Creato da africana83 il 22/08/2006
La mia vita giorno per giorno (o quasi...)

Contatta l'autore

Nickname: africana83
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 41
Prov: FI
 

Selina...

 

Giovanni Allevi - Come sei veramente

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Sto leggendo...

 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

sols.kjaerlo_snorkialboreteresagiuseppegaruttiAldus_rforeverflyDebol_Mentemini_dreamafricana83Toscanagnudaa10035136gplapoormaliberafatamatta_2008bad.wizard
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Ultimi commenti

mappa

 
 

 

« ...Ruanda, Sarkozy ammette ... »

Sudan, possibili combattimenti nella città di Deribat in Darfur

Post n°442 pubblicato il 27 Febbraio 2010 da africana83
 
Tag: Sudan

25/02/2010

La denuncia arriva dall'ong Medecins du monde che ha sospeso la propria attività e parla di oltre 100.000 sfollati

L'organizzazione umanitaria francese "Medecins du monde" ha diffuso un comunicato stampa dove annuncia la sospensione delle proprie attività nella città di Deribat, nel Darfur settentrionale, nella zona di Feina. La decisione è stata presa in seguito ai combattimenti in corso da diversi giorni. "Deribat - si legge nel testo del comunicato - è stata attaccata mercoledì, provocando la fuga massiccia della popolazione e facendo salire a oltre 100.000 il numero degli sfollati nell'area. La nostra organizzazione è preoccupata per le conseguenze sanitarie di questo spostamento umano: impossibilità di avere accesso alle cure, all'acqua potabile, rischio di epidemie di meningite, oltre le gravi conseguenze per l'agricoltura che causeranno un aumento della malnutrinuzione, specie per i bambini con meno di cinque anni".
Medecins du monde denuncia anche il saccheggio del centro di salute di Feina, verificatosi il 18 febbraio, che ha privato i 30.000 abitanti della zona della sola struttura di cure efficiente.

Il comunicato è stato diffuso proprio il giorno in cui Omar Hassan el Bashir, il presidente sudanese, aveva annunciato la fine della guerra per la firma di un accordo di pace con il Movimento per l'uguaglianza e la libertà (Jem).
Resta ancora da capire chi siano i responsabili degli attacchi, ma si è pensato all'Esercito di Liberazione del Sudan (Sla) di Abdel Wahid Al-Nur, un gruppo antigovernativo che non ha firmato la pace.

Da: http://it.peacereporter.net/articolo/20443/Sudan%2C+possibili+combattimenti+nella+citt%E0+di+Deribat+in+Darfur

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963