Creato da: didone80 il 05/02/2005

zuccheroEpeperoncino
   
PER AMORE E PER DELIZIA AGGIUNGI ALLA TUA VITA UN Pò DI ZUCCHERO E PEPERONCINO , è QUESTA LA RICETTA PER UN VIVERE DIVINO !!

Solo l'amministratore può inviare MMS ed SMS su questo blog!
 
 

   Messaggio N° 46 09-05-2005 
 

NUOVA FIAMMA PER DADE

Venerdì sera ci troviamo tutti a casa di Dade per mangiarci una pizza e vedere un film . Mentre me ne stavo seduta tranquilla nel mio angolino a mangiarmi la mia bella fetta di pizza , Dade si siede vicino a me , non dice niente per un po’ , poi io comincio a irritarmi , perché lui sta li a guardarmi mentre mangio , ed è una cosa che proprio non sopporto , così glielo faccio presente , vedo che rimane un attimo imbarazzato , smetto di mangiare e lo squadro un attimo .

-         sto uscendo con una tipa –

-         sono contenta per te …spero che non sia la Bea però …-

-         no , è una che ho conosciuto al lavoro , gli ho montato la caldaia –

-         bene , spero che non ti sia saltato in mente di portarla in campagna alla prima uscita !-

-         ma figurati , l’ho portata al lago –

-         o mamma mia , allora è una roba seria –

-         speriamo …-

-         si , speriamo ! –

gli ho sorriso , gli ho dato un bacio sulla guancia e se ne è andato a chiacchierare con gli altri tutto contento e sollevato , perché ha visto che io non avevo niente in contrario sulla cosa e non mi dava fastidio !

Gli uomini ! a volte sembrano proprio dei bambini !

Ma devo dire che mi ha fatto parecchio piacere il fatto che mi abbia chiesto se la cosa mi faceva piacere o no , vuol dire che dopo tutto a me ci tiene , almeno come amica !

Sono contenta per lui , speriamo sia la donna giusta !

 
Inviato da didone80 @ 12:13
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 47 09-05-2005 
 

TUTTO è BENE QUEL CHE FINISCE BENE

Ieri sono andata in ospedale a vedere come era andato l’intervento che doveva fare l’Ale , quando sono entrata nella sua stanza ci ho trovato anche il mane e i genitori di lei , è andato tutto per il meglio e oggi è già tornata in pista come fosse nuova ! Dopotutto si è risolta ogni cosa per il meglio , diciamo che sul caso s’è fatto “ molto rumore per nulla “ ,e meno male che questo rumore non è arrivato alle orecchie di qualcuno che l’avrebbe fatto risultare assordante soprattutto alle orecchie dei loro genitori .

Lo dico sempre io , tutto è bene quel che finisce bene !

 
Inviato da didone80 @ 12:14
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 48 14-06-2005 
 

UN LIBRO INTERESSANTE

Ho finito proprio ieri  la lettura di un libro scritto da Susanna Agnelli , che è stato premio bancarella nel 1975 , si intitola “ vestivamo alla marinara “ .

L’ho scovato quasi per caso su una bancarella di libri usati , la copertina verde da rilegatura rigida , il titolo stampato a tutto campo in caratteri d’oro .

Non riportava né trama , né una piccola biografia che di solito si trova su qualsiasi libro . Ricordavo però vagamente che Susanna Agnelli aveva scritto un libro , una sorta di memorie , avevo letto un articolo anni fa a proposito di questo su un quotidiano , non mi ricordo nemmeno quale , insomma sono rimasta così incuriosita che l’ho comprato per una bazzecola di cifra tipo tre euro .

L’ho iniziato un po’ perplessa ma alla fine l’ho trovato così bello che l’ho letto in soli due giorni .

Parla della sua giovinezza , della seconda guerra mondiale e di come l’ha vissuta lei in quanto faceva parte della croce rossa , dei suoi amori passati e del mondo politico italiano di quei tempi .E’ davvero sorprendente scoprire quante persone conosceva che oggi sono parte della storia d’Italia e che noi comuni mortali ne abbiamo al massimo letto i nomi nei libri di scuola  , da Galeazzo ed Edda Ciano , la principessa di Trabia , Maria Josè , Ottavio Montezemolo e via dicendo.  Ha avuto una vita intensa la signora Agnelli e devo dire che una volta finito di leggere il suo libro ho provato una punta d’invidia per tutto quello che ha potuto fare , vedere , dire e conoscere e a vederla ora , così tranquilla , composta e signorile non si direbbe affatto .

Bhe , non posso fare altro che consigliare di leggerlo , il suo libro , davvero bello , mi ha conquistato !

 
Inviato da didone80 @ 21:00
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 49 14-06-2005 
 

UN NUOVO ARRIVATO

Sabato è arrivato nella nostra compagnia un nuovo inquilino , si chiama Alessandro , era un compagno di classe di Mirko alle superiori che si è trasferito qui dalla città per lavoro perché era scomodo per lui andare avanti e indietro .Così adesso è entrato a far parte della nostra compagnia siccome in città non aveva molti amici perché li ha persi quasi tutti a causa della sua ex con cui si è lasciato quattro mesi fa . ( tutte queste notizie mi vengono da Mirko naturalmente ).

Allora , Sabato quando ho saputo che c’era un nuovo inquilino ero abbastanza curiosa di sapere che tipo era , poi quando l’ho visto sono rimasta di pietra e altrettanto quando poi ci ho parlato . Spiego . Fisicamente è ….wow!.... credo che basti questa parola , sarà alto circa un metro e ottanta , fisico da urlare , la carnagione scura su cui spiccano due occhi che più azzurri non si può , ero imbambolata come del resto lo erano tutte le donne della compagnia , poi però , che caratterino ! Parlandoci mi sono accorta che di punti di contatto con lui ne ho ben pochi , interessi totalmente diversi , la pensiamo in modo diverso quasi su tutto , e poi dio , vuole sempre avere ragione lui ! e quando un uomo fa così mi manda abbastanza in bestia , è un mio difetto spaventoso , non sopporto proprio di essere contraddetta soprattutto se so di aver ragione !; e poi , è abbastanza anarchico , se ne infischia di quello che pensi di lui e certamente la modestia non è il suo forte , insomma alla fine l’ho trovato abbastanza irritante e poi non chiede mai scusa !

Mirko ha detto che si è trovato davvero bene con lui a scuola , sono ottimi amici , erano anche compagni di banco e che con lui si diverte un mondo , perché oltretutto è anche uno che cucca parecchio e che a dirla tutta anche la sua ex era abbastanza cornuta ! Mi ha raccontato che un’estate ha fatto una settimana a Riccione con lui e si sono ammazzati dal ridere e che ne hanno fatte di cotte e di crude ! Gli credo sulla parola , ma come ho detto il ragazzo mi irrita parecchio , staremo a vedere come si integrerà nel gruppo !

 

 
Inviato da didone80 @ 21:01
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 50 14-06-2005 
 

GRIGLIATA CON INCIDENTE!

Domenica ci siamo trovati tutti a casa della Silvia per una grigliata , io me ne stavo tranquilla ai fornelli a fare il sugo per la pasta , gli altri erano tutti fuori al barbecue che grigliavano la carne , chiacchieravano e bevevano vino . Io avevo la radio accesa , ero da sola , così mi sono messa a canticchiare e ballicchiare con tanto di grembiulino e cucchiaio di legno in mano a mo di microfono , D’un tratto mi giro e mi ritrovo Alex ( ovvero Alessandro ) , appoggiato con una spalla alla porta e le gambe incrociate , che stava a fissarmi mentre io facevo la mia esibizione , sono sbiancata per lo spavento e poi immediatamente ho cominciato a sentire un’eruzione vulcanica salirmi su per la faccia e ho capito di essere diventata bordeaux con sfumature violette , lui rideva sotto i baffi .

-         ti sei spaventata ? –

-         no.. figurati !! –

-         dovresti farlo di più …-

-         cosa ?! la figura della cretina ? –

-         lasciarti un po’ andare … stai sempre così ..trattenuta ! –

-         trattenuta ? io ? –

-         si , a me dai questa impressione …. Potrebbe essere un problema …-

-         io non sono trattenuta e non ho problemi  

-         si invece e poi mi sembri una maestrina , sempre così per fettina …-

ci sono rimasta così di sasso che non trovavo più la lucidità mentale per dire qualcosa che non fosse uno STRONZO ben assestato e poi mi mandava al manicomio vederlo li bello tranquillo appoggiato alla porta a sputare sentenze così sono volata fuori dalla cucina urtandolo , sono uscita fuori in cortile , ho acchiappato Mirko per il cappuccio della felpa e l’ho trascinato in bagno !

