Creato da blogtecaolivelli il 04/03/2012

blogtecaolivelli

blog informazione e cultura della biblioteca Olivelli

 

Messaggi di Gennaio 2021

Una straordinaria notizia.

Post n°3339 pubblicato il 18 Gennaio 2021 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet, risorsa di rete.

Inghilterra: osservatore di

uccelli scopre 1.300 monete

d'oro di epoca romana

ATTUALITÀ Angelo Petrone 17:55 27 Dicembre 2020

Il valore del "tesoro" è di circa 900mila euro

Un ritrovamento davvero sorprendente quello annunciato

da un osservatore di uccelli britannico che ha scoperto circa 

1.300 monete d'oro in un campo appena arato

nell'Inghilterra orientale.

Curiosamente, l'uomo, la cui identità non è stata ancora

resa nota, era privo del metal detector che di solito usa

durante le sue gite in campagna durante le quali ac-

compagnava l'osservazione degli uccelli alla ricerca di

oggetti antichi sepolti dal terreno.

L'attenzione dell'uomo si è rivolta ad un oggetto particolarmente

riflettente, ricoperto in parte dal fango.

Si trattava di una moneta d'oro risalente a 2.000 anni.

Pochi minuti dopo l'uomo ha scoperto una seconda moneta

a un metro di distanza, ed è tornato a casa per prendere il

suo metal detector.

Al suo ritorno il cercatore di tesori ha scoperto ben 1.300

monete risalenti al 40-50 d.C.


Risalenti alla metà del I secolo d.C., gli esperti hanno

ipotizzato che il denaro sia stato conservato da un guerriero

in vista delle battaglie che la regina celtica Boudicca stava c

ombattendo contro le legioni romane che occupavano l'isola.

E sempre secondo gli esperti il valore di ogni moneta è

stimabile in circa 650 sterline britanniche (circa 700 euro).

In totale il valore totale del tesoro è di oltre 900mila euro.

Insomma una scoperta che ha cambiato la vita dell'uomo.

Ora un legale dovrà decidere se il ricercatore dovrà vendere le

monete a un museo ad un prezzo prefissato o se può tenerle;

in ogni caso tutto ciò che guadagnerà dovrà essere condiviso

con il proprietario del campo.

 
 
 

Le ultime frontiere della scienza.

Post n°3338 pubblicato il 18 Gennaio 2021 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet, risorse di rete
Le 8 frontiere della scienza
che stanno per cambiare
la nostra vita

Quali sono i settori della ricerca scientifica che stanno per

cambiare tutto? Quali innovazioni sconvolgeranno il nostro

mondo?

Una gamma di tecnologie sta maturando intorno a noi,

trasformando il nostro mondo in modi difficili da prevedere.

Anticipare ciò che verrà richiede di prestare attenzione a

elementi meno noti, ma importanti, prima che ci colgano

impreparati.

Molti di questi sono pronti a generare tecnologie rivoluzionarie

e creare interi nuovi settori.

L'ultima è stata internet, e ora? The Future Frontiers Survey ha

messo insieme i migliori esperti e ha visto quanto è profonda la

tana del bianconiglio. Siete pronti?

1. Biologia quantistica

Come possono le piante convertire la luce solare in energia chimica?

In che modo gli uccelli possono rilevare il campo magnetico terrestre,

per navigare per migliaia di miglia? Come può il nostro DNA mutare

a caso senza una causa apparente? Cos'è la coscienza?

Questa è un'area di ricerca nascente ma in crescita.

Potrebbe rispondere ad alcuni dei più grandi misteri della scienza e

portare a tecnologie oltre la nostra immaginazione.

2. Apprendimento automatico (da pochi dati)

Non passa giorno senza avere notizie su come l'intelligenza artificiale

cambierà il nostro mondo.

Ma l'intelligenza artificiale di oggi ha delle limitazioni importanti.

Perché le macchine imparino, richiedono enormi serie di dati per

l'addestramento.

Quando si confrontano con scenari diversi dagli esempi utilizzati

in allenamento, non funzionano. L'intelligenza umana è l'opposto.

Con pochissimi dati, spesso un solo esempio, generalizziamo e

comprendiamo per vie astratte, fino a generare un comportamento.

I sistemi di IA di oggi sono impressionanti, ma un sistema in

grado di apprendere con la stessa agilità di un umano e fornire

servizi di valore senza la necessità di enormi quantità di dati

sarebbe un punto di svolta.

Potrebbe portare a capacità sconosciute.

3. Superconduttività a temperatura ambiente

L'energia elettrica ha cambiato la condizione umana, ci ha tolto

dalle tenebre e ci ha regalato una nuova era.

Ma quando immagazziniamo elettricità in una batteria si degrada

nel tempo, e quando trasmettiamo elettricità sui cavi si perde

sempre energia.

I materiali superconduttori possono raggiungere la trasmissione

senza perdite e lo stoccaggio di elettricità e creare potenti campi

magnetici che non si indeboliscono mai. Immagina veicoli a

levitazione che possono raggiungere velocità incredibili; un mondo

alimentato interamente da fattorie solari nel deserto; computer

ultraveloci; economici macchine per la risonanza magnetica; e

tecnologie che non abbiamo mai sognato.

Tuttavia, i superconduttori che abbiamo oggi funzionano solo

quando sono raffreddati a centinaia di gradi sotto zero.

Troppo costoso.

La superconduttività a temperatura ambiente trasformerebbe

il mondo in modi paragonabili a come quando abbiamo iniziato

a usare l'elettricità.

4. Venomica

Ci sono più di 220.000 specie che producono i complessi cocktail

di tossine chiamati veleni.

I veleni contengono potenti proteine che si sono evolute per agire

rapidamente e in modi molto precisi, legandosi a specifici target

nel corpo come una serratura fa con una chiave, con effetti

devastanti. In breve, sono le super droghe della natura.

Se fossimo in grado di produrre farmaci con caratteristiche simili,

vedremmo un incredibile aumento dell'efficacia dei farmaci e una

diminuzione degli effetti collaterali.

Uno dei motivi per cui i produttori di farmaci non hanno fatto

più uso dei veleni è dovuto al fatto che è molto difficile districare

la loro complessa chimica per identificare gli ingredienti attivi.

Ma l'applicazione di nuove tecnologie stanno consentendo

agli scienziati di decodificare e catalogare la struttura del veleno

a un ritmo molto più veloce.

Potrebbero portare a una rivoluzione nella scoperta di farmaci

per il trattamento delle malattie umane.

5. Fenotipizzazione digitale

I fan della fantascienza sognano da tempo dispositivi portatili

che diagnosticano malattie e disturbi con una rapida scansione

del corpo.

Tale tecnologia è ormai vicina alla realtà, con l'avvento di algoritmi

in grado di analizzare registrazioni video, di testo e audio per

identificare modelli sottili o anomalie che occhi e orecchie umani

non possono registrare.

La fenotipizzazione digitale potrebbe anche essere utilizzata per

lo screening passivo delle popolazioni senza il loro consenso o

consapevolezza.

Le telecamere di sicurezza e di sorveglianza sono diventate un dato

di fatto nelle città, nei trasporti, negli uffici e persino nelle scuole.

Presto sarà possibile per questi sistemi catturare cambiamenti

nella nostra salute fisica e mentale senza che nessuno lo sappia.

La diffusione di dispositivi digitali che monitorano i nostri

modelli di comportamento potrebbe persino essere pronta a

cambiare il campo della psichiatria.

Ciò che aziende, governi o terzi fanno con questi dati aprirà

una nuova frontiera nei già complicati dibattiti sulla privacy dei

dati e sui diritti digitali.

6. Neuromodulazione non invasiva

Le forze intangibili come le correnti elettriche, le onde

ultrasoniche e la stimolazione magnetica possono essere

utilizzate per alterare stati mentali, comportamenti o la

fisiologia del cervello in modi che oggi richiedono l'ingresso

chirurgico o l'assunzione di droghe.

Questo sta portando a nuovi trattamenti per la depressione

o per i tremori del Parkinson, senza dover impiantare un

dispositivo in profondità nel cervello del paziente.

7. Giustizia predittiva

Questa è la capacità di utilizzare l'intelligenza artificiale, le

tecnologie di neuro-imaging e i big data per identificare individui

e scenari in cui il crimine ha un'alta probabilità di verificarsi.

L'intelligenza artificiale utilizzata nelle aule dei tribunali potrebbe

contribuire a rendere la giustizia più efficiente.

8. Armi autonome letali

Che si tratti di droni, pistole o robot, ciò che definisce i sistemi

letali autonomi, è che una volta schierati, prendono le proprie

decisioni su quando usare la forza letale o meno.

Questo è uno scenario ormai attuale, con cui presto ci si dovrà

confrontare.

 
 
 

Le ultime notizie sul pianeta Terra

Post n°3337 pubblicato il 15 Gennaio 2021 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Scienziati di tutto il mondo hanno notato che ultimamente

la Terra sta ruotando sul proprio asse più velocemente,

come mai registrato prima d'ora.

Diversi scienziati hanno parlato alla stampa del fenomeno

insolito, sottolineando che lo scorso anno sono stati registrati

alcuni dei giorni più brevi mai registrati.

Per la maggior parte della storia dell'umanità, il tempo è stato

segnato dal ciclo giorno/notte di 24 ore (con alcune modifiche

apportate per comodità al mutare delle stagioni).

Il ciclo è governato dalla velocità con cui il pianeta ruota sul proprio

asse.

Per questo motivo, la lunghezza di un giorno è diventata lo

standard con cui viene segnato il tempo: ogni giorno dura circa

86.400 secondi.

Diversi decenni fa, lo sviluppo di orologi atomici iniziò a

consentire agli scienziati di registrare il passare del tempo in

incrementi incredibilmente piccoli, a sua volta, consentendo di

misurare la lunghezza di un dato giorno fino al millisecondo.

E questo ha portato alla scoperta che la rotazione del pianeta è

in realtà molto più variabile di quanto si pensasse.

Da quando sono iniziate tali misurazioni, gli scienziati hanno

anche scoperto che la Terra stava rallentando la sua rotazione

molto gradualmente, fino allo scorso anno, quando ha iniziato a

girare più velocemente, tanto che alcuni hanno iniziato a chiedersi

se quest'anno potrebbe essere necessario un secondo intercalare

negativo, un suggerimento senza precedenti (se la rotazione della

Terra diventa troppo fuori sincronia con il battito super costante

degli orologi atomici, è possibile utilizzare un secondo intercalare

positivo o negativo per riportarli in allineamento).

Gli scienziati hanno anche notato che la scorsa estate, il 19 luglio,

è stato il giorno più breve mai registrato: è stato di 1.4602

millisecondi più breve dello standard.

Gli scienziati non sono preoccupati per la nuova scoperta; hanno

imparato che ci sono molti fattori che hanno un impatto sulla

rotazione planetaria, tra cui l'attrazione della luna, i livelli di neve

e gelo e l'erosione delle montagne.

Hanno anche iniziato a chiedersi se il riscaldamento globale

possa spingere la Terra a ruotare più velocemente mentre le

cime innevate e le nevi ad alta quota iniziano pian piano a

scomparire.

Di contro, gli informatici sono un po' preoccupati per la

velocità di rotazione variabile: gran parte della tecnologia

moderna si basa su ciò che viene descritto come "tempo reale".

L'aggiunta di un secondo salto negativo potrebbe portare a

problemi, quindi alcuni hanno suggerito di spostare gli orologi

del mondo, da ora solare a tempo atomico internazionale. 

 
 
 

L'uomo di Altamura.

Post n°3336 pubblicato il 15 Gennaio 2021 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Lo studio, pubblicato sulla rivista Plos One, è interamente

italiano, firmato dalle Università di Firenze, Pisa e Sapienza

di Roma. I risultati sono parte di un progetto più ampio,

finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca (Mur)

e coordinato da Giorgio Manzi, della Sapienza di Roma.

Per Manzi, “la presenza del terzo molare, il cosiddetto dente

del giudizio, e il grado di usura masticatoria indicano che si

trattava di un individuo adulto, piuttosto avanti negli anni,

ma non anziano.

