Creato da caien1972 il 27/08/2012

Un mondo di cavolate

scritte dagli altri

 

Berlusconi condannato a 7 anni, interdetto da pubblici uffici

Post n°42 pubblicato il 24 Giugno 2013 da caien1972

 
 
 

Partito Democratico - Popolo delle Libertà 16 - 0

Post n°41 pubblicato il 11 Giugno 2013 da caien1972

 

Le percentuali delle amministrative fanno ridere, solo quasi un elettore su due si è recato al voto. A Roma il neo sindaco del centrosinistra "stravince" con il 63% dei voti contro i 37 di Alemanno ma quanti voti hanno preso i due? Facciamo due conti, 63+37= 100; questo significa che questi 100 punti distribuiti sul 48% degli elettori aventi diritto al voto rende esattamente il 4.8% per ogni punto che moltiplicati a 63 punti percentuali ottenuti da Marino, equivalgono al 30,2% mentre Alemanno solo al 17,8%. Eppure c'è chi come il Giornale di Sallusti guarda in casa altrove e cerca di fare delle analisi assai ridicole, Si da per buono lo 0,3% di vantaggio del Pdl sul Pd e lo 0.8% di vantaggio della colazione di destra su quella di sinistra. Può essere che siano stati i vari processi a far perdere di vista il cavaliere? Il Giornale di casa narra che il proprietario non ci ha messo la faccia, ma con tutti i processi in corso era davvero il caso di metterci la faccia? Quanti ne avrebbe persi se lui avesse messo la faccia? Non è un modo come un'altro per non dire che Berlusconi è pur sempre un vincente anche quando scappa dalle telecronache giudiziarie che lo riguardano? A smentire le bizzarre analisi c'è un'altro articolo sempre del Giornale di casa, a giorni il cavaliere mostrerà il nuovo modello di partito, ma allora perché cambiare rotta se il vecchio modello rimane ancora vincente???? Che fine ha fatto il detto: Squadra vincente non si cambia?"

 

Il Pd, abbagliato dall'indiscussa vittoria alle amministrative, rischia di prendere fischi per fiaschi. Dopo essersi affrettato a mettere il cappello sulla vittoria di Ignazio Marino, che strappa il Campidoglio a Gianni Alemanno, il segretario Guglielmo Epifani ha scaldato i democratici parlando di "risarcimento" per la sconfitta di febbraio.

Adesso i dem tenteranno di capitalizzare il risultato sul fronte del governo dal momento che, a detta dell'ex Cgil, il voto "dà più spinta al ruolo del Pd" all'interno dell'esecutivo. Peccato che il risultato delle comunali non viene mai replicato alle politiche.

E basta dare uno sguardo ai sondaggi che circolano per capire che, a livello nazionale, il centrodestra resta saldo in testa staccando il centrosinistra di quasi un punto percentuale.

Tra primo turno e ballottaggi la sinistra a vinto tutto quello che poteva vincere. Non solo ha confermato Siena, feudo rosso per eccellenza scosso dallo scandalo del Montepaschi, ma ha addirittura vinto a Roma e a Brescia e ha espugnato roccaforti del centrodestra come Imperia e Treviso. Mentre la Lega subisce una debacle senza precedenti, il Pdl paga l'assenza di Silvio Berlusconi impegnato nella partita nazionale. Dai risultati che nelle ultime ore uscivano a tambur battente dalle ore è apparso sempre più evidente che il centrodestra vince solo quando il Cavaliere ci mette la faccia. Quando Berlusconi scende in campo, non ce n'è più per nessuno. Per questo, nonostante la caporetto di ieri, i sondaggi danno l'asse Pdl-Lega saldamente avanti a livello nazionale. Se gli italiani fossero chiamati a votare oggi, il partito di maggioranza resterebbe il Pdl. Secondo la rilevazione fatta da Emg per La7, gli azzurri sono al 28,1%, in crescita di 1,3 punti in una settimana, mentre il Pd sarebbe al 27,8% e il Movimento 5 Stelle calerebbe di nuovo al 19,7%. Se poi diamo uno sguardo alle coalizioni, il centrodestra avrebbe il 35,2%, mentre il centrosinistra il 34,6%. Per il sondaggio Tecnè realizzato per Sky, invece, il Pdl sarebbe al 29,7% ( 0,4% in una settimana) e il Pd stazionerebbe sotto di tre punti (26%). Anche per Tecnè, la coalizione di centrosinistra al 32,3% sarebbe dietro a quella di centrodestra (36,6).

Questi i numeri. Non ci sono le percentuali a demolire i democratici. La vittoria alle amministrative non risolve, infatti, lo scontro fratricida in atto. La sfida congressuale è alle porte e si annuncia accesa. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha segnato un punto a suo favore strappando nella riunione della segreteria, in asse con i "giovani turchi" e i dalemiani, una accelerazione sulle regole entro un mese. L’en plein nelle città, comprese roccaforti del centrodestra come Brescia, Treviso e Viterbo, non basta quindi a ridare fiato ai democratici dopo mesi di fallimenti, vendette e scontri interni. Sebbene Epifani gioisca per "il ritrovato orgoglio" degli elettori e si prodighi nel rendere omaggio all'ex segretario Pier Luigi Bersani, che a suo dire avrebbe "seminato" le premesse di una vittoria arrivata con tre mesi di ritardo, la segreteria piddì resta un coacervo di anime frammentate e bellicose. Lo stesso Bersani, dimessosi dopo la debacle sull’elezione del presidente della Repubblica, non ha certo rinunciato a togliersi qualche sassolino con chi, come Debora Serracchiani, rivendicava la vittoria dei candidati nonostante le colpe del Pd: "Un risultato strepitoso, aspetto naturalmente che qualcuno dica che il Pd ha perso o che si è vinto nonostante il Pd....". Nel giorno della festa, tutti cercano di prendersi i meriti di un risultato che non viaggia certo  inparallelo alle vicende nazionali del Pd. Ieri Epifani ha ribadito che l’elezione del leader si concluderà entro l’anno ma quando, a quanto si apprende, il responsabile Riforme, il bersaniano Alfredo D’Attorre, è sembrato chiedere tempo sulle regole perché va rispettato l’iter deciso in direzione, cioè prima un dibattito nei circoli, si è saldato un asse tra renziani, dalemiani e "giovani turchi", tutti concordi ad accelerare i tempi per definire le regole. E così la prossima settimana comincerà a riunirsi la commissione Congresso che deciderà le regole entro un mese per il via libera definitivo, anche sui tempi, da parte dell’assemblea. I renziani (e non solo) temono che la platea degli elettori alle primarie per la leadership sarà ristretta o agli iscritti o a chi si registrerà in certi tempi.

Chiunque uscirà vincitore dal congresso piddì, dovrà fare i conti col Cavaliere che, stando ai sondaggi, continua a incassare consensi e a far accrescere il divario tra il centrodestra e il centrosinistra. A preoccupare l’ex premier è l’astensionismo unito però alla consapevolezza di essere ancora determinate per la vittoria del centrodestra. "Senza di me - è il ragionamento fatto con i fedelissimi - il Pdl non va da nessuna parte. I sondaggi ci danno in crescita ma solo se sono io alla guida". Il disastro elettorale ha come primo effetto quello di ridare voce a quanti nel partito sostengono da tempo che il Pdl così com’è non funziona più. Il Cavaliere è il primo ad esserne consapevole. Da qui il progetto di dar vita ad una struttura più leggera com'era agli albori Forza Italia. Quanto al governo, al momento, il Cavaliere non ha intenzione di alzare polveroni facendo intuire al presidente del Consiglio Enrico Letta che i risultati che attende sono altri e riguardano innanzitutto il versante economico. Ma se Berlusconi tace, è Alfano a lanciare per la prima volta una "stoccata" al premier. In un’intervista al Foglio il vice premier chiede che venga data una "missione" all’esecutivo: "Se il tema del governo di necessità si ripete come una giaculatoria politica, il risultato è che quel che appare, è un esecutivo senza una sua missione autonoma".

http://www.ilgiornale.it/news/interni/pd-ha-poco-festeggiare-cav-resta-testa-ai-sondaggi-925996.html

 

 

 


 
 
 

YouTube YouSilvio

Post n°40 pubblicato il 23 Aprile 2013 da caien1972

Sarò assente per qualche giorno, nel frattempo divertitevi a cliccare qualcosa sul web!

 

 

 
 
 

Slogan e propaganda

Post n°39 pubblicato il 04 Aprile 2013 da caien1972

 


.... ho respirato aria pulita .. ho scambiato sorrisi con gente “normale”, tranquilla, dignitosamente serena, anche se non altezzosamente “radical chic” e senza il Fatto in tasca … niente slogan, niente megafoni a scandire odio e indignazione .. solo un deciso “atto di presenza”.

 

Le comparse non sono mai abbastanza chic, ecco perché chi era in piazza ha incontrato gente, più che normale, direi insignificante. Gente senza midollo che hanno preso dieci euro per fare la comparsa e hanno applaudito a tutti gli slogan di uno che mentre parlava, usava le comparse a scopo di marketing.

 

Se in piazza ci sono tanti pirla che applaudono allora anche il pirla da casa crede di aver fatto bene a votare quel partito votato da tanti suoi simili, questo è il marketing.


Ecco gli slogan e la propaganda....

 

 

“Ci avevano dati per agonizzanti, invece ecco qui sotto un sole caldo di primavera e in una delle piazze più belle del mondo:

 

Sarà pur bella la piazza ma trecentomila persone non ci stanno proprio...

 

un popolo che combatte contro la crisi economica e sociale, un popolo che sa amare, sa ammirare, sa creare e rinnega nella vita di ogni giorno la logica dell’invidia e della rabbia.

 

Verissimo, la crisi la combatte il popolo non il cavaliere e i suoi scagnozzi lecchini. Proprietario di una banca che ruba al fisco milioni di euro mentre c'è chi si ammazza per i debiti con Equitalia, altro che invidia e rabbia.

 

Noi siamo l’Italia della passione, che si batte per le proprie idee nelle piazze come nelle istituzioni, nel lavoro quotidiano, nell’impresa.

 

Quali idee? "Toga rossa non avrai il mio scalpo?". Oppure "E' la nipote di Mubarak".

 

Siamo anche quelli che sanno ridere e sorridere, che sanno combattere la malinconia di una crisi mondiale grave e duratura con la logica dell’intelligenza e con la volontà dell’ottimismo e della speranza.”

Ma gli ebeti ridono sempre e sono quelli che credono che i ristoranti e aeroporti sono presi d'assalto, poi ci sono quelli che speravano nel rimborso imu mentre a dicembre la tassa sulla spazzattura aumenterà di 30 centesimi al metro quadro... alla faccia dell'ottimismo e delle speranze! Ovviamente lui non poteva sapere... è in parlamento da anni ma certe cose ancora non gliele dicono...

Vi domando: Siete contenti della campagna elettorale che abbiamo fatto? Siete orgogliosi di come io mi sono battuto nelle piazze e nelle sfide televisive? Da Santo? Da Floris? Dalla Annunziata? Dalla Gruber? Sapete, c’è qualcuno che mi dice che non devo più chiamarli comunisti, ma non è colpa mia…Non sono io che vedo comunisti da tutte le parti: sono loro che sono comunisti e stanno da tutte le parti…E infatti, andando negli studi televisivi, ho visto così tanti comunisti che mi sono venuti gli occhi rossi e pure la congiuntivite… 

Secondo me di rosso ha qualcos'altro tanto che gli brucia dalla paura di finire qualche mese in carcere...

Ancora Siete soddisfatti della nostra fantastica della nostra rimonta in campagna elettorale? Pensate che un grande Paese come l’Italia possa essere governato senza numeri da vecchi militanti di quel Pci, che è diventato Pds, che è diventato Ds, che è diventato Pd, ma che non è cambiato mai? Siete convinti che, se tornasse al voto, vinceremmo noi, sia alla Camera che al Senato? Allora siete pronti a tornare in campagna elettorale per dare all’Italia un Governo solido, capace e liberale?

Ancora con il governo solido? Nel 2006 ha ottenuto una maggioranza bulgara e i risultati ottenuti sono stati quelli di essere stati sostituiti con un governo tecnico.

E ma allora Se siete tutti pronti, allora Vi comunico che sono pronto anch’io… Sì, sono pronto anch’io a combattere insieme a voi una grande battaglia per la libertà e per una nuova Italia.

Dette in altre parole, "fatemi governare perché solo così non finisco in galera, grazie italiani"

 

 

 
 
 

Ecco i figuranti pagati per riempire la piazza di Berlusconi: "Ci danno 10 euro"

Post n°38 pubblicato il 30 Marzo 2013 da caien1972

 

Chissà se alla manifestazione in piazza tra coriandoli e trombette di carta, tra una barzelletta e l'altra, c'erano anche i nostri pirati? Era una manifestazione in nome della libertà quindi chiunque poteva fare quello che voleva e perché no, mascherarsi. Chi da Zorro, chi da fata turchina e così da pirata scellerato. Per cominciare bene vorrei dire che a Roma non ci vuole molto per riempire una piazza, Roma è una grande città e i curiosi sono tanti. se poi ci mettiamo pure che molti ci sono andati per puro cazzeggio o al soldo del partito, tutto diventa più facile dimostrare l'imponenza in piazza. E che dire di questi pirati all'assalto di Bersani quando il cavaliere da gorni ci sta proponendo un governissimo proprio con Bersani? Siamo alla follia allo stato puro o alla totale indecenza? Per riempire le piazze il PDL deve pagare le persone, e paga persino quelle che non lo votano, cose da PDL.... E le spese saranno state accollate allo Stato per dimostrare le piazze piene o ha pagato Mister Paperone? A proposito, Grillo in piazza a Roma fu mandato "in onda" sul web, mica in Tv e i presenti in piazza di sicuro non li ha pagati nessuno!!


Non bastavano i mezzi pagati, autobus, pullman, metropolitane, e chi più ne ha più ne metta. Non bastava l'albergo rimborsato, per i più fortunati. Ora si scopre che ci sono stati dei veri e propri casting, per portare in piazza più gente possibile. Pagata. Personaggi che sembravano usciti direttamente dal pomeriggio di Maria De Filippi, altri che avevano lavorato "con Pupo", 10 euro e viaggio gratis, per cantare tutti assieme "meno male che Silvio c'è".

ESCLUSIVO - Un'agenzia, la Aba.Video, ha reclutato persone, pagate dieci euro ciascuna, per la manifestazione pro Silvio Berlusconi in piazza del Popolo. Quasi nessuno lo ha votato, quasi nessuno è militante del partito. In molti hanno lavorato invece come figuranti, grazie all'agenzia, presso programmi Rai. Per l'occasione a Roma tre pullman con 50 persone ciascuno, mentre altri sono partiti all'alba da Milano.

 

http://youtu.be/pV8nf-VkxTo

 

la vergona (video sotto)

 

http://nonleggerlo.blogspot.it/2013/03/pdl-figuranti-pagati-per-riempire-la.html

 


 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

kiwairaga88gessssss3dglfrfengheDIAMANTE.ARCOBALENOschik1domcaporasoAntonellaCampagnamassimonittoilariogroupsrlavv.pierlorenzialco99armanduk100lo_snorki
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao Ele o Nora? :-)
Inviato da: caien1972
il 24/06/2013 alle 21:00
 
Oggi, a qaunto pare, non si è salvato dai magistrati....
Inviato da: caien1972
il 24/06/2013 alle 21:00
 
Buonaserata. Redazione radio DgVoice, Eleonora
Inviato da: DgVoice
il 12/06/2013 alle 20:52
 
Eh, il cav adesso cerca di mantenere un basso profilo,...
Inviato da: armanduk100
il 12/06/2013 alle 10:14
 
pirla e stupidi e ladri riempiono l'Italia ed eleggono...
Inviato da: ormalibera
il 25/04/2013 alle 23:00
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom