**TEST**
Un blog creato da passenger77 il 20/02/2006

Eventualmente Varie

Libere divagazioni di un medio eclettico

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Tecnologia portami via

Post n°54 pubblicato il 22 Dicembre 2006 da passenger77

Ultime ore di lavoro pre-natalizie. Nella stanza di fianco stanno giocando con una nuova console: accidenti, muovi un braccio e l'omino sullo schermo tira la palla da bowling.
Ebbene che mi stupisco a fare, io sono un informatico, con tanto di laurea; queste cose sono il mio pane.
Ho iniziato a programmare in basic sul C=64 che andavo alle elementari. Allora la console per i videogiochi era una roba con la scatola in radica; attaccatvi una pistola finta col cavo e sparavi ad un puntino bianco che si muoveva sullo schermo. Mi rendo conto che fu per capire quale magia stesse lì dietro che decisi quale sarebbe stato il mio campo di studi, ed il mio futuro. Ormai che ho svelato il trucco, ho persino una partecipazione in una società che commercializza il software da me ingegnerizzato. Eppure accidenti, ho provato la stessa magia di quel tempo, per un attimo. Ho scordato bit, algoritmi e righe di codice per un attimo di puro stupore.
Non credo che comprerò quella console: devo pagare i mobili, le piastrelle, il mutuo della nuova casa. Eppure quella magia...

 
 
 

Per scrivere, tanto per

Post n°50 pubblicato il 29 Novembre 2006 da passenger77
 

Ultimamente mi sento un po' vittima della sindrome del "tirare le somme".
Che palle, chissà quanto risulto noioso agli altri, se persino da solo non mi sopporto più.
Sarà che il mio mondo nel corso di appena un anno è cambiato radicalmente... mi viene da pensare di aver fatto uno scatto  tutto di un botto, ora che al sabato sera la discoteca mi pare uno sbattimento e che al coca e jack ho sostituito il porto invecchiato 10 anni. Poi penso al lavoro, a come sia maturato il mio approccio nei confronti della musica... alla MIA casa...
Quel senso di adolescenziale insoddisfazione ormai sopito da un decennio e più, si è ripresentato, evoluto in una ricerca ponderata di affermazione personale, professionale, sentimentale. Fortunatamente mi vien da prenderlo come un sentimento costruttivo. Sotto molti punti di vista sto godendo i frutti di anni di studio, preparazione, esperienza, ma anche pagando lo scotto di enormemente late parentesi di cazzeggio, incertezze, immaturità.
Penso che tutto ciò sia banale. Eppure pensarci mi fa sentire ottimista: sto arrivando ai 30 con lo spirito dei 20, ma con molta più serenità, o meglio, forse un po' disilluso, ho imparato a prenderla con filosofia.
Se non altro ho rinunciato a capire le donne... croce e delizia...

 
 
 

Di nuovo, le scale

Post n°48 pubblicato il 23 Novembre 2006 da passenger77
 

Penultimo piano, si scende.
La meta è in fondo a quel percorso autoimposto di ritorno ad una singolarità ancora troppo acerba per non essere percepita come incompletezza.
Eppure i giorni si alternano con un ritmo sorprendente, giacchè l'esperienza ha insegnato ad anestetizzare la mente, imponendo il silenzio ai propri pensieri.
Sono le notti ad essere lunghe, interminabili...
 

 
 
 

So What!

Post n°44 pubblicato il 08 Novembre 2006 da passenger77
 

immagineTributo ai Metallica - on stage!

Uno scatto da una delle prime esibizioni live del Tributo ai Metallica di cui faccio parte.

 
 
 

Armonica dissonante

Post n°43 pubblicato il 08 Novembre 2006 da passenger77
 

Una frequenza armonica dissonante affligge il mio stato d'animo.
Ha il potere di sommarsi al suono delle mie percezioni più istintuali per conferire ad esso una eco di insoddisfazione, ira, inappetenza.
Non è abbastanza ampia da sconfinare nel dominio delle mie certezze, interferire con fluire dei miei pensieri più consci e ben formati.
Tuttavia mi logora lentamente, come un insetto fastidioso.
Oggi il lupo esce dalla tana ed annusa l'aria circostante, mostrando i denti.
Forse una singola carezza basterebbe ad ammansirlo.

 
 
 

Ricordi

Post n°42 pubblicato il 06 Novembre 2006 da passenger77

Ho ventinove anni. Scritto così, v-e-n-t-i-n-o-v-e, mi fa sentire ancor di più il tempo trascorso... forse avrei dovuto scriverlo in cifre, 29, ma faccio parte (fortunatamente) dell'ultima generazione abituata a scrivere le parole per esteso. Per noi nati nei '70 (e sopravvissuti agli '80 ed ai '90), l'espressione "C6?" è estrapolata da una partita a battaglia navale (sulla carta per giunta, non on-line). Ricordo quando per fare le ricerche si usava l'enciclopedia, e per riuscire a mettere in piedi qualcosa da consegnare il giorno dopo (qualsiasi cosa, anche due righe striminzite) ti dovevi leggere TUTTA la voce encicolpedica (i secchioni leggevano anche i rimandi!) perchè l'unico copia-incolla esistente era quello che facevi strappando le pagine del Bignami ed appiccicandole dentro l'astuccio, o sullo schienale della sedia di quello davanti (che tanto poi ti cambiavano di posto, o lui ci metteva sopra il giubbotto). Allarghiamo la parentesi: ma chi ha mai capito qualcosa studiando quello che c'era scritto sul Bignami? Il Bignami a noi serviva solo per copiare durante il tema gli argomenti che non avevamo studiato!
Ed il libro dei temi? E dire che c'è gente che ha copiato il tema di maturità da questa "perla" letteraria! Ebbene Signore e Signori, ecco a voi gli illustri antenati del Ctrl (o Mela, per par condicio) + C / Ctrl (o Mela) + V!
E poi la gita... il mito della "conquista", della libertà... sembrava quasi che in gita potessi farti tutte le tue compagne (anche quelle delle altre classi), bere ettolitri di vodka alla pesca, fumare le sigarette (!) e persino vedere qualcosa di interessante. Chiaramente a casa tutto questo era IMPENSABILE (al massimo potevi andare in oratorio). La gita sembrava uno di quei film anni '80 dove alla fine lo sfigato salva il mondo, trova un modo per non farsi scoprire dal padre cui ha demolito la macchina (guidata senza avere la patente), e, chiaramente... farsi la bionda!
Ed il canestro quando il tabellone segna l'ultimo secondo della partita? Quello in gita lo segnavi DI BASE, e magari ti scomparivano pure i brufoli. Che poi a nessuno interessava vincere la partita, il nostro mito era "farsi la bionda".
Al liceo in settimana bianca fui beccato a scavalcare un balcone (hotel in Trentino con tanto di strapiombo!) per andare da una tizia nella stanza di fianco. Che gioia... un'amica diciottenne che frequenta lo stesso liceo mi ha raccontato questa storia... senza sapere che ero io. La prof di inglese si è talmente spaventata che non va più in gita... e son passati quindici anni!
Eravamo un po' tonti, sempliciotti, per nulla "sgamati", come si dice; ridevamo con battute del Drive-in che solo a pensarci... orologiao-ao-ao...
...ma abbiamo lasciato il nostro segno.

 
 
 

One Shot

Post n°41 pubblicato il 24 Ottobre 2006 da passenger77
Foto di passenger77

Un'immagine del set del corto sulla vita di Aleramo cui ho partecipato lo scorso W/E.

 
 
 

Post N° 40

Post n°40 pubblicato il 24 Ottobre 2006 da passenger77
 

Comunicare, chiedere.
Quel piccolo, insignificante difetto, un giorno sembrerà una vetta insormontabile.

 
 
 

Riflessioni

Post n°39 pubblicato il 23 Ottobre 2006 da passenger77
 

La prima volta che l'ho guardata negli occhi, ho visto due pozze scure, profonde, intriganti...  Piano piano, quasi ipnotizzato, ho visto ivi affiorare la mia immagine, nitida e precisa, quasi la sua vista avesse il potere di epurare ogni imperfezione. 
L'ho guardata negli occhi, sapendo che mi conosceva.
Sono un freddo razionalista, ma questa creatura ha un potere su di me, un potere cui voglio dolcemente cedere... ora che so di avere la forza di non snaturarmi, di non perdere la mia identità, pur iniziando una nuova ricerca.

 
 
 

Contaminazione

Post n°36 pubblicato il 03 Ottobre 2006 da passenger77
 

Lampante. La paura della contaminazione: non me ne ero reso conto prima in modo così evidente... Da quando siamo diventati così? Porgere il collo come un animale che si concede completamente alla creatura compagna di giochi... chi riesce a lasciarsi andare con tanta pienezza? Forse il dolore epidermico mi ha inglobato in una pellicola protettiva che mi tiene sempre con gli occhi fissi sulla porta, con le spalle al muro...

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

passenger77almera1974Syn.80smaltorossoVigor6954Dany650qualchevoltasuccedearimatecil_presidente77fiore.solain_talkingcognitivedisplaysiaDrashtamatrix73.b
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 
 
 
 
 
 
 

LINK PREFERITI

 
 
 
 
 
 
 

NOME ANCESTRALE

immagine