L’uomo di Altamura - aggiunge - doveva avere avuto qualche

problema di salute, perché abbiamo osservato la perdita di due

denti prima della morte: il primo lo aveva perso da diversi anni,

l’altro in tempi successivi.

Si tratta - precisa Manzi - di una delle rare volte in cui si osservano

queste circostanze in un Neanderthal, visto che nella preistoria

antica l’incidenza di problemi dentari era molto bassa”.

Lo scheletro dell’uomo di Altamura è stato scoperto nel 1993 e

da allora è ancora imprigionato nella roccia, a diversi metri di

profondità. Testimonia di un antenato precipitato in un pozzo

naturale, e morto probabilmente di stenti.

Per effettuare le analisi, piuttosto complesse a causa della

difficoltà di accedere allo scheletro, incastonato nelle concrezioni

calcaree della grotta carsica di Lamalunga, in Alta Murgia, i

ricercatori hanno dovuto utilizzare sonde videoscopiche e un

apparecchio a raggi X portatile.

“Siamo riusciti a osservare le caratteristiche della dentatura e delle

ossa mascellari, ottenendo nuove informazioni sull’età e lo stato

di salute dell’uomo di Altamura, e confermando la presenza di

caratteri tipici dei Neanderthal”, ha spiegato l’antropologo Jacopo

Moggi Cecchi, dell’Università di Firenze.

Per Damiano Marchi, dell’Università di Pisa, “la radiografia dei denti

anteriori mostra una lesione nell’osso, alla base di un incisivo, che

potrebbe essere dovuta a un forte stress non riconducibile

all’alimentazione”.
Tutte caratteristiche, concludono gli esperti, che suggeriscono come

lo stile di vita di quest’uomo del Paleolitico medio fosse già molto

complesso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

 
 
 

Novità sulla Via Lattea

Post n°3335 pubblicato il 14 Gennaio 2021 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Enorme clessidra di gas taglia in due il

disco della Via LatteaVista dal telescopio

eRosita, ha bolle estese fino a 50.000

anni luce

Immagini dell'enorme clessidra di gas caldo che taglia in due il disco della Via Lattea. (fonte: MPE/IKI)  © Ansa FOTO Immagini dell'enorme clessidra di gas

caldo che taglia in due il disco della Via Lattea.

(fonte: MPE/IKI) - RIPRODUZIONE RISERVATA

+CLICCA PER INGRANDIRE

Una gigantesca clessidra di gas caldo, le cui

bolle si estendono fino a 50.000 anni luce, sta

attraversando la Via Lattea.

Descritta sulla rivista Nature, è stata immortalata

nel corso della sua prima scansione completa del

cielo dal telescopio a raggi X eRosita, a bordo

della missione spaziale russo tedesca 'Spectrum-

Roentgen-Gamma' (Sgr), lanciata nel luglio 2019.

Il telescopio eRosita ha effettuato una scansione

profonda del cielo in meno di sei mesi.

Gli autori dello studio, tra i quali i ricercatori italiani

dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), descrivono

"un'enorme struttura gassosa a forma di clessidra,

i cui lobi si dipartono dal centro della Via Lattea, al

di sopra e al di sotto del piano del disco galattico".

Secondo gli esperti, "le sterminate bolle di eRosita

sarebbero onde d'urto generate dall'attività

energetica passata al centro della nostra galassia".

L'energia necessaria per alimentare la formazione

di queste strutture potrebbe essere stata innescata

in passato dal buco nero gigante al centro della Via

Lattea, un mostro con massa pari a circa quattro

milioni di volte quella del Sole.

La scoperta delle bolle di eRosita, concludono gli

esperti, è un passo avanti importante verso la

comprensione del ciclo cosmico della materia all'interno

e attorno alla Via Lattea e in altre galassie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

blogtecaolivelligibe147monmerlellistar2012impasse1234surfinia60simoveganbluguarino.mariangeltombrashmonica_chiovarole.sibillecuriosettinoallis3fox19741
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

TAG CLOUD

 
Citazioni nei Blog Amici: 2