« Verde UmbriaSpoleto all'improvviso »

Senza Scuttle

Post n°157 pubblicato il 09 Maggio 2019 da la.cozza

E niente, non mi abituo a stare senza Scuttle.
Stavolta ho resistito un po' di più. Non ho iniziato subito a mettermi in standby aspettando il suo ritorno, a vivere al rallentatore, riducendo al minimo gli impegni e i motivi per uscire di casa e passando ore e ore tra fotografie, ricordi, facebook e vecchi post.
Stavolta ho continuato a vivere come niente fosse, insomma ... quasi.
Non mi sono nemmeno agitata come faccio di solito quando il suo passato, di cui io non faccio parte dato che ci siamo conosciuti che entrambi eravamo diciamo così "grandi", diventa di nuovo presente, quando lui cammina per le sue strade, tra la sua gente, così lontano e non solo per la distanza.
So che è giusto così, è normale che lui quando può torni al suo paese dove vivono figli e nipoti, a Catania da sua sorella, nella terra dove ha tanti amici vecchi e nuovi.
In questi giorni c'è la festa del Santo e lui desiderava tanto esserci.
Aveva cose da sistemare giù e sono stata io a dirgli di andare a vedere se casa può accoglierci questa estate per una piccola vacanza, con le case disabitate non puoi mai essere sicuro che sia tutto a posto quando serve.
Continuo a ripetermi come un mantra tutte queste cose ma non serve, non basta.
Questo tempo pazzo, un po' piove e fa freddo, un po' c'è il sole, non mi aiuta.
Ho tantissime cose da fare in casa e fuori e invece oggi non faccio niente, mi sono proprio messa in pausa ad aspettare il suo ritorno.
E' un bel guaio, starà via ancora alcuni giorni, troppi per passarli ascoltando musica mentre lo aspetto. Troppi per tenere a bada le mie ansie e i pensieri neri, i maledetti film che mi faccio immaginando cosa sta facendo, con chi è, chi incontrerà.... se vedrà per caso quella che gli mette sempre un like ai post qualsiasi cosa pubblichi o quella a cui lui commenta tutti i post in dialetto, il loro dialetto che io non parlo, che non è il mio.
Mogli e buoi dei paesi tuoi. Io al suo paese ci sono stata tre volte in tutto.
Altra testa, altra mentalità, difficile capirsi a volte.
Per anni sono stata gelosa del suo passato, poi finalmente quest'anno all'improvviso un giorno mi sono sentita in pace, ho cominciato a pensare che non c'era proprio niente per cui star male, che tutto quello che era successo era assolutamente normale e assolutamente finito, per me e per lui.
Questo ha funzionato finchè il passato se ne è stato buono buono al suo posto, oggi non funziona per niente e sono qui che rimugino e scrivo, scrivo e rimugino.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/acqualand/trackback.php?msg=14481476

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 
 
 

I figli
Charlie(1985)
Lucy(1986)
Linus(1988)
Sally
(1990)
Rerun(1995)
Cucciolo(1996)

I nipoti
da Lucy e il.genero
Principino(2005) Cicciobello(2008) Pupetta(2017)  
da Linus e Marcie
Lunapiena
(2011)
da Charlie e Frida
SueStorm
(2012)
da Charlie e Piperita Patty
Azzurro(2016)

 

Ultime visite al Blog

elyravjenny1966_2016FLORESDEUSTADje_est_un_autreletizia_arcurila.cozzajulietjolieditantestellewxzynuovavita2011Cherryslcassetta2alexxia_74DarkLordComing
 

Ultimi commenti