-         ma chi cazzo si crede di essere quello li ? – ho urlato

-         ma chi ? – mi ha chiesto Mirko allibito

-         m’ha detto che sono una maestrina trattenuta , io , una maestrina trattenuta io !!!! –

-         ma chi ? chi te l’ha detto ? –

-         e rideva , rideva lo stronzo !!!!-

-         ma chi insomma ! –

-         e poi m’ha fatto fare anche una bella figura di merda ! stava li e mi guardava e rideva !! –

-         ma mi vuoi dire di chi cazzo stai parlando ?-

-         ma di quello stronzo che ti sei tirato dietro !! –

-         uuhh! Scontro frontale !-

-         ma che scontro frontale di mio nonno , hai sentito cosa mi ha detto ? –

-         si ho sentito…-

-         allora? Secondo te io sarei come ha detto lui ? avrei dei problemi io ? –

-         oddio , un po’ maestrina lo sei a volte , che vuoi insegnare a tutti come si fanno le cose .. trattenuta …forse un po’ con gli uomini , ma poi non così tanto dai … -

-         cos’è sei diventato cretino ? non gli darai mica ragione ! –

-         nooo!! Dico solo che … insomma …magari lui ..-

-         magari lui è uno stronzo totale e magari anche tu ! e piantala di ridere scemo !-

sono uscita dal bagno sbattendogli la porta in faccia e sono tornata in cucina a tutta velocità un attimo inviperita .

Razza di cafone ! ma come si permette ? ma chi si crede di essere ? che maleducato !

Di li a due secondi lupus in fabula , Alex arriva in cucina , apre i frigo ci ficca la testa dentro e si gingilla tra le bibite , io non lo guardo nemmeno , faccio finta di non vederlo , lo ignoro .poi sento la sua voce uscire dal frigo

-         arrabbiata ? –

-         io ? e per cosa ?

-         no , m’era sembrato , sei corsa via …-

-         no , no .. e poi figurati se mi arrabbio per così poco ..-

-         e poi se ti arrabbiavi ..è perché magari .. avevi la coda di paglia –

al che non mi sono più trattenuta e non so come m’è preso un raptus e gli ho chiuso la testa nello sportello del frigo e anche con una discreta forza , ho sentito un rantolo soffocato e un attimo dopo resami conto del mio gesto mi sono presa un pò di paura .

Alex s’è seduto sul pavimento con la mano sulla fronte e un rivoletto di sangue che gli colava giù verso il naso , io ho visto il sangue , sono sbiancata e sono crollata per terra vicino a lui , che  siccome la cosa è successa in un nanosecondo , pensava fossi caduta sullo sportello del frigo perché mi sentivo male e accidentalmente gli avevo chiuso la testa dentro facendolo sbattere e procurandogli un taglio in fronte .

In un batter d’occhio sono piombati in cucina la Silvia e Mirko , che avevano sentito del fracasso , la prima per la paura che mi fossi bruciata con il fornello e avessi mollato qualche pentola per terra e il secondo per paura che la pentola l’avessi picchiata in testa ad Alex e ora in due stessimo sfasciando la cucina . Invece hanno trovato me , in terra semisvenuta , con la testa appoggiata sulle gambe di Alex che mi aveva sollevato le gambe appongiandole al muro e lui con la faccia sanguinante .Naturalmente chi era andato più vicino alla verità era Mirko . Sono arrivati poi anche tutti gli altri , Mirko e il Mane m’hanno tirato su a forza e portato sul divano , uno mi teneva su le gambe e Mirko tentava di farmi bere una schifezza di grappa , la Ele gli diceva di piantarla che non si doveva dare alcool a chi è appena svenuto , Mirko gli rispondeva di stare zitta urlandomi nelle orecchie , Alex stava seduto in fondo al divano con la borsa del ghiaccio appoggiata sulla fronte , tutti urlavano e dovevano dire la loro , alla fine mi sono stancata e gli ho urlato io di piantarla che tanto non stavo morendo e di andare a vedere fuori la carne sulla griglia che sennò si bruciava e addio pranzo !

La cucina s’è liberata di un po’ di gente e mi sono sentita un attimo meglio ma più schifosamente in colpa per aver fatto male ad Alex.

-         ma che cazzo hai fatto ?- mi ha detto Mirko piano in un orecchio

-         avevo caldo …sono stata male –

-         stata male un cazzo ..guarda li , gli hai spaccato la faccia –

-         piantala non s’è fatto niente e poi si sa mai che diventi più intelligente –

-         ma che cazzo gli hai fatto ? gli dato una padellata ? –

-         ma no santo dio , gli ho solo chiuso la testa nel frigo! …-

-         solo ! se c’ero io ti prendevo a sberle ! –

-         ma la vuoi piantare , va fuori ad aiutare gli altri e smettila di stressarmi !-

-         va bene assassina ma poi io e te si fa due parole ..-

-         vai affanculo , due parole , già fatto !- gli ho urlato

-         fai poco la figa che poi vedi - m’ha detto ad alta voce mentre usciva

Così ci siamo ritrovati da soli io e Alex sul divano mentre la Silvia era andata a cercare dei cerotti .

-         come va ?

-         bene e tu? –

-         bene –

-         scusa , ma c’era caldo e ..-

-         m’hai chiuso la testa nel frigo così stavo fresco…-

-         eh! ….fa vedere il taglio …ma no dai è un graffio –

-         si ma ho una botta che è grossa come un melone !-

in effetti aveva la fronte violacea , un po’ verdina e giallina , a tratti blu e marroncina , gli avevo dato proprio una bella sventola , direi che poi mi sono sentita più male per lo spavento di avergli spaccato la testa che per la goccia di sangue che gli correva giù per il naso .

A un tratto ho ripensato alla scena e sono scoppiata a ridere , ridevo tanto da avere le lacrime agli occhi , alla fine rideva anche Alex .

E’ arrivata Silvia con il cerotto , gliel’ha messo in fronte e la giornata è proseguita senza ulteriori intoppi se non quello delle “ due parole “ con Mirko !

Dio a volte quell’uomo lì è proprio pesante ! dopotutto non è successo gran chè ! Almeno mi sono “ lasciata andare “ e non sono stata “ trattenuta “ !!

 
Inviato da didone80 @ 21:02
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 51 14-06-2005 
 

LUI MI HA CHIESTO SCUSA

Ieri era il 25 Aprile , festa.

Volevamo organizzare qualcosa ma il tempo faceva abbastanza schifo così abbiamo mangiato tutti insieme a casa mia e poi siamo andati al bowling il pomeriggio .

Alex era seduto vicino a me in macchina alla mia sinistra, nel sedile posteriore ,  alla mia destra c’era guarda caso Mirko .

Ogni tanto , davo un’occhiata alla sua fronte , devo dire che gli avevo fatto proprio un bel bozzo , ma era bello lo stesso ,niente da dire su questo .

C’è stato un momento che avrei voluto confessargli che la testa gliela avevo chiusa nel frigo apposta perché ero incazzata alle stelle con lui ma non volevo ammettere la cosa così spudoratamente e ho glissato .

Prima di entrare nella sala , s’è messo in testa un berretto da baseball e s’è calato la visiera su tutta la fronte con una smorfietta ,  naturalmente perché non voleva far vedere i danni alla carrozzeria , in quel momento li , lo dico sincera mi sono sentita un po’ verme .

Mi sono seduta vicino a lui mentre ci cambiavamo le scarpe e gli ho chiesto scusa per l’accaduto  sinceramente , mi spiaceva davvero.

Ovviamente per orgoglio più che per educazione non mi ha dato un ceffone , ma ha risposto che non c’era problema , poi quando ha notato che ero veramente dispiaciuta , ha sorriso e s’è tolto il berretto .

Mi sono un po’ tolta un peso . Lui è andato a prendersi una birra e ha stracciato tutti a bowling , compresa me , non che io avessi mai vinto ma tra tutte le donne della compagnia sono quella che se la cava meglio !

Quando siamo arrivati al posteggio della macchina , prima di salire , in un momento che gli altri erano un attimo in disparte a finire la sigaretta , di sfuggita , mi ha chiesto scusa anche lui . – Per cosa ? – gli ho risposto io maliziosa , e lui m’ha detto che mi chiedeva scusa per quello che aveva detto , ha aggiunto anche che forse non mi conosceva ancora abbastanza bene per dare un giudizio perché sicuramente non si sarebbe mai aspettato che gli chiudessi la testa nel frigo !

Ho accettato le scuse , ovvio , ma non mi sono potuta trattenere dal rispondergli che forse mi ero solo “lasciata andare un po’ troppo” .

S’è messo a ridere e poi ha detto – “ uno a zero per te , mi arrendo ! “ –

In macchina al ritorno cantavo , se non altro per la soddisfazione , per la soddisfazione di aver sentito lui pronunciare la parola “ scusami “ , dopotutto lui non chiede mai scusa .

Uno a zero per me , l’ha detto anche lui !

Allora il bozzo è servito davvero a qualcosa ?   

 
Inviato da didone80 @ 21:04
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 52 14-06-2005 
 

 LEO , IL NUOVO ACQUISTO DI PAPA'

Stamattina mi sono alzata con umore nero dopo una notte quasi insonne , ho dormito malissimo e sinceramente non avrei voluto vedere nessuno .

Arrivo in ufficio più presto del solito , assorta nel mio scazzo , occhiali da sole neri , borsetta infilata sotto braccio , pashmina attorcigliata al collo alla carlona ,colorito abbastanza cadaverico per via della nottata .

 Non faccio in tempo ad entrare che già suona il telefono , sbatto tutto sulla scrivania tentando di storcigliarmi le mani e arrivare a rispondere in tempo prima che smetta di suonare e sorpresa , sento una voce nell’ufficio vicino , di solito vuoto che risponde al telefono .

Naturalmente , impossibile che papà sia in ufficio , non c’è mai , ma chi diavolo c’è ? Vado di là un po’ di soppiatto , e mi trovo davanti un bell’uomo in giacca e cravatta che parla al telefono .

Mi fa un cenno con la mano , mi appoggio alla porta e aspetto che finisca di parlare , dopo un po’ mette giù il ricevitore , si alza e viene verso di me , mi porge la mano sorridente e si presenta .

Si chiama Leonardo ,ma lo chiamano tutti Leo per fare prima , è il nuovo impiegato assunto da papà , mi dice che è contento di lavorare con una bella ragazza come me . calma bello , tanto non raccomando nessuno , se lavori da schifo ti faccio licenziare anche se sei carino !

Gli chiedo se ha voglia di venire al bar per un cappuccio , se non faccio colazione sclero , accetta .

Al bar mentre facciamo colazione , chiacchieriamo di tutto e un po’ .

Lui ha trentadue anni, è single e vive da solo in un appartamentino di proprietà che si è comprato un anno e mezzo fa . E’ laureato in marketing ma da queste parti non trova lavoro che interessi la sua materia , così ha cercato qualcosa di più “ modesto “ ed è finito a lavorare per papà che fa il commercialista , meglio questo che niente , soprattutto alla sua età .

E’ un tipo molto intelligente e allegro e attraente anche , ha i capelli  e gli occhi castani , abbronzato ( dalle lampade ) , un fisichetto scolpito secondo me dalla palestra ed è molto elegante e come dire …. Galante !

Siamo tornati in ufficio e devo dire che  il malumore mi è passato , la giornata non è stata nemmeno pesante , a mezzogiorno è passato in ufficio Mirko e siamo andati a mangiarci qualcosa insieme , naturalmente abbiamo chiacchierato del mio nuovo collega , che ha preferito rimanere in ufficio perché aveva delle cose urgenti da sbrigare .

 Mirko ed io ci siamo dati appuntamento per l’aperitivo al bar e poi lui è tornato al suo lavoro . dovremo decidere cosa fare nel week- end . vedremo .

 
Inviato da didone80 @ 21:05
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 53 14-06-2005 
 

PROGETTI DI VACANZA

Venerdì mattina  si parte tutti per il lago maggiore ! Abbiamo deciso ieri sera durante l’aperitivo , Edo conosce la proprietaria di una pensioncina di Intra ,

che è amica di sua zia , gli ha fatto una telefonata e la signora molto gentilmente ci ha preparato l’appartamentino mansardato , l’unico della pensione , che sarà tutto a nostra disposizione per una bazzecola di cifra !

Grazie a dio c’è un tempo meraviglioso , vedo l’ora di partire ! mancano solo due giorni alla partenza , sono sicura che ci divertiremo da pazzi !

 
Inviato da didone80 @ 21:06
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 54 14-06-2005 
 

UN TRAGICO WEEK-END SUL LAGO

Mio dio che week-end ! ne sono successe di tutti i colori !

Venerdì pomeriggio sul tardi dopo esserci riposati un po’ dal viaggio siamo usciti a fare una passeggiata per vedere un po’ il posto e devo dire che il lago maggiore è davvero una meraviglia !

Siamo tornati verso le sette e a turno abbiamo fatto la doccia ,  e visto che il bagno è uno solo ci abbiamo messo un po’ .

La Ilary ha fatto la doccia per ultima , anzi il bagno , lei fa sempre il bagno quando c’è una vasca a disposizione e ci mette ore , in realtà anche io adoro fare il bagno ma quando siamo in tanti mi devo far bastare una doccia .

Stavolta ci stava mettendo un tantino di più del solito , i ragazzi hanno cominciato a lamentarsi che avevano fame e anche io a dire il vero mi stavo scocciando . Abbiamo aspettato ancora , niente , non accennava ad uscire così Dry , il suo ragazzo va a bussare alla porta , niente risposta , poi ci vado io , niente , ci va anche l’Ale , di nuovo niente , cominciamo a preoccuparci .

Fortunatamente non aveva chiuso la porta a chiave , entro in bagno e mi investe una puzza pazzesca di gas , la Ilary stava sdraiata nella vasca , s’era addormentata per via del gas , che veniva dallo scaldabagno in cui la fiamma s’era spenta .

Ho spalancato la finestra e spento lo scaldabagno , poi ho tentato di svegliarla , niente , ero un attimo terrorizzata , ho chiamato Dry a gran voce che mi venisse ad aiutare , oltre a lui sono arrivati anche tutti gli altri .

Ho urlato a tutti di stare fuori , se non altro per rispetto visto che la Ila era nuda ! In due siamo riusciti a tirarla fuori e a farla rinvenire anche se era un attimo rimbambita e non capiva niente , figurarsi se riusciva a stare in piedi !

Le abbiamo infilato l’accappatoio e poi ho chiamato dentro al bagno Mike , il primo che mi sono trovata davanti per aiutare Dry a portare la Ila sul letto .

Mentre facevamo prendere un po’ di aria alla svenuta , Edo è sceso ad avvisare la proprietaria che lo scaldabagno aveva qualche problema .

La Ila per un po’ diceva continuamente cose senza senso , poi piano piano s’è ripresa , fino a che è riuscita a vestirsi e a scendere per la cena .

Devo confessare che mi sono presa un bello spavento , e meno male che ci siamo accorti che qualcosa non andava !

La cena invece è stata uno spasso ,il vino scorreva a fiumi , dopo un po’ eravamo tutti belli allegretti , non facevamo che ridere .

Quando siamo tornati in camera , ci siamo accasciati tutti sui vari letti esausti , il Pipa continuava a ripetere che doveva assolutamente fare pipì , ma il bagno era occupato così Edo gli ha detto di farla giù dal balcone che tanto sotto c’era il cortile e non lo vedeva nessuno . Lui naturalmente l’ha fatto veramente !

Mentre la faceva si sentiva uno strano rumore come di pioggia su di un tetto , Edo ridendo gli ha detto che sotto al balcone c’era una tettoia , ci siamo tutti  messi a ridere , compreso il Pipa , anche se lui non sapeva il vero motivo per cui ridevamo noi !

La verità era che sotto al balcone non c’era una tettoia , ma la sua macchina parcheggiata ! e lui ci ha fatto pipì sopra !

La mattina dopo quando siamo usciti , la pipì mischiata alla polvere aveva fatto una specie di colla sulla macchina ! Ridevamo tutti come dei matti ! il Pipa un po’ meno , è saltato in macchina per cercare l’autolavaggio più vicino e ripulirla !

Per pranzo siamo usciti a fare un pic- nic , una volta finito di mangiare , durante la siesta stavamo tutti sdraiati a sonnecchiare , Mirko ha trovato un ragnetto nell’erba e voleva buttarlo addosso alla Ele , lei si è messa a correre urlando e Mirko gli correva dietro con il ragno in mano , a un certo punto lui è inciampato ed è volato addosso alla Ele , lei è ruzzolata per un paio di metri ed è finita con un fianco e tutta una natica in una cacca di mucca .

Credevo di morire senza fiato per il gran ridere , non ce la facevo più !

Lei poi s’è ripulita alla meglio con l’acqua di una fontana anche se insisteva continuamente per tornare a casa , ma siamo tornati che erano ormai le sei .

Stavolta il turno dei guai nel bagno sono toccati a me !

Me ne stavo tranquilla sdraiata nella vasca con la schiuma che quasi usciva dal bordo quando sento bussare . E’ Alex che mi chiede se intanto che io faccio il bagno può entrare a farsi la barba . Visto che la vasca fa anche da doccia , mi basta tirare la tenda e non si vede assolutamente niente , tanto per farsi la barba ci mette due minuti , gli dico di si . tiro la tenda e poi lo faccio entrare .

Lo sento canticchiare e mi viene da ridere , intanto faccio svuotare la vasca così mi posso insaponare e risciacquarmi . una volta svuotata la vasca mi alzo con un movimento un po’ troppo azzardato , scivolo sul bagnoschiuma rimasto sul fondo e ci picchio una tombola pazzesca  !

Cadendo picchio il dito anulare della mano destra sul portasapone di ceramica attaccato al muro con una tale violenza che m’è scoppiato , in pratica s’è aperto un pochino sul lato tanto che mi si vedeva la carne ! c’era sangue dappertutto , sembrava che avessero sgozzato un maiale , e poi che dolore !

Alex , per istinto è corso alla vasca , dopo che ha sentito un fracasso incredibile e ha visto un pezzo di tenda cavarsi dagli uncini ! Ho tirato un urlo agghiacciante e mi sono messa anche a piangere per il dolore e lo spavento e soprattutto perché l’ho visto correre a dorso nudo pieno di schiuma da barba con la lametta in mano verso la mia vasca dove io ero nuda ! lui sembrava non averci nemmeno pensato !

-         resta li – gli ho urlato con le lacrime agli occhi nascondendomi con la tenda rimasta afflosciata nella vasca

s’è fermato li impalato un attimo a guardarmi istupidito poi ha realizzato

-         ti sei fatta male ? - m’ha chiesto

facevo una fatica pazzesca a parlare , sentivo un dolore tremendo , infatti dopo un mezzo secondo ho cominciato a vedere un casino di puntini neri , tempo di uno sputo e sono svenuta .

Sono ritornata alla realtà dopo che Alex ha pensato bene di tirarmi in faccia dell’acqua fredda raccolta con il bicchiere portaspazzolino senza venire vicino alla vasca . Penso di aver avuto un aspetto orrendo , come sempre quando mi capita di svenire .il dito continuava a sanguinare .

-         ci sei ? – mi ha detto

-         si , credo , almeno… - gli ho risposto confusa

mi ha tirato un asciugamano per coprirmi , e s’è girato verso il muro , come se riuscissi ad alzarmi ! me lo sono avvolto intorno stando sdraiata , meglio che potevo ,con una mano sola , ho coperto tutto il necessario e poi l’ho chiamato .

E’ arrivato alla vasca messo ancora come prima , con tutta la schiuma in faccia e con un asciugamanetto in mano .

-         ti sei fatta male ? –

-         si , la mano – piangevo ancora e tiravo su col naso

-         fa vedere ..-

ho tirato su la mano , il sangue gocciolava lungo il braccio fino sull’asciugamano

-         porca vacca ! ti fa male ? –

-         da morire ! –

-         madonna santa , c’è sangue dappertutto … ce la fai ad alzarti ? –

-   non lo so ,ci provo –

ci ho provato , non avevo molta forza anche se mi aggrappavo al bordo della vasca , così mi sono fatta aiutare da lui . Mi sono aggrappata con le braccia al suo collo e al dorso e m’ha tirato su . una alla volta ho tirato su le gambe e scavalcato la vasca , poi mi ha portata verso il water , e si è abbassato per chiudere il coperchio in modo da potermi far sedere .

Nel momento che ho staccato il mio petto dal suo , ho sentito l’asciugamano scendere un po’ verso il basso , s’era allentato .

-         fermo li , mi si è slacciato l’asciugamano , devo rimetterlo a posto – gli ho detto , abbracciandolo più stretto per non farlo scivolare per terra  – chiudi gli occhi -

-         va bene – ha sospirato e li ha chiusi , mi sono risistemata  e poi mi sono fatta aiutare a sedere sul water .

Ho appoggiato la schiena e la testa al muro , avevo abbastanza freddo così bagnata e solo con l’asciugamano , tremavo un po’ .

Lui ha aperto l’acqua fredda  del rubinetto del bidet e mi ci ha messo sotto la mano . Mi sono chiusa la bocca con la mano buona per non urlare , mi faceva un male cane ! mi scendevano le lacrime da sole !

Il dito e tutta la mano s’erano abbastanza gonfiati e poi il dito non smetteva di sanguinare , mi stavo preoccupando.

Mi sa che Alex ha pensato la stessa cosa , mi ha guardato un attimo senza dirmi niente e poi guardando di nuovo il mio dito ha detto che secondo lui qui c’era da mettere dei punti .

Punti ? appena ho sentito la parola mi sono messa a piangere .

Non tanto per il fatto che mi dovevano cucire il dito , forse perché mi ero rilassata dopo lo spavento e la tensione e lo svenimento . Adesso poi cominciava a farmi male anche la schiena e l’osso sacro che avevo sbattuto cadendo nella vasca .

Alex mi guardava e non sapeva cosa dire , io ero stanca e non mi sentivo bene , oltretutto ero tutta una botta .

Poi lui si è alzato , si è pulito la faccia dalla schiuma ed è uscito dal bagno .

Un attimo dopo è rientrato insieme a Mirko e all’Ale , un attimino allibiti .

L’Ale guardando il mio asciugamano tutto sporco si sangue s’è un attimo impressionata e Mirko l’ha mandata a vedere se riusciva a trovare dei cerotti e delle garze , poi si è guardato un attimo  intorno e si è reso conto che il bagno era un macello .io piangevo . m’ha abbracciato.

-         oh ! dai che non ti sei fatta niente ! –

-         si , vedrai che i punti non te li danno – ha detto Alex

-         punti ? – ha domandato Mirko , poi ha guardato il mio dito con una smorfia

Mirko s’è guardato in faccia con Alex e hanno scosso insieme la testa come a dire che forse si , i punti ci volevano .

Non avevo nessuna intenzione di farmi dare dei punti ! e poi i dottori che non sono il mio mi mettono addosso una agitazione stellare  , figuriamoci poi andare al pronto soccorso ! Non se ne parlava e gliel’ho anche fatto presente .

E’ tornata l’Ale , aveva trovato una farmacia di turno , aveva preso del ghiaccio sintetico , cerotto e garze bagnate e quei cerottini bianchi che ti mettono al posto dei punti e si vedono sempre sui personaggi dei film d’azione .

Il problema adesso era metterli senza farmi urlare dal dolore tanto che potessero sentirmi fino alla luna .

Il primo a provarci è stato Mirko ma quando dopo aver tentato di riunire i lembi del taglio per metterci i cerotti ha visto che cominciavo a sbiancare e non resistevo più non ha più avuto stomaco per andare avanti , l’Ale s’è tirata indietro subito senza neanche provare , così è toccato ad Alex .

Lui è stato un attimo più furbo . Mi ha fatto prima addormentare un po’ il dito con il ghiaccio , così ha smesso anche di sanguinare tanto . Mentre Mirko teneva uniti i lembi del taglio lui metteva i cerottini bianchi e poi ha avvolto il dito con un po’ di garza e l’ha avvolto ben stretto con il cerotto . Dopo di che mi ci ha rimesso sopra il ghiaccio e mi hanno portato in camera per sdraiarmi un attimo sul letto.

Ho detto agli altri che non mi andava di scendere a cena , erano tutti pronti e come è giusto sono andati . Alex li avrebbe raggiunti più tardi perché doveva ancora finire di preparasi .

L’ho visto sparire in bagno , e poco dopo l’ho sentito trafficare con la tenda della doccia e aprire l’acqua della vasca . Stava ripulendo il bagno , in effetti era una vista abbastanza agghiacciante per qualsiasi donna delle pulizie , con tutto quel sangue ovunque . Quando è tornato in camera si era anche già fatto la barba .

Si è sdraiato vicino a me a letto e ha chiuso gli occhi .

-         cazzo , m’hai fatto prendere una bella strina –

-         non vai a mangiare ? –

-         prima devo riprendermi un secondo –

siamo rimasti li in silenzio e poi io mi sono addormentata . non so quanto ho dormito ma quando mi sono svegliata mi sono trovata addosso una coperta , sul tavolino c’erano due cartoni da pizza , una bottiglia di corona e una di coca , la tv era accesa e Lui era seduto per terra che sgranocchiava pistacchi e patatine mentre la guardava .

-         non sei sceso a mangiare ? –

-         no , mi sono addormentato anche io e mi sono svegliato che erano quasi le dieci , sono sceso ma gli altri non c’erano , sono andato alla pizzeria al taglio qui di fronte e ho comprato la pizza , ti va ? –

-         non hai ancora mangiato ? – ho guardato l’orologio , dieci e quaranta

-         no , ti ho aspettato –

-         grazie ..-

ero un attimo imbarazzata , non sapevo cosa dire , sono scesa dal letto , mi sono infilata l’accappatoio e sono andata a sedermi vicino a lui , abbiamo mangiato e bevuto , chiacchierando , stranamente senza arrivare a tirarci i capelli , tranquillamente , abbiamo riso e abbiamo tirato tardi guardando la tv .

Quando gli altri sono rientrati alle quattro e mezza passate eravamo ancora alzati , ci hanno salutato , mi hanno chiesto come stavo , abbiamo fatto quattro chiacchiere e poi siamo andati a letto .

Alex dormiva nel letto a castello di fronte al mio , lo osservavo mentre dormiva intanto che cominciava ad albeggiare , io non riuscivo a dormire , il dito mi faceva abbastanza male . E’ davvero bello . Non gli ho neanche detto grazie per come mi ha aiutato . Alla fine mi sono addormentata anche io . Mi sono svegliata che era quasi l’una . ho sentito subito il dito pulsare con prepotenza . mi sono alzata per andare in bagno nel trambusto generale della camera mentre gli altri facevano la borsa per prepararsi a partire per tornare a casa dopo pranzo .

Il bagno era occupato , ho girato la maniglia , chiuso a chiave .

Stavo per voltarmi per andare via , s’è aperta la porta , mi sono trovata davanti Alex , ancora una volta a dorso nudo , la schiuma da barba sulla faccia , la lametta in mano . era bello anche così .

-         due minuti e ho finito … il dito , come va ? –

-         insomma …ma meglio di ieri – balle mi faceva parecchio male

-         allora sono stato bravo –

-         bravissimo , potresti fare l’infermiere , fai pure con calma –

mi sono girata e sono ritornata in camera e mentre aspettavo di poter andare in bagno ho preparato la borsa a fatica e mi sono vestita con altrettanta fatica .

Siamo partiti subito dopo mangiato per tornare , in macchina , seduta dietro , guardavo Alex dallo specchietto del parasole , che mi sia sbagliata a giudicarlo ? mi è sembrato tutta un’altra persona la sera prima rispetto a quello di sempre , anche se lo conosco da pochissimo .

Ho deciso di conoscerlo meglio prima di farmi un’idea precisa su di lui .

Appena arrivata a casa ho messo il dito sotto ghiaccio e ho messo radici sul divano fino a sera . Sono andata a letto con la borsa del ghiaccio sulla mano e una volta che mi si è addormentata per bene , mi sono addormentata anche io .

 

 
Inviato da didone80 @ 21:08
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 55 14-06-2005 
 

DOLORI E PENSIERI

Lunedì mattina sono andata dal dottore per farmi vedere il dito , la mano fortunatamente si era sgonfiata , ma in quanto a dolore , non accennava a diminuire . Una volta che mi ha tolto la fasciatura artigianale , gli è bastato dare uno sguardo alla ferita per comunicarmi che servivano dei punti .

Così mi ha anestetizzato la parte facendomi un’iniezione proprio sul vivo della ferita , mi ha cucito il taglio o meglio la lacerazione , e poi mi ha fatto un’altra iniezione , un richiamo dell’antitetanica . Mi ha poi mandato in farmacia a comprare una specie di guanto per tenere coperta la mano e mi ha dato degli antidolorifici da prendere se il dolore diventava troppo forte .

Alla fine ce l’hanno fatta a darmi questi benedetti punti , due per l’esattezza .

Sono arrivata in ufficio alle undici , non ero molto in forma , mi ero portata dietro il ghiaccio sintetico , era l’unica cosa in grado di farmi passare un po’ il dolore , non mi andava di imbottirmi di antidolorifici . Dopo pranzo quando sono tornata in ufficio , ho trovato un messaggio di Alex sul cell .

Si informava sul mio dito , io ancora non lo avevo ringraziato . Ho deciso che sabato sera gli avrei offerto da bere e l’avrei ringraziato . ho guardato il mio dito . possibile che io sia sempre così sfigata e che queste cose ridicole succedono soltanto a me ? Ho ripreso a lavorare e ho lasciato perdere , di la sentivo Leo che parlava al telefono , parla sempre ad alta voce . Almeno mi faceva compagnia . non so perché ma mi sentivo un po’ triste , sarà stato per via del dito . tanto poi passa ,passa sempre tutto .

 

 
Inviato da didone80 @ 21:28
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 56 14-06-2005 
 

INCIDENTE

venerdì sera s’è  deciso per una serata libera . i ragazzi  sono usciti a scatenarsi tra loro e noi donne uguale . noi donne siamo andate al cinema a vedere “ l’uomo perfetto “ , che ho insistito per vedere a tutti i costi , Riccardo Scamarcio è uno dei miei attori preferiti , anzi direi uno degli unici attori Italiani che preferisco .

Il film è stato all’altezza delle mie aspettative , Riccardo nel limite del possibile le ha di gran lunga superate . Lo adoro .

A mezzanotte stavamo a chiacchierare al bar del cinema , tutte insieme e ce la ridevamo tra noi , a un tratto suona il cellulare dell’Ale , è Edo , poi suona quello della Ilary , è il Dry , suona il mio, è Mirko . Ma che diavolo è successo ?

Il Mane , il ragazzo dell’Ale , ha fatto un botto con la macchina . Stavano tornando a casa da Lonato e per evitare un cane  che gli ha attraversato la strada il Mane ha sterzato tutto a sinistra , ha perso il controllo della macchina e si è schiantato contro un muro di cinta di una casa , sfasciando la macchina . In macchina con lui c’erano il Pipa , Mike , Alex e il Lolo . Edo , Dry , Mirko e Dade erano in macchina dietro di loro .

Alla notizia l’Ale è andata in panico , abbiamo cercato tutte di farla stare calma , poi ci siamo messe in macchina e siamo andate sul posto .

La scena era un attimino impressionante , la macchina era completamente sfasciata , il Mane stava tutto legato su una barella dell’ambulanza , Mike era seduto sull’ambulanza con la camicia aperta , si vedeva tutto il segno della cintura , con un sacchetto di ghiaccio su una tempia perché aveva battuto la testa di lato e un braccio pieno di tagli sanguinolenti . Alex  che stava immediatamente dietro al Mike aveva anche lui un braccio pieno di tagli e una guancia graffiata perché si sono rotti i vetri a causa di alcuni rami bassi di un albero che li hanno frantumati .  Il Lolo e Pipa stavano bene a parte qualche botta qua e la . Li hanno portati tutti al pronto soccorso .

Il Mane aveva una frattura composta di tibia e perone , due costole incrinate e un bel colpo di frusta alla schiena e al collo , il Mike ha riportato un leggero trauma cranico , una botta all’addome per via della cintura , tagli al braccio destro . Alex aveva il braccio destro fasciato per via dei tagli e una spalla lussata , la guancia destra tutta graffiata . Gli altri due solo botte e niente più .

Potevano tornare tutti a casa , tranne il Mane , naturalmente . Sono arrivati i suoi genitori , quando hanno visto che era vivo e quasi illeso hanno tirato un sospiro di sollievo . Il Lolo ha chiamato suo fratello perché lo venisse a prendere , quando Gabriele è arrivato siamo tornati tutti a casa .

Ultimamente devo dire che è un periodo un po’ sfigato per tutti . Dopo la nostra avventura in montagna , a cui è seguita quest’altra disavventura stiamo tutti messi alquanto maluccio , non ci voleva proprio . Speriamo che la sfiga passi .

 

 
Inviato da didone80 @ 21:28
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 57 14-06-2005 
 

FORTUNE E SFORTUNE

Oggi pomeriggio sono andata all’ospedale con l’Ale e la Silvia a trovare il Mane . Gli hanno ingessato la gamba e fasciato stretto l’addome per via delle costole incrinate , lo dimettono domani , ma per un po’ dovrà stare a letto .

Dice che le costole gli fanno meno male della gamba , quando non si muove , in compenso il collarino gli da un fastidio bestia . Gli credo sulla parola , sembra l’abbiano ingessato dalla testa ai piedi , si muove rigido come il bastoncino di un ghiacciolo .

Più tardi sono arrivati anche Alex , Mirko e Edo .

Anche Alex non era nel massimo della forma . Il braccio destro era tutto fasciato e appeso al collo , la faccia tutta un livido , la guancia destra graffiata.

Ci ha scherzato su , ha detto che da quando esce con noi , l’abbiamo sfasciato .

Mi sono messa ridere , paradossalmente ha ragione .

A guardarlo mi faceva un po’ pena poveretto , così conciato . per un po’ dovrà anche rinunciare a giocare a pallone , almeno fino a che la spalla guarirà .

Io ritengo che dopotutto sono anche stati fortunati che nessuno ci ha rimesso le penne , nemmeno il cane .

Stasera non si esce , ma si , rimarrò a casa a guardarmi qualche film con una montagna di pop corn a portata di mano da sgranocchiare .

Ogni tanto una serata tranquilla per proprio conto ci vuole .
 
Inviato da didone80 @ 21:29
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 58 14-06-2005 
 

GUARIGIONE

Oggi sono andata a farmi togliere i punti , il dito è guarito bene , tutto a posto .

Il dottore m’ha chiesto come ho fatto a farmi male , gli ho raccontato della mia disavventura nella vasca da bagno . Mi ha detto che sono stata fortunata a non sbatterci anche la testa , nella vasca da bagno . Ha detto che questi incidenti capitano spesso e altrettanto spesso capita che non siano tutti fortunati come me a uscirne totalmente indenni . totalmente non direi , visto che ci ho quasi rimesso un dito e ancora adesso se mi siedo male sento una fitta all’osso sacro . mi è venuto in mente che non ho ancora ringraziato Alex ma provvederò al più presto possibile . adesso devo riprendere il lavoro
 
Inviato da didone80 @ 21:30
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 59 14-06-2005 
 

INNAMORAMENTI STRANI

Ieri mattina mi chiama la Silvia in ufficio . Mi chiede se per pranzo mi va di andare a mangiare qualcosa insieme . Ok , perché no , le rispondo .

Ci troviamo al bar alle dodici e mezza , poi andiamo a pranzo .

Alla fine guarda caso voleva parlarmi perché aveva bisogno di un consiglio .

Dice che si è innamorata di uno dei suoi profe ad Architettura , che non fa che pensare a lui e roba del genere . Le ho chiesto se è impazzita , dice che se l’è chiesto anche lei , ma alla fine non può farci niente , vorrebbe confessarlo al suo profe . Il profe in questione ha sui trentotto anni , lei la mia età . Ha detto che è un uomo molto attraente e non è sposato quindi la cosa si potrebbe fare , secondo lei . Fare che ? dire al tuo profe che ti sei innamorata di lui ? Le ho detto di provare a ragionare , visto che le manca solo un altro esame e poi deve dare la tesi , meglio aspettare di essere laureata , tanto il prof in questione non scappa . Poi una volta finito tutto , può sempre andare da lui e dirgli quello che le pare . Silvia ci ha pensato su un attimo e poi sembra essersi convinta che il mio fosse un buon suggerimento ! speriamo , e che dio ce la mandi buona !

 

 

 
Inviato da didone80 @ 21:31
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 60 14-06-2005 
 

AIUTO I LADRI !!!

Mercoledì notte a casa sono venuti i ladri .Eravamo già tutti a letto , e quasi se non era per il cane non ce ne saremmo nemmeno accorti . Sono entrati dalla porta sul retro , che tra l’altro era anche chiusa a doppia mandata , ma l’hanno scassinata con un cacciavite , sono entrati in cucina e poi in sala , hanno fatto in tempo a mettere a soqquadro qualche cassetto e svuotare qualche borsellino con delle monetine , il cane ha cominciato ad abbaiare come un disperato , ci siamo svegliati e siamo scesi ,abbiamo sentito i ladri scappare a gambe levate , non ci hanno rubato niente , tranne pochi spicci , saranno stati in tutto due euro , fortuna che non sono entrati nelle camere da letto dove stavamo dormendo , ci potevano anche fare del male , con tutta la gentaglia che c’è in giro ! Adesso quando esco ed entro in casa la sera ho il terrore che ci sia qualcuno che possa tentare di entrare , controllo due volte tutte le porte e le finestre , non si sa mai che ne dimentichi una aperta . Mia madre dice che tanto è inutile perché se vogliono entrare , non c’è finestra che tenga , ci riescono comunque . Ho proposto di installare un antifurto , mio padre da quell’orecchio non ci sente , tanto dice , non conta niente .

Magari sono io che sto un po’ esagerando , ma quando li ho visti scappare dal salotto in fretta e furia lo confesso ho avuto un brivido !

Spero sia una cosa passeggera perché se mi dovesse succedere una cosa del genere quando vado a stare da sola sarà una vera tragedia e sono sicura che prenderei armi e bagagli e tornerei immediatamente a casa mia con il diretto !

Mannaggia anche i ladri !

 
Inviato da didone80 @ 21:32
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 61 14-06-2005 
 

BRUTTI INCONTRI E SCUSE ACCETTATE

Venerdì sera siamo andati tutti a Sirmione in un locale strabello che da direttamente sul lago , ma al momento mi sfugge il nome . Peccato che era un locale tutto aperto e che quella sera li c’era un freddo da cagnaccio . C’era un vento pazzesco e aveva appena finito di piovere , mi sentivo gelare anche le ossa , io poi intelligente che mi sono messa la gonna senza le calze avevo i piedi e le gambe come due ghiaccioli .

Quando io e l’Ale ci alziamo e ci incamminiamo verso il bagno un gruppo di ragazzi cominciano a dire delle stupidate e fare  i cretini , erano tutti un po’ su di giri a giudicare dal numero di bicchieri che c’erano sul tavolo , ma  noi li ignoriamo e andiamo dritte in bagno . Quando usciamo , ripassiamo per forza nello stesso punto e stavolta i tipi ci fermano , ci hanno praticamente accerchiato e noi due ci siamo trovate nel mezzo senza neanche rendercene conto . Abbiamo dato un’occhiata al tavolo nella speranza che ci fosse qualche anima buona che ci venisse in soccorso , peccato che erano quasi tutti usciti a fumare , erano rimaste solo la Silvia e Leti che ci davano le spalle e chiacchieravano tra di loro , quindi non ci potevano vedere .

Uno dei tipi mi si è praticamente aggrappato addosso e mi parlava a due centimetri dalla faccia , aveva un alito che mi provocava conati di vomito tutte le volte che apriva la bocca , puzzava di alcool da fare paura , poi ha cominciato a ballarmi addosso , mi si strofinava addosso e io continuavo a indietreggiare stringendo la mano dell’Ale che aveva il suo bel da fare con un altro idiota . A un certo punto me ne sono trovata un altro dietro  , quindi non potevo nemmeno più muovermi , comincio a sentire mani ovunque , quindi visto che la situazione si stava facendo pesante , ho provato a spingerne via almeno uno , niente da fare , me ne trovavo davanti un altro . Al che io e l’Ale abbiamo cominciato ad alzare la voce e dirgliene apertamente quattro , ma a loro a quanto pare non poteva fregargliene di meno . Alla fine ho intravisto il Mane e Alex rientrare nel locale , ho tentato di chiamarli e fargli dei gesti con la mano perché la cosa mi stava iniziando a spaventare . L’Ale quando ha visto anche lei il suo ragazzo e Alex si è unita a me e finalmente i due si sono accorti di noi e in due secondi erano li . Hanno sfondato la barriera e mentre il Mane abbracciava letteralmente l’Ale per far capire ai tipi che per loro non ce n’era , mi sono sentita prendere per un gomito da Alex , che tentava di tirami verso di lui . Peccato che il tipo che mi ballava davanti non aveva nessuna intenzione di cedere il posto ! Imperterrito continuava a strofinarsi , allora Alex è stato un po’ meno delicato e gli ha dato una spinta . Io mi sono liberata e sono fiondata vicino a lui , quando ho visto il tipo che stava dietro di me venirmi incontro , mi sono andata a mettere dietro ad Alex e gli ho circondato la vita con un braccio . Il tipo visto il gesto forse ha capito che anche per lui non ce n’era e noi quattro siamo tornati tranquillamente al nostro tavolo . Mi sono seduta vicino ad Alex e mi sono detta che era l’occasione giusta per ringraziarlo di quello che aveva fatto per me in montagna e anche adesso . Ho provato mentalmente a prepararmi un discorsetto e poi ho provato un paio di volte a parlargli ma mi sentivo stranamente imbarazzata . A un certo punto mi sono detta che ero una cretina se non riuscivo a scusarmi e gli ho chiesto se mi accompagnava al banco un attimo . Ha detto di si subito . Suppongo abbia pensato che gli chiedevo di venire con me per via dei tipi di prima . Una volta al banco gli ho detto che volevo ringraziarlo per avermi aiutato quando mi sono fatta male e anche per prima con quei cretini e che gli volevo offrire da bere . L’ho visto un attimo imbarazzato , è anche arrossito un po’ , era evidente che non se lo aspettava , ha accettato che gli offrissi da bere e siamo tornati al tavolo . Forse è davvero diverso da come mi è apparso quando l’ho conosciuto , a dire il vero anzi , mi sto ricredendo ! E pensare che non lo potevo sopportare !

 

 
Inviato da didone80 @ 21:33
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 62 14-06-2005 
 

STEPHANE

Sabato sera io e le ragazze eravamo in libera uscita perché i ragazzi avevano una cena tra uomini . Così noi abbiamo deciso di andare a ballare ! In disco ci siamo scatenate come delle matte e ho conosciuto un casino di gente . A un certo punto della serata abbiamo conosciuto dei ragazzi tedeschi di Leverkusen , io in particolare ho attaccato gancio con un tipo carinissimo che si chiama Stephàne , biondo con gli occhi azzurrissimi dal fisichino atletico , naturalmente come poi ho saputo gioca a calcio . No parlava benissimo l’Italiano , anzi , lo parlava proprio pochino , ma con un po’ di inglese scarsino mio e tedesco abbastanza buono della Ele ci siamo fatte capire . Siamo andati tutti insieme a bere qualcosa e poi ci hanno invitato a ballare . è stata davvero una bella serata , mi sono divertita tanto e alla fine io e Stephàne ci siamo scambiati i numeri di telefono visto che mi ha chiesto se volevo uscire con lui il prossimo Venerdì fintanto che rimaneva qui . Io ho risposto di si , dopotutto con me è stato molto gentile ed è anche parecchio carino . Chi lo sa , magari può essere l’uomo della mia vita anche se io ho sempre preferito i mori . Vediamo come va .

 
Inviato da didone80 @ 21:33
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 63 14-06-2005 
 

COME VOLANO LE NOTIZIE !!

Martedì mattina ho dovuto chiamare Dade perché mi è andato in tilt il PC dell’ufficio . Dopo aver tirato un discreto numero di parolacce un attimo furiosa nel tentativo di cavarmi d’impaccio e dopo che anche i vari tentativi di Leo , ho dovuto chiamare Dade perché almeno lui sa quello che c’è da fare , dopotutto è il suo lavoro quindi meglio di lui ….

È arrivato un’ora dopo che l’ho chiamato perché  nel venir via da città c’era parecchio traffico . Io nel frattempo sono andata al bar a prendermi il secondo cappuccino della giornata , è venuto Leo ad avvisarmi che il “ tecnico “ era arrivato . Mentre lui trafficava con il mio computer ci siamo messi a chiacchierare . Una cosa tira l’altra è saltato fuori che ha saputo che io Venerdì devo uscire con un tipo tedesco che ho conosciuto sabato sera in disco con le altre . ( indovino da chi l’ha saputo ? La Ele forse ?? )  Lui dice che gliel’ha detto Edo che l’ha saputo dal Mane che ha parlato con il Pipa che a lui l’ha detto la Ele .( ma va ? ) Ho confermato la cosa tanto ormai non c’era più niente da tenere segreto , con la Ele sta sicuro che sanno ormai anche tutti i particolari più insignificanti . Poi Dade si è dilungato a lungo sul fatto di come faccio ad uscire con uno che non conosco neanche e che tanto tra un po’ torna a casa sua . Ma farsi un attimo i cavolini propri qualche volta no ? Credo di essere abbastanza grande da cavarmela da sola e poi cavolo non credo che sia un assassino maniaco che dopo che mi avrà usato violenza e avermi seviziato , mi taglierà a pezzi e mi scioglierà nell’acido ! Mi ha solo invitato una sera ad uscire , non penso ci sia niente di male in questo ! E poi non me lo devo mica sposare , lo so anche io che lui tornerà in Germania tra un po’ !!!

Comunque sia , nonostante tutti siano portati a darmi ognuno la sua opinione , alla fine io uscirò comunque con Stephàne venerdì sera e sono sicura che mi divertirò ! Alla fine Dade è riuscito a sistemare il mio PC così mi sono rimessa a lavorare , anche se dopo che Dade se n’era andato , il caro Leo che non si era certo risparmiato dall’ascoltare bene le nostra conversazione , è capitato casualmente nel mio ufficio e indifferente se ne esce con “< allora , cos’è questa novità che ho sentito che esci con un tedesco ? dai racconta !>” , ma la gente i cazzacci suoi non se li fa mai ? credo disperatamente di no !!!
 
Inviato da didone80 @ 21:34
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 64 14-06-2005 
 

APPUNTAMENTO ROMANTICO CON STEPHANE

Venerdì sera come previsto sono uscita con Stephàne , ci siamo trovati in un locale che per fortuna lui conosceva bene , perché visto che non è del posto era un po’ difficile darci appuntamento da qualche parte . Era molto fashion , portava addosso un paio di jeans tutti strappati e una camicia bianca a stampe nere e argento , i capelli spettinati ad arte con il gel . Prima siamo andati  a Desenzano a bere qualcosa e poi abbiamo fatto una passeggiata lungo lago . A un certo punto , sorpresa ! , mi ha portato giù ad un piccolo molo con l’attracco per le barche e mi ha detto che mi portava a fare un giro del lago in barca ! Meraviglioso ! Mi ha fatto salire su un piccolo motoscafo , ok non era il più bel motoscafo del mondo , ma era comodo . Non è suo però , è di uno dei suoi amici che è li in vacanza con lui . Abbiamo fatto tutto il giro del lago al chiaro di luna , è stato bellissimo ! Abbiamo attraccato due o tre volte , a Limone , a Malcesine , a Bardolino e poi siamo tornati a Desenzano . Ci abbiamo impiegato un bel po’ a dire il vero , erano già le quattro e venti di mattina e faceva anche abbastanza freschino . Così siamo andati in un locale semideserto a bere una cioccolata calda e poi mi ha riaccompagnato alla macchina . Per tutta la gita sul lago abbiamo chiacchierato del più e del meno , è un ragazzo molto gentile e devo dire anche molto educato , mai una volta ha allungato una mano o ha fatto un gesto fuori dall’ordinario .Mi ha confessato di avere una ragazza a casa , la cosa non so perché non mi ha affatto stupito , infatti non me la sono neanche presa a male , dopotutto , quello che mi aspettavo era solo di passare una bella serata in ottima compagnia , e così è stato . Quando siamo arrivati alla mia macchina mi è venuto quasi spontaneo baciarlo , è stato davvero troppo carino. E’ finito tutto li , abbiamo intuito entrambi che quello sarebbe stato il primo e ultimo appuntamento che ci saremmo mai dati , è stato più che normale , me lo aspettavo e devo dire che sono contenta che sia andata così . Magari mi capitasse più spesso di uscire con dei ragazzi come lui ! Sono tornata a casa felice e ho sognato di venir rapita dal  mio pirata e che scappavo con lui , mi sono svegliata di ottimo umore tanto che la giornata poi è stata splendida !

 
Inviato da didone80 @ 21:35
COMMENTI: 0
 
   Messaggio N° 65 14-06-2005 
 

RISSA E BOTTE DA ORBI TRA DONNE

Sabato sera è successo il finimondo ! Edo ci ha invitati tutti a mangiare a casa sua . Mirko ha portato la sua ex perché insomma pare che ci sia stato un ritorno di fiamma . L’aveva lasciata perché lei era troppo gelosa e possessiva e controllava ogni suo spostamento e gli telefonava a tutte le ore , io l’ho sempre trovata un po’ svitata a dire il vero , ma siccome va bene a Mirko , va bene anche a me , tanto con lei ci deve stare lui . Tale tipa si chiama Patrizia , ovvero Patty .Quando sono arrivati , lei mi ha a malapena salutato , sa che sono la migliore amica di Mirko e la cosa non gli va molto giù in partenza quindi la serata non è iniziata nel migliore dei modi , visto anche che lei non perdeva occasione di lanciarmi delle frecciatine acide . Io non ho mai ribattuto anzi , ho cercato di tenermi più alla larga possibile da lei che stava sempre appiccicata a Mirko come una sanguisuga . Prima di cenare abbiamo fatto un po’ di aperitivo e io sono uscita un po’ sul balcone  a chiacchierare insieme alla Ilary ,Dry , Edo , Lolo e la Ele che sono usciti a fumare . Dopo un po’ è arrivato anche Mirko , e noi due ci siamo messi in un angolo a parlare della sera prima e di come era andato l’appuntamento con Stephàne . Io avevo un po’ freddo così mi sono abbracciata a lui e mi sono chiusa nel suo giubbino , ma lo faccio sempre , è una cosa normale per me , stavamo così a parlare insieme agli altri quando arriva anche la Patty e ci guarda visibilmente alterata . Si avvicina e dice a Mirko se può entrare un attimo che gli deve dire una cosa . Ho capito subito che tirava un’aria pessima e l’hanno capito anche tutti gli altri . Dopo cinque minuti Mirko esce sul balcone e dice che scende un attimo in macchina con la Patty perché lei si è dimenticata il golfino sul sedile dietro . Quando arrivano giù e girano l’angolo sentiamo che stanno discutendo , da quello che potevo capire discutevano a causa mia . Mi guardo in faccia con gli altri che ridacchiano , se l’erano già immaginati che sarebbe andata così . I due rientrano e ci mettiamo a tavola per la cena .

Caso vuole che la Patty si siede proprio di fronte a me , alla mia destra l’Ale , alla mia sinistra Edo . Lei alla sua destra aveva Mirko , alla sua sinistra Alex .

Durante tutta la cena non ha fatto altro che farmi battutine acide e io stavo cominciando veramente a stancarmi tanto che poi ho cominciato a rispondere a tono . A suo discapito posso dire che a parole me la cavo piuttosto bene e quando mi stuzzicano rispondo veramente per le rime . Insomma a un certo punto lei si è scatenata e la cosa è sfociata in una vera e propria discussione nonostante i miei amici tentassero in tutti i modi di smorzare la cosa . A un certo punto dopo una mia ennesima risposta a tono alquanto sarcastica l’ho vista diventare rossa come un peperone per la rabbia , poi si è alzata di scatto facendo cadere la sedia su cui era seduta e mi ha tirato in faccia un bicchiere d’acqua ! Sono rimasti tutti allibiti , io invece come se mi avesse punto un calabrone sono scattata in piedi e gli sono volata addosso prendendola per i capelli e mollandole un ceffone pazzesco in faccia . Manco a dirlo è stata rissa . Volavano sberle a manetta , io dove prendevo prendevo , non mi fregava niente , avevo un diavolo per capello , Mirko si è infilato nella rissa tentando di separarci , inutile così sono arrivati i rinforzi , prima Alex , poi Lolo e anche Edo .Ci sono voluti tre di loro per tenermi lontana da quella , ma lo stesso prima che riuscissero a togliermi di dosso a lei le ho fatto un bell’occhio nero !

Alex e il Lolo mi tenevano pigiata contro il muro mentre urlavo alla stronza un fiume di parolacce e insulti , ero tutta spettinata visto che anche lei mi ha preso per i capelli( e poi per la bicchierata d’acqua ) , un braccio pieno di segni delle sue unghie ,ma lei è quella che ne è uscita peggio .  Mirko era fuori dai gangheri , l’ha presa per un braccio , l’ha trascinata fino alla sua macchina e poi dopo avercela fatta salire sbraitando l’ha portata a casa .

Quando è tornato io stavo seduta sul divano muta come un pesce , visibilmente alterata ma anche un po’ stupita dal fatto di essere esplosa in quel modo fino ad essere arrivata alle mani .  Mirko s’è seduto vicino a me , zitto anche lui , quando alla fine ci siamo guardati in faccia , siamo scoppiati a ridere ! Mi ha detto che non era arrabbiato con me , piuttosto era incazzato nero con quella stronza della Patty , alla fine è stata colpa sua , mi ha provocato per tutta la sera e alla fine sono esplosa , solo non pensava che saremmo arrivate alle mani ! io continuavo a ridere come una cretina ripensavo a tutte le sberle che si è presa l’Arpia !!

Quando sono uscita sul balcone per riprendermi ci ho trovato Alex appoggiato alla ringhiera con i gomiti e i piedi incrociati , che fumava tranquillo una sigaretta . Mi sono appoggiata anche io alla ringhiera di schiena , giocherellando con una foglia del tronco della felicità . Si è girato verso di me e mi ha fatto un sorriso .

-         cazzo , sei piccola ma picchi di brutto ! – mi dice

-         eh!..- non sapevo che cosa rispondere

mi guarda e ride , così mi metto a ridere anche io .

-         hai un bel caratterino tu ! –

-         in che senso ? –

-         nel senso che hai un bel caratterino ! –

-         lo devo prendere come un complimento ? –

-         assolutamente si , mi piacciono le tipe che non si fanno mettere i piedi in testa …- sorrideva mentre lo diceva

non ho risposto , mi sono sentita in imbarazzo , dopotutto non è che mi sentissi molto fiera di essere arrivata alle mani con la Patty e lui sembrava essersi addirittura divertito !

La verità invece è che gli altri sono rimasti tutti un po’ stupiti , soprattutto le ragazze , i ragazzi sembravano essere più divertiti che stupiti dell’accaduto .

Comunque sia spero non mi ricapiti , ho provato una sensazione strana .

Avevo dentro una rabbia furiosa che a un certo punto si è amplificata talmente tanto che se non mi avessero fermato le avrei veramente fatto del male , sono esplosa , è come se avessi scaricato tutta la rabbia accumulata fin ’ora , solo in quel dato momento , non avevo più freno , nessun controllo , non riuscivo a pensare ad altro che a quella bicchierata d’acqua in pieno viso , a come mi sentivo offesa e oltraggiata , mi sono sentita umiliata , è stato come se avessi ricevuto uno sputo in pieno viso .

Mi sono resa conto poi che ho davvero picchiato duro , ci sono andata con le mani di piombo , con violenza e cattiveria , volevo farle del male . Questo mi spaventa , io ho sempre aborrito la violenza , la guerra , il picchiarsi e le armi e guarda caso la prima a darle sono stata io . Non mi sento molto bene per questo , anzi direi che sono piuttosto mortificata , è vero lei non doveva tirarmi l’acqua , ma io avrei potuto essere superiore ed evitare di prenderla per i capelli e di dargliele . Abbiamo sbagliato in due insomma , credo di dovere delle scuse a Patrizia , naturalmente però anche lei le deve a me ! Però preferisco lasciare passare quel tanto che basta a far calmare gli animi , poi si vedrà . Ragazzi che botte però !

 
Inviato da didone80 @ 21:36
COMMENTI: 0
 
Successivi >>
 
Fai click per fare login

Luglio 2019
 
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31  
 
Z&P QUA E Là
 
 
 
 
 
MENU
 

Home di questo blog
Invia a preferiti
Segnalazione abusi
 
 
ULTIME VISITE AL BLOG
 
 
   romano.andrea78
 luciana.conversano
 mzitalia
 meny82
 fregi81
 lodanap
 jstar7
 alex25_2008
 ivan.sansovini
 ciccio1vecio
 gionerig
 spec5
 Ariesmelli
 caracalla78
 trastevere1