Sgosh!

Se qualcosa può andar male lo farà.

 

Messaggi di Novembre 2007

IT'S GOOD TO BE IN LOVE

Post n°399 pubblicato il 30 Novembre 2007 da ausdauer
 

E' stato un colpo di fulmine, e non è che fino ad ora io ci avessi mai creduto. La sua foto era sul giornale e mi è sembrato subito bello come il sole, tanto che non ci ho messo molto a rubare l'immagine a mia madre per appropriarmene e sistemarla sul retro del mio cellulare. Purtroppo ho dovuto lavorare di forbice e da quel giorno ho inseguito ovunque la speranza di ritrovarla intera, perché non mi bastavano quegli occhi e quello splendido faccino stampati sul cellulare. La mia immaginazione tende a correre mentre lo guardo e penso che, sì, andremmo sicuramente d'accordo, perché il suo viso è di certo il ritratto di un ottimo carattere.

Con il trascorrere dei mesi, però, avevo perso le speranze di ritrovarlo e tutti i miei sogni di giochi, amore e colori si erano andati affievolendo nella routine e nella disillusione. Tutto questo fino a ieri mattina quando, entrando di malavoglia in farmacia, l'ho incontrato nuovamente. Ed era ovunque, stampato su tante scatole accatastate sull'entrata, così il mio cuore ha avuto un sussulto e ho capito come potevo averlo. Un moto d'amore ritrovato e finalmente ora lui è interamente mio.

Non è supermegameravigliosissimissimo?


Ammmmmmmmmmore!!!


 
 
 

GINETTO RELOADED

Post n°398 pubblicato il 28 Novembre 2007 da ausdauer
 


Come potete vedere, nel mio blog ho parlato spesso di lui. Forse si è montato la testa. Si sa, il successo è effimero, ma spesso si fa di tutto per inseguirlo. Persino ripresentarsi completamente fuori stagione, ad esempio.

Non me lo aspettavo, lo ammetto. Pensavo di aver chiuso il capitolo herpes un paio di mesi fa, con la fine del mio lavoro in albergo. Devo averlo pensato troppo forte e aver offeso Ginetto, che notoriamente ha un brutto carattere, a tal punto da indurlo ad abbandonare il letargo invernale e riemergere più vigoroso che mai.

Sarò mica un tantino stressata?
In fondo ho fatto solo i tripli salti mortali carpiati per due anni per poter terminare in corso la specialistica, per poi ritrovarmi a tre mesi dalla sessione di laurea senza una tesi, ma soprattutto senza un relatore. Poiché il relatore ufficiale non ha tempo di seguirmi, ha ben pensato di affidarmi ad una delle sue assistenti fidate che in un mese:
1) non ho mai visto
2) non mi ha ancora dato una mezza indicazione su cosa sarebbe questa tesi che mi hanno proposto
3) non ha mai risposto ad una sola delle mie email
4) non risponde più al telefono
5) non risponde agli sms
6) forse non ha ancora capito che, se non mi laureo entro febbraio, farò una donazione di altri 2000 euro all'università (somma di cui, peraltro, non dispongo affatto).

Ma in fondo la mia vita trascorre tranquilla e serena, come sempre... Non ho nemmeno un po' di ansia, no no.



 
 
 

LIBERO BURLONE

Post n°397 pubblicato il 26 Novembre 2007 da ausdauer
 

Il mio profilo è stato allegramente visibile in home page per ben due volte in meno di una settimana.
Risultato? OTTANTA messaggi privati.

La prima cosa che ho pensato è stata "Sia benedetta l'adsl".
La seconda invece "Non potrei mai rispondere a tutti neanche volendo".

Quindi, rispondo qui, raggruppando i messaggi per aree tematiche.

1) Ai saluti
Sono stati tanti i pvt con la scritta "Ciao" o "cià", pertanto ringrazio sentitamente per il messaggio conciso e diretto, che mi ha risparmiato molto tempo nella lettura. Ciao a tutti!

2) Ai complimenti
Arrosisco e ringrazio tutti, siete stati molto gentili.

3) Agli inviti a conoscersi
Il bello delle Community è proprio la possibilità di fare conoscenze, ma sono di indole pigra. Vogliate scusarmi se, nei momenti liberi, preferisco dedicarmi alla pulizia del bagno o al mio nuovo puzzle, è l'istinto che mi guida alle priorità.

4) A quelli che mi hanno scritto in tedesco
Sono italianissima.

5) A colui che mi ha chiesto se sono libanese
No, piadina e sangiovese.

6) A colui che mi avrà scritto 10 volte ormai la stessa poesia
Il fatto che tu la stia inviando a raffica a qualunque nick con vaghi rimandi muliebri mi perplime alquando. La metrica e l'originalità dei versi poi non ne parliamo.

7) Alle proposte indecenti
Il CdM si è già segnato alcuni nomi, ma tranquilli. Credo conosca solo
un paio di sicari fidati, pertanto qualcuno di voi forse si salverà. In particolare a coloro che cercano una donna passionale che sappia fare l'amore benissimo, suggerisco di cercarne una che sappia fare bene i cappelletti (sono gioie alternative che vale la pena di provare).

8) A quello che dice di aver avuto una relazione con sua madre
Mi spiace, ma non sono ancora laureata. Ne riparliamo tra 10-15 anni, intanto cerca di resistere.

Un saluto particolare all'artista della pecorina: grazie per essere stato così comprensivo, passerò volentieri il tuo nick a tutte quelle che, persuase da tanta tenerezza intrinseca, vorranno lanciarti... ehm, lanciarsi.

 

 
 
 

DNA E FORTUNA

Post n°396 pubblicato il 20 Novembre 2007 da ausdauer
 

In una sonnolenta mattina di finte appassionate ricerche in biblioteca, scopro dal quotidiano, non senza una imbarazzante perdita improvvisa di controllo mandibolare, che mio padre è protagonista di un articolo che rimanda, sostanzialmente, al concetto di fortuna.

Ora, a prescindere dalla confidenzialità del rapporto tra padre e figlia, che si può evincere dalla fonte con cui ho ricavato novità sul mio genitore maschio, mi sorge qualche dubbio a proposito del mio patrimonio genetico.

La fortuna è un fattore ereditario o esula completamente dalle responsabilità del DNA? Oppure si applica il solito modello biopsicosociale che tanto amano i medici e gli psicologi, secondo cui tutto il possibile concorre alla formazione dell'individuo e alle sue caratteristiche/patologie peculiari?

Qualcuno può anche obiettare che la fortuna e la sfortuna in realtà non esistano, in quanto frutto della collaborazione stretta tra individuo e risorse disponibili, tuttavia è un parere scomodo da cui mi sento di dissentire.
Sostenere "me la sono cercata" non è certamente paragonabile al giustificarsi vile "anche stavolta sono stato sfortunato", che in qualunque modo tanto sollievo procura ad un animo scoraggiato e deluso.
In ogni caso, la fortuna è anche uno stato d'animo, una senzaione esperita, una convinzione radicata. Mia madre stessa ha la pessima abitudine di definirsi fortunata, anche di fronte alle sfighe più conclamate, lasciandomi ordunque con non pochi dubbi sulla mia provenienza.

Non sarò mica stata adottata? Sta a vedere che all'asilo avevo ragione, quando raccontavo a tutti che ero un'extraterrestre...

 
 
 

MESSAGGIO 

Post n°395 pubblicato il 15 Novembre 2007 da ausdauer

Di solito prendo tutte le precauzioni. Sto molto attenta a quello che faccio, dove lo faccio, come lo faccio, perché mi è capitato altre volte di rimanerci molto male per le conseguenze di una distrazione.

Però a volte, costretti dentro le proprie sicurezze, dentro qualche operazione meccanica che garantisce la protezione, ci sente soffocare. A volte è così bello lasciarsi andare, assecondare un momento di ispirazione, assaporare l'imprevisto mentre si soddisfa una voglia estemporanea scaturita da chissà dove.

Purtroppo, questo è stato e questo ho pagato. Ragazzi, non ripete il mio stesso errore. La vita è anche responsabilità, coscienziosità e razionalità. Questo è il mio messaggio:

NON SCRIVETE MAI UN POST DIRETTAMENTE DALL'EDITOR DI LIBERO

perchè è facile farsi prendere da un momento di creatività e scrivere un post che vi regalerà gioia e soddisfazione, ma è anche facile cliccare sul tasto sbagliato e, in un solo dannatissimo momento, perdere tutto.



 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: ausdauer
Data di creazione: 02/03/2005
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2007 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

 
 

TAG