Creato da alice_s_velata il 06/01/2009

Presente Imperfetto

il riscatto del solito

 
Citazioni nei Blog Amici: 92
 

MUSICA DA ASCOLTARE

Fleet Foxes -

"fleet foxes"

 

             ---------------------

Mogway

 

"May nothing but happiness come through you door"

Take me somewhere nice"

             ----------------------

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

DISCLAIMER

The pictures featured on this page belong to their respective owners and are found randomly in the  net. No copyright infringement intended. If you see your picture featured and don't want it to be, send me a message  with your link and I will take it down right away.  Thank you
 

UNA CORTESIA, GRAZIE

Rinnovo l'invito:

 tutti coloro che usufruiscono delle  foto  qui riprodotte, sono cortesemente pregati di utilizzarle un paio di giorni dopo la loro pubblicazione  nel mio blog. Grazie della cortesia.  Alice

 

 

attimo

Post n°4930 pubblicato il 16 Agosto 2018 da alice_s_velata

 

"Non servono tranquillanti o terapie,
ci vuole un’altra vita…"

franco battiato

 
 
 

...

Post n°4929 pubblicato il 15 Agosto 2018 da alice_s_velata

Genova nel mio cuore sempre,

ora più che mai...

 
 
 

attimo

Post n°4928 pubblicato il 11 Agosto 2018 da alice_s_velata

 "Scorreva un vento caldo sugli abeti
tenebrosi da secoli, e portava
da fondali africani un grido lungo
come un corno da caccia. Solo il tonfo
delle pigne ritmava il suo ruggito
lontano, quasi musica, e rasente
il disco della luna, rari uccelli
notturni sciabolati sul confine
d'ombra e di luce qui da te giungevano
a portare messaggi che ora il tempo
mi esalta e mi confonde. Fu una notte
di aspettazione, e lento San Lorenzo
si annunciava con pianti di comete,
gigli che si sfogliavano nel buio
senza mani a raccoglierli. Passavano
lungo il tratturo i cani dei pastori,
neri dentro la tenebra dei pini,
i cani, occhi provvidi del giorno
e ora anime perse, inquieti lemuri
dell'estate che scavano entro zone
precluse il loro grido di rivolta,
e da millenni lo affidano al canto
delle sorgenti in corsa verso il mare."

maria luisa spaziani

 
 
 

agosto

Post n°4927 pubblicato il 01 Agosto 2018 da alice_s_velata

 

"L’estate è come un frutto, si sviluppa agli inizi di giugno, ancora acerbo,

e poi gonfia e matura a partire da luglio,

fino a rompere la sua pelle da cui scivola, luminoso agosto,

un succo zuccherato e spesso.

Il quale sarà perduto se non ci sarà nessuno per assaporarlo."

madeleine  chapsal


 
 
 

momentino

Post n°4926 pubblicato il 31 Luglio 2018 da alice_s_velata

… e la scomparsa della realtà

 
 
 

attimo

Post n°4925 pubblicato il 30 Luglio 2018 da alice_s_velata

 

"il segreto è stare in quel luogo,

 senza badare al resto

e senza avere idea di dove andrai dopo.

Perché se riesci a far funzionare  un momento,

puoi arrivare dappertutto"

philip roth 

 
 
 

attimo

Post n°4924 pubblicato il 26 Luglio 2018 da alice_s_velata

a. white


Chi insegna la gioia non deve far altro che essere egli stesso gioioso, ovvero essere la gioia. 
Se qualcuno gioisse per nulla e tuttavia provasse in verità una gioia indicibile, si avrebbe la miglior prova possibile che egli stesso è la gioia e la gioia stessa, come lo sono il giglio e l’uccello, i gioiosi maestri di gioia, che sono la gioia stessa proprio perché sono incondizionatamente gioiosi." 

soren kierkegaard

 
 
 

momento

Post n°4923 pubblicato il 24 Luglio 2018 da alice_s_velata

 
 
 

attimo

Post n°4922 pubblicato il 23 Luglio 2018 da alice_s_velata

 

"La solitudine non mi vien regalata,

 me la guadagno.

 Mi conduce a lei l'amore per la bellezza.

 Voglio in essa definirmi,

 delimitare i miei confini,

 uscire dalla confusione, trovare un ordine."

jean genet

 
 
 

momento

Post n°4921 pubblicato il 18 Luglio 2018 da alice_s_velata

"Io voglio invece leggerezza,
libertà, comprensione
– non trattenere nessuno,
e che nessuno mi trattenga.
Tutta la mia vita
è una storia d’amore con la mia anima,
con la città in cui vivo,
con l’albero al bordo della strada,
con l’aria.
E sono infinitamente felice."

marina cvetaeva

 
 
 

dejà vu

Post n°4920 pubblicato il 13 Luglio 2018 da alice_s_velata

 
 
 

attimo

Post n°4919 pubblicato il 11 Luglio 2018 da alice_s_velata

"Tu sei come una giovane
una bianca pollastra.
Le si arruffano al vento
le piume, il collo china
per bere, e in terra raspa;
ma, nell’andare, ha il lento
tuo passo di regina,
ed incede sull’erba
pettoruta e superba."

umberto saba

 
 
 

attimo

Post n°4918 pubblicato il 08 Luglio 2018 da alice_s_velata

 
 
 

momento

Post n°4917 pubblicato il 06 Luglio 2018 da alice_s_velata

"In greco “ritorno” si dice nòstos.

 Álgos significa “sofferenza”.

La nostalgia è dunque la sofferenza

 provocata dal desiderio inappagato di ritornare. "


   

milan kundera - L'ignoranza-

 
 
 

attimo

Post n°4916 pubblicato il 05 Luglio 2018 da alice_s_velata

"In ogni storia a un certo punto arriva una grande svolta.

 Uno sviluppo improvviso.

 La felicità è sempre uguale,

 ma l’infelicità può avere infinite variazioni,

come ha detto anche Tolstoj.

 La felicità è una fiaba,

 l’infelicità un romanzo."

haruki murakami

"kafka sulla spiaggia"

 
 
 

momento

Post n°4915 pubblicato il 05 Luglio 2018 da alice_s_velata

 
 
 

luglio

Post n°4914 pubblicato il 01 Luglio 2018 da alice_s_velata

carl vilhelm holsoe

 "Meglio si affronta il tempo quando è folto,

 mezza giornata basta a sbaraccarlo.

 Ma ora ai primi di luglio ogni secondo sgoccia 

 e l’idraulico è in ferie."

eugenio montale


 
 
 

attimo

Post n°4913 pubblicato il 26 Giugno 2018 da alice_s_velata

 

"Per misurare il tempo fu inventata l’assenza,

 quella riga che divide il mondo in due, 

 in due i corpi, i giorni, le parole."

alfonso brezmes


 

 
 
 

attimo

Post n°4912 pubblicato il 24 Giugno 2018 da alice_s_velata

…avvertivo la solitudine mortale

che ti coglie alla fine di ogni giorno

 che è sprecato nella tua vita.

ernest hemingway

             
      

 
 
 

no comment

Post n°4911 pubblicato il 23 Giugno 2018 da alice_s_velata

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

alice_s_velataCoralie.frtipochimassimocoppaparacelso0sabbia_nel_ventozemanova0divina.essenzaLSDtripmpt2003je_est_un_autrefigadaylubi2007tarasvulva
 

Non tessevo, non lavoravo a maglia,
cominciavo uno scritto, lo cancellavo
sotto il peso della parola
perché l’espressione perfetta è ostacolata
quando dentro sei oppressa dalla pena.
E se l’assenza è il tema della mia vita
– l’assenza dalla vita –
sulla carta viene fuori il pianto
e il dolore naturale del corpo
che sa la privazione.

Cancello, strappo, soffoco
le urla vive:
“dove sei, vieni, ti aspetto
questa primavera è diversa dalle altre”
e al mattino ricomincio
con nuovi uccelli e lenzuoli bianchi
che si asciugano al sole.
Tu non sarai mai qui
ad annaffiare i fiori con la canna
e i vecchi soffitti che gocciolano
impregnati di pioggia
e la mia personalità
ch’è dissolta nella tua
quietamente, autunnalmente...
Il tuo cuore eletto
– eletto perché io l’ho scelto –
sarà sempre altrove
e io taglierò con le parole
i fili che mi legano
a quest’uomo particolare
del quale ho nostalgia
finché Ulisse diventi simbolo di nostalgia
e navighi per i mari
nella mente di ognuno.
Ogni giorno ti scordo
con passione
perché ti lavi dai peccati
del profumo e della dolcezza
e così purificato
entri nell’immortalità.
È un lavoro duro e ingrato.
Unica ricompensa, se alla fine
capirò cosa sia la presenza umana,
cosa sia l’assenza
o come funziona l’io
in tanta desolazione, in tanto tempo
come nulla fermi il domani
il corpo continua a rigenerarsi
si alza e si corica sul letto
quasi abbattuto a colpi d’ascia
a volte infermo a volte innamorato
sempre con la speranza
che quanto perde in tatto
lo guadagni in sostanza.


Katerina Anghelaki-Rooke