Idv Tivoli

Non si può far politica: senza parlare. Non si può governare una città: senza parlare. Non si possono scoprire i problemi, e risolverli, senza parlare.

 

PER CHI VUOLE CONTATTARCI:

 

ITALIA DEI VALORI

Sezione di Tivoli

John Keating

Via Palatina n° 24

e-mail: idvtivoli@libero.it

Telefono: 0774281676

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

LETTERA A GESÙ BAMBINO

 

ULTIMI COMMENTI

Normalement, afin de gratter le sol, avant de dire, est...
Inviato da: jorke88
il 21/01/2015 alle 12:30
 
Xxxxxxx
Inviato da: Gino
il 08/11/2012 alle 20:48
 
toh...il maruccio, caruccio...
Inviato da: di pietra
il 10/10/2012 alle 15:14
 
Risposta da sfigato e da dilettante della vita ( non solo...
Inviato da: dipietra
il 09/10/2012 alle 15:09
 
Secondo se adamo ed eva si facevano i cavoli loro tutto...
Inviato da: il peccato originale
il 09/10/2012 alle 12:01
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Questo blog non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato saltuariamente. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge 62 del 7/03/2001

 

 

Risposta a Luciani (PD) sulla lottizzazione Nathan

Post n°350 pubblicato il 04 Ottobre 2012 da idvtivoli

Ringraziamo il consigliere Luciani per l’apporto sulla questione Nathan che ben sintetizza la trasversalità sulla questione. 
Sarà per il cosidetto “richiamo della foresta” dei suoi trascorsi berlusconiani che è sempre latente? Noi i nostri errori passati (voto favorevole, all’epoca del centrosinistra targato Baisi sindaco, da parte di un consigliere poi approdato nel Partito Democratico dopo essere stato espulso da noi) li riconosciamo e ci prodighiamo per un operoso ravvedimento. Ci stupiamo infine del ritardo con cui il capogruppo del PD si preoccupa della bellezza di Villa Adriana visto che ci sono voluti mesi e mesi per vederlo ad una manifestazione insieme a noi contro la discarica di Corcolle.
Auspichiamo, infine, un sincero ravvedimento sulla questione anche da parte del Pd tiburtino.
La politica urbanistica di questo partito sembra ancora legata a logiche anni '60, che nulla hanno a che vedere con la sensibilità odierna e con le moderne concezioni di sviluppo territoriale.

 
 
 

CFP ROSMINI: ANNO NUOVO, VITA VECCHIA

Post n°349 pubblicato il 14 Settembre 2012 da idvtivoli

 

“Ancora prima di ricominciare l’anno scolastico, il CFP Rosmini e la Tivoli Forma S.r.l. tornano a dare sfoggio delle cattive abitudini del passato – queste le parole di Federico Colia, capogruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio Comunale a Tivoli – sono ancora fresche nelle nostre menti le proteste dei lavoratori del CFP, che solo qualche mese fa presenziavano ai consigli comunali in attesa di risposte dall’amministrazione Gallotti, rispetto alla disastrosa gestione finanziaria della Tivoli Forma, che il nuovo amministratore unico, nominato quando la maggioranza ha dovuto ammettere le proprie responsabilità in Consiglio Comunale (approvando un ordine del giorno a prima firma IDV che chiedeva e otteneva le dimissioni degli amministratori, e la loro sostituzione con un amministratore unico, ndr), che già, sembra, si sta ricominciando con le assunzioni a chiamata diretta, mentre non è ancora scaduto il termine per il bando pubblico per i formatori per l’anno 2012 – 2013.

E’ evidente che non c’è rispetto per il ruolo del Consiglio Comunale, io e i consiglieri Ferro, Pastore, e Napoleoni – prosegue Colia - stanchi delle mancate risposte, mesi fa, avevamo fatto una richiesta di accesso agli atti con il preciso scopo di acquisire la Pianta Organica dell’azienda, ad oggi, quella richiesta è rimasta ancora inevasa, i corsi sembrano essersi ridotti da 42 a 40, e mentre si attende la presentazione delle domande per partecipare al bando, per gli incarichi a tempo determinato (scadenza 20 settembre), la Direzione aziendale sembrerebbe stia procedendo ad assunzioni, con procedure poco chiare, di personale di categoria protetta, e a tempo determinato di altro personale.

Vogliamo capire come mai questi posti di lavoro non sono stati messi a bando, indipendentemente dalla professionalità dei lavoratori selezionati che non vogliamo assolutamente mettere in dubbio. Questi comportamenti, se confermati, sembrerebbero irrispettosi verso quei lavoratori che avevano già dato la disponibilità a salvare l’azienda a giugno con un accordo in cui si riducevano gli stipendi, verso quei dipendenti a tempo indeterminato che ad oggi non si sono ancora visti accreditare lo stipendio di agosto, verso quei formatori dell’anno 2011/2012 che ancora aspettano il TFR, verso tutti coloro che intendono partecipare al bando, pensando innocentemente che quella della selezione pubblica sia la via maestra per entrare a far parte della struttura.

Provo una certa tristezza nel dire che presenterò un’interrogazione al Sindaco, sapendo già che riceverò, forse, una risposta evasiva e non circostanziata, ritengo ormai che ‘il tempo della politica’ sia finito, e che sia necessario percorrere altre strade, iniziando con un esposto alla Corte dei Conti, e se necessario anche alle altre autorità competenti.”

Rincara la dose Riccardo Reali, segretario IDV “questi comportamenti evidenziano sempre di più l’irresponsabilità politica di una maggioranza che sta traghettando, ad alta velocità, le partecipate verso lo sfacelo totale, mettendo a rischio i posti di lavoro attuali con delle politiche del personale scellerate. Ormai l’unica risposta alla crisi e ai suoi riflessi sul nostro territorio, sembra essere avere un amico ‘in Comune’, la situazione di quella che possiamo, purtroppo, chiamare la vertenza CFP, ha raggiunto delle dimensioni preoccupanti, e non sono da ricercare più, a nostro avviso, solo le responsabilità politiche, ma anche di altro livello.

 
 
 

Situazione Sanità

Post n°348 pubblicato il 07 Settembre 2012 da idvtivoli

 

“La situazione della sanità nel territorio a nord est della Capitale va affrontata immediatamente in modo da far fronte ai continui tagli e alla scomparsa di posti letto nei nosocomi di Subiaco, Palombara e Monterotondo, al collasso giornaliero dell’ospedale di Tivoli per l’aumentato afflusso di pazienti a cui si aggiunge il fatto che la stessa struttura tiburtina soffre per una preoccupante carenza di personale. – con queste parole Federico Colia, capogruppo dell’Italia dei Valori al Comune di Tivoli annuncia la presentazione dei una mozione per discutere dei problemi della sanità sul territorio.

“Chiediamo quindi al Sindaco di farsi promotore di una convocazione urgente dell’Assemblea dei sindaci della ASL RMG affinché finalmente le istituzioni locali prendano in mano la situazione proponendo soluzioni utili a ridisegnare un servizio sanitario territoriale che dia risposte al diritto alla salute dei cittadini”.

“E’ ora che la politica tiburtina faccia sentire la sua voce e la finisca di subire scelte fatte da altri” aggiunge il Segretario cittadino di IDV Riccardo Reali. “Dobbiamo finirla con le prese in giro ai danni dei cittadini: per evitare tensioni sociali le strutture sanitarie restano aperte, ma giorno per giorno subiscono un continuo depauperamento di professionalità e di servizi. Questo non è più accettabile. Se le risorse diminuiscano vengano riorganizzati i servizi in modo razionale e si continui a garantire un livello di assistenza dignitoso.” 

 

 
 
 

Paraolimpiadi di Londra, primo traguardo raggiunto per l’Italia grazie ad un tiburtino.

Post n°347 pubblicato il 30 Agosto 2012 da idvtivoli

Ci congratuliamo con l’atleta Alessandro Di Lello per aver raggiunto un primo grandissimo risultato anche prima di aver messo piede a Londra e gareggiato nella maratona, così dichiara Federico Colia capogruppo IDV, a margine dell’incontro tra il nostro concittadino atleta disabile e il Sindaco Gallotti e l’assessore Cerroni.

Non è da tutti, continua  l’esponente Idv, riuscire a superare le barriere architettoniche di Palazzo San Bernardino e arrivare sano e salvo nella stanza di ricevimento del Sindaco, complimenti a lui e in bocca a lupo per la gara.

Ci chiediamo se il Sindaco e l’assessore allo sport non avessero intenzione di allenarlo maggiormente in vista della maratona, prosegue Riccardo Reali segretario Idv Tivoli, altrimenti non si spiega l’ipocrisia di chi da una parte, giustamente, fa gli onori a questo splendido atleta e dall’altra non cerca di risolvere il problema di rimuovere le barriere architettoniche almeno negli edifici pubblici comunali per il quale, fra l’altro, avevamo presentato una mozione urgente svariati mesi fa e che il Sindaco e la sua maggioranza, come sempre, non hanno voluto nemmeno discuterne in aula.

 
 
 

Imu, a sorpresa il Comune vara il doppio aumento L’opposizione: «Blitz di Ferragosto, promesse tradite»

Post n°346 pubblicato il 16 Agosto 2012 da idvtivoli

di ELENA CERAVOLO

L'aumento dell'Imu arriva ad agosto per i tiburtini, con la delibera di giunta che fissa le aliquote definitive da portare all'approvazione del consiglio comunale con il bilancio. L'esecutivo guidato dal sindaco Gallotti, per far quadre i conti, ha puntato su un doppio aggiust

amento al rialzo rispetto alle percentuali-base fissate dal governo: sulla prima casa dallo 4 al 4,5 per mille, sulla seconda da 7,6 a 8,6 per mille.
«Altro che nessun aumento delle tasse locali, come è stato sbandierato finora», ha attaccato l'opposizione, insorta ieri subito dopo la pubblicazione all'albo pretorio del provvedimento. «Votano le delibere relative al bilancio nella settimana di ferragosto - è il manifesto subito preparato dalla coalizione «Tivoli città aperta» che riunisce IdV, Sel, Rifondazione, Verdi, Psi e Reti cittadine - Un tentativo maldestro del sindaco di nascondere lo scomodo aumento delle tasse. Cercano di fare cassa a spese dei cittadini che, al ritorno dalle vacanze, si ritroveranno questa triste sorpresa». Dito puntato pure «sull'affidamento del recupero dell'evasione a una ditta privata che comporterà una sorta caccia alle streghe e un costo aggiuntivo».
Già ieri i partiti di minoranza hanno protocollato una proposta di emendamento per riportare le aliquote Imu al minimo di legge, senza maggiorazioni. «E dire che avevano detto no agli aumenti - hanno denunciato in un comunicato congiunto i consiglieri Andrea Ferro e Patrizio Pastore (Pd), Federico Colia (Idv) e Andrea Napoleoni (Io progetto Tivoli) - Una decisione del genere va ad incidere pesantemente sul reddito delle famiglie tiburtine, già gravemente colpite dalla profonda crisi economica che attraversano importanti settori produttivi del nostro territorio. Per questo motivo chiediamo l'emendamento. Non ci convince la pretesa di giustificare il prelievo fiscale con la necessità di coprire i tagli del Governo centrale. Riteniamo, invece, che occorreva tagliare le spese inutili e riorganizzare le società partecipate in modo da renderle più efficienti e competitive sul mercato. A breve formuleremo anche altre proposte di modifica in ordine alle detrazioni da applicare a favore di nuclei familiari in stato di disagio e a favore di realtà specifiche del nostro territorio».

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: fulvio.ventura79
Data di creazione: 23/02/2008
 

LE CAMPAGNE DELL'ITALIA DEI VALORI

 

 

bannerone2.jpg

 

LEOLUCA ORLANDO CON I GIOVANI DELL'IDV

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

UN PUNTO DELL'ECONOMIA

puntoeconomia_1.jpg 

 

7 PILASTRI PER TORNARE IN EUROPA

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom