Alla sera

E' bello rientrare a casa dal lavoro e trovare un sorriso a cui raccontare le proprie giornate

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

ULTIME VISITE AL BLOG

meravigliosamente.tuMITE_ATTACHET_2mariomancino.mdanyprincess81maxrigaLaGuardianaDel.Farosuperceviemilytorn82oscardellestelleil_pablociaobettina0Elemento.Scostantevololowandreadialbinea
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 
 

ULTIMI COMMENTI

bell'articolo. Il tuo blog è fatto molto bene. Ciao da...
Inviato da: emilytorn82
il 21/12/2016 alle 12:02
 
Già...grazie...
Inviato da: mestesso69
il 21/07/2016 alle 16:36
 
il silenzio parte dei pensieri
Inviato da: donadam68
il 21/07/2016 alle 12:05
 
Grazzie!
Inviato da: Passion gastronomie
il 02/08/2013 alle 10:11
 
bella mi è piaciuta molto se nn vi dispiace la copio nelle...
Inviato da: ursy66
il 23/10/2010 alle 15:02
 
 

TAG

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: mestesso69
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 52
Prov: PC
 

Profile Visitor Map - Click to view visits
 

 

« L'isola che forse c'e'The miracle of love »

Buio

Post n°382 pubblicato il 27 Luglio 2007 da mestesso69

Nella vita si cercano degli angoli di mondo in cui rifugiare i pensieri. In quei posti nascono mondi che riusciamo a vivere segretamente da bambini adulti.

Chiusi gli occhi, una sera. Non per sopirmi ma per essere finalmente sveglio. Cominciai a vedere qualcosa, lontano, che emergeva dal buio. Era un bambino, credo. Si avvicinava ai miei occhi, ma non sapeva d'esser visto. Correva ed era felice. Non c'era nulla intorno a lui, solo buio, ma non se ne curava. Cercai di avvicinare lo sguardo il piu’ possibile e capii. Ero io. Mi feci triste perche’ sapevo che non sarebbe durata, per lui, quella sensazione di armonia. Volevo avvertirlo, cosi’ cercai di chiamarlo, ma piu’ chiamavo, piu’ egli si allontanava e spariva nel buio da cui era giunto. Ora c'ero io in quel buio. Solo. Mi guardavo dall'alto e mi vedevo diverso dal bambino d'un tempo. Chiedevo aiuto al me stesso che guardava ma egli non sapeva dare risposta. Silenzio. Cosi’ mi accasciai a terra sfinito dal peso del silenzio che non cessava di urlarmi dentro, e piansi. Vedendomi piangere, il me stesso che riusciva solo a guardare urlo’. Percepii rabbia in quel suono tanto struggente, dispiacere, impotenza, tristezza. Io guardavo lui, lui cercava di evitare i miei occhi. Sapeva di essere in parte responsabile e non aveva coraggio di sopportare il mio sguardo. Ruppi l'imbarazzo e gli chiesi come fosse successo. Come potevamo esser giunti in questo buio. Stette zitto, per un po', poi alzando gli occhi mi colpi’ nel cuore, e mi disse: "Ho lanciato un seme al vento". E se ne ando’. Piu’ solo che mai aprii gli occhi. Nonostante vedessi la luce falsa di una lampadina sopra al mio letto, il buio non era sparito. Era dentro di me. Non penso di aver abbandonato me stesso, neppure di aver ceduto e abbandonato la speranza. Credo che quel seme nel vento fosse proprio lei, la speranza. Magari un giorno, trascinata dalla brezza, si posera’ su un terreno fertile e verde, facendomi rinascere. Ma per ora e’ buio che, in me, nessuno vede e inizio a scrivere pensieri sparsi alla sera.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: mestesso69
Data di creazione: 21/01/2007
 

immagineSiamo angeli con un'ala sola...
solo abbracciati riusciremo a volare

 

SEI NELL'ANIMA

Vado punto e a capo così
Spegnerò le luci e da qui
Sparirai
Pochi attimi
Oltre questa nebbia
Oltre il temporale
C’è una notte lunga e limpida,
Finirà
Ma è la tenerezza
Che ci fa paura
Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sospeso
Immobile
Fermo immagine
Un segno che non passa mai
Vado punto e a capo vedrai
Quel che resta indietro
Non è tutto falso e inutile
Capirai
Lascio andare i giorni
Tra certezze e sbagli
E’ una strada stretta stretta
Fino a te
Quanta tenerezza
Non fa più paura
Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sei in ogni parte di me
Ti sento scendere
Fra respiro e battito
Sei nell’anima
Sei nell’anima
In questo spazio indifeso
Inizia
Tutto con te
Non ci serve un perchè
Siamo carne e fiato
Goccia a goccia, fianco a fianco