Creato da parsival51 il 19/02/2009
briganti o rivoluzionari

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

giricarloaragorn_65pasqualetucciariellonerinarestellimareinburrasca_Fdirettoreangelojose.chpetrillosalvalarosabluettefrancesco_petraccadiopaolavorasicuroalexmax4crazyinlove_2008parsival51
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

 

« gramsci

deportazioni 2

Post n°13 pubblicato il 05 Gennaio 2010 da parsival51

  AUSCHWITZ? NO........SOLDATI MERIDIONALI DEPORTATI E STERMINATI NELLA FORTEZZA DI FENESTRELLE IN PIEMONTE


La prima pulizia etnica della modernità occidentale operata sulle popolazioni meridionali detta Legge Pica, promulgata dal governo Minghetti “…per la repressione del brigantaggio nel Meridione”

Questa legge istituiva, sotto l’egida savoiarda, tribunali di guerra per il Sud ed i soldati ebbero carta bianca, le fucilazioni, anche di vecchi, donne e bambini, divennero cosa ordinaria e non straordinaria. Un genocidio la cui portata è mitigata solo dalla fuga e dall’emigrazione forzata, nell’inesorabile comandamento di destino: “O brigante o emigrante”
Lemkin, che ha definito il primo concetto di genocidio, sosteneva: “….genocidio non significa necessariamente la distruzione immediata di una nazione…esso intende designare un piano coordinato di differenti azioni mirati a distruggere i fondamenti essenziali della vita dei gruppi nazionali….

Migliaia i soldati dell’esercito borbonico massacrati nel lager di Fenestrelle in Piemonte . guardate la foto..... la memoria riporta subito ad Auschswitz. E invece no. Non c’erano le camere a gas? I prigionieri, portati al Nord con quattro stracci addosso, a 2000 metri d’altezza, venivano gettati nella calce viva.

Nell’agosto del 1862 i paesi del SUD in rivolta contro l’invasione italiana erano 1.500 e fu dichiarato lo stato d’assedio e legge marziale, inizia violenta e dura la repressione dei paesi liberati dai partigiani Borbonici.

La guerra di conquista durò oltre il 1880 e causò al Regno delle Due Sicilie 1.000.000 di morti, centinaia di paesi rasi al suolo, 500.000 prigionieri politici, l’intera economia distrutta e la diaspora di molte generazioni.

Il Piemonte/Italia ebbe oltre 23.000 morti il doppio di quelle subite in tutte le sue sedicenti guerre d’indipendenza.

Le atrocità compiute, ancora secretate per la vergogna, impedendo così l’imputazione di genocidio, primeggiano su quelle naziste e competono con quelle giacobine rivoluzionare in Vandea (1793), quando cuocevano a vapore anche preti e suore.

 

fonte ...terni magazzine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ancorabriganti/trackback.php?msg=8233012

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
larosabluette
larosabluette il 06/01/10 alle 15:10 via WEB
A iniziare dal 1943 altri si diedero alla macchia e non risposero alla chiamata alle armi come successe nel 1860 dopo lo sbarco dei garibaldini nel Regno delle due Sicilie giÓ in possesso dei Savoia....anche loro furono dei 'briganti' anche se si chiamarono 'partigiani' e la loro lotta 'resistenza'..... l'epilogo fu diverso. Credo che se andiamo a leggere 'l'altra storia' nelle altre regioni annesse all'Italia, come il Veneto e il Friuli, troveremmo episodi analoghi nella sostanza.....una signora, a cui ero molto legata da piccola, che abitava in un paese sul piave e ha vissuto in prima linea la prima guerra mondiale, mi disse che i tedeschi avevano dovuto ritirarsi per fame............
(Rispondi)
 
parsival51
parsival51 il 07/01/10 alle 13:02 via WEB
hai colto il senso ...i briganti di ieri sono stati i partigiani della seconda guera mondiale...sono stati chiamati briganti ma, anche loro lotavano contro chi ritenevano un invasore....e anche chi si aspettava cambiamenti rimase deluso non Ŕ cambiato niente e a oppressori si sostituirono altri oppressori.... non giudico negativo il processo di unificazione ...Ŕ stato negativo il modo con cui Ŕ stato fatto
(Rispondi)
mareinburrasca_F
mareinburrasca_F il 08/01/10 alle 14:09 via WEB
perchŔ i libri di storia non hanno mai evidenziato tutto questo ? perchŔ non sono mai stati fatti processi contro tali crimini di guerra ?
(Rispondi)
 
parsival51
parsival51 il 08/01/10 alle 14:12 via WEB
perchŔ la storia la scrive chi vince....
(Rispondi)
 
 
mareinburrasca_F
mareinburrasca_F il 08/01/10 alle 14:14 via WEB
.. la guerra non ha mai nŔ vinti , nŔ vincitori.... ma ne deve rimanere la memoria per evitarla ..
(Rispondi)
valeria.61
valeria.61 il 08/01/10 alle 22:21 via WEB
Credo che ┬źil fine giustifica i mezzi┬╗, famosa massima del Machiavelli, decontestualizzata, ha percorso per secoli la storia. E che devono averla pensata anche i sostenitori del governo Minghetti, consentendo simili atrocit├á. Sono quelle che non ci insegnano a scuola... come i lager sabaudi. Uno per tutti, Fenestrelle, dove a migliaia morirono di stenti, fame e freddo, e i cui corpi vennero gettati nella calce viva. Come a dire: non lasciamo traccia dei nostri misfatti, non diamo un volto, non diamo onore ai soldati e ai civili incarcerati, spesso senza processo. Ancora oggi, entrando a Fenestrelle, su un muro ├Ę visibile l'iscrizione: ┬źOgnuno vale non in quanto ├Ę ma in quanto produce┬╗. Ricorda tanto l'┬źArbeit macht frei┬╗, ┬źil lavoro rende liberi┬╗ dei campi di concentramento nazisti... il passo ├Ę breve. Ma le atrocit├á sono sempre, e ovunque, tragicamente uguali.
(Rispondi)
fantasy_forever
fantasy_forever il 11/01/10 alle 15:14 via WEB
...non avevo queste informazioni e non perche' non mi sia mai interessata alla questione, ma perche', chi nel momento in cui non avevo gli strumenti per capire da sola e doveva guidarmi nell'apprendere, invece di spiegarci cosa realmente e' stata questa cosa, ci parlava dei furti di grano e di galline dalle masserie. Di certo sono molto piu' interessanti e utili le guerre puniche. Sto parlando da meridionale, cresciuta nel meridione.
(Rispondi)
parsival51
parsival51 il 11/01/10 alle 15:35 via WEB
Ŕ lo spirito di questo blog...un cenacolo di discussione grazie
(Rispondi)
valeria.61
valeria.61 il 25/01/10 alle 19:04 via WEB
Ci sostengano almeno le voci del dissenso di allora, come il deputato federalista e democratico Giuseppe Ferrari, il quale, in una seduta parlamentare del 1862, affermava: ┬źNon potete negare che intere famiglie vengono arrestate senza il minimo pretesto; che vi sono, in quelle province, degli uomini assolti dai giudici e che sono ancora in carcere. Si ├Ę introdotta una nuova legge in base alla quale ogni uomo preso con le armi in pugno viene fucilato. Questa si chiama guerra barbarica, guerra senza quartiere. Se la vostra coscienza non vi dice che state sguazzando nel sangue, non so pi├╣ come esprimermi.┬╗ Credo che queste parole di allora, valgano ancora molti commenti...
(Rispondi)
mareinburrasca_F
mareinburrasca_F il 28/01/10 alle 10:56 via WEB
.. in occasione dello ShoÓ, Ŕ stato detto che "IL MALE E' BANALE", non ha colore, non ha odore, non Ŕ mai singolo...
(Rispondi)
insorgente
insorgente il 23/03/10 alle 15:43 via WEB
onore ai caduti.... non li dimenticheremo
(Rispondi)
lavorasicuro
lavorasicuro il 21/06/10 alle 00:22 via WEB
Mi sembra giusto, che ora, dopo ci hanno uniti con la forza e spremuti con cura, ci mettino da parte col "federalismo".
(Rispondi)
oceanyasky
oceanyasky il 19/03/11 alle 15:14 via WEB
ogni atrocitÓ viene coperta se non c'Ŕ interesse a metterla in evidenza...si interviene e ci si giustifica in virt¨ di un obiettivo da raggiungere ..come sempre la veritÓ e la giustizia sono relegate a ombre incatenate..ben venga chi ne Ŕ a conoscenza e ne parla...sempre...un abbraccio Anna
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.