Un blog creato da ciaobettina il 20/01/2008

...NONSOLOIMMAGINI..

i miei lavori e altre immagini

 
 
 
 
 
 

mi trovi anche su:

Beauty and the Past

il bello dell'arte e l'arte della bellezza

http://spazio.libero.it/ElisabettaNeri/
... uno sguardo d'insieme
sulla mia produzione



La mia pagina web


foto di Elisabetta Neri
..NONSOLOIMM@GINI..
fotoracconti
il blog delle mie foto

 


visita la mia pagina
FB: 



 
 
 
 
 
 
 


Ogni immagine o testo 
che trovate sul mio blog
(a meno che non ne venga indicato l'autore)
è solo ed esclusivamente...

...farina del mio sacco!

per contatti: 
elisabetta.neri.vxtp@alice.it

Chi volesse pubblicare testi, fotografie scattate da me o miei disegni sul proprio blog può farlo, purchè avverta l'autore e indichi la provenienza del materiale prelevato copiando e incollando uno di questi link:

http://blog.libero.it/colorimmagini/

ElisabettaNeri

ciaobettina

grazie!

 
 
 
 
 
 
 

RACCONTI

raccontino scritto qualche anno fa e ora rispolverato...
foto di Elilsabetta Neri

...e tutti a naso in sù scrutavano il cielo...

… aspettando chissà quale evento. Correva l’anno 2012, e da almeno cinque anni avevano iniziato a parlarne. Dapprima  ne avevano fatto cenno solo i programmi televisivi che si occupavano di misteri e di fatti irrazionali ma poi il mistero si era progressivamente trasformato in una certezza, e ora non si riusciva più a parlare d’altro. L’avevano previsto soggetti con poteri paranormali, l’avevano avvertito altri che, a causa di qualche incidente, avevano acquisito un particolare sesto senso. Ma nessuno sapeva di cosa si trattasse: l’unica cosa di cui si era certi era che sarebbe stata una rivoluzione di dimensioni cosmiche; forse è per questo che, da un sondaggio, risultava che l’80% delle persone erano convinte che creature extraterrestri sarebbero presto approdate sulla terra. E così, i più intraprendenti e coraggiosi si prepararono a dialogare con loro, mentre correva voce che il governo degli Stati Uniti si stesse attrezzando per affrontare con armi efficaci l’arrivo degli invasori.

Ma fu così che il 2012 arrivò, passarono i giorni, e non si verificò alcun evento straordinario. O meglio: qualcosa di eccezionale avvenne, ma fu qualcosa di lento e progressivo, come un’onda che a poco a poco travolgeva le coscienze, inondandole. Una rivoluzione che, come un’acqua nuova che sgorgava dal profondo dell’anima di ogni persona, veniva a galla con una spinta irrefrenabile, e che poi si propagava all’esterno.
Come nodi di un’enorme rete migliaia e migliaia di bloggers comunicavano tra loro, sentendosi parte di un unico organismo, e i loro messaggi esprimevano amore gratuito verso gli altri, amore per la vita e per l’umanità intera. Ognuno si sentiva cuore pulsante nel mondo, parte dell’ambiente naturale, e in esso si sentiva perfettamente fuso ed integrato.”

Così Nonna Stella, nickname “sciadiluce”, raccontava spesso alla sua nipotina come l’umanità nel 2012 approdò ad una nuova e rivoluzionaria consapevolezza.

 Elisabetta Neri

 
 
 
 
 
 
 

FIORI, SABBIA, SASSI E MARE

 

 
 
 
 
 
 
 

IO E IL MONDO BLOG...

Le mie immagini nel web

RITORNO DA CAPRI
scattata il 7 giugno 2008

inserita il 6 ottobre 2008
nell'ultmo box del blog:
PEZZIDILIQUIRIZIA

AR MARE CO' NONNO E NONNA
pubblicate su questo blog
il2 luglio 2008, post n°
immagini 128

inserite nei post
n° 236 e 237 del blog:
Napoli-Milano

GLICINI E ORTENSIE
pubblicato all'inizio di questo blog

inserito nel sito
NON SOLO CULTURA 

"VERSO L'IGNOTO"
pubblicato su questo blog nel
post n°358 del 27 Gennaio 2012,

inserito nel blog:
POETANDO SPENNELLANDO
il 20 aprile '12

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60Coralie.frciaobettina0archiclaudiomax542011Terzo_Blog.Giusfugadallanimalubopomoon_IIrrequietaDkatya_adavinmauriziocamagnaRosecestlavieacer.250emozionami1960
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: ciaobettina
il 16/04/2018 alle 23:31
 
Grazie per articolo È troppo bello. bakeca annunci qui
Inviato da: Recreation
il 11/02/2018 alle 16:13
 
L' autore dei quadri di cui ho pubblicato le immagini...
Inviato da: ciaobettina
il 24/01/2018 alle 09:37
 
buongiorno,ho un dipinto dell'artista m....
Inviato da: g.br
il 29/09/2017 alle 12:56
 
bello questo post. Buona giornata da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 10:09
 
 
 
 
 
 
 
 

OMAGGI E RICONOSCIMENTI


da 
Claudy


 da tecnologiaevita e da   principe69


da Radio Dg Voice il 19 febbraio 2012

primo premio categoria
"Arte, fotografia e musica" 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 48
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Aspettando le vacanzeCome acqua che scorre e muta…. »

Sulle rive del Lago di Costanza

Post n°379 pubblicato il 30 Agosto 2013 da ciaobettina


foto di Elisabetta Neri
torre dell'orologio a Stein am Rhein

La voglia di conoscere e di riempirsi gli occhi di nuove luci e paesaggi ricchi di fascino non può avvertire crisi: basta sapersi adattare, con la convinzione che nulla può fermarci.

foto di Elisabetta Neri

Come lo scorso anno, ho trascorso alcuni giorni pedalando e gustandomi percorsi inusuali; stavolta il percorso si è snodato intorno al lago di Costanza; nonostante sia stato molto più breve di quello dello scorso anno (112 Km, in blu nella mappa), ho comunque potuto conoscere gli straordinari paesaggi di tutta la parte nord-ovest del lago. 
(per vedere le foto della traversata in traghetto Fredrichshafen-Romanshorn clicca qui

mappa

Altre splendide mete sono state raggiunte in auto, (sulla mappa indicate con il pallino rosso) come Stein am Rhein, le Cascate del Reno a Sciaffusa, Trento e Bolzano.

mappa

Non racconterò l'intero viaggio in questo post, ma vorrei parlare di ciò che mi ha affascinato maggiormente. La cittadina svizzera di Stein am Rhein, ad esempio, è un vero gioiello di architettura: le sue case a graticcio (o a traliccio)

foto di Elisabetta Neri
Case a traliccio a Stein am Rhein

e le numerose facciate dipinte rendono il suo centro storico un luogo di eccezionale bellezza. Senza contare che qui, anche la casa più anonima, è sempre curatissima e ravvivata da vasi di fiori coloratissimi ai balconi e alle finestre.

foto di Elisabetta Neri
finestrina fiorita a Stein am Rhein

(Per vedere altre immagini di Stein am Rhein clicca qui)

Le case a traliccio sono tipiche dell'area germanica, ma sono diffuse anche in Svizzera e in alcune zone della Francia; ricordo, molti anni fa, di essere rimasta colpita dalle magnifiche case a traliccio dell'Alsazia, in particolare da quelle di Riquewihr, che a differenza di quelle viste nel corso di questo viaggio erano coloratissime.
Nella zona visitata, invece, la struttura portante costituita dalle scure travi in legno contrastava quasi sempre con l'intonaco chiaro, nella maggior parte dei casi bianco o panna. Le facciate di queste case, terminanti a punta per le ripidissime falde del tetto, hanno un aspetto magicamente fiabesco.

Foto di Elisabetta Neri
finestrine a Uberlingen

Ciò che mi affascina è anche come la sttruttura portante diventi un elemento piacevolmente decorativo, come questo modello si sia stato diversamente interpretato nei secoli, e come si sia adattato a luoghi ed ambienti diversi; gli spazi fra le travi infatti, talvolta sono riempiti con pietre, altre volte con ciottoli e pezzi di laterizi, e ho letto che in campagna si usava addirittura un impasto che poteva comprendere anche paglia o pelo di animale. Tra una trave e l'altra le parti chiare intonacate formano irregolari rilievi, che sembrano quasi fatti.. di zucchero o di glassa! Caratteristiche di molte città visitate sono anche le finestre a sporto, o erker, meglio conosciute come bow windows. 

foto di Elisabetta Neri
Case a traliccio a Uberlingen

foto di Elisabetta Neri
erker a Stein am Rhein

Un'altro aspetto tipico dell'architettura di questa zona è la facciata che termina a "gradoni" sui due lati inclinati.

foto di Elisabetta Neri
Uberlingen

Anche Costanza è ricca di elementi architettonici e decorativi veramente interessanti, comuni alla cittadina appena descritta e ad altre località visitate, come ad esempio la torre con l'orologio posta all'ingresso della città vecchia (quella di Stein am Rhein è visibile nella prima foto del post) che a Costanza è la Shnetztor (foto sotto).

Foto di Elisabetta Neri
Shnetztor a Costanza

In cima alla Shnetztor si staglia sul cielo la sagoma bidimensionale e traforata di un originalissimo segnavento, un guerriero stilizzato che sembra essere uscito da un cartone animato.

foto di Elisabetta Neri
Segnavento della Shnetztor a Costanza

(Per vedere altre immagini di Costanza clicca qui)

Oltre ai segnavento, innumerevoli "sculture metalliche" decorano le vie dei centri storici, come le elaborate insegne di negozi ed alberghi...

foto di Elisabetta Neri
Insegna Hotel Krone a Ludvigshafen

...o i terminali delle gronde che assomigliano alle mostruose creature di un bestiario medievale.

foto di Elisabetta Neri
Terminale di gronda presso la torre dell'orologio di Stein am Rhein

Spesso, nel corso di questo viaggio, ho pedalato accanto ai frutteti, in particolare meleti (sulla sponda svizzera) e vigneti a perdita d'occhio (sulla sponda tedesca).

foto di Elisabetta Neri
Vigneti tra Uberlingen ed Immenstadt

(per vedere le foto del percorso tra Uberlingen ed Immenstadt clicca qui)
tra le città attraversate lungo questo tratto di strada, mi hanno colpito soprattutto le case colorate di Meersburg.

 

foto di Elisabetta Neri
case a Meersburg

Le sponde del lago di Costanza sono sempre curatissime, con tappeti erbosi perfetti e piene di aiuole fiorite. Numerose sono anche le fontane e gli straordinari giochi d'acqua (nelle due foto sotto, il parco di Fredrichshafen)

foto di Elisabetta Neri

foto di Elisabetta Neri

Il parco dell'Isola di Mainau possiede addirittura enormi sculture di fiori.

foto di Elisabetta Neri

Nel parco dell'Isola di Mainau non si deve perdere la Casa delle Farfalle.

foto di Elisabetta Neri

I campeggi della zona sono anch'essi magnificamente tenuti, in particolare stupisce come addirittura i gabbiotti delle roulotte siano abbelliti da una gran quantità di fiore alle finestre.

Foto di Elisabetta Neri

Non poteva mancare un "rinfrescante" passaggio con la barchetta sotto le cascate del Reno a Sciaffusa (foto sotto),

foto di Elisabetta Neri

dove anche il campeggio era spettacolare. Tornando poi verso l'Italia ho soggiornato ad Inzing, a Trento e a Bolzano. Delle due città italiane visitate, la più interessante è stata sicuramnte Trento, con la sua cattedrale tardo-romanica e la bella piazza sulla quale si affaccia il Palazzo Pretorio.

foto di Elisabetta Neri

(per vedere altre foto di Trento clicca qui)

Ricordo non trascurabile della vacanza di quest'anno sono anche le pittoresche (e squisite!) torte a più strati, un prezioso rifornimento di energia per i cicloturisti!

Foto di Elisabetta Neri

(mi scuso per la grafica, ma nel cambiare il carattere il post mi fa capricci...)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 


guarda i miei tags!
per cercare più rapidamente nel mio blog l'argomento che t'interessa, vai sul box qui sotto e clicca sul tag corrispondente:

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

Locations of Site Visitors
inserita alle 12.40 di Domenica 12/12/'10

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

angelo

Il blog di mia sorella

I sogni di Penelope...

...Stoffa, filo e molti altri hobby!

