10:15 Saturday Night

Non è rubando la polvere magica dalle ali di una farfalla che un corpo può librarsi libero nell'aria... Blog che evolve con l'ambizione di far parlare la musica..

 

RESISTERE

 

DROGHE

Affinità e divergenze...
musica,il tremore di un passo tra le note,
melodie carezzevoli e chitarre stridenti.

Pelle sulla pelle,
seta e cotone, trasparenze. Pizzi, tessuti che lambiscono. Guanti. Trucco leggero, matita nera.

Stile, Eleganza, Charme:  nell’Animo ancor prima che nei modi.
Androginia.
Sensualità ancor prima del fascino.
Occhi.
Mani dalle dita sottili.
Il nero, la sua essenza, i suoi significati.
Le superfici assorbenti più di quelle riflettenti.
Il candore ed il rossore. Il blu oltremare, la luce del sole.

Baudelaire e Paradisi Artificiali.
Baricco e la Allende.
Paradisi Reali, Paradisi costruiti o raggiunti.
Coscienza e Incoscienza. Estetica imperfetta .

 

..ALTRE DROGHE..

Correre.
Correre sulla spiaggia, correre di notte.
Correre quando il sole brucia,
Correre sotto la pioggia.

Il profumo nell'aria
prima di una pioggia scrosciante.
L’odore della rugiada sulle foglie
più di quello dell’asfalto bagnato.

Le orme dei gabbiani sulla sabbia.
La sabbia bagnata ai bordi del costume.
I capelli di salsedine.
Le acque cristalline,
i candidi riflessi della Luna
su di un mare
che la notte rende nero come la pece.
Luna candida come i veli delle vestali,
gialla come l'oppio,
rossa come il fuoco sulla sabbia.

La pelle nuda, i morsi sulla schiena.
Tremori e tepori.
brividi liquidi,
divagazioni estatiche: dei sensi e della mente.
Erotismo celato, Malinconia latente.

Il vento che accarezza le gote.
I sospiri. Il respiro.
I profumi delicati. Rose, Magnolie, Girasoli.
I fiori del deserto.

Il corpo, le sue forme.
L’affanno,
il sudore profumo di ore d’Amore.
Il tango argentino.
Le notti stellate di fine estate.

 

 

« Messaggio #79                  Ossimori »

Catarsi...

Post n°80 pubblicato il 21 Febbraio 2005 da butterflywings

Difficile interrompere la perfezione di un silenzio.
Squarciar con le parole l’immobilità del suo moto,
e lasciare che nei discorsi fluiscano incessanti
le emozioni di questi giorni…

Catarsi…
Secondo Aristotele, la Catarsi
è la purificazione dalle passioni che la Tragedia,
in quanto rappresentazione
di fatti gravi e luttuosi,
genera nell’animo dello spettatore…
Il tumulto interiore
assume gradualmente una forma razionale:
le emozioni non vengono eliminate
ma subiscono una "trasformazione":
vengono “ascoltate”, analizzate,
sublimate
attraverso la loro più completa comprensione.

Questi per me sono i giorni della Catarsi...
Innanzi all’intensità del tumulto
che come incendio divampa nel Cuore,
che           fiume in piena 
       inonda di pensieri la Mente
resto in silenzio:
guardo ed ascolto, respiro…
Assaggio.              Accarezzo…
              Sospeso...
Nessuna Catarsi, nessuna sua forma
- neppur la scrittura -
sa render ragione alla realtà come il Cuore…

Ed il Cuore ti parla
di
un sorriso
scoperto e coperto da un gioco di labbra
,
mentre un’o
mbra precede il riflesso di un corpo
che si frange e rifrange
                          su di uno specchio d’acqua salata...

Ho visto il cielo specchiarsi in due occhi,
mi sono perso nei loro desideri,
per poi ritrovarmi nei suoi piaceri…
Ascoltando il mio cuore
 ho imparato a carpire
il potere reale delle emozioni:
rendono eterno un istante,
liberano la vita dal tempo,
dalla materia – lo spazio e la sostanza -
da tutto ciò che è apparenza…
fino a condurti alle radici dell’essenza...

E mentre la gioia fluisce
la vita ti scorre davanti
coi suoi mille difetti,
sofferenze dolori incomprensioni problemi...

E d’improvviso chiudi gli occhi ed ascolti
“…Fragori nella mente,
rumori, dolori
lampi, tuoni e saette,  schianti di latte
fragori e albori di guerre universali, 
                                              scontri letali..”
                     Marlene Kuntz – Sonica – l’album è “Catartica”

E’ VITA…
E inesorabile scorre
(“Panta Rei” scriverebbe Eraclito)…
E’ Vita e Tu sei terribilmente Vivo…


Esser colmi di gioia e di dolore e di pensieri,
restar sospesi ansiosi nel tormento,
esultando fino a toccare il cielo,
                                                 afflitti a morte...
felice è solamente l'anima che Ama”.
                                                                   (J.W.Goethe)


In uno specchio il riflesso del ragazzo che sono
sembra ingannare il tempo e gli eventi...
Mentre i capelli, sempre più lunghi
sembrano urlare "Memento!", passano i giorni...

Commenti al Post:
amoildeserto
amoildeserto il 21/02/05 alle 17:17 via WEB
Guardando l'iimagine, ti rispondo prendendo alcune parole dal tuo post precedente: "Stile, eleganza, charme"... fortunata chi accoglie queste tue doti. A una cosa mi hai fatto pensare...quando vivi lunghi momenti favorevoli , fatti di sole emozioni positive, in cui tutto è un continuo sbocciare, "la vita ti scorre davanti coi suoi mille difetti" ... e tu sei lontano da tutto ciò...in un'altra felice dimensione.
 
 
butterflywings
butterflywings il 21/02/05 alle 20:51 via WEB
...Un leggero rossore sul viso, somatizzazione pura e sincera del mio Animo innanzi alle tue parole... Sì, ho mille motivi per esser felice, Amoildeserto... Malgrado i pensieri mi conducano spesso a problemi che a 1000 chilometri da casa non posso risolvere... Non perdo il sorriso, ed anzi mi rimbocco le maniche.. La vita di ognuno di noi è segnata da eventi su cui non si può avere il controllo e che portano pena e pensieri: l'importante è non avere paura di affrontarli, ed avere il coraggio di lottare per risolverli...
 
la.sirenetta26
la.sirenetta26 il 21/02/05 alle 18:08 via WEB
Take a light/ Start the flame/ Play the game/ I am lost/ In your eyes/ Hypnotised/ Here I believe/ Dreams never deceive/ ... passo, leggo e ancora una volta solo con i "loro" versi riesco a commentarti... il resto ce lo siamo già detto... :)
 
 
butterflywings
butterflywings il 21/02/05 alle 20:59 via WEB
"Bodies move, Colours change... Girl you're strange/ Here inside / I'm at home / I'm alive... Don't be afraid / I'm floating away / Comatose, almost / You've got me dreaming / Slipping in / And sliding out / Of conscious feeling" Io e Te abbiamo la possibilità di parlarci restando in silenzio, ascoltando... Exciter... Sto forse diventando grande?
 
 
butterflywings
butterflywings il 21/02/05 alle 21:00 via WEB
...Sorriso... mi hai guidato verso un album che non ascoltavo da troppo tempo... Grazie di cuore Sirenetta...
 
   
la.sirenetta26
la.sirenetta26 il 22/02/05 alle 09:42 via WEB
Can you feel a little love? Dream on.... ;-)
 
     
butterflywings
butterflywings il 22/02/05 alle 18:22 via WEB
C'è una canzone in Exciter che amo al di sopra delle altre... "I am You"...Ne abbiamo scritto entrambi a riguardo in passato.. E' così.. carnale, suadente, decisa eppur delicata, malinconica, sensuale, triste, laconica... Io la Adoro...
 
briciolabau
briciolabau il 21/02/05 alle 18:57 via WEB
Felice è solamente l'Anima che ama, i tuoi giorni della catarsi, sembrano ridursi a questa ultima frase,il tuo cuore in tumulto che ascolta respirare te,nel tuo silenzio egli ti conduce ad assaporare ,assaggiare sospeso...come se non riuscissi quasi a credere che ciò che stia accadendo avvenga in te.Ti parla di un sorriso, di un sentimento che forse credevi sopito, di labbra dischiuse, di occhi in cui ti perdi. Esso ti parla ti conduce alla radice dll'essenza all'Anima.La tua gioia, che non ti fa dimenticare sofferenze e incomprensioni.Che ritrovi solo chiudendo gli occhi anche se sono convinta che tutto ciò lo puoi provare anche ad occhi aperti ,la mente acuisce i desideri dell'Anima e la tua vita scorre inevitabilmente come giusto che sia Tu sei vita ed in te si è risvegliato il desiderio di andare avanti "nonostante" i se i ma i perchè, e tutto questo lavoro lo hai fatto con la tua introspezione di uomo.Sai che è vita , la tua ed anche se lo specchio ti riamanda l'immagine di un ragazzo che vorrebbe urlare "Memento", passano i giorni..altri ne passeranno , la quintessenza dell'essere che è in te mi riporta alle due frasi finali felice è solamente l'Anima che ama e vive e tu vivi..stupendo elogio ad un tuo amore. e non memento...realtà.baci notte un pò troppo anticipati va ugualmente briciola
 
 
butterflywings
butterflywings il 21/02/05 alle 21:10 via WEB
Ci credo, Briciola... Ci credo davvero: riesco a farlo ad occhi aperti. I miei occhi non sono chiusi, i miei pensieri sono protesi verso la realtà piuttosto che verso l'immaginazione che spesso ci avvicina ai desideri... Per sognare adesso mi basta guardare. Hai ragione, non è ricordo: è pura realtà... Mi sovviene che "Memento" è il titolo di un film che Adoro: un ragazzo perde l'uso della memoria a causa di un trauma - un ladro entrato in casa ha violentato e ucciso la sua ragazza, colpendolo alla testa. Lui da allora ricorda ciò che gli accade solo negli ultimi due minuti.. E così si tatua tutto sulla pelle, per poter ricordare quanto avvenuto, per vendicarsi... Il film procede a ritroso di due minuti in due minuti... è stupendo, seminale... geniale, ecco.
 
   
briciolabau
briciolabau il 21/02/05 alle 22:39 via WEB
...un film bellissimo in lui dopo il trauma rimane solo la memoria recente, quella remota scompare se non per riaffiorare con dei piccoli momenti, che lo inducono a trascrivere sulla pelle quanto e cosa ha ricordato. Bel film si. un pò forte ma bello,aribacinotte ora meglio Isa
 
     
butterflywings
butterflywings il 22/02/05 alle 18:38 via WEB
Forte, sì... Scioccante. Mi è piaciuto anche per questo, oltre che per l'originalità del procedere a ritroso di due minuti in due minuti...
 
rebelsoul5581
rebelsoul5581 il 22/02/05 alle 14:21 via WEB
...la capacità di scrivere le emozioni è un dono che possiedi e che magistralmente mostri... facendo vivere le tue parole, trasportando chi ha la fortuna di leggerle... ma io ho anche un'altra fortuna: certe cose ce le diciamo, accompagnando i pensieri dagli occhi che si accendono e si spengono, con le mani che ruotano o si fermano... non commento quello che hai scritto, perché rileggere mi ipnotizza e mi rende piccolo... commento il piacere di vivere certi scambi... Ti abbraccio...
 
 
butterflywings
butterflywings il 22/02/05 alle 18:34 via WEB
Lo sai, avrei voluto scrivere mille canzoni... mescolarle a parole dalla semplicità disarmante, per poi fondere tutto in decine e decine di foto... Avrei voluto metter sù le nostre foto, quelle dell'hippies party, o ancora gli scatti di giorni di mare e di freddo, accompagnandole a didascalie dall'ermetismo smodato o a citazioni di Parmenide, Eraclito, Schopenhauer, Al Pacino, Jeff Lebowsky... e mille stralci dei Cure... Ava Adore degli Smashing Pumpkins, e per la 347sima volta "Enjoy the silence" dei Depeche Mode... Poi ho pensato che le foto le avrei riviste sul profilo di qualcun altro; che ogni canzone rispecchia ciò che c'è in te ma se non l'accompagni debitamente alle tue parole è un ritratto privo di personalità; che se torno a Schopenhauer dopo 5 anni di ingegneria è il colmo; che Enjoy the Silence oggi l'hai postata tu.... Cacchio sono in tumulto!!!
 
 
butterflywings
butterflywings il 22/02/05 alle 18:36 via WEB
E per favore non dirmi che chi mi mostra come scrivono i grandi si sente piccolo qui... Un abbraccio Amico..
 
briciolabau
briciolabau il 22/02/05 alle 22:35 via WEB
in tumulto ti ha scritto cose meravigliose, e tu sei in tumulto, devi essere felice, un amico qui, chi pagherebbe per non averlo? Che ti conosce , conosce di te le tue sfaccettature,le tue angolature. condivide con te..gusti ,passioni, anche a me è toccata questa fortuna, ho trovato un'amica vera, ci conosciamo..non più solo daun asettico monitor, ma di noi, dei nostri abbracci, delle cose non dette di come ci muoviamo, i nostri gusti ed stato bello, bacinotte briciola
 
 
butterflywings
butterflywings il 23/02/05 alle 21:18 via WEB
Qui c'è una lieve differenza: io e Rebel ci conoscevamo già da prima di approdare qui... Uscivamo insieme da un anno: un piacevole nuovo ingresso in un gruppo di 50 persone, con un "nocciolo duro" di una decina tra ragazzi e ragazze... Uno di noi, dapprima... Fino a divenire "lui". Uno di quelli che cominci dal rum in un locale e ci finisci di notte a parlarci, che non è un granchè a montare una tenda sulla sabbia di notte ma che finisce per entrarti dentro... Il giorno in cui gli ho rivelato la mia esistenza in questi spazi non potevo immaginare che la nostra amicizia sarebbe divenuta così intensa anche grazie ai blog...
 
   
rebelsoul5581
rebelsoul5581 il 24/02/05 alle 14:45 via WEB
...ci dicevamo: difficile spogliarci di tutto in questo modo... proprio pochi giorni fa... uno di fronte all'altro, quasi senza segreti... un bicchiere di rum (solo uno?), sorrisi, momenti di gruppo e poi parole quando tutto sembra finito... parole senza rete, in equilibrio su se stesse, che vengono fuori esattamente come partono... raro trovare queste affinità, amici con cui per capirsi non occorre nemmeno dire nulla... anche l'incontro in questo mondo non è stato casuale: non me ne avresti parlato se non ci fosse stata l'intimità (di pensieri, sia chiaro) per dirmelo... e la possibilità di appuntare i miei pensieri che ho, adesso, mi rende grato... Ti abbraccio, Amico mio... p.s. comunque mi impegnai a trovare uno che montava la tenda al mio posto...
 
     
butterflywings
butterflywings il 28/02/05 alle 11:08 via WEB
P.P.S. sorvolo sul tuo ps, mi piacerebbe ricordarti il gesto atletico che ti ha indotto a "cercare aiuto" (ihihihi ti giuro che solo ricordare quella prodezza mi fà scompisciare dalle risate...) A proposito di bicchieri, di "solo uno"... Ho ricevuto un regalo stupendo: una bottiglia di Zacapa 23 anos selezione 2001, in una splendida confezione di legno... Il fatto è che "giù" non so se ci arriva piena...
 
briciolabau
briciolabau il 23/02/05 alle 20:11 via WEB
soltanto bacinotte..briciola
 
 
butterflywings
butterflywings il 23/02/05 alle 21:19 via WEB
..A cui si accompagnano i miei.. Buona serata Bri..
 
briciolabau
briciolabau il 24/02/05 alle 21:11 via WEB
come ieri sera...bacinotte briciola
 
night_prelude
night_prelude il 25/02/05 alle 02:39 via WEB
Felice e` solamente l’anima che ama? “Viva e` solamente l’anima che ama. Viva come la Terra, dilaniata da terremoti, sommersa da tempeste, mai in pace. Chi ha detto che l’amore e` dolce? E` in realta` spietato, pieno di spine, flagellatore. Parafrasando il Bardo La pena piu` dolce.. Un giorno smettero` di sfidare i martiri, di affrontarli con l’arma dell’incoscienza e, dissanguata, di urlare ‘Vittoria!’ stringendo con orgoglio l’inconfutabile dimostrazione della vitalita` della mia anima. Non mi concedero` piu` di provare tutto lo spettro delle emozioni. Scendero` a patti: rinuncero` alla possibilita` di toccare il paradiso per la certezza di un limbo. Allora saro` vecchia e corrotta. Morta e in pace” maya u.
 
 
butterflywings
butterflywings il 28/02/05 alle 11:48 via WEB
Un breve periodo come quello di Goethe riportato qui sù potrebbe prestarsi ad una miriade di interpretazioni... Il problema credo trascenda l'affermazione in sè, il legame tra la felicità e l'Amore... Se ci pensi, Goethe è il maggiore esponente dello Sturm Und Drang, ed "I dolori del giovane Werther" è forse la storia d'Amore più disperata del Romanticismo: indusse persino al suicidio molti ragazzi nei primi dell'800, e gli valse molteplici censure ed accuse di immoralità... E' indubbio che anche Lui abbia conosciuto e raccontato le sofferenze indotte da un sentimento così poliedrico e tumultuoso come l'Amore... Magari convinto come me che non si potrebbero ammirare tutte le grazie del Paradiso se non si fosse scesi o tornati dall'Inferno... La sofferenza ed il dolore nobilitano l'Animo: la comparazione è un magnifico strumento rivelatore di grandezza assoluta... Ed è per questo che credo che, anche se "spietato, pieno di spine, flagellatore", l'Amore sia comunque inesauribile fonte di felicità: la felicità che ti accarezza l'Anima allorchè è l'Amore l'incarnazione sublime della tua sensibilità... "Se Ami sei vivo", mi scrivi... è perfetto, condivido con te il pensiero che hai così magnificamente espresso, tra citazioni e parole dettate dal Cuore... Per me "Se Ami sei comunque felice", perchè quel moto interiore è la dimostrazione ineluttabile della sensibilità e della nobiltà del Tuo Animo... E per me una simile presa di coscienza può solo indurre felicità. Lo sò, è una dimostrazione che non ha basi scientifiche, che in alcuni passaggi si rivela attaccabile con gli stessi strumenti con cui si criticano e "affossano" i sillogismi... Eppure per me che ho sviluppato una forma mentis "scientifica" resta comunque una verità inattaccabile...
 
AcidAngel
AcidAngel il 25/02/05 alle 15:45 via WEB
Goethe dice che è felice solamente l'anima che ama. Ma se l'anima ama allo stremo e non viene ricambiata???
 
 
butterflywings
butterflywings il 28/02/05 alle 12:09 via WEB
E' una bella domanda, Acid Angel... La mia risposta riprende i temi e i concetti espressi sopra a Night Prelude... Io sono convinto del fatto che Amare sia la manifestazione più genuina della propria sensibilità: ed anche se un sentimento così grande e profondo non viene ricambiato, comunque in cuor mio sono felice di esser capace di provare un'emozione di così grande intensità... Quando ho Amato ho donato Me stesso, senza chiedere nulla in cambio... sono stato felice di "dare".. Non esser ricambiati induce delusione, frustrazione perfino... Sentimenti che possono condurre alla fine di una relazione, ma che non credo siano in grado di arginare la voglia e il desiderio di Amare.. Guardandosi indietro dopo la fine di un Amore non ricambiato la delusione di non averlo vissuto come si sarebbe voluto presto lascia il posto alla consapevolezza di aver donato sè stessi come il Cuore chiedeva... E' quando il Cuore non ha rimpianti che sono in armonia con mè stesso... Parola di chi qualche rimorso ce l'ha.
 
briciolabau
briciolabau il 25/02/05 alle 22:39 via WEB
Acid ti ha posto la domanda che avrei voluto fare io..ora si attende un tuo parere a riguardo...bacinotte Isa
 
 
butterflywings
butterflywings il 28/02/05 alle 12:16 via WEB
Amare sotto certi aspetti diviene sinonimo di "donare"... Sè stessi, completamente... Esser contraccambiati è una gioia immensa, eppure può non avvenire... E questo sì, è qualcosa che induce tristezza... Ma la felicità di cui parlo è qualcosa di più intimo: è insita nell'Animo... leggi sù...
 
briciolabau
briciolabau il 26/02/05 alle 22:26 via WEB
già. ogni volta riesco a leggere il tutto in maniera diversa, ed ogni volta qualcosa colpisce il mio occhio, stasera ho riletto quell'...Assaggio..Accarezzo e quel sospeso scritto in un altra maniera come se fossi sospeso realmente,o soltanto indeciso. bacinotte Isa
 
 
butterflywings
butterflywings il 28/02/05 alle 12:24 via WEB
Sospeso... un tratto sottile vuol evocare il senso di leggerezza che pervade il corpo e la Mente inebriati dal piacere di sensazioni miste a ricordi... Che nel silenzio della catarsi si spogliano della loro carnalità per assumer contorni ben definiti eppur più leggeri... quasi eterei...
 
briciolabau
briciolabau il 28/02/05 alle 21:22 via WEB
bentornato nei tuoi luoghi,grazie ovviamente per le tue risposte,ero venuta per i bacinotte, e vedo che sei tornato bacinotte briciola
 
briciolabau
briciolabau il 04/03/05 alle 20:05 via WEB
vena di cambiamenti, sempre positivi i cambiamenti hai cambiato il nome al blog, ma i cambiamenti nascono da un'esigenza interiore di cambiamenti anche nel mondo esterno a questi spazi, ok la curiosità è femmina, torno a darti i bacinotte e trovo un LIEVE, bello comunque, non poteva essere altrimenti bacinotte briciola
 
 
butterflywings
butterflywings il 06/03/05 alle 20:01 via WEB
In evoluzione... come sempre... Lieve è il modo in cui accosto la ragione al mio cuore per cercare di carpire la natura intima delle emozioni che provo...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
EFRAIN il 19/02/09 alle 11:34 via WEB
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: butterflywings
Data di creazione: 27/10/2004
 

..WAITING FOR THE SIREN'S CALL..

 

ALLUCINAZIONI

Armonia nel caos.
Decadenza e rinascita.
Orari improbabili.
Conversazioni con cervelli pulsanti.
Introspezione e Filosofia.
Nietzsche e Schopenhauer.
Socrate.

Ian Curtis e Robert Smith.
Depeche Mode, l'eccesso.
Joy division, glaciali.
Jimi Hendrix e Janis Joplin.
L'ultima delle "Tre J" .
I Massive Attack quasi quanto i Cure.
Chicago, I Blues Brothers.
Bologna e Milo Manara.
Roma.

I silenzi.
Paolo Conte e Marlene Kuntz.
Al Pacino e "Il grande Lebowsky".
Quentin Tarantino.
Notti insonni.
Fotografie in bianco e nero.
Frida Kahlo, la splendida e seducente Frida.

Il Rhum delle Barbados.
Il Varadero e lo Zacapa.
Compay Segundo, i Buena Vista Social Club.
Daniele Silvestri, Cohiba.
Letteratura Latino-Americana,
Ermetismo e Decadentismo.
James O'Barr, Eric Draven.

 

..IN ATTESA DEL GIARDINO PENSILE..

 

ULTIME VISITE AL BLOG

sundropbutterflywingsroseflamante.d.avenere_privata.xserpentarokalenieveline_smithStellacadente981ilariaseclimissland0stefycostantinovita.alessialuca1911