Creato da ammi.soverato il 30/01/2011
Associazione Mogli Medici Italiani sezione di Soverato

Area personale

 

Sito Nazionale AMMI

Membri del blog


Rosa Ritacco Sirleo 
(Amministratore del blog)

Donatella Attinà Scuteri
Teresa Messina Sgarlata
Rosa Ritacco Sirleo

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

apertura anno sociale 2014 col tema nazionale "Quando la mente si serve del corpo: disturbi da somatizzazione"

Post n°12 pubblicato il 07 Novembre 2014 da ammi.soverato
Foto di ammi.soverato

Si è svolto sabato 25 ottobre 2014 presso la Sala Conferenze dell'ITG "Malafarina" di Soverato il convegno di inaugurazione dell'anno sociale 2014 sul tema nazionale Quando la mente si serve del corpo: disturbi da somatizzazione. E' intervenuto il Dott. Michele Curcio, specialista in Igiene Mentale, Psicoterapeuta e Psicosomatista. Ha introdotto la Dott.ssa Rita Palermo Sgro, neo Presidente dell'AMMI-sezione di Soverato

 

In questi ultimi anni si parla molto di disturbi psicosomatici, ossia disturbi che non hanno una base organica, ma sono associati ad un disagio psicologico e sociale, con un importante impatto sulla qualità della vita e un elevato costo sociale, sia per i numerosi accertamenti diagnostici richiesti, per il loro inquadramento, sia perché rappresentano una causa di assenteismo dal posto di lavoro. Sono soprattutto motivi di frustrazione nell'individuo che spesso non trova né un'adeguata attenzione al suo problema né riposta corretta su come gestirlo. I disturbi da somatizzazione, devono essere considerati alla stregua dei disturbi organici anche se spesso, in questi contesti, vi è un uso improprio di terapie farmacologiche che risultano poco utili e che causano effetti collaterali indesiderati. Di fronte a questa patologia c'è quindi la necessità d'intervenire con un lavoro multi professionale che coinvolge tra gli altri il medico di famiglia, lo psicologo, lo psichiatra, l'internista, al fine di gestire al meglio il decorso di questa sindrome cronica.

 

per visionare la photo gallery dell'evento cliccare qui http://foto.libero.it/ammi.soverato/

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

VENTENNALE AMMI SOVERATO

Post n°10 pubblicato il 09 Marzo 2012 da ammi.soverato

Soverato Grande partecipazione alla festa dell'associazione a Villa Ersilia
Da venti anni l'AMMI di Soverato al servizio dei giovani e della ricerca medica

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Interregionale del Sud

Post n°9 pubblicato il 14 Gennaio 2012 da ammi.soverato
Foto di ammi.soverato

Venerdì 24 Febbraio 2012

Hotel Guglielmo - Catanzaro

ore 15.00 Accoglienza e registrazione partecipanti

ore 17.00 Inaugurazione Interregonale AMMI del Sud
                Sala del Tricolore- Prefettura di Catanzaro

                Nuccia Caglioti Carrozza
                
Presidente AMMI Sezione di Catanzaro

                Lilia Tatò Fortunato
                Presidente Nazionale AMMI

              
Vincenzo Ciconte
               Presidente Ordine dei Medici di Catanzaro

ore 17.30 Saluti:

                Antonio Reppucci
               
Prefetto di Catanzaro

                Michele Traversa
                Sindaco di Catanzaro

                Wanda Ferro
                Presidente Provincia di Catanzaro

                Giuseppe Scopelliti
                Presidente Regione Calabria

ore 18.00 Lettura Magistrale
                Le nuove frontiere nel campo delle malattie neuro-degenerative

                Aldo Quattrone
               
Magnifico Rettore Università Magna Graecia di Catanzaro

ore 19.00  Rientro in Hotel

ore 20.15 Trasferimento presso Tenuta Calivello
                Sfilata Creazioni Maestro orafo Gerardo Sacco
                Cena di Gala
                Rientro in Hotel

            

Sabato 25 Febbraio 2012

Sala Convegni Hotel Guglielmo - Catanzaro

ore  8.30 Apertura lavori


               
Nuccia Caglioti Carrozza
                
Presidente AMMI Sezione di Catanzaro

                
Lilia Tatò Fortunato
                Presidente Nazionale AMMI

ore 9.00 Relazioni componenti la Giunta Nazionale, le Comunicazioni, le Fiduciarie 
              Regionali

              Votazione Tema nazionale

ore 11.30 Coffee break

ore 11.45 Ripresa lavori e interventi

ore 13.30 Colazione di lavoro

ore 16.00 Visita guidata al Museo Marca di Catanzaro

ore 17.30 Trasferimento da Hotel a Soverato
                 Celebrazione Ventennale Sezione AMMI

                  Rientro a Catanzaro  

   

Domenica 26 Febbraio 2012

ore 10.00 Visita guidata al Parco della Biodiversità
                 Catanzaro (minimo 30 persone)

 


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Concorso Ammi

Post n°8 pubblicato il 15 Giugno 2011 da ammi.soverato

Concorso dell'Ammi - Premiata Gualtieri

di VIVIANA SANTORO

       E' già la quarta volta che l'AMMI indice con successo un Concorso letterario per gli studenti degli Istituti superiori, con finalità essenziali: far riflettere, attraverso la scrittura, i giovani sui temi di attualità che li coinvolgono assieme alle famiglie.

      Il presidente della sezione, Rosella Sirleo Ritacco, assieme al past presidente Teresa Faga Sangiuliano, hanno sensibilizzato le Scuole sul tema "I giovani e l'alcoo: una vita bevuta".

      Le scuole che hanno aderito all'iniziativa sono il Liceo classico dei Salesiani "S.Antonio da Padova", l'Istituto tecnico commerciale "a. Calabretta", l'Istituto per Geometri "G. Malafarina".

      Con grande soddisfazione sua e degli insegnanti si è classificata a livello nazionale tra i primi posti, la studentessa Caterina Gualtieri della V C del Corso d'indirizzo turistico iter dell'Istituto tecnico commerciale "A. Calabretta".

      Il tema assegnato per il Concorso 2010-2011 si prestava a molte riflessioni e Caterina si è mostrata all'altezza della situazione, ponendosi molti interrogativi: questo grave problema non accenna a diminuireanzi tra gli adolescenti sembra aumentare, mentre si è abbassata l'età dei "consumatori".

      Che fare? Non c'è "una ricetta" o una "formula magica", ma bisognerebbe parlare con se stessi, per arrivare a capire che nessun problema si è mai risolto "Sballandosi", per dirla con un termine giovanile. Certo che ottenere uno stato di benessere mpmentaneo è allettante, ma la serenità sperata non arriva.

      Su questa linea di riflessioni si è mossa Caterina Gualtieri nata a satriano, ed il suo semplice ma personale svolgimento l'ha premiata.

      La consegna dell'attestato di partecipazione al concorso e una festicciola organizzata dalla Vice preside dell'Istituto tecnico commerciale "A. Calabretta" professoressa Antonia Virzì, hanno completato la giornata educativa.

Articolo tratto da "Il Quotidiano della Calabria"

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ELETTO IL NUOVO DIRETTIVO DELL'AMMI

Post n°6 pubblicato il 26 Febbraio 2011 da ammi.soverato

La docente Rosella Sirleo è il neopresidente dell'Associazione mogli medici
di Viviana Santoro

E' ROSELLA Sirleo , docente d'Inglese all'Istituto Alberghiero, la nuova Presidente della sezione soveratese dell'Ammi (Associazione Mogli Medici italiani), subentra a Teresa Faga Sangiuliano e resterà in carica tre anni. Il nuovo Direttivo è così composto: Rita Palermo Sgrò, Vicepresidente, Vittoria Chiefari Caristo, Segretaria, Donatella Scuteri Attinà, Tesoriera, Anna Maria Bacci Barillaro, Maria Concetta Pittelli Condò, Teresa Felice Salerno, Luana Terrinoni Romeo (Consigliere) Teresa Faga Sangiuliano, past Presidente.

La sezione soveratese dell'Ammi, che in autunno celebrerà il suo ventennale, è molto attiva sul territorio e porta avanti il seguente obiettivo: informare giovanissimi e giovani sulle tematiche socio sanitarie, aiutandoli alle azioni di prevenzione e di confronto sui problemi di attualità. I suoi interlocutori preferiti, infatti, sono studenti e studentesse delle Scuole Superiori e quelli delle Scuole Medie Inferiori.

Presso l'Itg "Malafarina", retto dal Dirigente Scolastico Domenico Servello e su richiesta di quest'ultimo, L'Ammi ha già realizzato un incontro dibattito sul tema delle "Scelte di vita", relatore di grande cultura e umanità Don Mimmo Battaglia, che si è soffermato sul dramma della droga e sulla solitudine dei giovani. Per gli studenti delle Scuole Medie Inferiori sarà trattato il tema dell'educazione stradale con la partecipazione degli operatori del 118.

L'Associazione si rivolge anche al pubblico adulto, trattando tematiche d'informazione e prevenzione.

Articolo tratto da: "il Quotidiano della Calabria" del 26 febbraio 2011

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Gli adolescenti e il mondo di oggi- Le ricette per restare sulla "retta via"

Post n°5 pubblicato il 15 Febbraio 2011 da ammi.soverato

Gli adolescenti e il mondo di oggi - Le ricette per restare sulla "retta via"
Maria Anita Chiefari
Soverato
L'Amni sezione di Soverato ha organizzato un incontro per le prime classi dell'Istituto per Geometri "Malafarina" di Soverato con don Mimmo Battaglia, presidente della federazione italiana comunità terapeutiche.
La presidente, Rosella Ritacco Sirleo, ringraziando il dirigente scolastico, Domenico Servello, don Mimmo e i professori per l'accoglienza, ha ricordato che nel 2011 ricorre il ventennale dell'Amni, una presenza poco appariscente ma costante e capillare con convegni e soprattutto con conferenze nelle scuole medie inferiori e superiori, nelle quali si è avvalsa di persone qualificate come medici, psicologi, ecc. e di grande competenza ad ampio spettro sociale, umano e religioso come don Mimmo Battaglia.
Il religioso ha fatto riflettere i ragazzi sulle varie problematiche giovanili, stimolandoli ad una vita piena di fiducia e libera. Inoltre, ha ribadito ai ragazzi che essi non sono mai un problema bensì una risorsa del presente. Il suo approccio con i ragazzi è stato quasi paterno, volendo instaurare con loro un rapporto di fiducia, nel quale egli stesso ha messo sul piatto le sue esperienze e le sue considerazioni e dall'altra parte ha voluto che anche i ragazzi si sciogliessero a parlare delle proprie esperienze. Voleva colpire al cuore e, probabilmente, c'è riuscito, soprattutto quando ha raccontato due delle sue esperienze di vita con ragazzi che avevano perso il senso dell'orientamento morale. Il nocciolo della conferenza si è concentrato proprio sul fatto che i giovani non devono perdere il senso dell'orientamento della propria vita e non vendere la propria volontà, essere veri, credere in qualcosa di buono e di autentico. Ha esortato i ragazzi ad avere la gioia della vita che è un dono a prescindere da tutto. «Non bisogna correre dietro agli ideali sbagliati – ha sintetizzato don Mimmo – che non fanno altro che alterare le nostre capacità di intendere e di volere, nell'imitare a tutti i costi i miti della Tv che sviano dalla realtà». Ha concluso la presidente dell'associazione, invitando i ragazzi ad aprire gli occhi nella scelta delle amicizie.

Articolo tratto da: "Gazzetta del sud" del 13/02/2011

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I GIOVANI E L'ALCOOL: UNA VITA BEVUTA

Post n°4 pubblicato il 06 Febbraio 2011 da ammi.soverato
Foto di ammi.soverato

L'A.M.M.I. promuove il Quarto Concorso Letterario sul seguente Tema:

I GIOVANI E L'ALCOOL: UNA VITA BEVUTA

Progetto e Regolamento

La borsa di studio-concorso è riservata agli studenti delle scuole secondarie di 2° grado (triennio superiore)
 

Gli studenti sono invitati a partecipare in forma individuale mediante
l’elaborazione di un tema in lingua italiana attinente il titolo su indicato.
 

Gli elaborati dovranno essere trasmessi per e.mail a: concorso@ammi-italia.org 
con: nome, cognome, data e luogo di nascita, indicazione della
scuola (anno 2010-2011) e non in cartaceo (gli elaborati in cartaceo
verranno scartati) entro e non oltre il 10 Febbraio 2011.
 

Ai 3 vincitori saranno assegnati i seguenti premi di studio:
1° Premio - 1.000,00 euro
2° Premio - 500,00 euro
3° Premio - 300,00 euro
 

I premi saranno consegnati in occasione del XVI Congresso Nazionale
A.M.M.I. che si terrà a Brescia il mese di Maggio 2011.
 

I vincitori, invitati dall’A.M.M.I. assieme ad un insegnante, dovranno ritirare il
premio personalmente.
 

La Commissione giudicatrice del concorso sarà composta da personalità della
cultura e da docenti coordinati dalla Presidente Nazionale dell’A.M.M.I.
 

L’A.M.M.I. si riserva la pubblicazione dell’elaborato vincente del concorso e di
eventuali altri elaborati meritevoli.
 

Gli elaborati non saranno restituiti agli autori.
 

Si precisa che l’iniziativa non ha fini di lucro, anche perché l’Associazione non
persegue finalità di lucro.

E' a discrezione degli Istituti assegnare crediti formativi per la partecipazione al concorso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Proposta della sezione di Soverato per il Tema Nazionale AMMI 2012

Post n°3 pubblicato il 02 Febbraio 2011 da dscuteri

Il protettore dei medici è San Luca evangelista che si festeggia il 18 ottobre,

e proprio il 18 ottobre è la data in cui preferibilmente  ciascuna sezione AMMI inaugura l'anno sociale e tratta il Tema Nazionale.

Ma come viene scelto il Tema Nazionale ?

Ciascuna sezione viene invitata a formulare una proposta che verrà presentata

nell' interregionale relativa alla sua posizione geografica.  I tre temi più votati nelle interregionali del nord, del centro e del sud vengono valutati durante i lavori del Congresso Nazionale. L' argomento ritenuto più interessante verrà trattato l'anno seguente da tutte le sezioni Ammi d'Italia.

Mi sono chiesta: di cosa sarebbe interessante parlare il prossimo 18 ottobre?    

E così mi è venuto in mente  questo titolo:

Malasanità  o Malainformazione?

  Ho riflettuto sul fatto che un medico accusato di essere implicato in un caso di malasanità anche indirettamente ( per esempio essendo responsabile del reparto) è indifeso di fronte alla condanna sommaria, conseguenza di un processo mediatico. Spesso ne esce distrutto sia nella vita privata che professionale, anche se dopo qualche anno risulta " estraneo ai fatti".

Che ne pensate?

Ciao a tutte.

Donatella

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Che cos'Ŕ l'AMMI

Post n°1 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da ammi.soverato
Foto di ammi.soverato

L’AMMI (Associazione Mogli Medici Italiani) è costituita dalle mogli e dalle vedove dei laureati in medicina ed odontoiatria.
Ha come motto “unite per unire” e il suo simbolo è una pianta medicinale: l’Ammi Visnaga.
L’associazione nasce a Mantova nel 1970, ad opera di alcune mogli di medici: la sua nascita è stata di rilevante importanza per la sopravvivenza di ONAOSI (Opera Nazionale Assistenza Orfani Sanitari Italiani) grazie alla cui opera molti orfani di medici, odontoiatri, farmacisti e veterinari, vengono assistiti nello studio fino alla laurea e alla specializzazione.
Si è poi diffusa su tutto il territorio nazionale con 85 Sezioni.
Tra i suoi compiti istituzionali: la corretta divulgazione della Medicina Preventiva a favore della collettività in stretta collaborazione con la classe medica; il sostegno e l’assistenza morale e pratica delle famiglie dei medici in difficoltà.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso