Creato da anymore.m il 29/12/2007

anymore.m

La vita è un’opportunità continua, è bellezza, beatitudine, sogno, sfida, ricchezza, pace, felicità, sofferenza, amarezza, dolore. La vita è tutto questo e ancora di più. La vita è un grande dono fatta di piccole e grandi cose. Va vissuta, contemplata, combattuta, anche se viverla non è facile ma neppure impossibile.

 

 

amici mai

Post n°313 pubblicato il 30 Aprile 2008 da anymore.m

Tutti i metodi anticoncezionali, dagli anelli interni alle iniezioni, ai bastoncini sottopelle. Ecco qual è il più sicuro

Cento milioni al giorno, più di quattro milioni l'ora, quasi 70mila al minuto, oltre 1.150 ogni secondo: tanti sono, secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità, i rapporti sessuali completi intrecciati quotidianamente in tutto il pianeta. Da questi, per ogni giro completo d'orologio, scaturisce un milione di gravidanze. Un rapporto, quello di 100 a 1, che dipende in parte dalla natura e dal caso, ma anche dalla volontà degli amanti e dai progressi delle tecniche contraccettive.

Se infatti l'assenza di qualsiasi precauzione lascia un grosso
margine di incertezza - la donna non rimane incinta dal 15 al 40% dei casi -, la sicurezza per chi non vuole figli cresce di pari passo con la sofisticatezza (ma anche del costo e della scomodità) del metodo adottato. Decisamente meglio che non usare nulla e sperare fanno i metodi naturali, che offrono probabilità di successo variabili dal 60 all'86%. Sono i più classici e famigerati: il coitus interruptus (l'interruzione del rapporto prima dell'eiaculazione maschile), il sistema Ogino-Knaus (il calcolo, calendario alla mano, dei giorni fertili di lei, nei quali astenersi dal sesso) e i metodi, tollerati anche dalla Chiesa, della temperatura basale e del "muco cervicale". Il primo è basato su rilevazioni della temperatura corporea al risveglio (diminuisce leggermente prima dell'ovulazione, cresce al suo inizio: dopo quattro giorni dal rialzo si possono riprendere i rapporti), l'altro consiste nell'osservazione della densità e trasparenza del muco vaginale (se è denso si può "consumare").

Molto più efficaci i metodi "barriera" - profilattico, spirale e diaframma -, che impediscono la gravidanza dall'86 al 99% dei casi, anche se sono spesso mal tollerati per motivi psicologici, pratici, possibili infezioni (il diaframma) o necessità di un impianto da parte del medico (la spirale). Ecco perché spesso la soluzione preferita, preservativo a parte, resta quella chimica (efficace fino a oltre il 99%): dalla classica pillola alla schiuma spermicida, dalla pellicola contraccettiva vaginale alla pillola del giorno dopo.

È in quest'ambito però che sono stati fatti i maggiori progressi e introdotte parecchie novità. Si va dalla "mini-pillola", un contraccettivo orale quotidiano che sfrutta un solo ormone, al cerotto transdermico (che si applica per sette giorni con un ciclo mensile di tre cerotti e una settimana di sospensione), al Nuvaring, un anello vaginale invisibile che rilascia ormoni combinati per un periodo di 21 giorni (seguiti da una settimana di interruzione).

Più invasive le più recenti novità: "The Shot", una serie di iniezioni intramuscolo di una sostanza ormonosimile che, a fronte di una puntura ogni 12 settimane e di una non immediata reversibilità del trattamento, garantisce un anno di "copertura"; l'"implanon", un bastoncino di 4 cm per 2 mm "caricato" a etonogestrel, impiantato sottopelle sopra il gomito del braccio non dominante e attivo fino a tre anni.

Un fastidio non c'è dubbio, ma assolutamente non paragonabile a quello dei drastici metodi chirurgici (vasectomia per lui, legatura delle tube per lei). Per i quali, tra l'altro, la sicurezza non è neppure totale: le statistiche dicono che permane un rischio di restare incinte variabile tra lo 0,1 e lo 0,4%. Che su 100 milioni di rapporti al giorno significa da 100 a 400mila gravidanze.

quale secondo te il più sicuro?

 
 
 

Post N° 312

Post n°312 pubblicato il 30 Aprile 2008 da anymore.m

Volete farvi sposare (ma anche mandare a segno una tenerezza

o un urlo di rabbia)? Meglio rivolgersi all'orecchio a manca: così

 lui capirà meglio. E un test vi rivela se fa finta di niente...

Avete chiesto tante volte al vostro fidanzato di sposarvi e

lui ha sistematicamente cambiato discorso, è scappato in bagno

o disinvoltamente ha fatto finta di essere soprapensiero per

poi riaversi e dirvi: «Scusa, dicevi?»? Il problema potrebbe

 essere che da quell'orecchio il vostro lui non ci sente. Non in

senso figurato, bensì nel vero significato dell'espressione.

Secondo recenti ricerche, riportate dal quotidiano britannico Times,

ci sono cose che, sussurrate in un orecchio, vengono registrate,

mentre, dette nell'altro, finiscono direttamente nel dimenticatoio.

In particolare, per l'appunto, le dichiarazioni d'amore, gli scherzi

e le parole di rabbia arriverebbero a segno se pronunciate

all'orecchio sinistro, mentre le istruzioni, i comandi e i messaggi

non-emozionali avrebbero maggiore efficacia se indirizzati al

padiglione destro.

Tutto dipenderebbe dai meccanismi di elaborazione dati del

cervello, le cui diverse aree sono dedicate a specifiche funzioni:

quelle a sinistra sono più logiche e dominanti, quelle a destra

più immaginative, visive, intuitive e legate alle emozioni. Siccome

però la parte destra del cervello controlla la parte sinistra del

corpo, e viceversa, l'orecchio sinistro si può considerare la via

d'accesso privilegiata per le "comunicazioni sentimentali". Secondo

lo stesso principio, la guancia sinistra è quella su cui si preferisce

ricevere baci e si tende a cullare i bambini con la testa verso

manca (secondo una indagine dell'Università del Sussex accade

fino all'85% dei casi ed è un comportamento innato delle mamme

per captare meglio - da sinistra, appunto - i bisogni del neonato).

Anche in età adulta, come conferma una ricerca della

Sam Houston University of America, parole dolci o infuriate

verrebbero ricordate più se recepite da sinistra (69% dei casi)

 che da destra (56%).

Risultati simili a quelli registrati da uno studio sull'efficiacia di

messaggi religiosi e spirituali (ricordati nel 66% dei casi

 se provenienti da sinistra e nel 54% da destra). Quanto alla

proposta di matrimonio al vostro fidanzato, al

Concordia College in Minnesota hanno lavorato

per voi mettendo a punto una serie di quattro domande "rivelatrici".

Guardandolo negli occhi chiedetegli:

1. Con quali Paesi confina la Svizzera?

2. Tre sinonimi di "camminare".

3. Da che parte guarda Dante nella moneta da due euro?

4. Tre sinonimi di "intelligenza". Alle domande pari -

 collegate al linguaggio - lo sguardo dell'interrogato punterà

a destra; alle dispari - quelle spaziali - a sinistra. A quel punto,

per sapere se lui fa solo finta di non ascoltarvi, basterà fare

la fatidica domanda e controllare se butta l'occhio a manca.

Non avrà più scuse.

Ho semplicemente trascritto un articolo che avevo trovato...

ma credo che ci sono altri metodi ... quale il tuo?

 
 
 

Post N° 311

Post n°311 pubblicato il 30 Aprile 2008 da anymore.m

http://www.ladonnadelmare.com/Foto_%20Varie/Terrazzasulmare.jpg

ah... finalmente un buon caffe

 e un ottimo panorama! 

 
 
 

Post N° 310

Post n°310 pubblicato il 29 Aprile 2008 da anymore.m

photo ... nothing ... (scale: 100%)

racconta le tue fantasie nel vedere un abito scender giù?

 
 
 

Post N° 309

Post n°309 pubblicato il 29 Aprile 2008 da anymore.m

 

ho voglia di vederti indossare i nostri ricordi..

di pensare che li porterai sempre sulla tua pelle ...

immagino i tuoi pensieri colmare i vuoti

con immagine di me...

con la voglia di sentire i miei odori...

 svegliarti con il piacere esasperato di noi...

con la tua pelle colma di brividi

e che gocciola di me...

la mia voglia di vivere cavalca

i tuoi riordi..

ti scende nelle vene e ti inonda l'anima..

il respiro diventa intenso..

ecco cos'è l'amore..

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

PICCOLO AMORE

Attimi infiniti..

La tua voce.. Parole sussuratemi dolcemente che echeggiano nelle mieOrecchie..Le tue mani su di me.. Sensazioni ancora vive..Il tuo sguardo..i tuoi occhi ... che accarezzano il mio corpo la mia mente e mi tengono compagnia..Tu dentro di me nella mia anima ...I miei pensieri attraversano Kilometri per arrivare fino al tuo cuore..e..tu sei lì ad aspettare per farli tuoi..Attimi infiniti..

 

SEI NELL'ANIMA

Conto i minuti..che senza Te...

non passano mai...

Vorrei regalarti 101..

gocce d'emozioni...

le stesse che Tu..regali...a me..;)

 

PENSIERI DI DONNA

La felicità è amore, nient'altro.
Felice è chi sa amare.
Amore è ogni moto della nostra anima
in cui essa sente se stessa e percepisce la propria vita.
Felice è dunque chi è capace di amare molto.
Ma amare e desiderare non sono la stessa cosa.
L'amore è desiderio fattosi saggio; l'amore non
vuole avere, vuole soltanto dare.

 

ROSE SCINTILLANTI

 

FARÒ L'IMPOSSIBILE...

 

BOLLE DI BACI

 

ROSA SU LIBRO

 
descrizione_immagine