Creato da fbellbra il 24/02/2007

CAFFE' AMARO

una piccola pausa, tra sogno e disincanto

 

 

« E se mangiassimo meno ca...Available to you »

Allungata la vita al "Benzopirene"

Post n°305 pubblicato il 10 Ottobre 2010 da fbellbra
 

Rimandato al 2012 il termine per la riduzione della soglia scaduto dal 1999.

 

Entro il 1 gennaio 1999 il "benzopirene" doveva essere ridotto al di sotto della soglia di 1 nanogrammo per metro cubo. Soglia che, negli ultimi 10 anni, è stata praticamente sempre superata in moltissime città. E invece con un decreto legislativo (155/2010) approvato in piena estate (13 agosto 2010) il Governo Berlusconi ha posticipato questo limite temporale al 31 dicembre 2012.

E così i cittadini prolungheranno ulteriormente la loro esposizione a questo pericoloso cancerogeno che aleggia nell'aria delle città più trafficate insieme alle polveri sottili e all'ozono. A classificarlo come microinquinante cancerogeno è la stessa Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro.

"A Venezia, viene monitorato da almeno dieci anni – spiega Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Venezia – ed è sempre risultato sopra il limite di legge (nell’anno in corso ad esempio il valore riscontrato è 1,1 ng/m3 - dati ARPAV) eppure quando si tratta di fare i piani d’azione antismog viene inspiegabilmente dimenticato. Ora con un iter subdolo, il Governo italiano ha fatto una modifica molto dannosa che condanna i cittadini a convivere ancora per più di due anni con  un forte inquinamento,  che in una città come Venezia proviene ovviamente dall’area industriale ma è senza dubbio dovuto anche al rilevante contributo dei tubi di scappamento di un traffico automobilistico e di mezzi pesanti che non accenna a mollare la presa sul nostro territorio".
Ma soffocare la città lagunare e la sua terraferma non ci sono solo le auto e le centrali, ma c'è soprattutto il passaggio delle navi da crociera, che rappresenta il 15% dell'inquinamento cittadino, destinato ad aumentare nei prossimi anni.
Per questo Legambiente ha lanciato una petizione nazionale, che si può firmare sul sito www.legambiente.it  per chiedere al Governo di modificare la legge sul benzo(a)pirene in favore di un maggior controllo e una maggiore protezione per la qualità dell’aria che respiriamo nelle nostre città.

“Per tutelare la salute dei cittadini italiani – continua Luigi Lazzaro - è necessaria una normativa rigorosa e stringente e l’adozione di interventi di risanamento per ridurre le emissioni atmosferiche di benzo(a)pirene perché sia raggiunto in tutte le grandi città l’obiettivo di qualità di 1 nanogrammo per metro cubo".

 

BENZO (A) PIRENE: DA DOVE VIENE, QUALI SONO GLI EFFETTI

 

COME ARRIVA IN ATMOSFERA

Principalmente viene emesso in atmosfera da grandi complessi industriali (ma non è il caso di Padova) e dagli autoveicoli in due modi:

1. Come residuo della combustione: a causa della non perfetta

combustione del combustibile, il BP viene emesso nei fumi di scarico.

2. Un’altra via di emissione del BP è, come per ogni altro Idrocarburo Policiclico Aromatico

è quella delle perdite per evaporazione.

 

DANNI ALLA SALUTE

Il benzopirene è un agente cancerogeno, mutageno e teratogeno, della classe degli idrocarburi policiclici aromatici (IPA)

La pericolosità è maggiore di quello che si potrebbe pensare. Infatti il benzopirene, come gli altri idrocarburi, viene adsorbito molto facilmente dalle polveri fini (pm10) che si formano in fase di combustione. Esse, date le ridotte dimensioni, non vengono fermate dai filtri presenti nel corpo umano, e arrivano direttamente nelle basse vie respiratorie dove, oltre a "intasarle" liberano le sostanze tossiche adsorbite. Da qui vengono trasferiti, tramite la circolazione del sangue negli organi vitali, fegato in particolare.

Esistono inoltre numerosi dati sperimentali che attestano che tra i vari  inquinanti si sviluppano pericolose: sia l'anidride solforosa che il biossido di azoto, per esempio, agiscono con il benzopirene, aumentando il potere mutageno di questo pericoloso idrocarburo.

 

fonte: Legambiente Venezia

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/caffeamaro/trackback.php?msg=9367766

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI


dal 22.6.2010

 

LA MIA BIBLIOTECA

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maurizioooo2alexandruiacobvigian1959claudio.sacilottoChromium97petergabriel69laryencalz.poldinomarzia19561frakuzzpaolinaaaa6postandremindariesdublinjejezaigor.oml
 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom