Creato da infinity25 il 14/11/2013
 

30 anni:cerco lavoro

Storia quotidiana di una trentenne in cerca di lavoro in Italia oggi giorno

 

 

Carcere e Giustizia in Italia: sono sconvolta

Post n°4 pubblicato il 25 Gennaio 2014 da infinity25
 

1 Storia

Oggi per caso mi sono ritrovata a leggere sul giornale "Di Più" la storia di V. D. S. e mi ha sconvolto. Un ragazzo viene condannato a 16 anni di carcere perchè coinvolto durante una rissa in un omicidio e fin qui non ci sarebbe nulla di sbagliato se non fosse che lo stesso ragazzo ha una malattia e, a parte gli antidolorifici, in carcere non sono possibili le cure necessarie affinchè si rallenti il decorso della sua malattia. Nonostante l'incresciosa situazione il ragazzo viene lasciato in carcere eccetto una settimana trascorsa presso un centro riabilitativo. Al rientro le uniche cure lui concesse restano gli antidolorifici e quindi non le cure necessarie ed il ragazzo sopporta dolori atroci e dimagrisce sempre di piu fino ad arrivare a circa la metà del peso di partenza.

Si parla più volte di concedergli i domiciliari ma alla fine la Giustizia non si sbottona o dice no (di questo non sono informata perchè il giornalista non lo dice). Ad ogni modo il decorso della malattia senza le cure necessarie si velocizza ed ora il ragazzo è in carcere, su una sedia a rotelle, il collare ortopedico e soffre di atroci dolori.

La Giustizia ha, anche se in maniera indiretta, di condannarlo legalmente a morte precoce.

2 Storia

Due anni fa, nel mio paese, è stato concesso ad un pluriomicida una vacanza premio per andare a trovare i parenti per le feste.

Allo stesso tempo è stato concesso a pluriomicidi, negli anni, a quanto la tv e i giornali raccontano di non stare in carcere ma di vivere in regioni che non fossero quelle in cui avevano male agito in quanto rei confessi.

In entrambi i casi libertà e semi-libertà.

 

Io mi chiedo:

 

Come può la Giustizia italiana concedere a persone condannate all'ergastolo e che stanno bene la LIBERTA' e la SEMI-LIBERTA' mentre ad un malato (per quanto colpevole e condannato a 16 anni) non vengono concesse ne' cure adeguate, nè riduzione della pena nè i domiciliari?

E soprattutto se sei malato (o almeno così credo di aver letto ma posso sbagliarmi) per legge non dovresti trascorrere il periodo di pena in carcere ma ai domiciliari. Com'è possibile che questo ragazzo sia stato condannato a morire in carcere?

Sono Disgustata dalla Giustizia Italiana. Questa non è giustizia e MORS TUA VITA MEA.

Vince solo il più forte!!! 

 
 
 

Oggi

Post n°3 pubblicato il 19 Novembre 2013 da infinity25
 

In  questa triste giornata, dopo le tragedie delle Filippine e della Sardegna invito tutti a riflettere con questo video, politici in primis. Invito tutte le persone a riflettere , sia coloro che ogni giorno fanno la loro parte sia coloro che speculano, sia coloro che fanno finta di fare il bene del popolo sia coloro che lo fanno. Pensate... era l'anno 1992 ed ora? siamo nel 2013/14... nulla è cambiato anzi tutto è peggiorato!!!

 
 
 

Aiuto al popolo Filippino

Post n°2 pubblicato il 18 Novembre 2013 da infinity25
 

Ciao ragazzi,

spero abbiate passato bene il fine settimana e che la nuova settimana sia iniziata al meglio. Eccomi qui a riscrivere su questo blog con toni un po' diversi da quelli precedentemente usati. Oggi sentivo parlare del disastro delle Filippine e tutti chiedono soldi per aiutare quelle persone.

 

Vi lancio un appello: Invece di inviare soldi partiamo in gruppo e tentiamo di ricostruire le loro case con l'aiuto di esperti del settore? Volontariamente ovvio!!!

 

Spero di avere un seguito...

 

Buona settimana a tutti

 

Buonanotte

 
 
 

Un po' di me

Post n°1 pubblicato il 14 Novembre 2013 da infinity25
 
Foto di infinity25

Ciao ragazzi,

ho appena aperto questo blog con l'intento di far conoscere a tutti il percorso che un giovane italiano deve affrontare per avere qualcosa che gli spetterebbe di diritto: UN LAVORO.

Bè ognuno potrebbe dire tante cose, il percorso non è uguale per tutti. A me interessa cosa gli altri dicono di costruttivo e ringrazio chiunque voglia aiutare ma non amo l'atteggiamento di chi commenta e si esprime solo al fine di distruggere gli altri. La cattiveria non dovrebbe essere tollerata anche se una persona ti "distrugge" (ovviamente ho massimo rispetto per chiunque la pensi diversamente).


Questo blog non ha nessun fine se non quello di esprimere i miei pensieri e descrivere la mia vita, condivisibile o meno che sia quello che penso o che dico.

Detto questo mi presento: Mi chiamo Marianna, ho 29 anni e ne compierò 30 tra circa un mese. Lavoro dai miei 16 anni.

Come succede alla maggior parte dei ragazzi nel Sud Italia quando si inizia a lavorare è facile scendere a compromessi pur di guadagnare qualcosa e il 'tuo lavoro non risulta', sei tra le persone che vengono definite 'senza esperienza lavorativa'.

Ciò che mi ha spinto a lavorare era il mio sogno di andare a studiare all'Università di Berkley ma nel mio paese non tutti possono partecipare agli scambi e vengono organizzati cosi raramente che i posti disponibili, se non conosci le persone giuste, sono destinati ad altri. Sebbene la Costituzione reciti che tutti (ricchi o poveri, potenti o popolani) dovremmo avere gli stessi diritti ho provato per esperienza personale che spesso così non è o almeno per me non lo è stato. Mi informai su cosa dovessi fare per realizzare il mio sogno e nel frattempo studiavo inglese. Non avendo a disposizione grandi disponibilità economiche e non potendo avere accesso a prestiti dovetti rinunciare al mio sogno ed iscrivermi all'Università in Italia.

Iniziò così la mia avventura, il primo anno di Università scorse rapido e con profitto ma il secondo anno iniziai a lavorare cosi il mio percorso di studi è via via rallentato. Dopo aver lavorato i primi anni 'senza esperienza lavorativa' sono stata selezionata per il programma Erasmus così sono partita ed ho studiato all'estero per 12 mesi. E' proprio in Erasmus che ho firmato 'il mio primo contratto di lavoro' (era il 2006 ed avevo 23 anni circa), lavoravo e studiavo come sempre.

Nel 2007 sono ritornata in Italia e tornata all'Università ho scoperto che nonostante avessi gia fatto per metà alcuni esami, poichè era stato cambiato l'ordinamento di studi, avrei dovuto accettare di cambiare ordinamento sostituendo degli esami che erano nel mio piano di studi o di rifare quella parte di esami che avevo gia fatto in quanto non erano state ufficializzate (il rigore e la formalità in Italia sono d'obbligo). Ad ogni modo, poichè io adoravo gli esami che mi restavano da fare decisi di non cambiare... rifeci gli esami.

Nell'estate 2008 parto per fare animazione così da mettere un po' di soldi da parte con un lavoro che facesse 'esperienza'. Dai 22 anni inizio a cercare un tirocinio (obbligatorio nel mio percorso di studi) così da potermi laureare prima ma la risposta ricevuta (per chi me ne ha data una) è stata sempre 'no non ci interessa'. Oltre a questa risposta me ne sono state date altre ma evito di riportarne il contenuto irrilevante (qualunque risposta io abbia ricevuto, sostanzialmente in concreto può essere riassunta come sopra: 'lei non mi interessa') in quanto non mi va di accomunare tra loro i datori di lavoro e soprattutto i 'recruiter'. Stanca di cercare qualcosa che non arrivava e soprattutto stanca del lavoro 'senza esperienza lavorativa' decido di iniziare ad insegnare. Nel frattempo cerco master e frequento corsi d'inglese ma i costi esosi degli stessi non mi consentono di frequentarli. Invio curriculum per ogni annuncio coerente con le mie competenze ma purtroppo 'non ho esperienza' ed i miei cv vengono scartati uno dopo l'altro.

Nell'anno scolastico 2011/2012 il lavoro scarseggia così invio i cv a tutte le scuole private sul territorio in cui lavoravo. Dopo aver inviato circa 1000 cv mi risponde 1 scuola. Inizia così il percorso che si sarebbe dovuto concludere con la mia assunzione ma nonostante i buoni propositi, nel momento in cui si sarebbe dovuta concretizzare la cosa mi viene detto che avrebbero preso un'altra persona al mio posto (p.s. mi avevano anche gia presentato ai genitori della classe cui avrei dovuto insegnare). Partecipo a diversi concorsi pubblici e vengo scartata sempre prima degli orali tra cui anche il concorsone scuola dello scorso anno. Intanto contiuno ad insegnare e mi laureo di corsa. Ogni mattina dello scorso anno partivo da casa alle 4 a.m. per andare ad insegnare, ed alle 14 partivo per andare a frequantar il tirocinio a circa 350 km di distanza dal posto di lavoro, dopo di che tornavo a casa e la routine ricominciava il giorno seguente mentre il fine settimana ed il tempo trascorso in treno veniva utilizzato per studiare per il concorso o per scrivere la tesi.

Finalmente mi laureo e ricomincio ad inviare cv per stage, master, assunzioni, fare richieste di finanziamento per corsi e tanto altro ma niente finanziament ie borse di studio mi sono concesse. Mi dico "continuo a studiare" ma non posso (non mi posso permettere la retta universitaria) e nel frattempo il tempo passa, agli stage vengo respinta cosi come per le assunzioni e per i master non ho disponibilita economica. Così mi ritrovo qui alla soglia dei miei 30 anni in attesa di un lavoro precario come insegnante e senza la possibilità di poter fare il lavoro per cui ho studiato... 


In breve UNA TRENTENNE DISOCCUPATA IN CERCA DI LAVORO E CONSIDERATA DALLO STATO UNA BAMBOCCIONA ANCHE SE NON VIVO PIU COI MIEI DA ANNI E LAVORO DA CIRCA 14 ANNI

MA E' "LAVORO SENZA ESPERIENZA" QUINDI NON CONTA


Spero di non avervi annoiato. Questa è la mia storia in breve. State tranquilli il blog non sara tutto così noioso ma da qualche parte avrei dovuto iniziare no ?

 

 
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

piro07foreverfashion84Alfons73lavoroesoldiinfinity25Mimmp200balic73stefano_lameradesanto.gianlucaDJ_Ponhzicaffespeziatofalsapiritemaryland83narcononilgabbianoalphabethaa
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20