Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Ultime visite al Blog

carloreomeo0ITALIANOinATTESAthorn2021alberto.gambinerijigendaisukeprefazione09tempestadamore_1967xavierwheelmiccoli_48chiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_sQuartoProvvisoriocristiano.bertedi.bianchini
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 01/02/2021

 

LETTERA DI UN PADRE

Post n°424 pubblicato il 01 Febbraio 2021 da carloreomeo0

 

Ricorda figlio mio, ti ho sempre insegnato che le cose vecchie quando si rompono a volte si possono aggiustare, mentre la società in cui sei cresciuto ha cercato di convincerti che vecchio sia sinonimo di inutile, che quando qualcosa si rompe la si butta e se è ancora funzionante ma obsoleta la si ripone in un cassetto per poi dimenticarsene. Ti prego, non dimenticarmi in qualche cassetto della tua memoria, non mettermi da parte, fammi sentire che faccio ancora parte della tua vita, che ho ancora un posto nel tuo cuore, fai che i miei insegnamenti prevalgano su questa società fredda e cinica.

Figlio mio, se arriverà quel tempo in cui ti racconterò mille volte gli stessi aneddoti, sii paziente, e ascoltami con lo stesso piacere con cui non ti stanchi mai di riascoltare le tue canzoni preferite, di continuare a rileggere i libri che più hai amato o di rivedere i film che ti hanno appassionato, perché vedi la mia memoria inizierà a vacillare, ed allora in questo modo vorrò tramandarti parte del mio vissuto affinché non vada perduto e continui a vivere attraverso di te.  

Figlio mio, con il passare del tempo mi sentirò sempre più inadatto a questa vita, ti prego non aggravare questo mio senso di inadeguatezza facendomi sentire inutile, fammi divenire il cantastorie dei miei nipoti, il loro compagno di giochi, scoprirai che per molti versi la vecchiaia e la fanciullezza hanno molti punti in comune.

Figlio mio, sappi che farò tutto il possibile affinché ciò non accada, ma se mio malgrado dovesse accadere che io divenga un peso per te, ti prego non farmelo pesare.

Figlio mio, potrebbe arrivare il giorno in cui io non ti riconoscerò più, ma sappi che anche se il mio cervello perderà colpi e ricordi, il mio cuore saprà sempre chi sei, fino al suo ultimo battito.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso