10:15 Saturday Night

Non è rubando la polvere magica dalle ali di una farfalla che un corpo può librarsi libero nell'aria... Blog che evolve con l'ambizione di far parlare la musica..

 

RESISTERE

 

DROGHE

Affinità e divergenze...
musica,il tremore di un passo tra le note,
melodie carezzevoli e chitarre stridenti.

Pelle sulla pelle,
seta e cotone, trasparenze. Pizzi, tessuti che lambiscono. Guanti. Trucco leggero, matita nera.

Stile, Eleganza, Charme:  nell’Animo ancor prima che nei modi.
Androginia.
Sensualità ancor prima del fascino.
Occhi.
Mani dalle dita sottili.
Il nero, la sua essenza, i suoi significati.
Le superfici assorbenti più di quelle riflettenti.
Il candore ed il rossore. Il blu oltremare, la luce del sole.

Baudelaire e Paradisi Artificiali.
Baricco e la Allende.
Paradisi Reali, Paradisi costruiti o raggiunti.
Coscienza e Incoscienza. Estetica imperfetta .

 

..ALTRE DROGHE..

Correre.
Correre sulla spiaggia, correre di notte.
Correre quando il sole brucia,
Correre sotto la pioggia.

Il profumo nell'aria
prima di una pioggia scrosciante.
L’odore della rugiada sulle foglie
più di quello dell’asfalto bagnato.

Le orme dei gabbiani sulla sabbia.
La sabbia bagnata ai bordi del costume.
I capelli di salsedine.
Le acque cristalline,
i candidi riflessi della Luna
su di un mare
che la notte rende nero come la pece.
Luna candida come i veli delle vestali,
gialla come l'oppio,
rossa come il fuoco sulla sabbia.

La pelle nuda, i morsi sulla schiena.
Tremori e tepori.
brividi liquidi,
divagazioni estatiche: dei sensi e della mente.
Erotismo celato, Malinconia latente.

Il vento che accarezza le gote.
I sospiri. Il respiro.
I profumi delicati. Rose, Magnolie, Girasoli.
I fiori del deserto.

Il corpo, le sue forme.
L’affanno,
il sudore profumo di ore d’Amore.
Il tango argentino.
Le notti stellate di fine estate.

 

 

« Messaggio #84Sbalorditoil diavolo rimase... »

Post N° 85

Post n°85 pubblicato il 02 Giugno 2005 da butterflywings

Questa foto la scattasti Tu, 6 anni fà...

" Non è facile
riuscire a descrivere il tipo di sensazioni

che produce tutto questo groviglio in cui mi trovo ora.

Dovrei porre a premessa
che il loro rivelarsi alla mia sensibilità
non avvenne in un particolare istante,

ma s’irradiò maestoso
volta dopo volta,
diventando

unica ricorrente esperienza globale
di anima e corpo.
E che nel corso degli anni
ho imparato ad affrontare con ragionevole ottimismo
il superamento di ogni nuova cateratta
che opponevo 
                      allo scorrere della fiumana.

L’impeto degli eventi
sempre più ha gonfiato i suoi muscoli

lavorando sui millimetri 
                            della mia acquiescenza complice
e raggiungendo anfratti inesplorati e nascosti,
 avviluppandomi
                    nella sua tensione centripeta
e sparpagliandomi
          con la sua occasionale necessità centrifuga.

Da un certo punto in poi
riesco eventualmente a intuire
il definirsi liberatorio di una volontà chiara e consapevole:

essere vibrazione attiva
di un vortice assoluto.
Partecipare
ai fervori di un’effervescenza irriducibile,
per condurre i miei sensi all’apogeo
e per liberare il mio corpo
dalle occlusioni mentali e reali;

carpire ogni segreto,
accondiscendere a ogni postulato, rendermi cavia da esperimenti
per vestirmi di istintività animale inebriante
e offrire il frutto della mia passione
a ogni nuovo banchetto.

Potete dunque intuire
il lento e inesorabile cammino
di questa mia esperienza,
che in certo senso fino a ieri è arrivato,
così come ve l’ho raccontato...

                             
Marlene Kuntz - Il Vortice

Sono passati tre anni
da quando siamo caduti in volo, Marco.
Oggi mi libero di qualcosa che non voglio più,
amico mio:
mi libero di questo blog, 
eppure terrò con me  Butterflywings.
Voglio portarlo con me alla luce del sole, lui che è così ben abituato all'oscurità della notte ed a mondi invisibili come questo.
Questo blog CHIUDE come registro di pensieri ed emozioni, APRE come spazio per le recensioni musicali.
Scorreranno fiumi di Cure, Joy Division, Siouxsie & The Banshees, Depeche Mode, Massive Attack, e chissà quanti altri. 
Parleranno le note. 
Con i  miei pensieri e le mie emozioni, amico mio,
preferisco inondare la vita reale.
Quella in cui continui a mancarmi.
Con Amore,
S.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: butterflywings
Data di creazione: 27/10/2004
 

..WAITING FOR THE SIREN'S CALL..

 

ALLUCINAZIONI

Armonia nel caos.
Decadenza e rinascita.
Orari improbabili.
Conversazioni con cervelli pulsanti.
Introspezione e Filosofia.
Nietzsche e Schopenhauer.
Socrate.

Ian Curtis e Robert Smith.
Depeche Mode, l'eccesso.
Joy division, glaciali.
Jimi Hendrix e Janis Joplin.
L'ultima delle "Tre J" .
I Massive Attack quasi quanto i Cure.
Chicago, I Blues Brothers.
Bologna e Milo Manara.
Roma.

I silenzi.
Paolo Conte e Marlene Kuntz.
Al Pacino e "Il grande Lebowsky".
Quentin Tarantino.
Notti insonni.
Fotografie in bianco e nero.
Frida Kahlo, la splendida e seducente Frida.

Il Rhum delle Barbados.
Il Varadero e lo Zacapa.
Compay Segundo, i Buena Vista Social Club.
Daniele Silvestri, Cohiba.
Letteratura Latino-Americana,
Ermetismo e Decadentismo.
James O'Barr, Eric Draven.

 

..IN ATTESA DEL GIARDINO PENSILE..

 

ULTIME VISITE AL BLOG

sundropbutterflywingsroseflamante.d.avenere_privata.xserpentarokalenieveline_smithStellacadente981ilariaseclimissland0stefycostantinovita.alessialuca1911