Sgosh!

Se qualcosa può andar male lo farà.

 

Messaggi del 12/01/2007

CERCASI CASA DI RIPOSO

Post n°301 pubblicato il 12 Gennaio 2007 da ausdauer
 

Non sona una persona che in gruppo spicca particolarmente: sorrido, parlo, ma la mia presenza all'interno gruppi Ŕ quasi del tutto trascurabile. A scuola mi capit˛ persino di essere segnata assente e di dover trattare con l'intransigente professore di tedesco la mancata consegna di una giustificazione, che non aveva alcuna ragione di esistere.

Stessa cosa al corso di ballo. Il maestro credo che nemmeno mi avesse mai notata prima di una pizzata di gruppo in cui gli sono finita proprio di fronte e in cui ha avuto modo di approfondire la mia conoscenza.

Ieri sera entro in sala bardata come un'esquimese e camminando allegra come un pinguino, con la classica faccina ebete con la quale interagisco con la massa. Il maestro mi guarda tutto compiaciuto e dice al mio compare (il famoso ballerino con cui ballavo spesso, che poi sparý e sorpresa, Ŕ tornato fidanzato pure lui, devo commentare?):

"Carina questa ragazza... in un anno Ŕ decisamente migliorata."
Evitando di approfondire l'oscuro senso di questa misteriosa frase sorrido e biascico un grazie.
Il maestro, ricordando vagamente il discorso su una mia possibile laurea, mi dice:
"Tu sei disoccupata vero?"
Mentre alla memoria mi tornano i confortanti discorsi di quella sera, in cui mi rise in faccia sentendo in quale fantastica materia dovrei laurearmi e prospettandomi un roseo futuro da parrucchiera, faccio cenno di sý e mormoro torva che sto studiando.
"Hai sentito?" si rivolge alla moglie "Questa Ŕ un'altra che fa psicologia... un'altra futura disoccupata." e mi rinnova alcuni complimenti per addolcirmi la pillola.
"Pensa che poi sembra tanto ragazzina, ma non Ŕ nemmeno giovane!!"
Sguardo perplesso della moglie, che cerca di attribuirmi un'etÓ. Ignoro il tutto fischiettando.
"Mi pare che sia vecchiarella..." si accanisce lui in cerca di una conferma.
"Beh, non sono giovanissima ma..."
"Cos'hai? VENTITRE' anni?"

Bong. Mi cadono in sincrono le rotule delle ginocchia sul pavimento. A 23 anni una ragazza Ŕ VECCHIA?? Quando Ŕ potuto succedere tutto ci˛? Siamo tornati al medioevo, quando l'aspettativa di vita di una donna era 40 anni e a 23 anni una donna era giÓ sfatta da numerosi parti e anni di immani fatiche? Reprimendo l'istinto di farmi a fette un paio di vene e farne degli scubid¨, rispondo teneramente:
"Ne ho addirittura venticinque..."
"Ah ecco, vedi? Mi pareva di ricordare che fosse in lÓ con gli anni..."

Grazie al cielo l'arrivo di altri mi ha salvata dall'affondamento completo. E' una prassi che conosco. Si sarebbe potuto poi beatamente discorrere sul fatto che oltre ad essere disoccupata e vecchia, sono persino non accompagnata, ergo ZITELLA, ma grazie al cielo tutto ci˛ per stavolta mi Ŕ stato risparmiato.

E' un mondo difficile.

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: ausdauer
Data di creazione: 02/03/2005
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2007 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 
 

TAG