Creato da curjosa il 31/01/2009
dalla parte degli animali

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

Matteo_Eel_dorado80casteddu78curjosacanesciolto1954namaste_24casediuntempo
 

Ultimi commenti

benarrivata
Inviato da: romanticaclown
il 01/02/2009 alle 16:05
 
Benvenuta..
Inviato da: pocket.coffee
il 01/02/2009 alle 12:59
 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

pro-VITA

Post n°6 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da curjosa
Foto di curjosa

Un settimanale on-line - "La Riviera on-line" - ha pubblicato pochi
giorni fa un articolo pro-vivisezione che dimostra ancora una volta
quanto i vivisettori abbiano bisogno di una "lustratina" alla propria
immagine, proprio come negli USA (ricordate la protesta di pochi giorni
fa per quell'opuscolo per bambini che racconta quanto sia bella e utile
la sperimentazione su animali?).

Questa loro necessita' da un lato ci rallegra, perche' significa che
hanno paura di perdere consensi e SOLDI e quindi han bisogno di
raccontare un po' di bugie su quanto stiano bene gli animali in
laboratorio e su quanto siano utili gli esperimenti che si fanno su di
loro. Dall'altro, ovviamente, richiede una risposta: spieghiamo al
giornale quanto sia mistificatorio il contenuto dell'articolo, e come le
cose non stiano affatto cosi'.

Questo e' l'articolo:
"E i topi stanno a guardare"
http://www.larivieraonline.com/news.asp?id=2967

L'articolo termina cosi':
Scendendo le scale verso l'atrio la ricercatrice mi ha raccontato che
all'inizio sentiva una gran pena per i topolini, addirittura li
accarezzava per tranquillizzarli prima di ogni iniezione, poi
guardandosi intorno... Mi sono voltata, un bimbetto che avrà avuto sì e
no 8 anni camminava verso di noi, sotto un berretto blu nascondeva una
testolina rasata. Ho pensato: "Al diavolo i topi!".

No comment...

Scriviamo alla redazione:
info@larivieraonline.com

Noi precisiamo sempre, "non scrivete insulti", ma nonostante questo c'e'
ancora gente che non sa fare di meglio che scrivere insulti anziche'
argomentare e spiegare le cose (volendo, anche con sarcarsmo o ironia).
Invitiamo queste persone a *fare a meno di scrivere*, e anzi, a
cancellarsi da questa lista e non partecipare piu' a nessuna protesta,
perche' le proteste qui segnalate non sono uno sfogo per attivisti
frustrati, ma sono uno strumento per far circolare la nostra visione
delle cose, mostrare che non accettiamo la posizione comune di chi e'
del tutto ignorante sull'argomento e che le nostre ragioni sono ben piu'
valide.
Chi si limita a insultare i destinatari delle proteste (su qualsiasi
argomento) e' solo dannoso, ed e' pregato di cambiare registro o
smettere di partecipare alle proteste.

Grazie.

AgireOra Network
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

salviamo le foche...

Post n°5 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da curjosa

Le foche di Hay Island, in Canada, hanno bisogno del vostro aiuto. Il
governo canadese ha deciso di autorizzarne il massacro nonostante si
tratti di un'area protetta.

Vi preghiamo di inviare agli indirizzi sottostanti una ferma
manifestazione del vostro dissenso a tale decisione, devono sapere cosa
il mondo pensa di loro e che non avranno un posto dove nascondersi e
nascondere le loro ignobili azioni. Magari evitiamo di insultarli
esplicitamente, così non diamo loro l'aggancio per parlar male di noi,
ma diciamo loro quello che pensiamo della loro condotta ignobile.

Scriviamo ai ministri e ai parlamentari canadesi:

min_env@gov.ns.ca, premier@gov.ns.ca, min_DFA@gov.ns.ca,
min@dfo-mpo.gc.ca, stoffp@parl.gc.ca, simms.s@parl.gc.ca,
ryan@ryanwatson.ca, ddexter@ns.sympatico.ca, mcneilsr@gov.ns.ca,
Ignatieff.M@parl.gc.ca

oppure, col ";" come separatore:

min_env@gov.ns.ca; premier@gov.ns.ca; min_DFA@gov.ns.ca;
min@dfo-mpo.gc.ca; stoffp@parl.gc.ca; simms.s@parl.gc.ca;
ryan@ryanwatson.ca; ddexter@ns.sympatico.ca; mcneilsr@gov.ns.ca;
Ignatieff.M@parl.gc.ca

Questo e' il messaggio-tipo, chi conosce l'inglese puo' scriverne uno
personale:

---------------------

I am appalled on your decision to kill defenceless grey seal pups.
Hay Island is a protected Wilderness.
You have duties to protect all life on the land.
I urge you to reconsider your decision.
Protect the Grey Seals of Hay Island.

Best regards,
Nome e cognome
Città
Nazione
-------------------

Il testo dice:

Sono sbigottito dalla vostra decisione di uccidere cuccioli indifesi di
foca grigia. Hay Island è un'area naturale protetta.
Avete il dovere di proteggere tutte le forme di vita sulla terra.
Vi chiedo di rivedere la vostra decisione.
Proteggete le foche grigie di Hay Island.
Distinti saluti.
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

piccolo indifeso cinghiale...

Post n°4 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da curjosa

Ieri martedi 3 febbraio sul quotidiano il Piccolo di Trieste e' apparso
un articolo intitolato:
Cinghiale nell'ex ospedale: abbattuto
http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2009/02/03/NZ_16_PIED.html

La vicenda è questa:
Un cinghiale di circa un anno, stremato affamato era giunto al quarto
piano della palazzina dell'ex edificio dell'ospedale, ora in
ristrutturazione. Gli operai che vi lavorano l'hanno trovato in un
angolo che dormiva, hanno avvisato gli uomini della polizia provinciale
che hanno a loro volta inviato un guardiacaccia per ammazzarlo.
Come spiega l'articolo, il povero animale non è morto subito, ferito ha
sbattuto da una parte all'altra della stanza, sulle pareti sulle
vetrate. Il vicepresidente e assessore provinciale Walter Godina ha
dichiarato "Il piano autorizzato dalle regione prevede proprio questo".

Ma bravo...

Scriviamo per dire quel che ne pensiamo della vicenda (senza insulti) al
Sindaco di Trieste, al sopracitato vicepresidente della Provincia e ai
media locali, in modo da veder pubblicate le nostre lettere:

robertodipiazza@comune.trieste.it, walter.godina@provincia.trieste.it,
cronaca@ilpiccolo.it, info@trieste.com

oppure, col ";" come separatore:

robertodipiazza@comune.trieste.it; walter.godina@provincia.trieste.it;
cronaca@ilpiccolo.it; info@trieste.com
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PICCOLA GRANDE LISTA AMICA

Post n°3 pubblicato il 02 Febbraio 2009 da curjosa

ASSOCIAZIONI AMICHE


www.infolav.org


 www.wwf.it


www.legadelcane.org


www.antaonlus.org


www.animalisti.it


 A PROPOSITO DI …VIVISEZIONE 


www.agireora.org


www.novivisezione.org


www.disinformazione.it


www.zampette.it


www.lavocedeiconigli.it


A PROPOSITO DI … CRUELTY FREE


www.crueltyfree.it


www.consumoconsapevole.org


www.veganhome.it


www.icea.info


 


l’ordine di apparizione non è certo l’ordine di importanza, sono tutti siti amici, sono tanti gli altri amici che potete trovare… io ho messo solo quelli per me più interessanti, AGIRE ORA è forse ai primi posti per me… iscrivermi alla Sua news letter è una delle cose migliori che abbia fatto, mi fa sentire bene… perché partecipo ad un sacco di cose buone! A volte basta poco…


1 iscriversi alle news letter di questi siti, ( se si può diventare soci) partecipare alle loro iniziative, informarsi


2 cercare di trovare la forza per guardare anche ciò che fa male (foto e video di animali vivisezionati) …perché sapere è l’arma migliore per combattere


3 fare una propria lista personalizzata di prodotti cruelty free da usare nella vita quotidiana (che abbiano la certificazione LAV/ICEA)


4 non finanziare chi maltratta i nostri amici – pensiamo di fare del bene invece..- (per informazioni visitate www.novivisezione.org che a ciò dedica ampio spazio)


5 divulgare, divulgare, divulgare… tante voci fanno casino! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

contro la vivisezione si inizia dall'informazione! che fa pure rima

Post n°2 pubblicato il 02 Febbraio 2009 da curjosa

 Ricordiamo la prossima video-conferenza via web in diretta:

Sperimentazione animale: tra mito e realtà
dott. Stefano Cagno
giovedì 5 febbraio, ore 21.00

Riprendono le conferenze in diretta web a cura di AgireOra Network.

Il prossimo appuntamento riguarda il tema vivisezione, avremo con noi il
dott. Stefano Cagno, Dirigente Medico presso il Centro Psico-Sociale di
Vimercate (MI), che da oltre vent'anni porta la sua testimonianza di
medico contro la sperimentazione animale attraverso conferenze,
seminari, interviste, articoli, libri. Autore dei libri "Gli animali e
la ricerca", "Quando l'uomo si crede Dio", "Sperimentazione animale e
psiche: un'analisi critica", "Lou, Buc e gli altri, e di oltre 350
pubblicazioni riguardanti la vivisezione, i diritti degli animali,
l'ingegneria genetica e la bioetica.

Introduzione alla conferenza

Negli ultimi anni il dibattito sulla utilità e liceità della
sperimentazione animale è diventato sempre più serrato. Il confronto è
tra quanti ritengono questo metodo di ricerca indispensabile per il
progresso scientifico e quanti, al contrario, lo considerano dannoso e
spesso anche crudele.

Il dottor Stefano Cagno, autore di libri ed articoli sulla
sperimentazione animale, presenterà un inquadramento dell'argomento,
fornendo i dati utili a capire l'entità del fenomeno. Partendo dalle
promesse non mantenute dalla sperimentazione animale, passerà a
discutere le incongruenze scientifiche di questo metodo di ricerca.
Elencherà alcuni esempi, tra i tanti, in cui i risultati sugli animali
si sono dimostrati differenti rispetto a quelli sugli esseri umani e
quindi le relativi applicazioni dannose per la nostra specie. Infine
saranno presentati i metodi di ricerca scientifici che, al passo con
l'attuale sviluppo tecnologico, sono realmente in grado di fornire
risultati utili al progresso e al miglioramento della salute umana.

Come partecipare

Basta visualizzare la pagina:
http://www.novivisezione.org/tv
giovedì 5 febbraio alle 21, per seguire la conferenza e porre domande
alla fine.

Diffondete la notizia, grazie!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »