Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Ultime visite al Blog

carloreomeo0ITALIANOinATTESAthorn2021alberto.gambinerijigendaisukeprefazione09tempestadamore_1967xavierwheelmiccoli_48chiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_sQuartoProvvisoriocristiano.bertedi.bianchini
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Gennaio 2021

 

ARRINGA DIFENSIVA

Post n°423 pubblicato il 31 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

In molti accusano chi alle ultime elezioni ha votato il M5S di aver danneggiato l’Italia, affidandola a persone incompetenti e inesperte, visto che anch’io, essendo parte in causa, mi sono sentito spesso come trascinato in tribunale da simili accusatori, al cospetto dei quali, se mi fosse concesso però mi piacerebbe controbattere, lanciando la seguente arringa difensiva:

In merito all’accusa che mi viene mossa e che mi vede qui in veste di coimputato, vorrei dire a mia discolpa che ero inconsapevole del fatto di come il M5S avrebbe governato essendo esso alla prima esperienza di governo e a loro e a mia difesa vorrei invitare i giurati qui presenti, a considerare il fatto che tal governo si è trovato a fronteggiare una pandemia con conseguente crisi economica, sociale e sanitaria senza precedenti, nel gestire la quale hanno sì fatto degli errori dovuti alla loro inesperienza, alla loro ingenuità e incompetenza ma che i danni che gli sono stati ascritti dovrebbero essere contestualizzati, rapportati e ridimensionati al momento storico e alle circostanze in cui si sono verificati. Signori giurati parliamoci sinceramente, ho visto governi che in tempi più gestibili hanno danneggiato questo Paese ancor più pesantemente, ho visto politici di professione mettere deliberatamente la loro esperienza e competenza al servizio di interessi personali e di partito a discapito di quel popolo italiano che erano stati chiamati a servire. Li ho visti danneggiare consapevolmente, intenzionalmente il Paese per perseguire i loro giochi di potere e di palazzo. Se proprio mi si vuole accusare per quel voto dato con inconsapevolezza, allora chiedo, anzi pretendo che tale metro di giudizio venga applicato anche a chi per anni, caparbiamente, premeditatamente ha continuato a votare imperterrito gli stessi partiti anche quando sentenze inappellabili hanno appurato che i loro candidati erano stati condannati per collusione con la mafia, corruzione, appropriazione indebita e altri e gravi reati ai danni dello Stato. Signori della giuria vi invito a stare moto attenti, perché simili elettori li vedo anche fra le fila dei miei accusatori e per loro la condanna, a parer mio, dovrebbe essere ancora più severa ed esemplare, in quanto trattassi di reiterazione di reato continuato e aggravato ai danni del popolo italiano. Cari giurati considerando tali fatti e simili elettori ed in confronto ad essi e ai danni che indirettamente hanno causato all’Italia, io mi proclamo innocente e chiedo l’assoluzione con formula piena per ogni reato a me ascritto in correlazione al voto da me espresso il 4 marzo 2018.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MALINCONIA

Post n°422 pubblicato il 30 Gennaio 2021 da carloreomeo0

Mi sa che sto diventando un nostalgico, mi sa che è l’età che comporta questa nostalgia dei tempi andati, ma è comunque strano constatare come in certi giorni passi più tempo a rimembrare il passato che a vivere il presente, spero si tratti solo di un periodo particolarmente malinconico, indotto da questo clima invernale, dalle limitazioni imposte dal covid. Spero…

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COSA NE PENSATE DI UN UOMO CHE PIANGE?

Post n°421 pubblicato il 29 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Sono consapevole che in questa società, sono ancora in molti a credere che gli uomini, quelli veri, non debbano piangere mai e chi trasgredisce questa regola non scritta, viene considerato un essere debole, fragile. Io vi confesso, senza alcun tipo di vergogna e senza che senta minata la mia mascolinità o la mia dignità, che nella mia vita ho pianto ogni qual volta ho provato emozioni così forti e intense, così irruenti e incontenibili da rompere ogni argine interno fino a traboccarmi dagli occhi. Nelle lacrime ho trovato conforto, attraverso di esse ho buttato fuori rabbia, dolore, rancore e frustrazione, ho pianto per amore e per la sua assenza, persino la gioia ho tramutato in lacrime. Non mi disturba affatto sapere che dentro di me vi è un mare in tumulto di emozioni e di sentimenti che può tramutarsi in tempesta, perché credo risieda proprio nei profondi abissi di questo mare interno quell’essenza che ci rende veramente umani, specie quando essa è così forte, così dirompente da prevalere sull’istinto primordiale che ancora alberga in noi. Io credo che fino a quando, uomini e donne saranno capaci di emozionarsi fino alle lacrime,  di provare sentimenti così intensi da trasformarsi in pianto, la razza umana avrà ancora una speranza, quando e se dovesse perdere questa sua peculiarità, quello sarà l'inizio della fine.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RIFLETTENDO...

Post n°420 pubblicato il 28 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Apprezza quello che hai perché potresti soffrire se dovessi perderlo e ambisci a ottenere quello che ancora non hai, per assaporare la gioia che la sua conquista sarà in grado di regalarti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LO STRUZZO

Post n°419 pubblicato il 27 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Lo so che vi hanno fatto credere che la colpa per avervi recluso in casa, per avervi confinato in zone rosse, arancioni o gialle è stato un presidente del consiglio incapace e non una pandemia.

Lo so che vi hanno fatto credere che la chiusura dei ristoranti e di vari locali pubblici, con tutte le limitazioni che hanno indebolito la nostra economia e penalizzato fortemente la nostra vita sociale, sono state causate da dei DPCM ingiusti e insensati e non resi necessari per tentare di circoscrivere un virus con un alto tasso di infettività.  

Lo so che vi hanno fatto credere che il ritardo nella campagna vaccinale sia dovuto ad un governo incapace persino di pianificare una vaccinazione di massa e non causato dal fatto che le case farmaceutiche non stanno rispettano i tempi di consegna, non solo in Italia ma anche in altri Paesi del mondo.

Lo so che per voi è più facile credere a queste false verità piuttosto che affrontare la realtà dei fatti, ma in un futuro non molto lontano potreste essere costretti dagli eventi stessi a scegliere fra due sole alternative:

 1) Prendere coscienza che le cose non stanno proprio così come ve le hanno raccontate.

 2) Ficcare ancora più a fondo la testa nella sabbia come gli struzzi, ma attenzione, ricordatevi sempre che più ficcate la testa nella sabbia e più lasciate il vostro culo esposto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'ITALIA COME IL TITANIC?

Post n°418 pubblicato il 26 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Vi confesso che sono preoccupato, preoccupato del fatto che uscendo Conte, non so chi ci ritroveremo al comando. Preoccupato perché in questi anni ho visto al comando della nave Italia, di questa nostra Italia, capitani che hanno rischiato di farla affondare quando il mare era calmo e che di certo non vorrei vedere al timone ora, con il mare in tempesta. Sono preoccupato perché so che in questi frangenti c’è sempre un iceberg in agguato, lo so che quell’ipotetico capitano e il suo ipotetico equipaggio vi hanno raccontato che con loro al comando la nave diventerà inaffondabile e che nella peggiore delle ipotesi ci sono scialuppe di salvataggio per tutti, ma credetemi conosco questa storia e vi assicuro che le cose non stanno proprio così. Non ci sono scialuppe per salvare tutti e quelle poche disponibili se le sono già accaparrate i soliti noti, inoltre in questa variante della storia si scopre che quell’ipotetico capitano, con il suo ipotetico equipaggio, sono in realtà dei pirati della peggiore specie, che prima di far affondare la nave Italia e mettersi in salvo sulle scialuppe non solo deprederanno i suoi passeggeri, ma si impossesseranno anche dei forzieri carichi di quell’oro proveniente dalle fregate europee che la nave Italia custodirà nella sua stiva. Una tale tragedia sarà immortalata nei libri di storia, come monito perenne affinché altre navi nazioni non commettano lo stesso errore dell’inabissata nave Italia.  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL CIRCO DELLA POLITICA

Post n°417 pubblicato il 25 Gennaio 2021 da carloreomeo0

Io mi chiedo come si possa ancora definire con il termine politica questo grande circo, questo carrozzone instabile, in cui spiccano sempre di più ineguagliabili funambolisti, abili giocolieri, teatranti da strapazzo, clown capaci di suscitare solo risate amare, trasformisti navigati, domatori dei mezzi d’informazione, incantatori di folle, illusionisti specializzati nel far sparire denaro pubblico, egocentrici imbonitori di se stessi. Io mi chiedo come si possa ancora accettare questo spregevole modo di fare politica, come si possa ancora sopportare l’arroganza e la superbia di certi personaggi politici, privi di scrupoli e di qualunque forma di coscienza, di qualunque morale, etica o valore. Io mi chiedo con quale coraggio si possa ancora riporre fiducia in questi politicanti, quale aberrante forma di masochismo possa spingere le masse a idolatrarli, quale delirio collettivo abbia obnubilato le menti dei fanatici della politica al punto da alterarne la percezione della realtà.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCANDALI REGIONE LOMBARDIA: NEGLIGENZA O INTENZIONALITA'

Post n°416 pubblicato il 24 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

La Lombardia è stata la regione, che nella prima ondata ha avuto i maggiori focolai del virus e in cui è stata gestita peggio l’emergenza sanitaria, che ha impiegato troppo tempo per definire e delimitare le zone rosse, ritardo che insieme ad altre negligenze, ha contribuito a aumentare il numero delle vittime del Covid, mandando letteralmente in tilt il sistema sanitario regionale. Sempre la Lombardia è stata la regione che ha inviato in ritardo i dati per richiedere la cassa integrazione, facendo crescere il disagio di intere famiglie che si sono trovate da un momento all’altro senza alcun sostegno economico, abbandonate a se stesse.

Come se tutto questo non bastasse in questi giorni la regione Lombardia è stata coinvolta in un altro scandalo: dopo che per settimane il suo governatore, Attilio Fontana, aveva accusato il governo di averla ingiustamente relegata in zona rossa danneggiandola a livello economico e sociale, si scopre che la zona rossa le era stata imposta perché per mesi la regione stessa aveva inviato i dati sbagliati all’ISS.

Tenendo conto che ognuno di questi eventi è stato impugnato a livello politico, con il preciso scopo di infangare l’operato del governo, io mi chiedo alla luce di tutto questo, possiamo ancora credere che si tratti solo di una serie di incredibili coincidenze, possiamo ancora parlare di negligenza, di disorganizzazione o possiamo avere il legittimo sospetto che vi sia intenzionalità in tutto questo?  

Io sarò un malpensante, uno che cerca il marcio in ogni cosa, ma ho la sensazione che quanto accaduto non sia altro che il palesarsi di un atteggiamento che si sta perpetrando da tempo, da troppo tempo, che consiste in un certo modo di fare politica in cui si crea un problema o se ne amplifica uno già esistente solo per avere il pretesto di lamentarsene, di strumentalizzarlo per incitare le masse, per far crescere l’odio, la rabbia, il disagio, la disperazione, la frustrazione e la paura per poi cavalcare tutto questo per scopi politici. Questo modo di fare politica non solo non mi piace, ma mi preoccupa e mi fa paura, perché per raggiungere i suoi fini non tiene conto dei morti, delle sofferenze fisiche e psichiche, del disagio economico e sociale che arreca, perché considera tutto questo alla stregua di danni collaterali.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA VERITA'

Post n°415 pubblicato il 23 Gennaio 2021 da carloreomeo0

La verità è un lusso che non sempre possiamo permetterci.

Xavier Wheel

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PANDEMIA O MALGOVERNO?

Post n°414 pubblicato il 22 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Io vorrei che finalmente si iniziasse a non attribuire i problemi derivanti da una pandemia ad un malgoverno, ad una cattiva gestione dell'emergenza, prendendo coscienza della realtà in cui stiamo vivendo, senza alcun tipo di pregiudizio, senza che subentrino tifoserie politiche, teorie complottiste o negazioniste ad inquinare il nostro giudizio. Allo stesso tempo vorrei che chi ci governa non si nascondesse dietro la pandemia per coprire i propri errori, in quanto credo che non serva a nessuno strumentalizzare per fini politici quanto sta accadendo, di certo non aiuta a risolvere il problema, come non risolve il problema alimentare il terrorismo o l’allarmismo ingiustificato.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VIVI IL TUO TEMPO

Post n°413 pubblicato il 21 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Visto che il tempo non si può fermare vivetene intensamente ogni suo attimo.

Visto che il tempo scorre, ma non è un nastro che si può riavvolgere per rivivere ciò che si è vissuto, assaporatene ora ogni istante in quanto unico e irrepetibile.

Visto che il tempo non fa sconti a nessuno, voi non datelo mai per scontato.

Visto che il tempo non si può comprare, investitelo bene decidendo di dedicarlo alle persone che veramente lo meritano.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AMICI POCO AMICHEVOLI

Post n°412 pubblicato il 20 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

…e poi ci sono quelli che tu scrivi dei post che vanno dall’impollinazione dei fiori alle meraviglie della fisica quantistica e loro proprio non ti cagano, neanche un like, silenzio totale che si può protrarre per mesi, tanto che ti preoccupi, e ti chiedi: ma saranno ancora nella mia lista amici, controlli, tiri un sospiro di sollievo, sono ancora lì. Se però per sbaglio scrivi un post che contiene le parole “politica” o che racchiude il nome di qualche partito e che esprime un’idea politica che è in conflitto con la loro ideologia o che possa accendere il sospetto che tu possa pensare diversamente da loro su qualunque tema politico, allora cominciano a commentare a raffica, coinvolgendoti in una discussione senza fine, in un botta e risposta di messaggi, alla fine dei quali finisci per dargli ragione, no perché sei arrivato a pensarla come loro, ma perché sei arrivato allo sfinimento mentale. Sospetto che siano in possesso di un programma in grado di allertarli nel caso in cui all’interno di un post vi siano delle parole chiave quali: I nomi dei vari personaggi politici o il nome di un qualunque partito, se poi tali parametri si trovano all’interno dello stesso post e ripetuti, allora in segnale di allerta inizia a lampeggiare nelle loro teste. Credetemi simili personaggi anche se figurano fra i vostri amici, non hanno niente di amichevole, sono stati messi lì da qualche ente segreto, talmente segreto che neanche loro sanno di farne parte, per controllarvi, per uccidere sul nascere ogni vostra forma di pensiero politico che si discosti dal loro personalissimo concetto di giusto o sbagliato.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NOSTALGIA

Post n°411 pubblicato il 19 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Non dovremmo mai essere malinconici o nostalgici quando la vita ci allontana dai luoghi che riteniamo essere nostri, come il luogo in cui siamo nati, la città in cui abbiamo vissuto, la nazione che chiamiamo patria, la razza a cui rivendicare di appartenere. In realtà, la nostalgia per la terra natia, il sentimento nazionalista, la stessa ideologia di razza non sono altro che conformismi mentali dettatici e inculcatici dalla società in cui viviamo ma che in realtà non ci appartengono. L’essere umano nasce libero, senza radici, né fisiche né mentali, niente e nessuno può rivendicarne il possesso perché esso appartiene solo e unicamente a se stesso, nessuna bandiera può condizionarne i comportamenti, i pensieri, le ideologie. La nostra vera natura, se sapessimo ancora ascoltarla, ci spingerebbe ad avere nostalgia di tutti quei luoghi che non abbiamo visitato, per tutto ciò che non abbiamo mai visto ma di cui percepiamo l’esistenza, dei veri amici che non abbiamo mai incontrato, delle donne che non abbiamo incrociato sul nostro cammino ma di cui ci saremmo potuti innamorare perdutamente. Per i libri non letti o per quelli letti a metà, per tutte quelle esperienze mai provate ma che avremmo fortemente voluto vivere. Di tutto questo, dovremmo avere autentica nostalgia, perché è di questo nutrimento che la nostra anima ha davvero bisogno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LIMITI

Post n°410 pubblicato il 18 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Qual è il peso delle emozioni che un cuore è in grado di sopportare prima di spezzarsi?

Quante lacrime si possono versare prima che i nostri occhi si inaridiscano?

Quanta rabbia siamo capaci di reprimere prima che i nostri nervi cedano?

Quanto dolore possiamo sopportare prima che esso ci soffochi?

Fino a quale livello di frustrazione possiamo arrivare prima che essa metta radici in noi?

 

Quante provocazioni possiamo tollerare prima di reagire?

Quante delusioni possiamo subire prima che l’indifferenza divenga la nostra unica reazione?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FUNAMBULISTI DELLA POLITICA

Post n°409 pubblicato il 17 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Strana questa nostra Italia, dove nessun governo dal dopoguerra ad oggi è mai riuscito ad arrivare a fine mandato, nessuna legislatura infatti, è durata per i 5 anni previsti dalla costituzione, c’è sempre stata una crisi di governo che le ha fatte cadere prima, neanche una pandemia è riuscita a disinnescare questo meccanismo perverso. Si potrebbe pensare che tutte queste non siano altro che una serie di incredibili coincidenze, oppure la prova incontrovertibile, che la governance di questo Paese si regge da sempre su equilibri talmente instabili che basta un soffio di vento per far cadere un governo. Visto il perdurare nel tempo di questa condizione di instabilità, mi viene il sospetto che essa sia indotta tramite un sistema creato ad hoc non solo per generarla ma anche per perpetuarla. Tale sospetto si acuisce quando vedo che questo sistema premia i funambulisti della politica, quelli abili a mantenere l’equilibrio tra maggioranze risicate e traballanti, dove bisogna essere molto rapidi nel cambiare posizione, opinione o schieramento politico in base a come tira il vento, quelli che anche quando mettono un piede in fallo sono bravi a ristabilizzarsi facendo finta che quel barcollamento facesse parte dello spettacolo e quando infine, a furia di tirarla la corda si spezza, la loro abilità diviene arte, un'arte in cui sono insuperabili, quella del cadere sempre in piedi. A simili personaggi poco importa se una tale instabilità politica danneggia pesantemente una parte del Paese, semplicemente perché la parte danneggiata non è quella a cui essi appartengono.   

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUALE DEMOCRAZIA VIGE IN ITALIA?

Post n°408 pubblicato il 16 Gennaio 2021 da carloreomeo0

A chi vi dice: “L’Italia è un Paese democratico in quanto nella sua costituzione è sancita la libertà di pensiero e il diritto di voto,” chiedetegli semplicemente di spiegarvi con fatti concreti, quanto sia incisivo il voto del popolo italiano nella vita politica di questo Paese? A che serve essere liberi di pensare se poi il nostro pensiero espresso e concretizzato nell’espressione di voto viene poi calpestato o ribaltato dagli inciuci, da improbabili alleanze, post voto, fra forze politiche contrapposte, unitesi con l’unico intento di accaparrarsi qualche poltrona, inquinato dai vari rimpasti, oltraggiato dalle defezioni di chi con troppa facilità è disposto a cambiare partito, non per salvaguardare la sua ideologia politica o i suoi valori, ma per semplice opportunismo, umiliato dai giochi di potere. Il tutto tutelato e sancito sempre da quella costituzione che tra i suoi principi fondamentali stabilisce che il popolo è sovrano, sì, un sovrano che i suoi stessi principi hanno però costretto ad abdicare da tempo in virtù di poteri più forti, che mirano ad interessi più subdoli e di cui esso è divenuto volontariamente o meno complice.  Tutto questo rappresenta un altro, l’ennesimo cortocircuito mentale tipicamente italiano.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ANOMALIA ITALIANA

Post n°407 pubblicato il 15 Gennaio 2021 da carloreomeo0

In un Paese normale, con una pandemia in atto che sta mettendo in ginocchio l’economia mondiale e a rischio la salute pubblica, tutte le forze politiche sarebbero coese in un unico obiettivo, limitare i danni. In questa anomalia italiana assistiamo invece a un tutti contro tutti, a una caccia alla poltrona veramente squallida e grottesca, dove ognuno si atteggia a salvatore della patria, mentre in realtà ciò che veramente gli preme e mettere le mani sui 209 miliardi di euro che arriveranno dall’U.E. e per salvaguardare il popolo italiano e l’economia di questo paese, non restano che tante belle parole ma pochi fatti concreti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA SOLITUDINE

Post n°406 pubblicato il 14 Gennaio 2021 da carloreomeo0

La solitudine è il male che affligge questo nostro tempo, questa nostra società che apparentemente sembra improntata verso la socializzazione ma che in realtà fa di tutto per far divenire sterili, stereotipati i rapporti umani, tanto che per assurdo ci si può sentire soli anche in mezzo a migliaia di persone, perché la solitudine non è una condizione ma uno stato d’animo. Il Covid non ha fatto altro che accentuare questo malessere in chi già ne soffriva, contemporaneamente ha fatto sì che venissero allo scoperto quei personaggi che il distanziamento sociale lo praticavano già prima che vi fossero i DPCM a regolarizzarlo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BISOGNO DI SCRIVERE

Post n°405 pubblicato il 13 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Credo che senza un pezzo di carta e una penna con cui poter annotare impressioni, pensieri, riflessioni, rischierei di impazzire, ho letteralmente bisogno di scrivere, non in funzione di essere letto, ma della scrittura fine a se stessa, tramite la quale, esternare ciò che ho dentro. Non una sorta di diario, neanche un qualcosa di particolarmente introspettivo, ma scrivere anche con distacco di ciò che mi circonda, della società in cui vivo e di cui faccio parte, mi aiuta, mi è di supporto per capire meglio ciò che di essa penso. Lo avrete notato, difficilmente scrivo direttamente di me, di ciò che mi coinvolge, di ciò che mi turba o di ciò che mi rilassa, ma la realtà è che quando si scrive, anche di cose che non ci coinvolgono direttamente, qualcosa trapela, fosse anche fra le righe e allora contaminiamo la scrittura con particelle infinitesimali di noi, del nostro essere ed è giusto che sia così, perché essa ci appartiene. Se poi la scrittura diventa introspettiva, essa diviene un potente strumento di autoanalisi, per alimentare il nostro dialogo interiore, che non dovrebbe mai cessare o meglio che non dovremmo mai ignorare.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCHIZOFRENIA DEMOCRATICA

Post n°404 pubblicato il 12 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

Italia Viva, un partitino che raggiunge a stento il 3% dei consensi, nato da una costola del PD e formato da defezionari che derivano da diverse correnti politiche e per cui nessuno ha mai votato, per il semplice fato che al momento delle elezioni esso non esisteva, ma che ciò nonostante fa parte della maggioranza di governo, riesce a tenere sotto ricatto, avendo i numeri per farlo cadere un governo insediatosi raggruppando e sommando i voti di due correnti politiche, PD e M5S, che in campagna elettorale erano addirittura contrapposte. Il tutto in un clima politico italiano dai toni da campagna elettorale perenne e un’emergenza sanitaria senza precedenti scatenata da una pandemia, le cui linee guida per contenerla stanno mettendo in ginocchio economicamente e politicamente il mondo intero.

Questa che potrebbe sembrare la trama di un film fantapolitico, apocalittico di quart’ordine, è la realtà in cui stiamo vivendo in questo Paese, in cui il significato della parola democrazia è stato talmente esasperato, dilatato da essere divenuta schizofrenica, delirante, al punto da rinnegare se stessa.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso