Creato da loto.blu il 12/12/2008

Fior di Loto

storia di un poeta

 

 

« Canto di DonnaCanto di Maggio »

Collana di perle 3 a cura di Sonia Demurtas e Vera Somerova

Post n°96 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da loto.blu
 

Un bravo artista é destinato ad essere infelice nella vita: ogni volta che ha fame e apre il suo sacco, vi trova dentro solo perle”  Hermann Hesse

 

“Collana di Perle 3 (Rubino) ” ricorda gli antichi canzonieri, dove le più belle poesie d’amore erano raggruppate in un’unica raccolta antologica. “Antologia” deriva dal greco e significa “raccolta di fiori” (da "ánthos", "fiore", e "légo", "raccolgo"), in questo florilegio sono state accuratamente scelte le migliori poesie dall’autore emergente odierno. Tante di queste liriche hanno vinto premi importanti e molti di questi autori hanno già nell’attivo, uno o più libri personali fatti con varie case editrici.

Perché dunque essere in un’antologia poetica come questa?

Nel corso del tempo le antologie hanno sempre svolto il compito di offrire, in uno spazio ristretto, una scelta espressiva di generi diversi e di varie opere, stili importanti, che danno un senso particolare all’intero libro. Essere scelto a far parte di un’antologia di liriche e componimenti poetici è sempre stato sinonimo di distinzione culturale.

Le antologie sono strumenti essenziali per la conservazione e la divulgazione dei testi. In specifico “Collana di Perle 3” rimanda a un’introspezione fondamentale, dove parole calde e malinconiche si mescolano, aumentando la preziosità delle singole opere. La preziosità dell’opera sta in fili sottili che legano una poesia all’altra, un poeta all’altro, questi fili impercettibili all’occhio umano, sono visibili solo con la profondità del cuore. All’interno dell’opera è sviluppato un canzoniere di poesie a verso libero, questa Collana e impreziosita da Perle: “perle intese come rare raccolte di opere vincenti”. “La perla” quale simbolo lunare è legata all’acqua e al tempo stesso alla donna.

La perla, simbolo di femminilità e paradosso di mille credenze popolari.. è una gemma sempre attuale, fatta di madreperla, il liquido che l’ostrica secerne per difendersi da un piccolo granello di sabbia che l’ha invasa … ogni cosa della vita, che come un fiume invade la nostra anima, nel grembo di un poeta e tra gli spazi più profondi del suo cuore, diviene poesia.

E cos’è una perla nelle mani di una donna?

Non è forse una piccola gemma sferica di colore avorio che assomiglia a una piccola luna!

Dunque regalare “perle” è un po’ come regalare “un sogno”, proprio ciò che fa il poeta con le sue parole. Presso i Greci la “perla”era l’emblema dell’amore e della passione, e ancora oggi regalare “perle” è simbolo di devozione e profondo sentimento. “La perla” sola, preziosa e rara, rappresenta la ricerca dell’essenza nascosta nei profondi spazi della nostra anima. “Una perla pura e preziosa: “Collana di Perle 3” antologia che custodisce come uno scrigno, la magia della parola, non a caso nella letteratura indiana infilare perle significa comporre versi.

Scrivere, narrare, raccontarsi… si è poeti nel dare all’altro ciò che si racchiude in se stessi, solo così tutto diventa sensuale ed emotivo, scoprendo le emozioni si è nudi del proprio spirito.. liberi di crocifiggere o essere crocefissi con la parola. Tutte le poesie di questo florilegio, hanno una sorta di filo di Arianna, che conduce il lettore a un senso d’insieme. La bellezza spirituale della vita, le sue sfumature esistenziali, i conflitti interiori, la lotta tra il bene e il male, l’amore e l’odio, la sofferenza e la felicità, tanto mistero e insieme tanta assorta malinconia nel consueto cammino della nostra vita. “Collana di Perle 3” è un intreccio di fiori colorati che si schiudono al sole, l’incarnazione della natura umana che si identifica nei sentimenti di ogni giorno… una raccolta di poesia che sfiora il ritorno e l’abbandono, accarezzando i passi della giovinezza, sfiorando la maturità dell’essere e a volte implorando di tornare ancora bambini. Ogn’uno di noi può ritrovare se stesso in queste pagine. Chi non ha mai vissuto un lungo tempo di dolore o lunghe notti di solitudine? E chi mai potrà staccarsi dal proprio passato senza un rimpianto? Ogni anima lascia un ultimo sguardo d’amore verso ciò che ha perduto.. come ogni anima che lascia un ricordo tornerà a vivere nei sogni di qualcuno. Siamo fatti di saggezze e pentimenti, di angeli e croci che si scompongono e si ricompongono nella nostra vita…tutto questo fa parte di Noi, del nostro essere uomini e donne, profumo e ricordo, essenza e carne, alba e tramonto.

                                                                                                                                                                  Sonia Demurtas

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/belen/trackback.php?msg=9801802

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

io.venereAlbatoscanavolporso14sweetnotepaolven.tochristie_malryDJ_Ponhzilotusdinfinityliveal.pappalardo68maandraxantropoeticostellarium2014YOSURREpsilon_Revenge
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom