Creato da alice_s_velata il 06/01/2009

Presente Imperfetto

il riscatto del solito

 

agosto

Post n°5054 pubblicato il 01 Agosto 2020 da alice_s_velata

L'immagine può contenere: pianta e spazio all'aperto, il seguente testo

"La parte soleggiata di noi stessi
non somiglia a questo prato d’agosto
che vedi
somiglia piuttosto a una pietra
che il tempo abbia sepolta
nel fondo profondo di noi
oppure sta come un’isola
e noi siamo sponda
ma sempre al di qua di quell’isola
dove io si dice per dire
– per essere – noi."

pierluigi cappello

L'immagine può contenere: il seguente testo

 

 
 
 

illusion moment

Post n°5053 pubblicato il 06 Luglio 2020 da alice_s_velata

 

          Nessuna descrizione della foto disponibile.

"Ti meriti un amore che ti voglia spettinata,
con tutto e le ragioni che ti fanno alzare in fretta,
con tutto e i demoni che non ti lasciano dormire.

Ti meriti un amore che ti faccia sentire sicura,
in grado di mangiarsi il mondo quando cammina accanto a te,
che senta che i tuoi abbracci sono perfetti per la sua pelle.
Ti meriti un amore che voglia ballare con te,
che trovi il paradiso ogni volta che guarda nei tuoi occhi
e non si stanchi mai di leggere le tue espressioni.
Ti meriti un amore che ti ascolti quando canti,
che ti appoggi quando fai il ridicolo,
che rispetti il tuo essere libera,
che ti accompagni nel tuo volo,
che non abbia paura di cadere.
Ti meriti un amore che ti spazzi via le bugie,
che ti porti l’illusione,
il caffè
e la poesia."

estefania mitre

 
 
 

luglio

Post n°5052 pubblicato il 01 Luglio 2020 da alice_s_velata

"il bollente luglio porta freddi temporali,

albicocche e violaciocche "

sara coleridge

 

 
 
 

giugno

Post n°5051 pubblicato il 02 Giugno 2020 da alice_s_velata

 "La tua voce, nel chiaro mondo dei giorni di giugno,
mi ha chiamato da fuori la finestra. Stavi lì,
leggera ma composta, come nel giusto sguardo,
fisso e lieve, dell’estate incontestata tutte
le cose elevano le loro sembianze nell’aria intatta.

Il tuo amore pareva allora semplice e intero
come la pera appena colta che mi hai lanciato e il tuo viso
nitido come i puntini e le macchie sulla pelle della pera,
che son sempre promessa di buon vino, accanto a un fuoco
screziato, dalle forme più fatali di qualsiasi grazia umana.

E il tuo dono allegro – oh quando l’ho visto cadermi
tra le mani, attraverso tutta quella luce ingenua,
mi è sembrato benedetto dalla verità e da una gioia nuova
come dev’esser stato il primo, più grande, dono."

richard wilburn

 
 
 

momento

Post n°5050 pubblicato il 23 Maggio 2020 da alice_s_velata

 

“Le persone capitano per caso
nella nostra vita,
ma non a caso.
Spesso ci riempiono di insegnamenti.
A volte ci fanno volare alto,

altre ci schiantano a terra
insegnandoci il dolore…
donandoci tutto,
portandosi via tutto,
lasciandoci niente.”

alda merini

 

 
 
 

momento

Post n°5049 pubblicato il 16 Maggio 2020 da alice_s_velata

"E la gente rimase a casa
e lesse libri e ascoltò
e si riposò e fece esercizi
e fece arte e giocò
e imparò nuovi modi di essere
e si fermò
e ascoltò più in profondità
qualcuno meditava
qualcuno pregava
qualcuno ballava
qualcuno incontrò la propria ombra
e la gente cominciò a pensare in modo differente
e la gente guarì.

 

E nell’assenza di gente che viveva
in modi ignoranti
pericolosi
senza senso e senza cuore,
anche la terra cominciò a guarire
e quando il pericolo finì
e la gente si ritrovò
si addolorarono per i morti
e fecero nuove scelte
e sognarono nuove visioni
e crearono nuovi modi di vivere
e guarirono completamente la terra
così come erano guariti loro."

 

kathleen o’meara

 
 
 

maggio

Post n°5048 pubblicato il 01 Maggio 2020 da alice_s_velata

 

"Quando si è scarsi di ragione o senno
càpita che si scambino
fischi per fiaschi
- fa’ che càpiti –
nei sereni di maggio
di’ pure che un usignolo più un usignolo
sommato a un altro usignolo
è una manciata di spiccioli d’oro
gettata nell’aria chissà da chi
chissà per chi
magari fra i tanti per te
quando sei solo."

pierluigi cappello

 

 
 
 

attimo

Post n°5047 pubblicato il 06 Marzo 2020 da alice_s_velata

"Così per la lor via vanno le stelle,
incomprese, immutabili!
Tu, mentre noi ci dibattiamo in vincoli,
di luce in luce ascendi.

 

Tu, la cui vita è tutta di splendore!
E se dalle mie tenebre
devo tendere a te braccia nostalgiche
sorridi e non m’intendi."

hermann hesse

F. tusai

 
 
 

marzo

Post n°5046 pubblicato il 01 Marzo 2020 da alice_s_velata

 "Ancora marzo ci ritrova,
è di nuovo primavera,
ancora coi suoi cieli lievi,
la tenera luce e la fragranza del vento,
e quel che ci unisce, arcano chiarore,
antico è, e pur novello,
dolce tremore d'aria
e ferma volontà di fato
insieme ci tiene, e marzo ci ritrova,
ancora una volta è primavera."

sibilla aleramo

 
 
 

momento

Post n°5045 pubblicato il 07 Febbraio 2020 da alice_s_velata

"Certo che fa male, quando i boccioli si rompono.
Perché dovrebbe altrimenti esitare la primavera?
Perché tutta la nostra bruciante nostalgia
dovrebbe rimanere avvinta nel gelido pallore amaro?
Involucro fu il bocciolo, tutto l’inverno.
Cosa di nuovo ora consuma e spinge?
Certo che fa male, quando i boccioli si rompono,
male a ciò che cresce
male a ciò che racchiude.

 

Certo che è difficile quando le gocce cadono.
Tremano d’inquietudine pesanti, stanno sospese
si aggrappano al piccolo ramo, si gonfiano, scivolano
il peso le trascina e provano ad aggrapparsi.
Difficile essere incerti, timorosi e divisi,
difficile sentire il profondo che trae, che chiama
e lì restare ancora e tremare soltanto
difficile voler stare
e volere cadere.

 

Allora, quando più niente aiuta
si rompono esultando i boccioli dell’albero,
allora, quando il timore non più trattiene,
cadono scintillando le gocce dal piccolo ramo,
dimenticano la vecchia paura del nuovo
dimenticano l’apprensione del viaggio –
conoscono in un attimo la più grande serenità
riposano in quella fiducia
che crea il mondo."

karin boye

 

 
 
 

febbraio

Post n°5044 pubblicato il 01 Febbraio 2020 da alice_s_velata

 

"Pioggia pesante di uccelli
su l’albero nudo:
così leggermente vibrando
di foglie vive
si veste.

Ma scatta in un frullo
lo stormo,
l’azzurro Febbraio
con la sera
sta sui rami.

È gracile il mio corpo,
spoglio ai voli
dell’ombra."

antonia pozzi

 
 
 

giornata della memoria

Post n°5043 pubblicato il 27 Gennaio 2020 da alice_s_velata

Un paio di scarpette rosse

"C'è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:

sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica "Schulze Monaco".

C'è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buckenwald
erano di un bambino di tre anni e mezzo.
Chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni

ma il suo pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini
anche i suoi piedini li possiamo immaginare
scarpa numero ventiquattro
per l' eternità
perché i piedini dei bambini morti non crescono.

C'è un paio di scarpette rosse
a Buckenwald quasi nuove
perché i piedini dei bambini morti
non consumano le suole."

Joyce Lussu

 
 
 

attimo

Post n°5042 pubblicato il 13 Gennaio 2020 da alice_s_velata

"il nero sbiadisce  semplicemente fino a  diventare  bianco,

e viceversa,

 così alla fine  è difficile distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato"

cit.

 
 
 

nuovo anno

Post n°5041 pubblicato il 05 Gennaio 2020 da alice_s_velata

 

"E l’amore guardò il tempo e rise,

 

perchè sapeva di non averne bisogno.

 

Finse di morire per un giorno,

 

e di rifiorire alla sera,

 

senza leggi da rispettare.

 

Si addormentò in un angolo di cuore

 

per un tempo che non esisteva.

 

Fuggì senza allontanarsi,

 

ritornò senza essere partito,

 

il tempo moriva e lui restava."

luigi pirandello

buon anno 

 
 
 

dicembre

Post n°5040 pubblicato il 01 Dicembre 2019 da alice_s_velata

 " Godi il regalo della luce

del cielo di dicembre,

tanto discreta

che è quasi solo trasparenza,

non dà fastidio ed è bellissima"

angel gonzales

 
 
 

momento

Post n°5039 pubblicato il 05 Novembre 2019 da alice_s_velata

"Ho imparato che qualsiasi cosa accada,
o per quanto l’oggi sembri insopportabilmente brutto,
la vita va sempre avanti e il domani sarà migliore.

 

Ho imparato che si può capire molto di una persona dalla maniera in cui affronta queste tre cose: una giornata piovosa, la perdita del bagaglio, l’intrico delle luci dell’albero di Natale.

 

Ho imparato, indipendentemente dal rapporto che abbiamo coi nostri genitori, che ci mancheranno quando saranno usciti dalla nostra vita.

 

Ho imparato che il semplice sopravvivere è diverso da vivere.
Ho imparato che la vita qualche volta consente una seconda chance.

 

Ho imparato che non si può affrontare la vita con i guantoni da baseball su entrambe le mani:si ha sempre bisogno di gettare qualcosa dietro le spalle.

 

Ho imparato che ogni volta che prendo una decisione col cuore, generalmente faccio la scelta giusta.

 

Ho imparato che anche quando ho delle sofferenze non devo essere una sofferenza.

 

Ho imparato che ogni giorno si dovrebbe uscire ed avere contatti con qualcuno.

 

Le persone gradiscono molto un abbraccio, o anche semplicemente una pacca sulle spalle.

 

Ho imparato che ho ancora molto da imparare.

 

Ho imparato che le persone dimenticheranno quanto hai detto, dimenticheranno quanto hai fatto,
ma non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire."

maya angelou

 

 

 
 
 

2 novembre

Post n°5038 pubblicato il 02 Novembre 2019 da alice_s_velata

"Guai a chi avrà amato solo  corpi,

forme, apparenza.

La morte gli toglierà tutto.

Cercate di amare delle anime.

Le ritroverete."

victor hugo

 
 
 

novembre

Post n°5037 pubblicato il 01 Novembre 2019 da alice_s_velata

 "Addio sorrisi dell’albe rosate,
Addio tramonti che d’oro parte!
Novembre porta le tristi giornate
E delle nebbie la bigia quïete!

Gli uccelli migran in file serrate
Cercando a volo contrade più liete,
Ma noi restiamo, calcando immutate,
Sul fango vecchio, le vie consuete.

Restiamo e sempre le stesse infinite
Noie e le stesse speranze remote
C’infliggeranno le stesse ferite.

Finché abbassando le teste canute,
Chinando al suolo le pallide gote,
Qui marcirem come foglie cadute."

olindo gurerrini

 
 
 

attimo

Post n°5036 pubblicato il 29 Ottobre 2019 da alice_s_velata

 

"Nella mia tasca – un cerbiatto e una stella.
Nella mia tasca – colibrì, una gazzella.

Nei miei capelli – fulmini e nevi.
Nei miei capelli – il cielo sorridente.

Nelle mie mani – una carrozza, bisonti.
Nelle mie mani – pifferi e un violino.
La stella e il cerbiatto, i bisonti, i colibrì,
le nevi, le tormente, la carrozza, i meli.

Ecco le mie meraviglie, ecco i miei tesori,
che il vento spazzerà via."

jan spiewak

 

 
 
 

momento

Post n°5034 pubblicato il 25 Ottobre 2019 da alice_s_velata

L'immagine può contenere: pianta, fiore e spazio all'aperto

"In un campo
io sono l’assenza
del campo.
E
sempre così.
Ovunque io sia
io sono ciò che manca.

 

Quando cammino
divido l’aria
e sempre
l’aria refluisce
a riempire gli spazi
in cui era stato il mio corpo.

 

Abbiamo tutti motivi
per muoverci.
Io mi muovo
per tenere insieme le cose."

mark strand

 

 
 
 
Successivi »
 
 

ULTIMI COMMENTI

giorno e notte…
Inviato da: alice_s_velata
il 11/07/2020 alle 20:15
 
Il tasto "Illusioni" è costantemente premuto.
Inviato da: boezio62
il 11/07/2020 alle 00:38
 
Spero la coleridge abbia ragione. Questo caldo è...
Inviato da: boezio62
il 04/07/2020 alle 01:17
 
ciao!!!!! bello rileggerti
Inviato da: alice_s_velata
il 16/06/2020 alle 22:24
 
Strepitoso lo scatto di un sogno. Emozionante e tagliente...
Inviato da: boezio62
il 16/06/2020 alle 15:54
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 92
 

"Non tessevo, non lavoravo a maglia,
cominciavo uno scritto, lo cancellavo
sotto il peso della parola
perché l’espressione perfetta è ostacolata
quando dentro sei oppressa dalla pena.
E se l’assenza è il tema della mia vita
– l’assenza dalla vita –
sulla carta viene fuori il pianto
e il dolore naturale del corpo
che sa la privazione.

Cancello, strappo, soffoco
le urla vive:
“dove sei, vieni, ti aspetto
questa primavera è diversa dalle altre”
e al mattino ricomincio
con nuovi uccelli e lenzuoli bianchi
che si asciugano al sole.
Tu non sarai mai qui
ad annaffiare i fiori con la canna
e i vecchi soffitti che gocciolano
impregnati di pioggia
e la mia personalità
ch’è dissolta nella tua
quietamente, autunnalmente...
Il tuo cuore eletto
– eletto perché io l’ho scelto –
sarà sempre altrove
e io taglierò con le parole
i fili che mi legano
a quest’uomo particolare
del quale ho nostalgia
finché Ulisse diventi simbolo di nostalgia
e navighi per i mari
nella mente di ognuno.
Ogni giorno ti scordo
con passione
perché ti lavi dai peccati
del profumo e della dolcezza
e così purificato
entri nell’immortalità.
È un lavoro duro e ingrato.
Unica ricompensa, se alla fine
capirò cosa sia la presenza umana,
cosa sia l’assenza
o come funziona l’io
in tanta desolazione, in tanto tempo
come nulla fermi il domani
il corpo continua a rigenerarsi
si alza e si corica sul letto
quasi abbattuto a colpi d’ascia
a volte infermo a volte innamorato
sempre con la speranza
che quanto perde in tatto
lo guadagni in sostanza."


Katerina Anghelaki-Rooke

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alice_s_velataparacelso0boezio62massimocoppawhitesail.ctNarcysseanima_on_linejdnauardizzoia.nataliagiacinto.garceabluestellaProfumi_ed_Emozionimargherita5575ciaobettina0
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

MUSICA DA ASCOLTARE

Fleet Foxes -

"fleet foxes"

 

             ---------------------

Mogway

 

"May nothing but happiness come through you door"

Take me somewhere nice"

             ----------------------

 

DISCLAIMER

The pictures featured on this page belong to their respective owners and are found randomly in the  net. No copyright infringement intended. If you see your picture featured and don't want it to be, send me a message  with your link and I will take it down right away.  Thank you
 

UNA CORTESIA, GRAZIE

Rinnovo l'invito:

 tutti coloro che usufruiscono delle  foto  qui riprodotte, sono cortesemente pregati di utilizzarle un paio di giorni dopo la loro pubblicazione  nel mio blog. Grazie della cortesia.  Alice