dei musei. Le argomentazioni di quest’uomo sono talmente vuote che ha bisogno di ripetere ad oltranza epiteti, denigrando pesantemente chiunque non la pensi come lui, sia esso il presidente della repubblica, il presidente del consiglio, il consiglio dei ministri, un eminente virologo, o il singolo cittadino che va in giro con la mascherina. Quest’uomo a un ego immenso e un cervello microscopico, ritenendosi l’unico illuminato, l’unico che ha capito tutto pur non avendo capito niente. La cosa spregevole è che quest’uomo approfitta di questa situazione drammatica per diffamare il governo, per diffamare i sui avversari politici, facendo speculazione politica della peggiore specie, in un momento in cui dovremmo deporre ogni bandiera politica per impugnare, tutti insieme, la bandiera del buonsenso, lui invece gioca sulla salute dei cittadini, di quei cittadini che dovrebbe servire e non deridere. In un Paese normale un uomo come questo dovrebbe essere espulso immediatamente dal parlamento e processato per le leggi che con quanto affermato nel video ha infranto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL VERO VOLTO DELL'U.E.

Post n°285 pubblicato il 13 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: 1 persona

Guardatela bene questa foto, perché questo è il vero volto dell’Europa, quella che chiude le frontiere, che volta le spalle, che non concede sconti. Questa è l’Europa che le uniche politiche economiche che concepisce ed approva sono quelle all’insegna dell’austerity. Io mi chiedo che ce ne facciamo di una Unione Europea che sempre più spesso si comporta da esattore fiscale, che specula economicamente sulle disgrazie dei Paesi membri, diffamando e deridendo, in questo la Francia è inqualificabile, come ancora più inqualificabili sono certi esponenti politici italiani che in un momento così delicato non hanno perso occasione per denigrare all’estero l’operato del governo, ad essi vorrei ricordare che questo non è fare opposizione, questo non è altro che sciacallaggio politico della peggiore specie. Che senso ha quest’Unione Europea, che non ha neanche un protocollo comune per affrontare e contenere emergenze epidemiologiche come quella che stiamo vivendo in questi giorni. Ricordiamolo a questa Europa, che se non siamo uniti non lo sconfiggeremo questo virus, come neanche la crisi economica che inevitabilmente esso genererà.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Post n°284 pubblicato il 10 Marzo 2020 da carloreomeo0

L'immagine può contenere: una o più persone

Anni di politiche economiche scellerate hanno sempre e solo visto nella sanità pubblica, un costo da abbattere, tagliando sul personale, sulle strutture, sulla strumentazione e sulla sperimentazione. Spero che l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questi giorni, faccia capire a tutti i politici, a chi ci governa e a chi ci governerà, che il Servizio Sanitario Nazionale, non è un costo, ma una risorsa fondamentale per il Paese, su cui bisogna investire e non tagliare.
UNA VOLTA PASSATA L’EMERGENZA NON DIMENTICATEVELO!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CORONAVIRUS E ILLUMINATI

Post n°283 pubblicato il 08 Marzo 2020 da carloreomeo0

Risultato immagini per coronavirus sanità italiana

 

Ed eccoli di nuovo all’opera i tuttologi del web, invidiabili trasformisti, artisti della disinformazione di massa, abili complottisti, catastrofisti compulsivi,  che il coronavirus ha trasformato in luminari, in esperti virologi,  infettivologi, economisti. In questi giorni ne abbiamo lette e sentite di tutti i colori. Su questo virus e sulle misure per contenerlo è stato detto tutto e il contrario di tutto, generando solo una gran confusione. Partiamo dal presupposto che siamo governati, come sostengono alcuni, da dei dementi e che conseguentemente siano dementi tutti quelli che cercano di attenersi a ciò che esso stabilisce attraverso i vari decreti. Peccato che l'Italia chiudendo le scuole e certi tipi di attività che prevedono un forte assembramento di persone, non faccia nulla di diverso da quello che altri stati, proporzionalmente ai casi accertati di contagio e all’estensione delle aree focolaio dello stesso, hanno già messo in atto, in quanto si tratta di un protocollo standard emanato dall'OMS denominato "Distanziamento Sociale" che ha come fine quello di rallentare/limitare il diffondersi del contagio. Diamo quindi per scontato che anche altri stati siano governati da dei dementi, vorrei quindi chiedere a tutti gli illuminati che pensano che tali misure preventive siano eccessive, come tenterebbero di rallentare il contagio, che rischia di intasare e di mandare in tilt il sistema sanitario, già fortemente penalizzato da anni di tagli del personale, di strutture e di strumentazione, con il fine di limitarne i costi? O il caso coranavirus per voi è solo una psicosi di massa e quindi l'unica soluzione sarebbe continuare la nostra vita di sempre come se nulla fosse? Ma poniamo anche solo per un attimo il dubbio che abbiate torto, come la congestione di alcune strutture ospedaliere farebbe fortemente supporre, che il contagio sia reale e che ignorandolo volutamente, per non uccidere l'economia del Paese, non si faccia altro che incrementarlo, accelerarlo,  intasando così le strutture sanitarie, facendo considerevolmente aumentare il numero dei contagiati e conseguentemente anche delle vittime, la maggior parte delle quali magari si potevano salvare se avessero ricevuto cure adeguate, se i reparti di terapia intensiva non fossero stati congestionati. In questo modo si sarebbe comunque arrivati al punto di uccidere l'economia del Paese, oltre che una buona parte del suo popolo o sbaglio? O per voi tutto questo non sono altro che effetti collaterali facilmente trascurabili? Al di la delle chiacchiere, delle critiche sterili, ditemi se sareste voi al governo cosa fareste? Preciso io non sto dalla parte del governo, che tra l’altro non mi è particolarmente simpatico, ma credo che questo sia il momento di deporre ogni bandiera politica e di impugnare e sventolare la bandiera del buon senso, lasciando da parte le critiche sterili, specie se dettate da appartenenze politiche o per stupidi istinti di ribellione.  Basta pensare solo a noi stessi, pensiamo al benessere della collettività, ai più deboli, a chi è più esposto agli effetti devastanti di questo virus, in questo momento come non mai, se non vogliamo farlo per noi stessi, dobbiamo essere altruisti, limitando la nostra libertà, affinché altri siano liberi di non ammalarsi a causa della nostra incoscienza. Tutto questo ha un nome, si chiama senso civico, che è alla base di ogni civiltà degna di essere considerata tale, altrimenti dimostreremo di non essere altro che una massa di individui che ha come unico punto in comune quello di vivere nello stesso territorio, una nazione chiamata Italia.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUGURI A TUTTE LE DONNE!!!

Post n°282 pubblicato il 07 Marzo 2020 da carloreomeo0

E comunque sei mia per me rimane sempre la frase più bella da dire ad una donna

 

Nella frase "sei mia" io non vi scorgo alcuna traccia di sentimento, meno che mai di amore, ma solo un senso di possesso fine a se stesso, egoistico, che spesso esasperato all'eccesso porta ai tragici fatti di cronaca che tutti noi conosciamo, porta tanto per essere chiari alla violenza sulle donne, a quegli atti di violenza che spesso, troppo spesso culminano con il femminicidio. Ricordiamoci invece, che le Donne, siano esse fidanzate mogli o ex, non sono un oggetto da possedere o da ostentare e quindi non appartengono a nessuno se non ad esse stesse e che nessun uomo si dovrà mai permettere di arrogarsi alcun diritto di proprietà nei loro confronti. Questo è il seme che dobbiamo piantare nelle nostre menti e nei nostri cuori, questo è il seme che dobbiamo tramandare ai nostri figli, affinché germogliando esso possa relegare gli atti di violenza contro le donne ad un oscuro passato in cui regnava l'ignoranza. Del resto viviamo in un società consumistica e fondamentalmente materialista, tale da far nascere in noi una percezione distorta della realtà che può spingerci a considerare normale trasformare la persona che crediamo di amare, in un oggetto, e il sentimento in un bene di consumo. Prendere atto e rivendicare con forza e determinazione che tutto questo non può e non deve rientrare nella normalità delle cose è il primo decisivo passo per porre fine alla violenza sulle donne, sia essa fisica o psicologica. Facciamolo questo primo passo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso