Da Single a Papino

Ora sì che ho bisogno d'aiuto

 

CITAZIONI E RICONOSCIMENTI

Blog del giorno: 30.03.2007

Blog del giorno: 21.05.2007

Blog del giorno: 01.07.2007

Blog del giorno: 12.09.2007

Blog del giorno: 12.10.2007

Blog del giorno: 28.05.2008

L'intervista: 01.02.2008

Blog 10 e lode Assegnato da latinoamericana4 il 15.02.2008

Assegnato da Fotorino il 27.06.2008

Assegnato da UnaRosaSelvatica il 28.06.2008 

Assegnato da DolceIncantoDonna il 29.06.2008

Assegnato da Lothlorien il 08.07.2008

PREMIO AMICIZIA assegnato da Moonchild.r il 05.09.2008

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 64
 

BENNI IN THE WORLD, OR ONLY IN ITALY?

Locations of visitors to this page

 

 

« Gli ammori del passatoLA MAMMA E' SEMPRE LA MAMMA »

Gli ammori del passato (part 2)

Post n°73 pubblicato il 26 Aprile 2007 da benni28

Con la fine delle superiori e con il pezzetto di carta in mano inizia una nuova fase, la ricerca di me stesso, avevo pensato di andare in India per cercarmi ma il timore di perdermi definitivamente era troppo alto. Siamo praticamente giunti nel 1992 e oltre alla ricerca sopra citata, vi è pure la ricerca inconscia o meno dell'anima gemella...(soltanto lungamente intrapresa).

 È stato durante questo periodo che, grazie anche alla Fiat Uno Coupè (quella a due porte per intendersi) ho incominciato a frequentare Paola (meglio conosciuta come MCC, marchio registrato come Mamma Che Culo) che peraltro sarà la protagonista di uno dei prossimi post….uno di quelli in cui faccio la mia bellissima figuremmerd….

Comunque sia, ragazza splendida, fisico mozzafiato, poppe da urlo, MCC, grandissima intelligenza ma un solo difetto….non particolarmente predisposta alla fedeltà, nonostante la giovine età.

Si usciva il fine settimana….con me, in settimana credo con altri ma sono sempre stato di ampie vedute, l’importante è che si combini qualcosa, poi il corpo è tuo e puoi disporne come meglio credi….come ero liberale!!!!
Così probabilmente dopo una serie di innamoramenti platonici, stilnovisti e cazzate varie, finalmente arrivava qualcosa di più pratico, di più concreto e..palpabile!

La nostra conoscenza, mai ufficiale, è durata il tempo di una stagione, il tempo delle pere….le sue enormi pere.
Ma nonostante la ragguardevole durata del rapporto (per i miei standard da sfigato), alla fine, a parte un affetto ed un profondo arrapamento che accompagna la vita di ogni uomo dall'età embrionale fino a quella geriatrica, non si poteva parlare propriamente di amore...anche se poi tutto sommato l'amore è fatto per buona parte di attrazione fisica...o no?
Quindi la storia finì, oddio definirla storia è esagerato, comunque non a causa mia, perchè sono un romantico e, come tutti gli uomini sensibili e romantici, dopo un pò si rompono i coglioni se ad accompagnare le passeggiate, le uscite, i limoni, le chiacchierate e quant'altro, non c'è un profondo sentimento alla base.
L'uomo non riesce a resistere oltre i 6 mesi a sostenere un rapporto senza sentimento...o meglio l'uomo ce la farebbe anche ma...vabbè, di questo forse è meglio parlare in sede di ricerca!
Sta di fatto che Paola ha il merito enorme di avermi dato la possibilità di raccontare qualcosa di più sostanzionso quando una ragazza mi faceva la tipica domanda :"..raccontami le tue storie passate, apparte le pippe..."
Per cui mi sembra doveroso immortalarla qui, visto che con l'arrivo delle storie pluriennali, non ho avuto più l'occasione di ricordarmi di lei...

Nel frattempo mi sono messo a frequentare le due migliori amiche di Paola, ovvero Chiara (e non ridete) e Silvia.

Con Chiara non si è mai concluso un tubazzo, anche perché spesso si usciva in tre e si sa…il cavaliere con due dame…..va a casa a farsi le pippe.

Silvia era la classica gnocchettina tascabile, piccina, carinissima, biondo platino naturale, occhi chiari……arrrrgghhhh. Anche lei di vedute aperte, e non solo le vedute. Archiviata

Nel frattempo si arriva al 1994, lavoro nuovo, auto aziendale da tamarro, la Golf GTD con 200.000 Km, che consumava più olio che carburante….

Qui comincio a frequentare Greta, poi anche la sorella, poi di nuovo lei. Le cose sembrano andare per il verso giusto, ci si vede ogni sera, giro abitualmente per casa sua, i suoi mi adorano, la vado a prendere a scuola, si esce…..roba quasi seria insomma.

Lei per quanto gradisse la mia corte spietata, era la tipica donna che probabilmente ha ispirato Elio nella composizione di "Servi della Gleba"...ma poi col tempo ho capito che non è mai colpa della donna se non te la da...è solo colpa dell'uomo! Che non se la prende uaaahahahahaha.
E' fin troppo facile dire:"lei approfitta dei miei buoni sentimenti""..."le fa comodo..." etc
Per quanto incredibilmente romantica la situazione, non portò alcun frutto…. Anzi, le cose precipitarono miseramente in occasione degli esami di maturità suoi….quando pare che qualcuno al paesello avesse messo in giro strane voci sul fatto che lei mi avesse lasciato per lo studio. Da qui una furiosa scenata da parte della sorella e l’impossibilità mia di ottenere chiarimenti. Sa il cazzo cosa successe….

 

Dopo 8/9 mesi di clausura da parte mia, si giunge all’Aprile 1996. Nuovo cambio di lavoro, e di auto…per forza, ho dovuto acquistarmela stavolta. Conosco Poppi, protagonista di uno dei post iniziali (quella dell’ascensore). Beh di lei ho già parlato, una grande amica, la mia migliore amica in assoluto. Una persona semplicemente meravigliosa. Purtroppo questo è stato un periodo decisamente sfigato, qualche uscita con qualche signorina ma niente di che.

Per scrollarmi un po’ di dosso la situazione, a metà 99 decido per un cambio drastico. Cambio paese, lavoro, auto, ma non sponda ueh. Accetto un lavoro importante e distante da casa, quello attuale, che rende la mia vita sociale piuttosto limitata.

Nel 2000 arriva all'improvviso il primo amore. La prima storia seria, lunga. Il classico rapporto che ti porti nel periodo della crescita e che poi finisce quando sei cresciuto.
Ad ogni modo questa crescita è durata per 3 anni, quindi si può dire che è lì che ho imparato come funziona una coppia, gli schemi, i litigi, gli sfanculamenti e tutto quello che si dovrebbe sapere sullo stare insieme (oltre a condividere emozioni, progettare futuro insieme, etc).
La donna, che si è rubata i 3 anni della mia vita in cui ero più figo, Daniela, meglio conosciuta come “il mostro”. Sono un tipo originale io, non di quelli che si chiamano ciccino, ciccina, topolina, orsetta…..ho coniato questo nuovo nome.

La gentil donzella, bionda (ancora), occhi chiari, piccoletta ma tutto sommato carina, di 2 anni più grande di me, laureata in Scassacazzologia (molti sono i testi da lei pubblicati, alcuni di grande successo, quali "Dove sei?? Con chi sei?? Me lo dai??” (manuale pratico per la rottura dei coglioncini del partner)" e "Rompo senza toccare” (saggio tra la lo zen e la magia di scassare le palle) dovrò dilungarmi un pò nel riportare la nostra storia....
Una premessa….questa è la tipa di quando ho sbagliato auto, dopo il ristorante POST 25.

La cosa si sviluppa un bel giorno, o meglio una bella sera, dopo un ferragosto passato a chiacchierare al chiaro di luna, in cui non accadde nulla, nella migliore tradizione italiana, c'è stato il primo bacio...non sapendo che per 3 lunghi anni avrei baciato solo lei!!!
Ed è stato proprio un bel rapporto, eravamo una bella coppia, lei assatanata, sembra con la voglia di birillo, e veramente innamorata di me. Ma ogni anno, o meglio ogni 4/6 mesi c'era una crisi, una crisi pesante, e la parte in crisi era sempre lei...voleva la pausa di riflessione che io puntualmente concedevo. Per 12 ore non mi facevo sentire e lei cominciava a chiamare….ma che cazzo chiami se vuoi la pausa riflessiva???? Ogni 4/6 mesi la crisi non era diversa...finchè è finita 2003, 14 ottobre, per la precisione. Quel giorno, mi pare fosse martedì, dissi a mia madre che sarei andato dal mostro per scaricarla in maniera definitiva. Detto fatto….partenza da casa alle 20.40…ritorno alle 22.00, incazzatissimo ma più leggero.

Ero così abituato alle crisi che quando è finita è stato più difficile trovare il modo per dirlo ai miei, che riprendere a essere single...
L'anno dopo, il mio primo anno da single dopo 3 anni di vita di coppia (ma ognuno a casa propria), è stato uno degli anni più rapidi a passare che mi ricordi...ma diciamolo, ho un bellissimo ricordo degli anni passati con lei! Soprattutto le nostre 3 settimane ai carabi, con medie impressionanti.
Beh! questo è il succo in fondo, questi sono i fatti, anche se avrei potuto scrivere un trattato sul mostro.

Di tanto in tanto mi richiama….vedi post “A VOLTE RITORNANO”, ma io non ritorno sui miei passi.

Passato questo anno, in cui sono uscito di nuovo con Daniella, ho tampinato e frequentato Pia (una bancaria troppo sexy, quella del ristorante giapponese, per intenderci).

Finalmente conosco Laura, una donna, un perché…..bellissima, popputissima, simpaticissima e fuori come un citofono….come me. Casa sul lago di garda, distante ma ne vale la pena. Questa gentil donzella va e viene dalla mia vita come e quando cazzo le pare, spesso non si fa sentire per settimane, poi mi richiama per uscire….ci si vede fitto fitto per settimane, poi sparisce.

Da parte mia non ho fatto lo zerbino….tant’è che in una nevosa giornata mi chiama, un sabato mattino, mi chiede se voglio uscire la sera. OK, ci si vede al solito posto. Mi richiama poco dopo e per altre 3 volte anticipando sempre più l’incontro.

Quindi pomeriggio insieme, cena…..si tromba, mi chiede di metterci ufficialmente insieme. Insomma ha fatto tutto lei e io manco ci pensavo…ovviamente gradisco molto il dopo cena. Dice di avere bisogno di uno come me, presente, che la faccia ridere, che le dia sicurezza e tutta una serie di cazzate che mi bevo in un sorso…oramai non so più nemmeno chi sono!!!!! Sono cotto….tutti i miei desideri si sono realizzati.

Dopo pochi mesi mi scarica al telefono dicendo di non riuscire a lasciarsi andare. Maddechè, se volevi l’uomo oggetto bastava chiedere!!!! Questo accadde un anno fa.

Questo è il capitolo più sofferto delle mie storielle,non perchè io ne sia ancora "scottato", quanto piuttosto perchè ogni storia può essere raccontata in un milione di modi differenti.
Può dipendere dalla musica che ascolti mentre scrivi, da quello che hai mangiato, dall'ultimo film che hai visto o dal libro che stai leggendo, da quanto ti sei divertito l'ultima volta che sei uscito o da quanto sei tornato stressato da lavoro, può dipendere anche da che tempo fa fuori...ma in fondo è sempre la stessa storia.

La nostra storia, forse come ogni storia d'amore, è stata tutte quelle che ho tentato di scrivere, e anche qualcuna in più. E dopo tutto è stata una gran bella storia, magari un pò tormentata a volte, ma altre era una sintonia incredibile.
Adesso mi piace pensare che sia stato un amore al quale non eravamo preparati.
Già! Forse non eravamo pronti a vivere una storia così!
Forse adesso si, ma non siamo più innamorati l'uno dell'altro! O meglio lei non lo è di me.
Il tempismo, nell'amore, è sempre una componente fondamentale.
E noi eravamo sempre sprezzanti di questa regola. Oppure magari semplicemente erano quelli i tempi e i modi giusti...e la nostra storia non sarebbe potuta esistere in un tempo diverso...quello era il nostro tempo, e lo abbiamo trascorso amandoci fortissimo, e facendoci del male...il binomio preferito dell'amore!
Ho capito anche un altra cosa, in tutti i tentativi di raccontare la mia storia. E' inutile che scriva i dettagli su come è iniziata, o su come è finita, su quali sono stati i problemi, le crisi, o su quanto noi eravamo simili per molti moltissimi aspetti.
Non ha senso che scriva un poema di dettagli, romantici, clinici, o di qualsiasi natura. E' iniziata quando ci siamo conosciuti, ed è finita (come tutte le storie) quando abbiamo iniziato a perderci.
Il Come è del tutto irrilevante.
So che quando è iniziata mi sentivo il Re del Mondo e che quando è finita questo mondo mi è crollato addosso.
Quello che sta nel mezzo lo conoscete tutti: amore.

immagine

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: benni28
Data di creazione: 22/02/2007
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: benni28
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: EE
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lennon927rosina73Laura.f_2007matthieu1dulcinea_1cassetta2viky26MirokoLorenzaCaliariYearendilfrancesca.1987jle1straquenzu82jamelia02benni28
 

ULTIMI COMMENTI

sposati daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii nn ci...
Inviato da: lennon927
il 09/11/2012 alle 18:45
 
Grazie Penny, sei sempre molto gentile. Un abbraccio anche...
Inviato da: benni28
il 30/05/2012 alle 14:54
 
In alto i calici per un bel brindisi agli sposi. Vi...
Inviato da: pennydog
il 28/05/2012 alle 22:23
 
Ciaoooo
Inviato da: benni28
il 28/05/2012 alle 16:11
 
Ciao benni un salutoa tutta la famiglia
Inviato da: lennon927
il 23/05/2012 alle 19:53
 
 

A SCANSO DI EQUIVOCI

Alcune immagini o post o stralci degli stessi sono tratti dalla rete, ove per gli stessi non vi sia una specifica limitazione nell'utilizzo. Qualora qualcuno dovesse avere delle lamentele in proposito, me lo comunichi e provvederò prontamente alla rimozione di quanto richiesto.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

URQUHART

immagine

 
 

Free web counter