**TEST**

Creato da: Blog_Magazine

Blog Magazine

Il Blog Ufficiale della Community di Libero

Area personale

- Login

Cerca in questo Blog

 
trova
 

Archivio messaggi

  << Febbraio 2020 >>  

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do

           1   2 
 3   4   5   6   7   8   9 
 10   11   12   13   14   15   16 
 17   18   19   20   21   22   23 
 24   25   26   27   28   29   

Guarda le immagini del Mese

I miei Blog Amici

Leggi e diffondi

Scrivi anche tua.gif
 
Citazioni nei Blog Amici: 396

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.

RSS (Really simple syndication) Feed Atom

BlogMagazine

Top 100 Italia di BlogItalia.it e Technorati

Cunctator

Free Hit Counter Code

 

Messaggio N° 479 10-12-2002 - 14:22

Tumore al seno

Il tumore al seno è una patologia molto grave che si sta diffondendo sempre di più tra le donne con oltre quarant’anni: è una crescita anormale di cellule cancerogene, che crescono in modo incontrollato che si possono espandere oltre la ghiandola mammaria intaccando anche altri organi.


Molti sono i fattori di rischio: l’età, l’alimentazione, l’ereditarietà. Raramente il tumore del seno compare nelle donne sotto i 30 anni. La percentuale di donne colpite aumenta rapidamente intorno al periodo della menopausa e continua a crescere con l'avanzare dell'età: una donna con meno di quarant’anni ha una probabilità di ammalarsi del 4-5%, mentre la percentuale sale fino al 25% se si hanno più di quarant’anni. Il non avere figli viene considerato un fattore di rischio.


La presenza di una massa palpabile, il cambiamento dell’aspetto della mammella e della sua percezione al tatto è generalmente il primo segno del cancro al seno. Benché molte masse palpabili siano benigne, quando si nota qualcosa di anomalo è opportuno chiedere una consulenza medica. Importantissimo a questo punto è la prevenzione mediante la mammografia.


La mammografia è la "radiografia della mammella": è un esame che se fatto periodicamente può ridurre la mortalità di un 20-40%%, permettendo di intervenire nella fase precoce della patologia. Essa offre un’immagine del tessuto mammario ed è in grado di evidenziare il tumore anche allo stadio iniziale, quando cioè il tumore è troppo piccolo per essere identificato con l'autopalpazione.


La mammografia è un esame che non procura dolore, al massimo solo un lieve e momentaneo disagio per il delicato sistema di compressione sulla mammella, necessario per ottenere immagini più nitide e precise. Vengono impiegate bassissime dosi di raggi X, e pertanto è possibile eseguire periodicamente mammografie, senza significativi rischi. Questo permette di ripetere l'esame anche una volta l'anno, cominciando dopo i 35 anni. Ma la mammografia non è un esame senza costi; spesso vengono organizzate campagne sociali di prevenzione, in cui la si può effettuare gratuitamente, ma di solito anche solo il ticket può costituire un ostacolo per donne economicamente disagiate.


Un bell’esempio di aiuto immediato tramite Internet viene dal sito americano www.thebreastcancersite.com, dedicato come si evince dal nome al cancro al seno; su questo sito è presente una lodevole iniziativa, e cioè mediante un semplice click si può dare il proprio contributo affinché donne prive di mezzi possano usufruire di una mammografia gratuita. Questo sito, non avente fini di lucro, si è dato obiettivi ambiziosi ma sta avendo gravi problemi nel raggiungerli; infatti ogni giorno è necessario che si raggiunga un certo numero di visite per ottenere di donare una mammografia.


Un singolo click da parte di ognuno di noi sarà quindi importantissimo per aiutare, tramite il gesto più abituale per noi internauti, persone in difficoltà, che nel loro cuore ce ne saranno per sempre grate…e grazie a tutti!



Articolo pubblicato da: lenanick