reggaerasta blog

An independent space... Free..from any bond .. It Concerns Philosophy of Life, wisdom, to know the world .. The Wolrd around us. Thoughts ...

 

INFORMAZIONI PERSONALI

Ops.. ho dimenticato a mettere un punto interrogativo al titolo di questa sezione! Hai pensato ti parlassi di me per capire un po' dove sei finito? Mi dispiace! Non so dirti chi sono.. che vuoi farci, non è una questione di timidezza nè di presunzione: non voglio essere troppo superficiale facendoti una descrizione fisica, ne' troppo profonda parlandoti dei più alti e nobili valori in cui credo. Potevo dirti quello che ho fatto fino ad oggi, ma che senso avrebbe? Che ne vuoi capire? Che t' importa se ho studiato, avuto amici veri, trovato il grande amore e frequentato corsi di tennis... Forse è più interessante, se veramente ti vuoi fare un' idea, che tu sappia cosa vorrò fare dopo. Non lo faccio per un semplice motivo: fra un po' avrò cambiato idea!
Quello che conta è cosa sto facendo in questo momento, sto qui seduta a scriverti i miei pensieri...
Quelli che scriverò in seguito, saranno ciò che la mia mano e la memoria riusciranno a catturare.. pensieri confusi... pieni di di contraddizioni e forse a prima vista anche un po' banali...Ma Veri...
e sarà quello che farò ogni volta che aggiornerò queste pagine... Un Bacio, apresto..Vivi

 
indie neo-head
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

YOU...

 

CAMPAGNA ANTI-TROLL

immagine

Nel gergo di Internet,
e in particolare delle comunità
virtuali (newsgroup, forum,
mailing list o chatroom)
per troll si intende un individuo
che interagisce con la comunità
tramite messaggi provocatori,
irritanti, fuori tema, banali
 o semplicemente stupidi,
allo scopo di disturbare
gli scambi normali e appropriati.

 

"DOVUNQUE LA MENTE VAGHI" - BHAGAVAD GITA

Dovunque la mente vaghi, agitata e dispersa nella sua ricerca di soddisfazione esteriore, riportala dentro; addestrala a trovar quiete in se stessa.
 

"SE TU NON PARLI" - RABINDRANATH TAGORE

Se tu non parli, riempirò il mio cuore del tuo silenzio e lo sopporterò.
 

 

« Speaking about GoogleIndia »

Taj Mahal

Post n°70 pubblicato il 18 Giugno 2007 da alternativeblog

Taj Mahal è un mausoleo costruito dall'imperatore Moghul Shah Jahan in memoria della moglie.
Ella venne successivamente chiamata Mumtaz Mahal che in persiano significa
"La luce del palazzo".
Si può definire una moderna meraviglia, costruita con una struttura molto complessa, ad ogni ora del giorno, questo mausoleo, cambia aspetto, si mostra infatti in diversi modi ai suoi visitatori, questo per il suo delicato rivestimento in marmo, che a seconda della luce del sole cambia con diversi effetti ottici.

Alcune parti di un libro molto interessante che ho letto,
riguardano la nascita del Taj Mahal.
Alla scoperta di un viaggio fantastico,
i due protagonisti, Carvalho e Biscuter, si incontreranno in un mondo di avventure,
nelle loro riflessioni e nei loro discorsi, la presenza del Taj Mahal rende il libro ancora più affascinante.

Vi riporto alcune parti, secondo me le più riflessive,

"
[
] sulla strada  più diretta verso il Gange, scendere ad Agra, ammirare il Taj Mahal...
e proseguire dopo per Kanpur e poi Benares.
« Inoltre, il Taj Mahal é vicino a un fiume, lo Yamuna. [
]
[
] Ormai ad Agra, si avvertì la presenza del Taj Mahal unico nel suo splendore nellora in cui i raggi del sole puntavano a picco sulla terra. []
Biscuter accettò le condizioni, senza tuttavia smettere di osservare il detective per verificare il continuo effetto suscitato in questi dal monumento. Anche se Carvalho rese con una certa indifferenza tale impatto quando fece ingresso nel monumento necrofilo, si commosse invece quando in fondo al giardino vide il mausoleo costruito in omaggio all'amata e prolifica regina Mahal, morta dopo aver partorito il quattordicesimo figlio e omaggiata dall'ardente sposo, che non badò a spese per innalzare quel che un poeta ebbe a chiamare "il più splendido monumento all'amore" e il melenso R. Tagore: "una lacrima di marmo ferma sulla guancia del tempo". [
] Carvaho provava un'attrazione quasi magnetica per la luminosità dell'edificio [] il Taj Mahal continuava ad essere una delle meraviglie del mondo che dava un senso alla visione turistica appena concesso da Carvalho all'estetismo da rivista illustrata propria del suo aiutante.
[
] Diedero un'occhiata alle moschee che scandivano il maestoso mausoleo e Carvalho si sedette a meditare sulla capacità di misurazione della bellezza custodita all'interno di ogni essere umano. Rifiutava le informazioni come aiuto all'emozione estetica []
"
Millennio, Manuel Vázquez Montalban

E voi che ne pensate del Taj Mahal?
Con questo è tutto,
Alla proxima,
Viviana

 
Rispondi al commento:
alternativeblog
alternativeblog il 20/06/07 alle 14:58 via WEB
Giovedi 21 giugno
dalle 20,30
piazza Madama Cristina

PRESIDIO
Contro le ronde dei neofascisti
Contro la militarizzazione del quartiere
Per una San Salvario laboratorio di nuove forme dello stare insieme

Si invitano tutti i cittadini di San Salvario a tappezzare i balconi (e
non solo) di cartelli e striscioni contro la presenza dei neofascisti.


<u>Segue appello di un gruppo di abitanti</u>

Siamo un gruppo di abitanti di San Salvario, donne e uomini che vivono il
proprio territorio. Siamo genitori che portano a scuola i figli, anziani
che passeggiano la mattina nelle vie sotto casa, giovani che si
riversano in strada la sera per divertirsi e stare in compagnia. Ci
sentiamo parte viva del nostro quartiere e amiamo il luogo in cui
viviamo, perché lo sentiamo nostro e ne condividiamo le sorti. Come tali
ci siamo incontrati, mossi dallo stesso mal di pancia provocato dagli
ultimi giorni di ribalta mediatica del nostro quartiere. Esistono a
Torino un'informazione ufficiale ed un arco politico bipartizan che non
si tirano mai indietro quando si tratta di lisciare il pelo ai bassi
istinti della cittadinanza, sempre avidi di consensi, anche quando per
ottenerli si fa a gara a gettare benzina sul fuoco dei piccoli e grandi
conflitti che attraversano il nostro quartiere e la città in generale.
Il territorio in cui viviamo, come tutti quelli che sono caratterizzati
dalla presenza di una stazione ferroviaria, è storicamente attraversato
e vissuto da un gran numero di persone di passaggio, ed è certamente
vero che, soprattutto negli ultimi anni, la presenza di persone
provenienti da paesi stranieri è aumentata in maniera vertiginosa.
Questo per noi ha voluto dire accettare una sfida non da poco. E´
chiaro, la convivenza tra culture diverse crea tensioni e attriti, ma il
quartiere ha saputo, proprio a partire da questi conflitti, trovare
nuova forza e linfa vitale. Le vie del borgo hanno iniziato a popolarsi
di associazioni di solidarietà; ai panettieri e alle pollerie, ai bar e
ai ristoranti dei torinesi di vecchia data hanno incominciato a
mescolarsi piccole attività commerciali dei nuovi abitanti, sartorie,
artigianato e piccoli fast-food. Le strade hanno incominciato ad
assumere i colori della terra, i profumi di paesi lontani hanno
cominciato a mescolarsi con
quelli tipici piemontesi, che già avevano saputo fondersi con quelli
della Puglia e della Calabria. Contemporaneamente è emersa una San
Salvario del disagio e dell´esclusione, delle scelte sbagliate o a volte
obbligate. La San Salvario delle soffitte sovraffollate, dello spaccio e
della prostituzione agli angoli della strada, e anche quella dei
migranti senza permesso di soggiorno costretti quotidianamente a
sfuggire ai controlli delle forze dell´ordine. Tutti si domandano come
mai esista anche questa San Salvario e di chi sia la colpa.
I ricordi ritornano agli anni degli autonominati comitati spontanei di
quartiere;, composti da gente per bene che di notte scendeva nelle
strade con le fiaccole in mano per cacciare l´invasore, e di giorno
affittava soffitte di pochi metri quadri a decine di quegli stessi
;invasori applicando tariffe che nessun italiano si sarebbe mai
sognato di pagare. In quegli anni un'immensa e immorale campagna
mediatica aveva favorito la speculazione edilizia, l'abbandono di spazi
e attività, che sarebbero stati presto occupati da altri a vantaggio di
grandi e piccoli proprietari senza scrupoli.
Allora come oggi questi comitati trovano spazio per strillare le loro
paure, la loro rabbia, in una parola: il loro razzismo. Ma la
rappresentazione che questa strana alleanza tra intolleranza e media ci
propina, rispetta davvero l´immagine che noi tutti abbiamo del nostro
quartiere? Non si valuta la vivibilità di un quartiere dalla sua
presunta sicurezza. D´altronde cosa possiamo percepire come cittadini se
viviamo in un territorio militarizzato, con continue retate, forze
dell'ordine che agiscono come in zona di guerra e politici che su
questo clima costruiscono le proprie campagne elettorali? Queste
presenze ci rendono forse più sicuri?
Oggi ci troviamo di nuovo in prima pagina, perché alcuni giovani di
destra (dimentichi della storia di Torino e della sua medaglia d´oro
alla resistenza, oltreché della storia di San Salvario che è storia
soprattutto di immigrazione e di confronto) sembra vogliano scendere in
strada con delle ronde, per fare &quot;pulizia&quot;: il tono è quello dei
fascisti, anche se il nome ne edulcora appena le apparenze.
Noi, che a San Salvario viviamo e che ne conosciamo la storia, non ci
stiamo e chiediamo a tutti di protestare contro chi vuole il male del
nostro quartiere, buttando benzina sul fuoco e creando inutili tensioni.
Perché se qualcuno ha bisogno di lezioni di civiltà e di convivenza a
San Salvario può trovarne la scuola! ;

Contro le ronde dei neofascisti

Contro la militarizzazione del quartiere

Per una San Salvario laboratorio di nuove forme dello stare insieme

Appuntamento giovedì 21 giugno 2007
Piazza Madama Cristina - ore 20.30



Viviana Pozzo \\ News reggaerasta blog
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: alternativeblog
Data di creazione: 24/11/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONVERSATION CONTATTAMI

Contattami!
Clicca qui
 e potrai contattarmi live!
Per qualsiasi cosa mi trovi..dimmi pure..!

Hi! I'm online, please feel free to chat with me!
  
click here 
A Kiss,
                Viviana Pozzo

Contatto msn:
vivianpv@hotmail.it

Contatto e-mail: vivian_pv@libero.it
Città: Torino - Italy

 

BIENVENIDOSSS

Holita, soy Viviana..
Bienvenido en el nuevo blog independiente,
UN BLOG indipendente, per una Cultura Indipendente..Libera..da qualsiasi vincolo e sotto qualsiasi forma di strumento o manovra di controllo politico o di altra natura.
UN BLOG che affronti pensieri ed ideologie, senza alcuna distinzione.
UN BLOG
 che nasca soprattutto nel confronto, nella cultura, nella diffusione di nuovi interessi che la vita ci propone e nella voglia di Viverli al Meglio,
UN BLOG per il divertimento, per la riflessione, per la compagnia, per la meditazione...per la conoscenza di un aggiornamento più libero e non commerciale..
..Un gruppo, Un punto d'incontro..
..stretto, unito e costruttivo...
Anticonformista, contro l'oramai spropositato consumismo e la cosidetta Trash Generation...

Un gruppo di discussione creato per favorire la diffusione del Good Noise... Filosofie... viaggi indimenticabili... idee.. pensieri.. e molto di più..
...Buddhismo, Ideas legalize marijuana, Nonviolece, Esponente del Pacifismo: Mohandas Karamchand Gandhi, Indie Music, Manifestazioni @ Torino ed altre città, Concerti, feste, attività culturali, Precarietà, informazione, Torino Samba Band...

  
BUENA VISIÓN
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lauraxtcdagi76gitalindiaavvmarcolinialternativeblogiochevivoperleistella007dbarmagrande0zodiac67mad1805francedelfinosal99GoldUserilirqendro1973beratsoranodiego
 

ULTIMI COMMENTI

Nel 2006 è stato davvero figo, lo ricordo ancora!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:27
 
Ma lo fanno ancora?
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:26
 
Bell'articolo!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:23
 
Buon natale!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:22
 
Auguri di buon natale!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 14:21
 
 
 

TI AMO

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene. 
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l'eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

~ Kahlil Gibran ~


Ho scelto te

Nel silenzio della notte, 
io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento, 
io ho scelto te.
Nell'incanto dell'aurora,
io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose, 
io ho scelto te.
Nell'arsura più arida,
io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte, 
io ho scelto te.
Nella gìoia e nel dolore, 
io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore, 
io ho scelto te.

~ S. Lawrence ~

Quando ti chiedi cos'è l'amore, 
immagina due mani ardenti 
che si incontrano, 
due sguardi perduti l'uno nell'altro, 
due cuori che tremano 
di fronte all'immensità di un sentimento, 
e poche parole 
per rendere eterno un istante.

~ Alan Douar ~
Amore

 

EAU DE TROLL

"NON C'È FUOCO" – DHAMMAPADA

Non c'è fuoco che bruci come la passione, non c'è possessione che sconvolga come la rabbia, non c'è rete che intrappoli come l'autoinganno, non c'è fiumana che travolga come la sete di sensazioni.