 ISOGNIDIPENELOPE

salatini senza glutine

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

INFINITAMENTE PICCOLO...E INFINITAMENTE GRANDE

nelle mie foto mi piace porre l'attenzione sull'infinitamente piccolo, posare il mio sguardo sul particolare di un fiore, di un insetto, per scoprire colori vivi, metallizzati o iridescenti, o le strane "facce degli insetti" che sembrano volti di esseri venuti da un altro pianeta...
...un mondo di particolari invisibili ad occhio nudo.
...nessuna voce se non quella dell'onda che si infrange sui ciottoli... niente delimita lo spazio aperto, il mobile specchio d'acqua si estende raggiungendo distanze inimmaginabili... verso l'orizzonte, dove una linea turchese lambisce l'azzurro intenso del cielo...
mi piace catturare nelle mie foto l'idea d'infinito...

 
 
 
 
 
 
 


TROMPE L'OEIL, CHE PASSIONE!
ecco alcuni  miei lavori realizzati su pareti (esterne e interne), su soffitti  o su tavola:
 
clicca sulle immagini per ingrandirle






 

Nel 2004 ho partecipato al Festival del Trompe l'Oeil a Lodi. 
Per vedere tutte le opere in concorso, clicca QUI


nelle foto sotto:
il lavoro realizzato durante il
Trompe l'oeil Festival

 

 
 
 
 
 
 
 

ILLUSTRAZIONI
e
DECORAZIONI

decorazione di ciaobettina
Una decorazione che mi ha dato grande soddisfazione... lo splendido viso di Audrey Hepburn dipinto sulle grosse ante di una cabina armadio. Per saperne di più cerca il
post 272, tag "trompe l'oeil e decorazione"

oppure clicca QUI

dipinto di ciaobettina
Annunciazione di Beato Angelico
(post n. 312 del 1 ottobre
reinterpretata in dimensioni maxi;
per visualizzare le immagini delle varie fasi del lavoro e i diversi particolari del dipinto 
clicca su questo link:
http://www.facebook.com/album.php?aid=2038687&id=1576781235&l=ed9f7ab794

prima di passare alle misure extra-large dei trompe l'oeil, ho realizzato illustrazioni per studi di grafica ed agenzie pubblicitarie. Per il pagliaccio qui sopra ho utilizzato la più semplice delle tecniche: il pennarello.
Qui sotto invece ecco dei coloratissimi pesci
(clicca sull'immagine per ingrandirla)
usati come illustrazione per un manifesto pubblicitario e per un pieghevole; sono realizzati con colori ecoline.
Più in basso, due figure femminili disegnate all'inizio degli anni '90.


 
 
 
 
 
 
 

COLLABORAZIONI

clicca sulle immagini per ingrandirle


Sopra, alcuni miei lavori realizzati in ambienti ristrutturati o arredati dall'arch. GABRIELLA RIMOLDI di Cislago;

Sotto, i miei disegni realizzati per visualizzare alcuni progetti dello
STUDIO MONACI di Legnano.

 

 
 
 
 
 
 
 

IO...COME MI VEDO E COME MI VEDONO!


questa sono io a sedici anni... secca e dentona.
(disegno di Ugo D'Orazio)

disegno di ciaobettina

"autocaricatura" del 1995


 
il mio occhio ad aerografo in un dipinto di
E. Colombo

caricatura

una caricatura che mi è stata fatta "al volo" durante un matrimonio



 la mia ombra

disegno di Franci

vista con occhi di bimbo


all'opera!

nel 1994, durante la realizzazione
del mio primo trompe l'oeil; sotto, il dipinto pubblicato su
"99 idee casa" (post n.1)

il primo
 

il primo 

nel 2003, durante la realizzazione di una meridiana a Gorla Minore
(post n.47)

foto

nel 2003, durante la decorazione di un'edicola presso Saronno
(in fondo al blog, l'articolo ingrandito)
(post n.54)

foto di ciaobettina

nel 2007, durante la realizzazione di un trompe l'oeil per interni
(post n.57)

foto ciaobettina
 

inverno 2010

foto ciaobettina

Luglio 2010
davanti alla mia
Annunciazione

decorazione di ciaobettina

Settembre 2011,
con i miei pioppi

dipinto di Elisabetta Neri