Creato da dolcesettembre.1 il 19/10/2010
notizie choc, curiose,strane,assurde, incredibili, dall'Italia e dal mondo

.

 

 

 

 

http://digilander.libero.it/trinity.dd/2355064frf7mnnteh.gif

 

https://lh3.googleusercontent.com/-N3fuTS3eNds/WFBiEqOzX3I/AAAAAAACBvM/fVS3rvBomyIh1jG4LjLf0HUXl0VCWlNnwCJoC/w500-h420/5802804_30273.gif

 

.

http://www.youanimal.it/wp-content/uploads/2013/06/531157_343825179046881_1933952483_n-480x330.jpg

http://4.bp.blogspot.com/-QUS02886ubs/UlDnVDY1DVI/AAAAAAAAF-M/IjWTaJbdE2k/s1600/Pink+Roses.gif

http://3.bp.blogspot.com/-OI1ulCO9M0k/UkAlbbkUOuI/AAAAAAAAFr8/--OFyb0ypTA/s1600/Funny+Baby.gif

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13321610_551590478381718_3894659090394924886_n.jpg?oh=e6d007fb1fb13b0ae5412919c92dad1a&oe=57C2D1DD

 

.

http://www.gifandgif.com/gif_animate/Gatti/Animali%20-%20Gatti%20%284%29.gif

http://www.lucianabartolini.net/gif/cavalli/cavallo-puledro.gif

 

 

 

 

Alda Merini

E' necessario

che una donna

lasci un segno

della propria anima

ad un uomo...di sè,

perchè a fare l'amore

siamo brave tutte.

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://www.umnet.com/pic/diy/screensaver/8%5Clove-candle-85550.gif

http://img87.imageshack.us/img87/3548/etoile0473ljqp8jv4.gif

https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-frc1/s403x403/1620521_739979402681798_1832568084_n.jpg


https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/p480x480/943149_453236554767471_656482959_n.jpg

http://i1112.photobucket.com/albums/k498/acop84/CrazyDiamond_zps0865da39.gif

 
Citazioni nei Blog Amici: 85
 

Ultime visite al Blog

volami_nel_cuore33apungi1950_2odlares01dolcesettembre.1elyravalba.estate2012exiettosurfinia60cassetta2simona_77rmapungi1950e_d_e_l_w_e_i_s_soffcourse3canguro4dglmariamilly65
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I miei link preferiti

 

Messaggi di Aprile 2020

IL"RISTORANTE"PER UN SOLO CLIENTE E SENZA CONTATTI

Post n°3801 pubblicato il 29 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

In Italia dovremo aspettare il 1° giugno per metterci seduti al tavolo di un ristorante o una pizzeria. Con la necessaria distanza di sicurezza e tutte le precauzioni adottate dagli imprenditori della ristorazione. Dalla Svezia invece, arriva un'idea, sicuramente poco redditizia, e magari un po' provocatoria. Il ristorante con un solo coperto: un tavolo con una sedia solamente e senza il servizio di un cameriere.

 

Il nome del locale, è Bord för en, che significa proprio tavolo per uno, ed appartiene a Linda Karlsson che insieme al partner, lo chef Rasmus Persson, ha interpretato con enorme zelo le norme sul distanziamento sociale nei ristoranti per contrastare il contagio da Coronavirus. C'è da dire che il ristorante non è stato aperto nella capitale svedese, Stoccolma, ma nella campagna del villaggio Ransater, non proprio il centro della movida. Per degustare le pietanze preparate dallo chef, è necessaria la prenotazione del cliente che può scegliere tra colazione, pranzo o cena. Non solo mantenimento delle distanze, ma addirittura assenza di qualsiasi contatto, perché chi sceglierà Bord för en, riceverà dettagliate istruzioni per raggiungere l'unico tavolo, e le tre portate usciranno dalla finestra della cucina, dentro ad un cestino, che appeso ad un cavo raggiungerà il cliente.

Al termine del pasto, i due proprietari attenderanno sei ore prima di sparecchiare la tavola e procedere all'igienizzazione, in modo da ricominciare in assoluta sicurezza, ma solo il giorno successivo. Dunque un solo cliente. E non ci siamo dimenticati del pagamento del conto. Nessuna cifra astronomica per mangiare in sicurezza e solitudine, perché sarà il cliente stesso a decidere quanto pagare per il pasto. Il periodo in cui provare questa esperienza, sarà dal 10 maggio al 1° agosto, periodo di apertura del ristorante.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Buon inizio di settimana

Post n°3800 pubblicato il 27 Aprile 2020 da dolcesettembre.1

TORTA DI PANE CON UVETTA E CANNELLA

ingredienti:

300 gr di pane raffermo
800 ml di latte fresco
3 uova
q.b. cannella in polvere
60 gr di zucchero di canna
un bicchierino di rum
60 gr di burro
q.b.pan grattato
40 gr di mandorle non pelate
150 gr di uvetta
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
30 gr di mandorle a scaglie

preparazione:


Mettete a mollo l’uvetta nel bicchierino di rum. Spezzettate il pane raffermo in pezzetti regolari e raccoglietelo in un’ampia ciotola. Portate a bollore il latte in un pentolino, quindi spegnete e scioglieteci dentro il burro e lo zucchero. Versate il composto sul pane e amalgamate bene con le mani facendo in modo che si impregni uniformemente. Tritate grossolanamente con il coltello le mandorle non pelate e aggiungetele al composto.


Unite quindi anche le tre uova e battete con le fruste da cucina, da ultimo incorporate l’uvetta con il rum, un pizzico di cannella in polvere e i due cucchiai di cacao amaro. Mescolate con cura. Dopo aver preriscaldato il forno a 180° C, imburrate una teglia tonda (da 22 centimetri di diametro), cospargetela con pangrattato e versateci dentro il composto.


Livellatelo con una spatola, poi spolverizzate sopra le mandorle a scaglie, un cucchiaio raso di zucchero di canna e dei fiocchetti di burro. Cuocete in forno già caldo per circa un’ora e dieci minuti. Per verificare la cottura, fate la prova dello stecchino: inseritelo nella torta, se esce asciutto allora spegnete il forno
A cottura ultimata, tirate fuori la torta e lasciatela intiepidire leggermente prima di servirla. Se vi piace potete incorporare a questa ricetta di base pinoli o anche una mela tagliata a fette sottilissime. Accompagnate la torta con una crema montata a base di yogurt bianco e panna nelle stesse quantità oppure con una mela verde tagliata a fettine sottili.(Ha collaborato Tommaso Galli)


https://cucina.corriere.it/methode_image/2019/02/19/Cucina/Foto%20Cucina%20-%20Trattate/_N7A9711_2500-kgOI-RIFQpA4WGM6OytJNlNX5cjO-678x508@Corriere-Web-Sezioni.jpg?v=201902201212

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°3799 pubblicato il 25 Aprile 2020 da dolcesettembre.1



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'EPISODIO DECISIVO CHE FECE SCATTARE IL DIVORZIO TRA CARLO E DIANA

Post n°3798 pubblicato il 24 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

Il matrimonio di Lady Diana con il principe Carlo non nacque sotto una buona stella. Troppe incomprensioni, due personalità inconciliabili, lo spettro onnipresente di Camilla Parker Bowles che non ha mai abbandonato il cuore dell'erede al trono. In questi anni, molti tra esperti e fans della royal family si sono chiesti come il figlio della regina Elisabetta abbia potuto preferire l'amante alla giovane, ingenua e bella Diana che è rimasta coinvolta suo malgrado in questa guerra di sentimenti giocata sullo scacchiere politico e della ragion di Stato, ma forse,l'inesperienza potrebbe averla tradita. Da una parte, Diana sarebbe rimasta ignara di ciò che le accadeva intorno, dall'altra, avrebbe tentato insieme a Carlo di salvare un matrimonio che in buona parte era già naufragato prima ancora di prendere il largo. Secondo il Sito Leggo, Diana avrebbe subìto diverse umiliazioni in nome di questa unione, e una in particolare l'avrebbe spinta a gettare la spugna definitivamente. Questo aneddoto è stato raccontato da Ken Wharfe, ex bodyguard della principessa e avrebbe rappresentato il punto di rottura, l'evento davanti al quale Lady Diana dovette arrendersi, poichè perfino il ruolo di moglie sarebbe stato messo in discussione. Tutti i giornali riportarono l'incidente di Polo in cui venne coinvolto il principe Carlo il 28 Giugno 1990. L'erede al trono cadde da cavallo e rimase in ospedale in osservazione pre tre giorni. Diana andò a trovare il marito in ospedale decisa a rimanergli accanto,ma la sorpresa e la delusione furono enormi quando la principessa venne messa alla porta in tutta fretta. Non poteva stare con Carlo poichè questi stava aspettando la visita di Camilla. Lady Diana capì che in quel matrinonio non c'era mai stato posto per lei. Lo stesso valeva per il cuore del principe di Galles. A quanto sembra, in quel momento esatto Diana comprese che non avrebbe mai vinto contro Camilla. Non bastavano l'eleganza e la bellezza se non c'era neanche una goccia d'amore tra lei e Carlo. Anche la convalescenza Carlo la trascorse con l'amante mentre Diana tornò a Kensington Palace sola e ferita. Avrebbe voluto raggiungere il marito ma a quanto pare lui glielo impedì. Questa storia viene riportata anche nei libri :Diana.Her true story-in her own words di Andrew Morton e Diana,la principessa del popolo di Tim Clayton e Phil Craig.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL SENO RIFATTO DIVENTA IL SUO SALVAVITA

Post n°3797 pubblicato il 22 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

E' successo ad una donna in Canada che ha subìto un colpo di arma da fuoco e si è salvata grazie alle sue protesi al seno che hanno letteralmente respinto il proiettile. La notizia è apparsa come caso studio sulla rivista Plastic Surgery Case Studies. Chi avrebbe mai pensato che un intervento di medicina estetica potesse rivelarsi salvavita? La donna ha 30 anni ed ha subìto una lesione balistica alle protesi mammarie bilaterali. La protesi al silicone è stata con buona probabilità responsabile della deflessione della traiettoria del proiettile. Lo sparo, infatti, avrebbe potuto ucciderla sul colpo ma è stato deviato dall'imbottitura artificiale che meglio di un giubbotto antiproiettile ha scongiurato una tragedia. I chirurghi, rimosse entrambe le protesi mammarie al silicone, hanno visto dalle lastre(foto) che il proiettile aveva attraversato l'impianto sinistro che lo ha deviato sull'impianto destro con sufficente forza. E' un caso senza precedenti in cui un seno rifatto diventa un salvavita.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sereno inizio di settimana

Post n°3796 pubblicato il 20 Aprile 2020 da dolcesettembre.1

La riapertura dei parrucchieri/e

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/93968578_10157871529219340_4793646684494102528_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_sid=110474&_nc_ohc=uHRElfEJWfcAX_ZPuxZ&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=d8e6e49f74f4fa2e22057ec186ded2d0&oe=5EC3C41C

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COPPIA SI INNAMORA GUARDANDOSI DAL BALCONE

Post n°3795 pubblicato il 17 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

L'amore ai tempi del Coronavirus. Uscire insieme è impossibile e tantomeno abbracciarsi e coccolarsi. Ormai gli affari di cuore viaggiano su due piattaforme, una sono i social e le app di dating sempre più cliccate e consultate alla ricerca del'anima gemella. L'altra è più vera e romantica, tramite i balconi delle proprie case. Proprio da lì è nato l'amore tra Paola e Michele, due ragazzi di Verona, diventati per gli abitanti del quartiere i moderni Romeo e Giulietta. Paola, 39 anni, avvocata, e Michele, 38 anni, bancario, si sono legati l’uno all’altra - si legge su Repubblica - il 17 marzo scorso durante il “rito” delle canzoni dalle finestre alle sei del pomeriggio. E adesso cullano il sogno di una vita insieme, anche se finora non si sono mai sfiorati. Si vedono a 30 metri di distanza, si chiamano, si messaggiano, si videochiamano. «È tutto così puro, mi sembra di essere tornata a quando avevo 16 anni », dice lei.

Paola e Michele abitano da tutta la vita in Borgo Santa Croce. Per quarant’anni si sono incrociati più volte al giorno senza però mai accorgersi l’uno dell’altra. Martedì 17 marzo scorso la sorella di Paola, che si chiama Lisa e fa la violinista, si mette al balcone e inizia a suonare We are the champions dei Queen. Michele viene catturato prima dalla musica e subito dopo dalla persona che sta accanto alla musicista, cioè Paola. Rapida ricerca sui social, profilo individuato su Instagram e giù di messaggi. Grazie ai telefonini stanno provando a tenersi stretti, nonostante tutto. Ancora nemmeno un contatto, giurano. Entrambi hanno genitori anziani in casa e non vogliono metterli a rischio in alcun modo. "La prima cosa che faremo quando sarà finito tutto» Andremo nel parco dietro i nostri palazzi e finalmente potremo tenerci per mano".

http://img.plug.it/img_newsreg_mid/7/0/6/41694607.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL PARCO FESTEGGIA LA NASCITA DI UN FENICOTTERO ROSA

Post n°3794 pubblicato il 16 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

Al Parco Le Cornelle di Valbrembo(Bergamo)è nato un fenicottero rosa,simbolo di speranza e rinascita in questo periodo particolare.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

IL PAESAGGIO HA UN PRECISO SIGNIFICATO E LE CITTà DESERTE LO RIVELANO

Post n°3791 pubblicato il 06 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

Le città deserte sono forse il segno più eloquente del paesaggio al tempo del Coronavirus. Neppure durante le estati più torride o in occasione delle più avvvincenti finali dei campionati mondiali di calcio si è vista una tale desolazione, che per di più non si limita a qualche ora, ma perdura incessantemente da settimane. Semmai se si vuole azzardare un paragone sembra più azzeccato quello con il paesaggio urbano di Cernobyl o di Fukushima poco dopo i relativi disastri nucleari. Di fatto, nella sua drammatica semplicità, il paesagggio attuale delle nostre città rivela tutta l'incongruenza tra i grandi viali progettati per centinaia di auto, le piazze concepite per l'aggregazione di migliaia di persone, e l'assenza pressochè assoluta di esseri umani. Un'incongruenza che è facile concepire come un'anomalia inspiegabile se non, appunto, sapendo di vivere nel bel mezzo di una pandemia. Così il Coronavirus ci fa scoprire il valore semiotico del paesaggio, dove tutto ciò che si osserva in un territorio ha un preciso significato la cui percezione è necessariamente funzione della conoscenza dell'osservatore. E non si tratta di un mero esercizio retorico, piuttosto è una straordinaria occasione per capire il senso di quanto asserito ormai 20 anni fa dalla Convenzione Europea del Paesaggio, in cui il paesaggio è parte di un territorio così come è percepita dalle popolazioni. Una definizione che ha segnato una svolta storica del concetto di paesaggio, fino ad allora confinato nel dualismo elitario tra umanisti e scienziati/tecnici del territorio. Una condizione che vale anche per i 4 principali fattori individuati dagli scienziati all'origine e nella diffusione della pandemia di Coronavirus. Le grandi concentrazioni di persone nelle aree metropolitane, la globalizzazione, la perdita di biodiversità e i cambiamenti climatici. Ogniuno di questi fattori ha impresso il proprio segno sul paesaggio del pianeta in modo estremamente marcato tanto ad assumere un valore iconico del nostro tempo. Si pensi alle metropoli congestionate, ai grandi hub per i trasporti di merci e persone, alle coltivazioni intensive sopratutto a scapito della foresta pluviale equatoriale e infine, allo scioglimento dei ghiacci. Modifiche del territorio che ben sappiamo ancor prima della comparsa del Coronavirus, avere effetti devastanti non solo per l'uomo, ma per l'intero pianeta, eppure ritenuti meno importanti della crescita del Pil e pertanto considerati da larghe fasce della popolazione il male minore per mantenere il nostro attuale stile di vita. Ora sappiamo che questi stessi paesaggi sono stati anche i presupposti per la comparsa e la diffusione del virus che ci sta affliggendo, e lo sono di quelli che sicuramente verranno in un futuro non lontano. Una consapevolezza che toglie ogni alibi sia a interpretazioni di comodo da parte di chi sta nelle stanze dei bottoni, sia all'indifferenza di chi ne subisce passivamente le (non) decisioni.


https://www.ilcorrieredellacitta.com/wp-content/uploads/2019/04/pasqua-semplice-6-640x427.jpg

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

.

Post n°3790 pubblicato il 05 Aprile 2020 da dolcesettembre.1



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BERNIE ECCLESTONE DIVENTERà PADRE A 89 ANNI DEL QUARTO FIGLIO

Post n°3789 pubblicato il 03 Aprile 2020 da dolcesettembre.1
 

Bernie Ecclestone non finirà mai di stupire il Mondo. L'ex padrone della Fomula 1 diventerà padre alla soglia  dei 90 anni che compirà ad Ottobre. Mister E, come era conosciuto nell'ambiente della Formula1 dove dopo aver tentato di essere pilota, è stato costruttore e poi padrone di tutto il carrozzone. La sua terza moglie, la brasiliana Fabiana Fiosi che ha meno della metà dei suoi anni diventerà madre a Luglio. Miracoli ai tempi del Viagra. Secondo F1-Insider.com il sito inglese che ha svelato la notizia, il quarto figlio sarebbe finalmente un maschio dopo 3 femmine.Bernie ha già 4 nipotini con un quinto in arrivo. Nipotini che avrebbero uno zio più giovane di loro. Baby Ecclestone avrà certamente una vita più agiata anche se del padre rischierà di ricordarsi sopratutto l'immensa eredità.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

-

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
 

.

 

http://sweetmoments.altervista.org/images/gif_animate_cuori_glitter_16.gif

http://img3.dreamies.de/img/118/b/nxynipkn4w2.gif

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/t1/p370x247/1554612_796185940397325_381389677_n.jpg

http://image.blingee.com/images15/content/output/000/000/000/4d7/350154086_1041299.gif?4

https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/10942755_748864338541508_7209471204533447425_n.jpg?oh=6ab6d3c7efca3405a06425d74420ead8&oe=555B9329


 

.

https://digilander.libero.it/patasnakkera_88/Riflessi/bacio%20pioggia.gif

 

.

http://4.bp.blogspot.com/-vFF8ClvHFs0/UhG6O-FCxvI/AAAAAAAAJCc/B5nStF3ahzc/s400/gif-animados-naturaleza-paisajes_45441.gif

 

.

https://i.pinimg.com/originals/d5/f2/7e/d5f27e3d5073086386c7a23cda9b1e45.gif

 

.

 

https://i.pinimg.com/originals/46/f6/8f/46f68f18212adc266690d6b6ceef0ced.gif

 

Donna

Mentre urli alla tua donna

sappi che c'è un uomo

che dedidera parlarle all'orecchio.

Mentre la umili,

insulti,sminuisci,

sappi che c'è un uomo

che la corteggia

e le ricorda

che è una gran donna.

Mentre la violenti,

sappi che c'è un uomo

che desidera

fare l'amore con lei.

Mentre la fai piangere,

sappi che c'è un uomo

che le ruba sorrisi.

VIVA LE DONNE

MERAVIGLIE DELL'UNIVERSO!!   

http://www.nuvolabiancagrafica.it/Immagini/star449798.gif

http://digilander.libero.it/alleportedelsole/6fkg70j.gif

http://digilander.libero.it/cieli/cat_walking2-ani.gif

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/19657187_1216002928526095_1947216702788588826_n.jpg?_nc_cat=104&_nc_sid=2d5d41&_nc_ohc=St5gjDYRD1sAX8vyHVN&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=52ac9d7d0b5b5912ff17321139e28ac1&oe=5F82952F