Creato da bluewillow il 31/03/2006

L'angolo di Jane

Tutto su Jane Austen e sui libri che mi piacciono!

L'ANGOLO DI JANE

Benvenuti nel mio blog!

Questo spazio è dedicato a recensioni di libri e film, ai miei racconti,  a riflessioni personali di varia natura e soprattutto a Jane Austen, una delle mie scrittrici preferite.

Sono una stella del firmamento
che osserva il mondo, disprezza il mondo
e si consuma nella propria luce.
Sono il mare che di notte si infuria,
il mare che si lamenta, pesante di vittime
che ad antichi peccati, nuovi ne accumula.
Sono bandito dal vostro mondo
cresciuto nell'orgoglio e dall'orgoglio tradito,
sono il re senza terra.
Sono la passione muta
in casa senza camino, in guerra senza spada
e ammalato sono della propria forza.

(Hermann Hesse)

 


 

 

JANE AUSTEN -RITRATTO

immagine
 

SLIME BOX

Slime adottati dal blog grafico amico Stravaganza

(clicca sul nome degli slime per leggerne la descrizione)

 

Pink Slime


 

Ink Slime

 


 

IL MIO ANIMALETTO BLOG-DOMESTICO

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 


 immagine


immagine

 

 

immagine

 

 

« Inseguendo l'amore - Na...Solaris - Stanislaw Lem »

Il cast di Harry Potter dopo Harry Potter

Post n°1005 pubblicato il 04 Marzo 2013 da bluewillow
 

Cosa staranno facendo Harry, Ron ed Hermione ora che Voldemort è stato definitivamente sconfitto e il mondo dei maghi è al sicuro? Ammetto di non averne idea, ma spero che, ovunque si trovino non stiano leggendo “Il seggio vacante” di J.K. Rowling, penso potrebbero rimanerci piuttosto male, riguardo alla possibilità che ci sia davvero molta speranza per i babbani.
Se non possiamo che scatenare la fantasia per decidere cosa stiano facendo effettivamente i protagonisti, certamente abbiamo qualche indizio in più per i tre attori  che li hanno impersonati: Daniel Radcliffe (Harry Potter), Emma Watson (Hermione Granger) e Rupert Grint (Ron Weasley).

L'ex-maghetto Daniel Radcliffe è certamente l'attore che ha avuto il maggior numero di ruoli da quando la serie di Harry Potter si è conclusa e si appresta a diventare un interprete con un carnet piuttosto eclettico di parti.
Sembra che i ruoli letterari si confacciano a questo giovanissimo attore ed infatti la prima parte importante che gli è stata assegnata, nel 2012, è stata quella delprotagonista Arthur Kipps in “The Woman in Black” o "La donna in nero", tratto dall'ormai classico romanzo horror di Susan Hill (per la recensione del romanzo vedere qui), film giudicato tiepidamente nel complesso, ma che ha comunque messo in luce buone doti da attore.
Sempre nel corso del 2012 Radcliffe ha avuto la parte del “giovane dottore” in una serie televisiva intitolata “A Young Doctor's Notebook".
Il volto di Radcliffe sembra adatto a tutto ciò che a che fare con la letteratura ed infatti il regista John Krokidas lo ha scelto per interpretare il poeta della beat generation Allen Gingsberg  nel film drammatico “Kill Your Darlings” (letteralmente “Uccidi i tuoi cari”), in cui si racconta dell'omicidio  di David Kammerer in cui furono coinvolti lo stesso Gingsberg, Jack Keouac e William Burroughs.
E' invece dell'ultima ora la notizia, apparsa su vari quotidiani inglesi, che il giovane Radcliffe, ormai consacrato a quanto pare a film a base di horror, gialli e misteri, interpreterà la parte del gobbo Igor in una nuova versione di Frankenstein da parte di Paul McGuigan. In realtà il personaggio di Igor, reso famoso dalla parodia fatta da Mel Brooks dal titolo “Frankenstein Junior”, non è mai stato descritto nel romanzo originale di Mary Shelley (che a proposito, è davvero molto bello e che ho recensito qui), tuttavia sembra che proprio Igor sarà il protagonista attorno a cui ruoterà tutto il film , così descritto dallo stesso regista: “Patologicamente sporco e vestito in vecchi costumi da clown”. Non invidio Daniel Radcliffe per i suoi costumi di scena, ma attendocuriosa sia questa nuova versione di Franckenstein che l'ennesima prova da attore per l'ex-maghetto.

Anche Emma Watson, già Hermione, sembra essersi ormai affermata come attrice, anche se i ruoli ricevuti non sono sempre da protagonista, ma comunque sembrano in qualche modo legati a libri.
La giovane Emma ha recitato una piccola parte nel film “Marylin” tratto dal libro pseudo-biografico “La mia settimana con Marylin” di Colin Clark (che ho recensito qui), interpretando una guardarobiera sul set del film “Il principe e la ballerina”, attorno a cui ruota tutta la storia della pellicola.
E' stata poi molto pubblicizzata la partecipazione di Emma Watson al film adolescenziale “Noi siamo infinito” (anche noto come “Ragazzo da parete”) tratto dall'omonimo libro di Stephen Chbosky, in cui la Watson recita la parte, simile a quella di Hermione, di migliore amica di un trio, anche se sempre non protagonista.
Emma Watson ha poi ottenuto il ruolo di rilievo nel film di Sofia Coppola “The bling ring”, tratto da una storia vera, in cui interpreta la parte di una ragazza che insieme ad altri amici usa internet per rintracciare le celebrità e derubare le loro case.
Una parte di rilievo le è stata assegnata anche in “This is the end”, ancora una volta a base di celebrità: un gruppo di persone invitate ad un party dall'attore James Franco dovrà afforntare l'apocalisse. In questo caso Emma Watson interpreta.... Emma Watson! Si direbbe, sulla carta (o sul video?) una film che potrebbe riservare scene piuttosto divertenti.
Emma Watson avrà poi una ruolo nel film “Noah” su una nuova interpretazione del mito dell'arca di Noè, con protagonista l'ex-gladiatore Russell Crowe, che dovrebbe sbarcare nelle sale nel 2014.
La parte però che metterà più in fibrillazione i fan è certamente quella che le è stata appena assegnata per una nuova versione di “Cinderella”, cioè la fiaba di Cenerentola, prodotta dalla Disney (chi altri del resto?).
Il film sarà diretto dall'impegnatissimo Kenneth Branagh e ammetto che sono piuttosto curiosa di vedere i risultati di un così esotico mix  “Disney-Watson-Branagh.”

Anche Rupert Grint non è certo rimasto con le mani in mano e ha ottenuto nel corso di questi ultimi anni un cospicuo numero di ruoli, fra serie tv e cinema.
Ha interpretato l'aviatore in “Into the White”, ambientato durante la seconda guerra mondiale, un piccolo ruolo in “The necessary death of Charlie Countryman”, film drammatico su un uomo che pensa di dover morire per salvare la donna che ama (interpreato però da Shia LeBeouf); una parte secondaria nel film CBGB su un noto locale notturno; è stato un doppiatore nel film di animazione “Postman Pat”.
La parte che forse ha dato maggiore visibilità a Rupert Grint in realtà non è stata in un film ma in un riuscito video musicale, quello di Ed Sheeran, dal titolo “Lego House”.
Insomma il buon Rupert sembra aver avuto finora soprattutto ruoli secondari, ma sta per arrivare il momento della riscossa: sembra infatti che sarà il protagonista assoluto di una serie televisiva della CBS intitolata “Super Clyde”, un telefilm comico su un ragazzo agorafobico, che soffre fortemente di ansia e che desidera diventare un supereroe. Clyde riceve una eredità di centomila dollari al mese da un ricco zio e decide che il denaro sarà il suo segreto “superpotere” con cui realizzerà progetti benefici, senza rivelare la sua identità. Anche qui la trama si presta a dare ottime opportunità all'attore che ha dimostrato di saper rivestire ottimamente ruoli comici in Harry Potter.

Tutti e tre gli attori principali di Harry Potter sembrano avviati su una buona strada per la loro carriera e ne sono felice, ma sarebbe davvero bello rivederli un giorno in un ipotetico film dedicato ad un nuovo capitolo di Harry Potter: accadrà mai? Solo il tempo potrà dircelo.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

BANNER

I miei banner

immagine
immagine
immagine

immagine

(Realizzati per me in esclusiva dal blog grafico Stravaganza)

 

ROMPERE IL VETRO IN CASO DI EMERGENZA

 

BANNER LINK

 


 

 

 

 

I MIEI PROGETTI PER IL FUTURO

 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

____________________


Metto questo disclaimer molto alla moda su quasi tutti i blog, già mi sento più importante solo per averlo messo! Comunque la mia personale opinione al di là della legge è che non sono una testata giornalistica perchè :
-non vedo il becco di un euro, ma in compenso a scriverlo sto andando alla neuro
-nessuno mi regala i libri
-nessuno mi regala i biglietti del cinema
-nessuno mi paga per scrivere e per dire quello che penso...
- e nemmeno quello che non penso!
- perchè se il "Giornale del Grande Fratello" èuna testata giornalistica, va a finire che io sarei la CNN! (questa l'ho quasi copiata da un altro blogger!).
Se volete leggere altre definizioni simili e più divertenti (magari vi torna comodo) potete trovarle QUI

____________________

 

 


Si fa il più assoluto divieto di utilizzare o citare il materiale contenuto in questo blog su siti di natura pornografica, illecita o immorale, pena denuncia alla polizia postale.

 

Relativamente al contenuto dell'intero blog, vale il seguente copyright:
TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

Le citazioni da libri, all'interno delle recensioni dei libri stessi o in altri post, appartengono ai relativi autori.

 
Citazioni nei Blog Amici: 226
 

LE TRADUZIONI DI BLUEWILLOW - FREE TEXT

La maschera della morte rossa - Edgar Allan Poe

L'ingratitude (L'ingratitudine) - Charlotte Brontë 

Disclaimer
Non sono una traduttrice professionista, quindi le mie traduzioni potrebbero contenere errori. Vi raccomando di adottare riguardo a questi testi le stesse precauzioni di una installazione di Windows e cioè: non basate il software di aerei sulle mie traduzioni, non impegnate il vostro patrimonio in scommesse sul fatto che siano esatte, non usatele per delle tesi di laurea e soprattutto non spacciatele per vostre! Declino ogni responsabilità riguardo (e fate i vostri compiti onestamente, diamine!)

Anche se si tratta di traduzioni su di esse valgono gli stessi diritti di qualsiasi altra opera di ingegno. Naturalmente potete leggerle, stamparle, regalarle ai vostri amici e anche farci delle barchette di carta, ma non potete in nessun caso ricavarne un profitto o ometterne i crediti.