Ad Abbas al-Shalhoub

Post n°5 pubblicato il 09 Agosto 2006 da comitato_per_la_pace

Abbas al-Shalhoub
Avevi il sole nei tuoi occhi
Guardavi con la gioia
E lo stupore
Che ogni nuovo sguardo
Dava alla tua mente
Da poco aperta
Al mondo esterno

Avevi la speranza
Verde come i campi
Dove correvi
Avevi la freschezza
Limpida come l'acqua
Che bevevi

Sorridevi
A ciò che incontravi
Non conoscevi nulla
Del mondo
Solo i suoi colori
E il volto dei tuoi genitori
Che vedevano in te
Le loro speranze
Perché eri il loro tesoro


Nel Paese dei cedri
Là dove qualcuno fece il suo primo miracolo
A Qana
Eri nato
Un anno prima
SOLO un anno prima!!!

Ma un giorno
Da una terra vicina
Ma nemica
Giunse un missile
A chiudere per sempre i tuoi occhi
Che avevano finora
Solo sorriso
A un mondo
Che non era degno
Della tua gioia.

Ti chiamavi Abbas
Insieme ad altri bambini
Sei stato ucciso
Voi
Che avevate solo la gioia
Che avevate solo il sorriso
Che conoscevate solo i colori della vita
Ora conoscete il nero della morte
Che non dovevate mai conoscere
E noi, vostri genitori,
conosciamo
il rosso del sangue dei vostri corpicini
che non volevamo mai conoscere.

Piangeremo lacrime
Amare come il fiele,
perché nessuna guerra ci restituirà
il vostro sorriso
perché nessuna vendetta ci restituirà
la vostra gioia

Guerra e vendetta
Chiuderebbero gli occhi ad altri bambini
Come te, Abbas,
e questo farebbe piangere lacrime amare
ad altri genitori.

Voi conoscevate la Pace
Perché gli uomini l'hanno dimenticata?

Scritta da Ettore Lomaglio Silvestri il 9 agosto 2006

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La risposta del Keren Hayesod alla nostra lettera al presidente Katsav

Post n°4 pubblicato il 04 Agosto 2006 da comitato_per_la_pace
Foto di comitato_per_la_pace

VI inoltro la risposta che Yehoshua Amishav, direttore della Divisione marketing e comunicazioni del Keren Hayesod di Gerusalemme, ha inviato alla lettera al presidente dello STato di Israele, e la mia controrisposta.
----------------------------- ---------------------

No child must more die at the hands of the man, is Israeli or Arabic it or
European African or.
For this reason I ask the president of the State of Israel to stop the
fire, I have asked it also the president for the Lebanese.
But it is a strange that when a Israeli dies the world alarms, while if a
libanese or a Palestinian dies does not succeed nothing, to the maximum
has sadness, never condamn.
I have picked the occasion of such images in order to condemn the war
generally, I am obvious that the dead of a child do not have nationality,
for which I do not write is died a libanese child, but is died a child.
This has not picked in my message.
Without depreciation for you but only for the war.
Ettore Lomaglio Silvestri



>

<O Tosco, ch'al collegio
> de l'ipocriti tristi se' venuto,
> dir chi tu se' non avere in dispregio>.
> DANTE ALIGHIERI Inferno: Canto XXIII
>
> Tristi ipocriti, disgusting hyprocrites,
> We in Israel don't rejoice for any civilian victim on the other side,
> like your friends from Hezbollah do when they kill our civilians. Maybe
> you also open a good Chianti botte for every Israeli killed?.
> Pictures of dead children are always sad. But our dead children don't
> awake any emotion from your part.  Jewish children, who cares? By the
> way, do you know that  Arab-Israeli children also died from Hezbollah
> missiles? If you don't care for Jewish children, at least say something
> about the Arab-Israeli children... Neither for  the dead children in
> Darfur, Sudan or  any other bleeding place on earth have you
> demonstrated, sent e-mails, nothing . Why is that?
> You are the ugly face of Italy. We know that you don't represent your
> country and your people.
>
> Con assoluto disprezzo, with total despise,
> Yehoshua Amishav
> Jerusalem
>


<

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Appello al Presidente dello Stato di Israele: fermi il massacro!!!

Post n°3 pubblicato il 03 Agosto 2006 da comitato_per_la_pace
Foto di comitato_per_la_pace

 

Per sottoscrivere la petizione al presidente di Israele
http://www.petitionspot.com/petitions/stopthemassacre

At the president and the government of Israel
Da: "Comitato per la Pace" <outafghanistan@comune.re.it>
Data: Mer, Agosto 2, 2006 6:32 pm
A: <sar@mfa.gov.il>, <v-bitchon@knesset.gov.il>, <adotan@knesset.gov.il>, <skolman@knesset.gov.il>, <eulmert@knesset.gov.il>, <shimonp@knesset.gov.il>, <aperetz@knesset.gov.il>, <ntans@knesset.gov.il>, <pniot@mod.gov.il>, <president@president.gov.il>, <public@president.gov.il>

Dear Mr. President
Dear ministers of the State of Israel
I would want to ask you of giving a glance to the photos that I enclose
to Them.
They are drawn from www.moqawama.net.
They are some of the photos of the murdered or hurt children in the
massacre of Cana.
I will ask only one what, after that he will have watched to them with
attention.
Would have it still the courage to defend the reasons of war?
They are father, like You and many Israelis, I have two small sons, like
many of you they have or they have had.
I, in front of these photos, have only the force to cry and cry my need
of Peace.
Not vindict, because it would create other evil.
Not hatred, because hatred would give other innocent dead men to us.
Only Peace.
Stopped Israel, stopped the war anywhere it is.
I do not have the courage to be impassible and the forehead heart much
evil, to much violence.
Mohandas Karamchand Gandhi has taught to me but not to ask the blood for
my enemy.
Only Peace.
Make the possible one in order to stop the war and to recommence
distance of Peace.
Thanks,
Ettore Lomaglio Silvestri

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Fermiamo il massacro!!! La guerra non va in vacanza!!!

Post n°2 pubblicato il 03 Agosto 2006 da comitato_per_la_pace
Foto di comitato_per_la_pace

Quello che è successo a Cana domenica scorsa e quello che sta ancora
succedendo ai confini tra Israele e Libano, sono atti di puro
terrorismo. Le Nazioni Unite non hanno la capacità (ovviamente per colpa
del veto di Bush) di condannarle esplicitamente, ed Israele continua
indisturbato a uccidere solo perché gli hanno sequestrato due soldati.
Personalmente, come saprete, sono contro qualsiasi guerra e,
nell'insegnamento di Gandhi ripreso anche da Terzani, non cerco vendetta
ma cerco solo di fermare la spirale della guerra, una spirale odiosa. Lo
sappiamo tutti che nelle guerre solo i civili perdono.
Guardate le foto che vi ho allegato, e ditemi se il vostro cuore non
lacrima sangue al pensare a quei poveri bambini. Potrebbero essere
nostri figli come Abbas al Shalhoub che aveva solo un anno. Non possiamo
noi che mettiamo i diritti umani al centro della nostra battaglia,
tacere di fronte a questo massacro. Sopratutto dobbiamo tener conto che
per fermare la guerra non possiamo dire: "Lo faccio dopo le vacanze".
Quante persone dovranno morire mentre noi ce ne stiamo beatamente stesi
al sole (io ho il cancro alla pelle quindi non me lo posso permettere ma
l'esempio calza) a, giustamente, giocare con i nostri figli? Io non
avrei la coscienza a posto, del resto a riposare c'è sempre tempo,
quindi vi invito a fare qualcosa, in nome di Abbas, in nome degli altri
200 e passa bambini che gli israeliani hanno massacrato per le loro
stupide ragioni. I bambini non hanno nazionalità, essi sono i fiori di
questo mondo, per questo io scrivo bambini e non bambini libanesi.
Sapete, se io guardassi mio figlio o mia figlia negli occhi e sapessi
che non ho fatto nulla perché un altro bimbo vivesse, non avrei il
coraggio di guardarlo negli occhi. Organizziamo quindi un altro
presidio, organizziamo altre manifestazioni, scriviamo ai nostri
governanti affinché urlino forte di cessare questa stupida guerra. Ieri
ne ho scritta io una e ve la faccio leggere.
Grazie compagn*, spero che si riesca a fare qualcosa!!!
Ettore Lomaglio Silvestri


Signori Ministri,
vorrei chiedervi di dare un'occhiata alle foto che vi allego.
Sono tratte dal sito www.moqawama.net.
Sono alcune delle foto dei bambini uccisi o feriti nella strage di Cana.
Vi chiederò solo una cosa, dopo che le avrete guardate con attenzione.
Avreste voi ancora il coraggio di stare zitti e di tacere?
Avreste voi ancora il coraggio di parlare di ragioni di Israele?
Avreste voi ancora il coraggio di non intervenire?
Sono padre, come molti di voi, ho due figli piccoli, come molti di voi
hanno o hanno avuto.
Io davanti a queste foto, ho solo la forza di piangere e di urlare il
mio bisogno di Pace.
Non vendetta, perché la vendetta creerebbe altro male.
Non odio, perché l'odio ci darebbe altre morti innocenti.
Solo Pace.
Fermate Israele, fermate la guerra ovunque essa sia.
Io non ho il coraggio di tenere fermo lo sguardo ed impassibile il cuore
di fronte a tanto male, a tanta violenza.
Mohandas Karamchand Gandhi mi ha insegnato però a non chiedere il sangue
del mio nemico.
Solo Pace.
Fermate Israele ancora una volta.
Grazie,
Ettore Lomaglio Silvestri



--
In memoria di Abbas al Shalhoub di anni uno, deceduto a Cana per mano
degli israeliani, insieme a tutti gli altri bambini che, come lui, non
hanno nessuna colpa del male dei grandi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Perché un comitato con questo nome

Post n°1 pubblicato il 03 Agosto 2006 da comitato_per_la_pace
Foto di comitato_per_la_pace

Ho deciso di cambiare nome al comitato che segue gli appelli di pace che
sto lanciando.
Gli ho dato il nome di uno dei bambini uccisi dagli israeliani a CAna in
Libano.
Questo a perenne memoria del dolore che porta la guerra, sia essa
giusta, ingiusta, umanitaria, unilaterale, dichiarata o non dichiarata,
contro il terrorismo o contro qualsiasi cosa che non siamo noi.
Abbas al Shalhoub era un bambino di un anno.
IO ho due figli, una di tre anni e mezzo ed uno di sette mesi, sapere
che solo un piccolo raffreddore li possa colpire mi fa star male, questo
mi rende immenso il dolore che possono aver provato i genitori di quel
bambino che non aveva nessuna colpa.
Lui non poteva nemmeno chiedersi il perché di quella guerra.
Il sorriso doveva essere l'unica espressione che doveva passare sul suo
viso, la gioia dei giochi, lo sguardo commosso di un padre che vede se
stesso, la speranza di una madre dovevano essere le immagini davanti ai
suoi occhi.
Ma qualcuno ha deciso di lanciare un missile, strafregandosene che
qualche civile poteva morire, sarebbero stati "danni collaterali"...
Ma noi pensiamo a quel bambino, insieme agli altri trentasei che sono
morti insieme a lui...
Perché non resti un numero, perché il suo nome resti imperituro nella
nostra memoria, come lo è quello dei nostri figli, perché egli sia un
nostro figlio sempre, ecco perché ho dato il suo nome al mio impegno, al
mio comitato...

Perdonatemi ma mi scendono le lacrime...
Ettore Lomaglio Silvestri

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

kiarellaphudieSdoppiamoCupidorimescolareilvolgastarman2006
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom