10:15 Saturday Night

Non è rubando la polvere magica dalle ali di una farfalla che un corpo può librarsi libero nell'aria... Blog che evolve con l'ambizione di far parlare la musica..

 

RESISTERE

 

DROGHE

Affinità e divergenze...
musica,il tremore di un passo tra le note,
melodie carezzevoli e chitarre stridenti.

Pelle sulla pelle,
seta e cotone, trasparenze. Pizzi, tessuti che lambiscono. Guanti. Trucco leggero, matita nera.

Stile, Eleganza, Charme:  nell’Animo ancor prima che nei modi.
Androginia.
Sensualità ancor prima del fascino.
Occhi.
Mani dalle dita sottili.
Il nero, la sua essenza, i suoi significati.
Le superfici assorbenti più di quelle riflettenti.
Il candore ed il rossore. Il blu oltremare, la luce del sole.

Baudelaire e Paradisi Artificiali.
Baricco e la Allende.
Paradisi Reali, Paradisi costruiti o raggiunti.
Coscienza e Incoscienza. Estetica imperfetta .

 

..ALTRE DROGHE..

Correre.
Correre sulla spiaggia, correre di notte.
Correre quando il sole brucia,
Correre sotto la pioggia.

Il profumo nell'aria
prima di una pioggia scrosciante.
L’odore della rugiada sulle foglie
più di quello dell’asfalto bagnato.

Le orme dei gabbiani sulla sabbia.
La sabbia bagnata ai bordi del costume.
I capelli di salsedine.
Le acque cristalline,
i candidi riflessi della Luna
su di un mare
che la notte rende nero come la pece.
Luna candida come i veli delle vestali,
gialla come l'oppio,
rossa come il fuoco sulla sabbia.

La pelle nuda, i morsi sulla schiena.
Tremori e tepori.
brividi liquidi,
divagazioni estatiche: dei sensi e della mente.
Erotismo celato, Malinconia latente.

Il vento che accarezza le gote.
I sospiri. Il respiro.
I profumi delicati. Rose, Magnolie, Girasoli.
I fiori del deserto.

Il corpo, le sue forme.
L’affanno,
il sudore profumo di ore d’Amore.
Il tango argentino.
Le notti stellate di fine estate.

 

 

« Messaggio #78Catarsi... »

Post N° 79

Post n°79 pubblicato il 07 Febbraio 2005 da butterflywings

Affinità e divergenze...
Musica, danza leggera tra le note,
melodie carezzevoli e chitarre stridenti.

Pelle sulla pelle,
seta e cotone, trasparenze.
Pizzi, tessuti che lambiscono.
Guanti.
Trucco leggero, matita nera.

Stile, Eleganza, Charme:
nell’Animo ancor prima che nei modi.
Androginia.
Sensualità ancor prima del fascino.
Occhi che sono specchio per uno sguardo distratto,
porta dell’Anima per chi vuole osservare.

Mani dalle dita sottili.
Il nero, la sua essenza, i suoi significati.
Le superfici assorbenti più di quelle riflettenti.
Il candore ed il rossore.
Il blu oltremare, la calda e radiosa luce del sole.

Baudelaire e Paradisi Artificiali.
Baricco e la Allende.
Paradisi Reali, Paradisi costruiti o raggiunti.
Coscienza e Incoscienza.
Estetica imperfetta
(la perfezione la lascio
a chi non possiede
l’intelligenza di ammettere i propri limiti).

Armonia nel caos.
Decadenza e rinascita.
Orari improbabili.
Conversazioni con cervelli pulsanti.
Introspezione e Filosofia.
Nietzsche e Schopenhauer.
Socrate.
Zarathustra, forse, un giorno…

Ian Curtis e Robert Smith.
Depeche Mode e Joy division.
Jimi Hendrix e Janis Joplin.
L'ultima delle "Tre J" .
I Massive Attack quasi quanto i Cure.
Chicago, I Blues Brothers.
Bologna e Milo Manara.
Roma.

Chi crede in qualcosa.
Chi ha un passato,
chi guarda al futuro.
Chi crede nell’attimo fuggente.

I silenzi.
Paolo Conte e Marlene Kuntz.
Al Pacino e "Il grande Lebowsky".
Quentin Tarantino.
Notti insonni.
Fotografie in bianco e nero.
Frida Kahlo, la splendida e seducente Frida.

I sorrisi di mia madre.
Lo sguardo dolce della mia piccola Ludovica,
le incomprensioni con la mia Piccola Me:
la Valentina in cui scorre il mio stesso sangue.

Il Rhum delle Barbados.
Il Varadero e lo Zacapa.
Compay Segundo, i Buena Vista Social Club.
Daniele Silvestri, Cohiba.
Letteratura Latino-Americana,
Ermetismo e Decadentismo.
James O'Barr e la sua creatura lucente,
Eric Draven.

Correre.
Correre sulla spiaggia, correre di notte.
Correre quando il sole brucia,
Correre sotto la pioggia.
Correre con i miei cagnolini,
dormire con la mia gatta.

Il profumo nell'aria
prima di una pioggia scrosciante.
L’odore della rugiada sulle foglie
più di quello dell’asfalto bagnato.

Le orme dei gabbiani sulla sabbia.
La sabbia bagnata ai bordi del costume.
I capelli di salsedine.
Le acque cristalline,
i candidi riflessi della Luna
su di un mare
che la notte rende nero come la pece.
La Luna candida come i veli delle vestali,
gialla come l'oppio,
rossa come il fuoco sulla sabbia.

La pelle nuda, i morsi sulla schiena.
Tremori e tepori.
brividi liquidi,
divagazioni estatiche: dei sensi e della mente.
Carezze. Baci.
Baci intrisi di passione.
Erotismo celato, Malinconia latente.

Il vento che accarezza le gote.
I sospiri. Il respiro.
I profumi delicati.
Le rose, le Magnolie, i Delfini azzurri.
I fiori del deserto.

Il corpo, le sue forme.
L’affanno,
il sudore profumo di ore d’Amore.
Il tango argentino.
Le notti stellate di fine estate.

_____________________________

Ho dedicato 5 minuti al pensiero
di ciò che mi piace,
mi attrae,
mi affascina.
Potrei continuare per ore.
”Cosa ti piace?”
è una domanda frequente nei test attitudinali

I miei esami sono finiti:
resta una Tesi, l’ultimo passo verso la Laurea.

Mi hanno suggerito
di epurare gli scritti di selezione del personale
dalla realtà dei miei sogni,
ambizioni e passioni.
Che sono e saranno
Desiderio e Ragione per la mia vita.
Non ci riuscirei mai…
Non voglio nemmeno provarci.

__________________________

Buon compleanno Bob...

 
Rispondi al commento:
briciolabau
briciolabau il 07/02/05 alle 19:57 via WEB
come sempre mi stupisciono i tuoi accostamenti ,azzardati e stupendi,impossibile resistere alla seta sulla pelle un trucco velato una musica di sottofondo delle tre j maledette, o dei Chicago,o Paolo Conte ,cornice stupenda per un corpo androgino che emana sensualità e fascino due importanti componenti,per far si che una donna possa chiamarsi tale.Non mi trovo d'accordo per quanto riguarda gli occhi, non sempre sono la porta di uno sguardo distratto,sciocco chi crede che essi siano lo specchio dell'Anima, poichè essa ha un suo linguaggio, fatto di gestualità di sguardi, di altre cose ma sopratutto il saper donare amore....Il nero..,essenza e significato..ognuno ha un'immagine propria di esso, dalla malinconia latente o manifesta. Candore e rossore...sensibilità di animo. E sempre azzardato il connubbio Baricco e Allende, un narratore ,che io amo definire più poeta ed una scrittice che ci regala opere come "la casa degli spiriti o Eva Luna".Coscienza e incoscienza che vanno di pari passo.Decadenza del corpo e rinascita di esso? Percorso difficile ma non impossibile,più difficile conversazioni con cervelli pulsanti o menti pensanti. Introspezione magnifica pratica per conoscere noi stessi fiosofia che insegna meccanismi di vita. Depesche mode ,le tre j adoro janis joplin, Massive Attack the Cure. I tuoi credere li poni come assoluti, chi non ha mai creduto in ciò che tu dici? Chi non ha mai amato nonostante le notti insonni, che portano lontano la mente a quelle foto in bianco e nero che non sono altro che ricordi ,un passato che ritorna ,affiora in ogni tua frase, la seduzione di Frida, l'amore per le tue sorelle, per tua madre ,c'è sempe questa malinconia di volere e non poter avere nell'attimo subitaneo al pensiero. I voli pindarici che spaziano dal rhum in poi,ed il tuo correre ancora come se questa corsa ti portasse al tuo mondo,al tuo mare, alle tue radici, sapore di sabbia nelle mani..pensieri estasiati nell'aria prima della pioggia ,gli odori carpiti all'alba della rugiada mattutina,che si imprimono nelle tue nari, i gabbiani la voglia di restare bearsi di tutto e sognare di volare via, con i capelli che sanno ancora di acqua marina e salsedine, la luna che si affaccia sullo specchio nero delle onde di notte,poi l'amore visto con trepidazione, aspettato sensi, mente ,cuore, anima ,corpo, baci carezze voglia di amare e di essere amato..alla stessa maniera,sospiri , profumi di un amore consumato nelle notti stellate di fine estate .Sudore di ore d'Amore , affinità di sensi e sentimenti, corresponsione di corpi Anima, mente e cuore. Sempre azzardato ma tutto stupendo.Alchimie magnifiche ,che ne portano altre ma che non fermano ugualmente il tuo andare, la tua ricerca interiore lo sforzo che compi ogni volta per avere tutto questo. Non scarterei l'ipotesi a priori l'ipotesi che ti hanno fatto, sei uno che non perde. Incantata monsieur...come sempre... briciola
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: butterflywings
Data di creazione: 27/10/2004
 

..WAITING FOR THE SIREN'S CALL..

 

ALLUCINAZIONI

Armonia nel caos.
Decadenza e rinascita.
Orari improbabili.
Conversazioni con cervelli pulsanti.
Introspezione e Filosofia.
Nietzsche e Schopenhauer.
Socrate.

Ian Curtis e Robert Smith.
Depeche Mode, l'eccesso.
Joy division, glaciali.
Jimi Hendrix e Janis Joplin.
L'ultima delle "Tre J" .
I Massive Attack quasi quanto i Cure.
Chicago, I Blues Brothers.
Bologna e Milo Manara.
Roma.

I silenzi.
Paolo Conte e Marlene Kuntz.
Al Pacino e "Il grande Lebowsky".
Quentin Tarantino.
Notti insonni.
Fotografie in bianco e nero.
Frida Kahlo, la splendida e seducente Frida.

Il Rhum delle Barbados.
Il Varadero e lo Zacapa.
Compay Segundo, i Buena Vista Social Club.
Daniele Silvestri, Cohiba.
Letteratura Latino-Americana,
Ermetismo e Decadentismo.
James O'Barr, Eric Draven.

 

..IN ATTESA DEL GIARDINO PENSILE..

 

ULTIME VISITE AL BLOG

sundropbutterflywingsroseflamante.d.avenere_privata.xserpentarokalenieveline_smithStellacadente981ilariaseclimissland0stefycostantinovita.alessialuca1911