Sgosh!

Se qualcosa può andar male lo farà.

 

 

« FUTURO? No, grazie.NOI, I RAGAZZI DI BLOGLANDIA »

Post N° 135

Post n°135 pubblicato il 28 Settembre 2005 da ausdauer
 

L'AMORE E' CIECO, SORDO E ANCHE MUTO (ma la puzza la sente lo stesso)

Stamattina stavo sterzando allegramente con la mia Sacra Auto nel parcheggio del supermercato quando mi sono ritrovata a cantare questa strofa della nuova canzone di Ligabue:

Come ci frega l’amore
Dà degli appuntamenti
E poi viene quando gli pare

E per poco non finisco contro un albero. C'ha ragione. Ma quanto c'ha ragione?

Ecco. Vogliamo parlare del tempismo inopportuno di tal Signore? Si dice tanto degli idraulici, degli elettricisti, dei tecnici Telecom e Infostrada, ma quel Signore che gira con arco e freccine varie o si fa attendere decenni oppure ti becca mentre sei sotto la doccia.

Puoi fare tutte le chiamate al Call Center che vuoi, ma se tu sei in casa, pronto ad aspettarlo con tanto di tappetino rosso steso sulla porta, non arriverà. Devi sentire un impellente bisogno di uscire, andare in bagno, fare la spesa, tagliare l'erba in giardino, arrampicarti sul caco o suicidarti perché lui arrivi. Proprio mentre non sei pronto. Proprio quando ormai eri rassegnato a vegetare sul divano con chili di cioccolato sulle labbra.

Cupido, Cupidino mio, che cosa ti costa guardare l'orologio di tanto in tanto? Non lo vedi che è presto? Non lo vedi che è tardi? Non lo vedi che non è semplicemente ora?

E soprattutto, una bella visitina dall'oculista no? D'accordo che l'amore è cieco, ma santo cielo: così tanto non è forse troppo?

Confesso che è molto più facile che io mi innamori di una melanzana piuttosto che di una persona in carne ed ossa, ma quando accade ahimè, la scelta ricade sempre su autentici geni del crimine sentimentale.

Ho 24 anni: sarà ora di rompere l'infausta tradizione del criminale e incappare che ne so, in qualcuno che abbia qualche psicosi in meno dei precedenti? Ok la pseudo-deformazione professionale, ma qui si va verso la patologia senza possibilità di ritorno. Ci vuole qualcuno con cui poter vivere alla luce del sole, senza rischiare continuamente la galera, la morte per lapidazione o la depilazione a strappo e senza anestesia delle ascelle. Non pretendo mica il Principe Azzurro io... un ometto color muffa mi va bene lo stesso, tanto accecati dal sole tutto sembra più bello, no?

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: ausdauer
Data di creazione: 02/03/2005
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 
 

TAG