Creato da dama.1 il 01/08/2008

Bau

News e info dal mondo animale

 

 

Il Santuario dei Cetacei sta morendo

Post n°7 pubblicato il 06 Agosto 2008 da dama.1

Per salvarlo non servono miracoli, ma Amici!

  

Il Mar Ligure è uno degli habitat più importanti delle balene e dei cetacei del Mediterraneo. Questo mare è protetto dal Santuario dei Cetacei: un'area marina protetta fasulla, che cosi com'è non serve a nulla.

Greenpeace ti chiede di intervenire in modo concreto per preservare le tante bellezze del Santuario e contrastare le minacce che su di esso incombono. Visto che chi dovrebbe fa finta di nulla, ti chiediamo di far parte degli "Amici del Santuario", amici veri che si diano concretamente da fare per un'idea in cui credono.

È facile diventare Amico del Santuario: basta inviare a Greenpeace foto o video che documentino situazioni (positive o negative), entro l'area del Santuario.

Per leggere la versione integrale dell'articolo, clicca sul link sotto.

Fonte: Greenpeace  Il Santuario dei Cetacei

 
 
 

Dai il tuo 5x1000 a Greenpeace.

Post n°6 pubblicato il 05 Agosto 2008 da dama.1

...

 L’UNIONE EUROPEA: NO ALLA CACCIA ALLE BALENE

"Il divieto della caccia commerciale decretato a livello internazionale deve essere mantenuto e bisogna compiere ulteriori sforzi per proteggere le balene", hanno affermato i ministri dell'Ambiente dell’Unione Europea, in un testo comune approvato a Lussemburgo. L'Unione Europea chiederà il mantenimento di questo divieto nel corso della 60^ sessione annuale della Commissione baleniera internazionale (Iwc) che si terrà a Santiago (Cile) dal 23 al 27 giugno 2008. Dal 1986 è infatti in vigore una moratoria dell'IWC sulla caccia alle balene a scopi commerciali.
“Con questa decisione l’Ue può subito giocare un ruolo importante nella Commissione baleniera internazionale ed utilizzare tutto il suo peso politico morale ed economico per assicurare una protezione più efficace nel mondo”, ha assicurato il Commissario Europeo all'Ambiente, Stavros Dimas, commentando la decisione.

fonte:

 
 
 

Mattanza di Delfini in Giappone.

Post n°5 pubblicato il 05 Agosto 2008 da dama.1

.
La carne dei Delfini spacciata per carne di Balena.
---
I simpatici ed estremamente intelligenti tursiopi, spesso si rendono protagonisti di salvataggi di persone.
---
E noi li ammazziamo.
Questo è il ringraziamento dell'uomo al suo migliore amico in mare.
---
.Immaginavamo i delfini a riparo dalle mattanze riservate a tonni, balene e altri splendidi abitanti degli oceani. Invece in Giappone il magnifico tursiope non gode di nessun trattamento di favore ed è preda dei pescatori esattamente come i pesci.
Nel sito glumbert.com è visibile il video che testimonia il terribile sterminio di un grandissimo numero di delfini.
Il mare si tinge di rosso, i cetacei vengono arpionati, issati sulle barche e trasportati agonizzanti i mezzi di trasporto. La maggior parte vengono sgozzati ancora vivi e le immagini mostrano i fiotti di sangue come in un thriller di quarta categoria.
Ma non è un film, è tutto vero, talmente vero che riteniamo inopportuno mostrare il filmato per non ferire la sensibilità dei nostri lettori.
Tu uccideresti chi ti ha salvato la vita?
...

 
 
 

Finalmente una buona notizia.

Post n°4 pubblicato il 05 Agosto 2008 da dama.1

Gli Orsi polari sono finalmente una specie protetta.

Gli orsi polari sono ufficialmente una specie protetta, secondo il governo di Washington, che cita esplicitamente gli effetti dell'effetto serra sulla calotta polare artica. E' una vittoria per gli ambientalisti che da tempo attendevano una decisione a tutela degli orsi. Il parere del dipartimento del Territorio ha potenzialmente ricadute enormi sulla salvaguardia del patrimonio naturale e faunistico dell'Alaska e del litorale del mar Artico.

fonte: www.corriere.it

 
 
 

Ma dove finiremo?

Post n°3 pubblicato il 05 Agosto 2008 da dama.1

L'Islanda riapre la caccia alle balene
e il mondo si divide ancora.

La Francia si appella alla comunità internazionale per una moratoria
Mentre Norvegia e Giappone aumentano il tetto dei cetacei pescabili.

OSLO - Le balene dividono il mondo. Dopo l'annuncio dell'Islanda di voler riprendere la caccia alle balene a fini commerciali, si è riaperto il dibattito per la salvaguardia dei cetacei. Creando due fronti contrapposti nella comunità internazionale. Da una parte i Paesi che, come il Giappone e la Norvegia, vogliono sbarazzarsi o non rispettano una moratoria ventennale; da un altra quelli che, come la Francia, chiedono il rispetto di un approccio 'multilaterale'.

A riaprire la battaglia sono state ieri le autorità di Reykjavik. "Dal settembre 2006 al 31 agosto 2007 - ha annunciato un esponente del governo - la quota della pesca nelle acque nazionali sarà di 30 piccoli balenotteri di Minke e di 9 esemplari comuni". L'Islanda sostiene che cifre così basse non avranno "effetti reali sulla presenza dei mammiferi marini". Secondo stime internazionali, nell'Atlantico settentrionale vivono 100mila esemplari di balene. Nota durante la Seconda guerra mondiale come "piatto dei poveri", la carne del secondo cetaceo più grande del mondo attraversa da tempo una crisi di vendite.

Fonte: www.repubblica.it

 
 
 

Se io indossassi te?

Post n°2 pubblicato il 05 Agosto 2008 da dama.1

Lo ha deciso il governo di Oslo. «Sono una minaccia per la pesca»
Norvegia, arriva la caccia alla foca per turisti
Da gennaio safari organizzati tra i fiordi per abbattere i pinnipedi. Insorgono gli animalisti.
--------
--------
Dal prossimo gennaio, le doppiette di tutta Europa, dalla Gran Bretagna alla Germania, dalla Spagna all'Italia, potranno darsi appuntamento sulle nevi norvegesi per cacciare le foche. Finita la stagione delle quaglie e delle lepri, i cacciatori europei potranno recarsi tra i ghiacciai e i fiordi norvegesi per partecipare a safari organizzati per abbattere i pinnipedi. Lo ha deciso il governo di Oslo e, come era prevedibile, quella che si cercava di passare come una nuova attrattiva turistica ha provocato un'ondata di indignazione e proteste tra gli ambientalisti e coloro che amano gli animali.
La quota di caccia fissata dalle autorità norvegesi è di 2.100 foche: una quota che i locali non riescono a raggiungere. «La foca costituisce una minaccia reale per l'industria della pesca», si è difeso ancora M. Ludvigsen. «La presenza dei pinnipedi nei fiordi e lungo la costa spaventa i pesci e costituisce un pericolo per gli stessi pescherecci».
...
...

 
 
 

Ti ho sempre voluto bene e tu mi fai questo. 

Post n°1 pubblicato il 01 Agosto 2008 da dama.1

  

E anche quest'anno, il 40% in più di abbandoni, nonostante la campagna preventiva.

CHI E' LA BESTIA?

Come si potrebbe realmente risolvere il problema?

 
 
 

Questo è un Blog Pulito. :)  I messaggi indecorosi, saranno cestinati.

- The Blogmaster -

 

Ciao, ci sono anch'io! :)

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fataeli_2010rere2010ksiliciussole.cpQueen259alessandrapezzanodama.1lucignolo222evamaggieRomaForRomasemprepazzasergiorgiosdolceannie78TONIZ53sophie064
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Statistiche