Creato da ted.gius il 29/01/2011
liberi pensieri in libero spazio

Area personale

 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

 
valerio_letiziaannamatrigianoted.giuslascrivanaalen400dolcesettembre.1falco1941iodany1cile54tobias_shuffleNoirNapoletanopiccola_principessa5Elemento.Scostantethesunshiine0lacey_munro
 

Chi puņ scrivere sul blog

 
Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 
« il soggetto lo troveremo...CICCU TRIPPA »

Damiano

Post n°21 pubblicato il 20 Ottobre 2011 da ted.gius

Per come lo ricordo io,Damiano era un ometto piccolo,alto si e no un metro e sessanta,con sempre in mano un bastoncino sottile,con il quale indirizzava le capre ,in maniera che non sfuggissero alla sua attenzione;percorreva per le viuzze ,il paesino dove abitavo da bambino,rifornendo di latte di capra i recipienti che le mamme ,al suo richiamo a voce alta e stridula,gli porgevano.Bisogna sapere che Damiano era l'unico pastore della zona,e questa condizione lo metteva in una condizione privelegiata rispetto a tutte le altre attività del paese , per tante ragioni.Lui trattava con tutte le mamme la quantità di latte che poteva mungere dall'animale preferito dalle stesse;perchè ogni cliente aveva il suo animale personale,ma che solo  damiano poteva mungere.Succede che,dai oggi e dai domani,il pastorello,come nella famosa canzone si innamorò,ma direte ,,avrà trovato la famosa contadinella,,,no si innamorò di una figura di donna stilizzata e raffigurata su una pagina di una rivista che chissà in quale maniera era finita tra le sue capre.Quel ritrovamento lo interpretò come segno un segno del destino,e come era nelle sue abitudine prese al'istante una decisione tremenda:vendere tutto il suo gregge e andare alla ricerca della bella raffigurata.Era diventato pazzo d'amore per una bella sconosciuta .si sà che nei paesi tutto si viene a sapere,anche se nessuno parla e quando si sussurra fa finta di non sapere niente,anche se in effetti è al corrente come e meglio degli altri .Comunque,conosciuta la ragione della vendita delle capre,le mamme del paese e lo stesso sindaco cercarono di escogitare qualche sistema che facesse recedere il pastore dalla sua decione.Assemblea dei paesani maggiorenni,maschi e femmine,convocata in seduta stante.Tutti i convocati,domani sera,in prima ed unica seduta,per discutere dell'argomento.far recedere il nostro dalla sua insana decisione.Presiedeva il sindaco con a fianco sedute,le mamme più rappresentative del paese,cioè le due che avevano più bambini da crescere.Il sindaco interroga la platea,e ad uno aduno i presenti danno lettura della loro proposta:ma sono più o meno tutte sullo stesso tono:cercare di convincere il pastore di cerarsi qualche ragazza del paese in attesa di essere maritata.La cosa non era molto appetibile ,anche percè le poche ragazze disponibili sulla carta ,non o erano in effetti.L'ultima mamme iscritta a parlare ,lesse una proposta shok:ogni mamma abrebbe ospitato ,la sera,per una settimana,il nostro Damiano,nutrendolo e assecondandolo in tutte le sue necessità.La proposta,messa ai voti,fu approvata  all'unanimità dalle donne presenti,con molto astenzioni da parte degli uomini.Chissà perchè.Cosi' fu salvo il latte di capra per i bambini del paese e il benessere materiale e spirituale del pastore.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ambulica/trackback.php?msg=10728896

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento