Blog
Un blog creato da il_triangolo_no il 16/10/2006

Elogio della follia

Osservate con quanta previdenza la natura madre del genere umano ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri, dissennati, godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della follia.

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

GEOMETRIE IMPOSSIBILI ED ILLUSIONI

immagine
Geometria...


immagine
Quanti volti ci sono?


immagine
Giochi prospettici

immagine
e si....

immagine
Un teschio o due innamorati?

immagine
Gli occhi sono aperti o chiusi?

immagine
Libro di Mach: Vedi un libro
aperto verso di te o il suo
dorso?

immagine
le sfere sembrano
andare in direzioni
opposte esse vanno
nella stessa direzione
e con la stessa velocità!
 

 

Tempi moderni

Post n°37 pubblicato il 03 Giugno 2007 da il_triangolo_no

Dicono che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro

e una banana per il potassio. Anche un'arancia per la vitamina C

e una tazza di tè verde senza zucchero, per prevenire il diabete.
Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d'acqua (sí, e poi pisciarli,

che richiede il doppio del tempo che hai perso in berteli).
Tutti i giorni bisogna mangiare un Actimel o uno yogurt per avere gli
"L. Casei Immunitas", che nessuno sa bene che cosa cavolo sono,

peró sembra che se non ti ingoi per lo meno un milione e mezzo di

questi batteri tutti i giorni, inizi a vedere sfocato.
Ogni giorno un'aspirina, per prevenire l'infarto, e un bicchiere di vino
rosso, sempre contro l'infarto. E un altro di bianco, per il sistema
nervoso.
E uno di birra, che giá non mi ricordo per che cosa era.
Se li bevi tutti insieme, ti puó venire un'emorragia cerebrale, peró non ti
preoccupare perché non te ne renderai neanche conto.
Tutti i giorni bisogna mangiare fibra. Molta, moltissima fibra,

finché riesci a cagare un maglione.
Si devono fare tra i 4 e 6 pasti quotidiani, leggeri,
senza dimenticare di masticare 100 volte ogni boccone.
Facendo i calcoli, solo in mangiare se ne vanno 5 ore.
Ah, e dopo ogni pranzo bisogna lavarsi i denti, ossia: dopo l'Actimel

e la fibra lavati i denti, dopo la mela i denti, dopo il banano i denti... e cosí via
finché ti rimangono dei denti in bocca, senza dimenticarti di usare il
filo interdentale, massaggiare le gengive, risciacquarti con Listerine...
Meglio ampliare il bagno e metterci il lettore CD, perché tra l'acqua, le fibre e i
denti, ci passerai varie ore lí dentro.
Bisogna dormire otto ore e lavorare altre otto, piú le 5 necessarie per
mangiare = 21. Te ne rimangono 3, sempre che non ci sia traffico.
Secondo le statistiche, vediamo la tele per tre ore al giorno...
Giá, ma non si puó, perché tutti i giorni bisogna camminare almeno
mezz'ora (per esperienza: dopo 15 minuti torna indietro, se no la mezz'ora
diventa una).

Bisogna mantenere le amicizie perché sono come le
piante, bisogna innaffiarle tutti i giorni. E anche quando vai in
vacanza, suppongo. Inoltre, bisogna tenersi informati, e leggere per lo
meno due giornali e un paio di articoli di rivista, per una lettura critica.
Ah!, si deve fare sesso tutti i giorni, peró senza cadere
nella routine: bisogna essere innovatori, creativi, e rinnovare la
seduzione. Tutto questo ha bisogno di tempo. E senza parlare del sesso
tantrico (in proposito ti ricordo che bisogna lavarsi i denti dopo
che si mangia qualsiasi cosa!).
Bisogna anche avere il tempo di scopar per terra, lavare i piatti,

i panni, e non parliamo se hai un cane o ...dei FIGLI???
Insomma, per farla breve, i conti mi danno 29 ore al giorno.

La unica possibilitá che mi viene in mente é fare varie cose
contemporaneamente; per esempio: ti fai la doccia con acqua fredda e
con la bocca aperta cosí ti bevi i due litri d'acqua. Mentre esci
dal bagno con lo spazzolino in bocca fai l'amore (tantrico) al compagno/a,
che nel frattempo guarda la tele e ti racconta, mentre tu lavi anche
per terra.
Ti é rimasta una mano libera? Chiama i tuoi amici! E i tuoi!
Bevi il vino (dopo aver chiamato i tuoi ne avrai bisogno). Il
BioPuritas con la mela te lo puó dare il tuo compagno/a, mentre si
mangia la banana con l'Actimel, e domani fate cambio.
E meno male che siamo cresciuti, se no dovremmo trangugiare un

ALPINITO Extra Calcio tutti i giorni.Adesso ti lascio, perché tra lo yogurt, la mela, la birra, il primo litro d'acqua
e il terzo pasto con fibra della giornata, giá non so piú cosa sto facendo,
sento peró che devo andare urgentemente al cesso.
Così ne approfitto per lavarmi i denti....

Un caro saluto uomini e donne moderni

 
 
 

Cose che contano

Post n°36 pubblicato il 11 Maggio 2007 da il_triangolo_no

Sono circa 3 giorni che ci lavoro e mi sa che ne servono altri 3^5 affinchè
il risultato sia accettabile dal punto di vista della consapevolezza.
Giusto un anticipo...


immagine

 
 
 

Signora libertà....

Post n°35 pubblicato il 22 Aprile 2007 da il_triangolo_no
 

"Ho sempre dato molto poco peso alla virtù e non ho capito bene perché si debba trovare tanta colpa nell' errore.
Anche perché non sono ancora riuscito a capire, dopo cinquant' anni di vita, cosa sia esattamente la virtù e a cosa corrisponde l' errore.
Dire, quindi, che non ho nessuna verità assoluta e mi trovo quindi nell' impossibilità di consegnare a me stesso e a voi qualsiasi tipo di certezza.
L' unica cosa che spero, è potervi dare qualche piccola emozione". Fabrizio De Andrè

Scrivere di Fabrizio è sempre molto difficile anche se tutta la sua weltanschuung vive dentro i suoi "ammiratori" e rieccheggia nei nostri ideali come un' anomalia...
Ci sono emozioni che non vanno scritte ma ascoltate attraverso parole&musica e in De André entrambe le cose viaggiano come l' elica del DNA e come l'elica del DNA si trovano dentro di me e mi faccio guidare nella vita attraverso le sue combinazioni...

Vorrei lanciare un appello a tutti coloro che vedono in Fabrizio De André la signora libertà, Nina, Geordie, Susanne, le passanti, Andrea, un blasfemo, Dolcenera, ... : inserite nel vostro blog una sua foto così ci sapremo riconoscere.


"Io mi dico è stato meglio lasciarci
che non esserci mai incontrati."

 
 
 

Le solite cattive notizie

Post n°34 pubblicato il 20 Aprile 2007 da il_triangolo_no



Pochi altri eventi, di eccezionale gravità, illustrano in misura così evidente quanto siano distanti su alcuni temi le due sponde dell'Atlantico.
 Il giorno dopo la strage nel campus di Virginia Tech, per la stampa americana è il momento del raccoglimento e del dolore, della pietà e del silenzio.
Gli accenni polemici investono la polizia locale, per il ritardo con cui ha rintracciato il killer, e le autorità di Virginia Tech, che non hanno sospeso per tempo le lezioni dopo la prima sparatoria, con due giovani uccisi, poco dopo le 7.15.
Per migliorare la sicurezza nei campus, ipotizza Time, ci vorrebbero più telecamere e sorveglianza...

Ormai una strage sembra essere banale e, come tutte le cose che diventano banali, acquista quel diritto di normalità per cui diventa normale comprare un'arma e diventa normale il fatto che, se qualcosa non mi va a genio, posso sparare all'impazzata per poi togliermi la vita.
Questi americani hanno tanto da imparare e molto poco da insegnare ma, ahimè, sono convinti del contrario.
D'altra parte sono figli della loro breve storia...

 
 
 

Cordialità

Post n°33 pubblicato il 01 Aprile 2007 da il_triangolo_no

Grazie al nostro amico yyossaryan l'ispirazione ha fatto il suo degno ritorno all' interno di questo blog: questo post è dedicato a te!!!



  • frasi sconnesse e senza senso
    : ieri sono andato a mangiare a casa di Ludovico e mentre mangiavo mi era caduta la posata nella scarpa di suo nonno, andato in guerra, che sparava ai pappagalli selvatici amanti delle pescate solitarie in aride terre argentine mentre si accoppiavano furiosamente con dei caimani del Madagascar che nel frattempo facevano aerobica fumando un buon sigaro calabrese.
  • fatti o cose di cui non gli frega niente a nessuno: questa mattina ho fatto colazione con le macine nel latte che tanto AMO, mi sono lavato i capelli , le ascelle, i denti ma ero fortemente indeciso su quale ascellare mettere: per fortuna è arrivata mia madre a darmi il giusto consiglio.
    Verso le 10 sono andato a fare shopping con il mio caro amico HSS ed abbiamo speso una fortuna o meglio Io ho speso una fortuna ma quel paio di jeans a vita bassa, che adoro come un pazzo, dovevano essere miei.
    Poi siamo andato a chiamare il nostro caro yyossaryan e ci siamo recati al bare per il nostro consueto aperitivo completo da 15 € parlando e sparlando dei nostri amici barboni...

  • immagini di nuvolette o animaletti:
immagine
immagine
immagine


  • colori ridicoli e frasi infantili: qualche giorno fa lei ha scoperto tutto..........ed ora è finita....non ci sentiamo più,per fortuna questa storia durava da poco quindi fin'ora la mia era solo un'infatuazione,infatti è quasi già passata.....però a dire la verità non mi ero mai fatta illusioni poichè ad una mia amica è successa la stessa cosa...però in fondo queste esperienze ti fanno capire molto e ti aiutano a non ricadere negli stessi errori........però una cosa che non sopporto è che riesca ad incontrare solo ragazzi infantili!!!!!!!!!!
    Amore mi manchi...non è giusto....MAMMA LA BUAAAAAAAAAAAAA

immagine




  • patetiche poesie:
    Ci sono ancora loro, strani individui,
    con l'anima più leggera
    di una nuvola,
    loro,
    i poeti ingarbugliati
    nelle rime di ogni giorno...
    La più vera, a più ovvia forse,
    donare con il cuore,
    e ancora... amore.
    Ci sono loro, a risvegliarti dal torpore
    che t'infonde la macchina del nulla,
    a dirti quanto vali se le ali
    le dispieghi ancora,
    ferite e sanguinanti forse,
    ...
    Ci sono loro, a dirti di stranezze
    disegnate dentro al vento, a dirti
    quanto è vero il tuo sorriso,
    se viene dopo quel dolore.
    Quanto è vero questo mondo,
    avvelenato da quei gas
    più che mai sconosciuti ed assassini.
    Quanto è vero...
    Vero
    come la vita che ti scuote e quella morte
    che non puoi capire.

    E ci sono ancora loro,
    poeti...
    senza più parole,
    che parlano da soli,
    piangono in silenzio... E nel silenzio,
    accarezzano l'immenso.
Tutto questo è dedicato a te

 
 
 

non ho idee

Post n°32 pubblicato il 26 Marzo 2007 da il_triangolo_no

o non ho idea?

 
 
 

E si...    

Post n°31 pubblicato il 14 Marzo 2007 da il_triangolo_no

- Molto male!Sempre la stessa storia!Quando si è finito di costruire la propria casa ci si accorge di aver frattanto imparato inutilmente qualcosa che si sarebbe assolutamente dovuto sapere prima di cominciare a costruire.
L'eterno increscioso <<troppo tardi!>> - La malinconia di ogni cosa finita!...


 
 
 

L'orgoglio de barese DOC

Post n°30 pubblicato il 12 Marzo 2007 da il_triangolo_no

L'ORGOGLIO DEL BARESE DOC!!

1. Beve solo ed esclusivamente Peroni da tre quarti (e lotta contro la
diffusione della Dreghèr da 33 o della Raffo tarantina).

2. Ha mangiato almeno una volta i frutti di mare sul porto (contrastando la
concorrenza sleale della costa di San Giorgio): in particolare, si
esibisce nel risucchio di ricci (rabbrividendo all'idea che in Giappone
li credono velenosi) o taratuffi.
Corollario 1: All'estero, ha
gridato almeno in un ristorante la mitica frase Giovane, spacchi due
cozze.
Corollario 2: Almeno una volta nella vita è finito in
ospedale per il tifo, e gli stadi non c'entrano nulla.

3. Riconosce come sport ufficiale il Gioco della birra, anche se gli tocca
fare il
sott.

4. Si riconosce dai gadgets della auto: santino di Padre Pio,
sciarpa del Bari e stemma della società accanto alla targa.

5. Da '90 al '95 ha fatto almeno un abbonamento al San Nicola.

6. Ha le maglie di Igor Protti, David Platt e Joao Paulo.

7. Se di sesso femminile, ha partecipato almeno una volta alla nottata delle
zitelle nella Basilica di San Nicola.

8. Consuma abitualmente (o lo ha fatto perlomeno una volta) sgagliozze e
popizze, altrimenti le vende.

9. Conosce a memorie
tutte le canzoni di Toti & Tata e le trame delle loro sit com.
Corollario: Sa tutte le battute di Solfrizzi in Selvaggi.

10. Ha visto con commossa partecipazione tutte le puntate de Le Battagliere.

11. Ha come profeta Gianni Ciardo, e scambia i suoi detti (sopra alla nonna
o
abbasso alla commara?) per il Bignami.

12. Ha fatto almeno un bagno a Pane e Pomodoro, contraendo in un sol colpo
ebola, malaria e febbre gialla, ma soprattutto affrontando l'impresa con la
stessa fermezza con cui un induista fa le abduzioni nel Gange.

13. Si esprime in un linguaggio comprensibile solo dai suoi simili: usa
cadenzialmente interiezioni tipo Moh e ch cous, Mataux, e sottili metafore
come Vai a rubare a San Nicola o Ne hai fritti di polpi.

14. Compra la Gazzetta del Mezzogiorno, ma la usa solo per foderare la
cuccia del cane o la gabbia del canarino.

15. A distanza di decenni è ancora convinto che Business serva a tappezzare
la macchina quando ci si infratta.

16. Usa passare la domenica mattina dilettandosi nella sacra arte
dell'arricciamento del polpo.

17. Consuma periodicamente panini alla chitemmurt o chitestramurt dai
panemmerda, o i panzerotti al cofano.

18. Riconosce come piatto nazionale le orecchiette alle cime di rapa,
che consuma almeno una volta a settimana.

19. Ha assistito almeno una volta ad uno scippo a Bari vecchia.

20. E' stato sfiorato più di una volta dal pensiero di comprare un
appartamento a Punta Perotti.

21. Il grado di pericolosità di un barese si racchiude in un monito: IAPR
L'ECCHJ...

22. Ogni padre barese aspetta il momento giusto per dire al figlio: ti devo
imbarare e ti devo perdere...

23. Se ti chiami Nicola, esistono notevoli probabilità che tu abbia origini
baresi.
Corollario: Se quando ti presenti col solito Piacere, Nicola ti senti
rispondere Questa è la mano e questa è la ciola, allora ti trovi di
fronte ad un barese.

24. Ogni cuoca barese conosce una sola certezza: La mort d'u pulp iè la
cpodd.

25. Quando segna a calcetto, costringe la sua squadra ad esultare col
trenino.

26. Conosce la Prefettura in quanto palazzo del piazzale dei Battiti live.
Corollario: per il barese un po' più elevato, la Prefettura è il palazzo
accanto al
parcheggio del Piccinni.

27. E' FERMAMENTE convinto che Se Parigi avesse lu mèr sarebbe come una
piccola Bèr. E lui a Parigi non ci è mai stato.

28. Se un inglese gli scrive Kiss so love me, si guarda intorno
per capire chi ha fottuto le uova dell'inglese.

29. Può vantarsi di aver indossato negli anni '90 la mitica tuta acetata.

30. Parcheggia in seconda fila ANCHE con la bici.

31. Se negli anni '90 era un bambino, è cresciuto con la convinzione che
esistessero davvero bambini come Cosè Cosè.

32. Il vero barese CANOSH A SADDA'MM!

33. Nonostante il Bari in B, il Petruzzelli ancora in rovina, gli autoradio
che spariscono, i parcheggi che sprofondano...ha ancora il coraggio di
cantare: Cuss addo stam iè u megghj paise.

 
 
 

Petizione

Post n°29 pubblicato il 10 Marzo 2007 da il_triangolo_no

Un cittadino italiano ha finalmente deciso che gli fa troppo male respirare
le polveri sottili e vedere persone, a cui vuole bene, morire di cancro intorno
a se, per il benessere delle multinazionali petrolifere.
Ha chiesto alla commissione europea (dipartimento dell'ambiente), di creare
una legge che obblighi i padroni del petrolio ad installare, accanto ad ogni
distributore di benzina, almeno un distributore ad idrogeno e di incominciare
a produrlo utilizzando energie rinnovabili.

In parole povere, questa legge, favorirà l'introduzione sul mercato delle
automobili ad idrogeno a: ZERO INQUINAMENTO e ad alte prestazioni!

Finalmente potremo respirare a pieni polmoni e anche i figli dei nostri figli.
L'auto del futuro esiste già ed in vari modelli!
Bastano 800.000 firme per far abbassare la testa ai padroni del petrolio.

Firmate la petizione voi, i vostri amici e parenti.
PER FIRMARE LA PETIZIONE CLICCA QUI   

 
 
 

Il grande ritorno

Post n°28 pubblicato il 06 Marzo 2007 da il_triangolo_no

Finalmente i giorni bui, citando una falsa espressione usata x indicare il medioevo, sono terminati e la gioia ha invaso casa "il_triangolo_no".
Non mi aspetto grandi espressioni di "BENVENUTO" ma almeno qualche nessaggio incoraggiante su questo tema lo gradirei.
Rimando a domani il primo post "post-TELECOM" (scusate la ripetione ma era inevitabile).
Per ora posso solo dirvi di cliccar qui  e di godervi questo blog.

A domani...gente di un certo livello

 
 
 
Successivi »
 
 
 

PENSATOIO


L' attesa attenua le passioni mediocri e aumenta quelle più grandi. (Anonimo)
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ilsiculo77motoadventure974elsa77magliocchiesternoluceaazzzzzzzzzzhotel.sanraffaeleandrea_giunta_1elvatortoriellodesparesidoangelina.cardoneminotauro70ganciroccoratatatangill083
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom