Creato da barchimede1 il 21/10/2008

Barchimede TransAt

Traversata atlantica Italia Brasile ottobre-novembre 2008

 

« Barchimede affondato !! :(Chiglia recuperata »

Barchimede galleggia, anche se il danno è grosso.

Post n°108 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da barchimede1

Dopo 3 giorni di lavori frenetici Barchimede galleggia, dopo il naufragio in un posto di grande bellezza.

E' privo della chiglia e di metà del timone. anche l'asse dell'elica è storto.

L'interno è un disastro, sabbia, conchiglie, gasoio, olio, acido solforico delle batterie, vari prodotti chimici trasportati in cabina mescolati insieme.

Il danno più grave è stato aver lasciato acceso l'interruttore generale su 1-2.
Elettrolisi furiosa su tutti i componenti elettrici, dall'alternatore e motorino di avviamento, agli strumenti, a tutte le apparecchiature elettriche accese.

La chiglia, strappata dalla forza delle onde, oltre a svellere 8 bulloni da 20 millimetri ha anche stortato di 30 gradi il telaio interno in lega di alluminio, aprendo una breccia di un metro per 15 centimetri, a cui è seguito un  rapido affondamento.

In quel momento la carta sul GPS segnava una profondità di 5 metri, + 2 dell'alta marea di quadratura.
Ma si sa che le barre di sabbia si spostano come le dune del deserto e la carta non fa testo, se non indicativamente.
E' obbligatoria invece la guida di un pilota locale (in brasiliano "pratico").
Ironia della sorte, mi trovavo a soli 20 metri da dove passa oggi il canale profondo.

Per farlo galleggiare abbiamo approfittato della bassa marea per stratificare e resinare temporaneamente la falla.

Ieri mattina, ripercorrendo a ritroso la traccia del GPS abbiamo ritrovato la chiglia.
Oggi abbiamo fatto un tentativo di recupero, purtroppo fallito.
Con la bassa marea è a soli 30 centimetri di profondità, ma è maledettamente pesante. Legata con 5 bidoni da 200 litri riusciva quasi a galleggiare, ma la forza del mare in quel punto con l'alta marea ha rotto qualcosa, per cui i bidoni si sono liberati.
Domani tenteremo qualcosa di diverso, almeno per farla arrivare dove il traghetto fluviale può venire a sollevarla (lì nei frangenti non ci viene, non sono mica scemi...).
Con la bassa marea, è tutto calmo e tranquillo, con l'alta marea è un delirio.

 Il Barchimede è ormeggiato vicino alla spiaggia dove c'è un marina, il marina do Enrique, che ricovera circa 60 motoscafi. Non è troppo esoso e mi ha aiutato molto.
E' anche riuscito a far partire il motore, che non è perduto.

Ormai sono un po' stanchino, oltre che frustrato.
Ancora poco e potro' prendermela più calma con le opere di ripristino.
Purtroppo il portafoglio piange.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/barchimede/trackback.php?msg=6361943

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/01/09 alle 10:59 via WEB
Ero sicuro che ce l'avresti fatta avanti cosi che sei grande. continuo a seguirti ciao roby
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/01/09 alle 17:47 via WEB
Dai Marco, forza... dopo tanta fatica, così lunga traversata, viaggio incredibile... non può finire così!!! sicuramente riuscirai ad uscire da questo inghippo, noi continuiamo a seguirti e sostenerti moralmente dal lontano Friuli... Siamo contenti che stai bene, per prima cosa... Un abbraccio forte.... Clara & famiglia
 
Rebuffa17
Rebuffa17 il 28/06/12 alle 17:47 via WEB
Cazzarola
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

L'ITINERARIO


Clicca per ingrandire
(sempre più spannometrico)



 

SLIDE SHOW


Clicca per lo slideshow su flickr


oppure guarda l'album


 

I PROTAGONISTI

Lo skipper Marco Volpe

Raffaella

Daniele

Rodolfo

Samuele (Canarie - Capo Verde)

Fausto
Fausto (Fiumaretta - Canarie)

FAntonio
Antonio (Malaga - Canarie)

Barchimede
La barca
Barchimede è un Wing 34, un progetto di Taddei (il progettista della fortunata serie degli Stag) ed è stata costruita dal cantiere bresciano Petit Bateau. Nella sua prima stagione (1985) ha vinto il campionato italiano di classe Ior con il nome di Lady G e così per tre anni di seguito, successivamente si è ben piazzata in tutte le regate alle quali ha partecipato.

i delfini
 

AREA PERSONALE

 

ALBA SOTTO SPI

 

ULTIMI COMMENTI

Great story with shocking end - congratulation to the...
Inviato da: Peter Lebenyi
il 30/07/2019 alle 17:14
 
Ho letto molto volentieri questo articolo. mi piace il tuo...
Inviato da: diletta.castelli
il 23/10/2016 alle 13:47
 
Molto carino questo post. Ciao da chiocciola
Inviato da: diletta.castelli
il 11/10/2016 alle 14:50
 
Buon viaggio!
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 17:48
 
Ti stimo fratello
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 17:48
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mizio.gemaugusto.mengozzifalco9oro8diletta.castellicapitantaverbarchimede1angelocattelanbuffone11deroerLibra.Menteg.prosperini2009gsxpkferx.polomirotorinohenryd
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom