Creato da cometapallida il 24/07/2010

è stato un attimo

fa troppa luce la parola sempre

 

 

Lo spirito natalizio...

Post n°31 pubblicato il 28 Novembre 2010 da cometapallida

 

 
 
 

L'uomo Pinocchio

Post n°30 pubblicato il 25 Novembre 2010 da cometapallida

Franca è una mia amica, bella ed intelligente donna, sposata da molto tempo, ha una figlia ed è persino diventata nonna. Vuole bene al marito ma, tacitamente, hanno raggiunto un equilibrio: ognuno esce per conto proprio; in sostanza, ognuno fa la sua vita al di fuori delle mura domestiche. A Franca piace ballare e da molti anni ha il suo gruppo di amici con cui passa i venerdì sera ma spesso anche i sabati e le domeniche. Da pochi anni conosce Gianni, un uomo quasi suo coetaneo, discreto ballerino ed amabile conversatore. Si sono conosciuti proprio nelle sale da ballo. Lui, sposato, con una moglie con cui dice di non condividere quasi nulla, a parte i figli. Un'amicizia sbocciata piano ma che sembra consolidarsi nel tempo. La confidenza, con l'andare dei mesi, aumenta e da qualche tempo, Gianni racconta a Franca che si vede con una donna, conosciuta nell'ambito del lavoro anche se non sono colleghi. Gianni è entusiasta di lei, sembra un adolescente alla prima cotta e le racconta dei loro incontri furtivi, della passione travolgente che è sbocciata. Le ha persino fatto vedere un prezioso anello che le avrebbe regalato a dimostrazione di quanto fosse legato a questa fantastica donna. Un venerdì, Gianni dice a Franca che il prossimo weekend non sarà a ballare perchè partirà per Parigi con la sua lei. Franca gli augura di trascorrere un felice weekend, sinceramente contenta per il suo amico. La settimana scorre, venerdì Franca esce con un paio di amiche. Si danno appuntamento ma stavolta decidono di cambiare sala da ballo. Sale in auto ma non è in serata giusta, quella sera forse avrebbe preferito starsene a casa, comunque, mette in moto e va all'appuntamento con le amiche. Entrano e mentre sono in biglietteria, Franca intravede poco lontano la figura di Gianni, seduto al bar che ride con la barista. Ma come?pensa Franca..che ci fa qui?non doveva essere a Parigi?...Di colpo, chiede alle amiche di cambiare locale, gira i tacchi e rientra in auto. Franca è basita. Ma ha preferito non andare incontro all'amico..forse la sua donna gli ha dato un due di picche...eppure se la rideva, non sembrava affranto. Qualche giorno dopo, Franca riceve una telefonata di Gianni. Le chiede come sta, è carino come al solito. Lei allora gli chiede com'è andato il weekend. Alla risposta di lui, rabbrividisce: "Parigi è bellissima specie se la visiti con il tuo amore. Ho passato due giorni fantastici con lei."

Stamattina, Franca mi ha chiesto un consiglio: come deve comportarsi con uno che credeva amico, invece si è rivelato un contapalle di prima riga. In più, in settimana si è sentita con altri amici comuni che le hanno rivelato che Gianni ha molta "fantasia" e che sua moglie è una Santa a sopportare tutto quello che combina. Insomma, una conferma alle sue scoperte.

Ho chiesto alla mia amica se questo ballista l'avesse mai corteggiata. Mi ha risposto di sì ma è sempre stato rispettoso in quanto a lei, lui non è mai interessato minimamente da quel punto di vista. Il mio parere è che Gianni si è inventato tutto per farla ingelosire, l'illuso.

Franca è indecisa se dire a Gianni di averlo smascherato o continuare a fare finta di nulla, reggendogli il gioco. Le ho risposto che lui non è il suo uomo e quindi a lei non cambia nulla. Se lui si diverte ad inventare una vita fittizia perchè la sua è banale, sono fatti suoi. L'importante è sapere con chi si ha a che fare e mantenere le distanze.

Ho letto che ci sono due tipologie di bugiardi: quello compulsivo e quello patologico.
Il primo è quello che mente di getto, per far colpo.
Il secondo è invece un caso più complesso: mente per avere vantaggi, subdolamente; diventa un attore da oscar tanto è credibile perchè lui per primo crede alle sue fandonie. Insomma, è il caso che si faccia curare da uno bravo...

 

 
 
 

I want love, on my own terms

Post n°29 pubblicato il 23 Novembre 2010 da cometapallida

"I want love, just a different kind
I want love, won't break me down
Won't brick me up, won't fence me in
I want a love, that don't mean a thing
That's the love I want, I want love.." (E. John)

 

C'è chi si accontenta.

Posso capire che amarsi sia scendere anche a compromessi,

accettare lati e situazioni che non ci appagano in pieno.

E questo io l'ho già affrontato, per anni.

Alla mia età, un amore lo voglio

ma alle mie condizioni.

Sennò il mondo avrà una zitella in più---:))))



    (scultura a St.Julian-Malta)

 

 
 
 

Tra l'amore e il male

Post n°28 pubblicato il 22 Novembre 2010 da cometapallida

Premetto che non guardo i Talent
ma quando arrivano alle puntate finali,
non so perchè mi faccio prendere dalla curiosità.
Pure in vacanza, lo scorso martedì sera,
ho seguito X-Factor per la seconda volta.
Quattro i nuovi talenti italiani in lizza alla semi-finale:

Nathalie, 30 anni, unica donna rimasta in gara, voce graffiante, cantautrice, potenziale vincitrice anche per il pezzo inedito che ha scritto da sè.

Il diciassettenne Davide, amatissimo ed anche lui in ballottaggio per la vittoria. Ha cantato un pezzo storico dei Simply Red, The right thing, bravissimo! Il suo pezzo inedito è firmato da Renga: bello per chi è amante del genere.

I Kymera, duo gay eliminato. Voci che si fondono in sincronia eccelsa..il falsetto ricorda i Cugini di campagna: hanno proposto un pezzo scritto da Ruggeri..bella canzone orecchiabile, ti resta dentro da subito.

Ma quanto mi piace Nevruz!!! La prima volta che l'ho visto non mi ha fatto una bella impressione, anzi. Poi ho captato che dietro quell'aggressività da rocker maledetto c'è anche una sorta di dolcezza e malinconia..un personaggio vero che si distingue con la sua personalità vera.
Cazzarola, io non voterò per nessuno e so che Nevruz non vincerà ma gli auguro di trovare un posto nel mondo musicale che è un po' sempre la solita minestra, se vogliamo...e dire che a me il rock nemmeno piace più di tanto.. eppure....

Tra l'amore e il male- Nevruz

 
 
 

Sunset on Mellieha Bay

Post n°27 pubblicato il 19 Novembre 2010 da cometapallida

I tramonti mi affascinano da sempre..

La fusione dei colori caldi e rassicuranti,

del giorno che finisce serenamente,

mi da quel senso di pace interiore così rara da provare.

Assistere ad un bel tramonto colorato a novembre non è così frequente.

Assistere al sole che sparisce sotto all'orizzonte,

è uno spettacolo che non mi capita spesso....Favoloso.....:)




 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Etą:
Prov:
 

Profile Visitor Map - Click to view visits