Creato da aldo_caposaldo il 24/05/2006

ERRATA CORRIGE

.

 

Messaggi di Marzo 2009

Sai che novitÓ

Post n°327 pubblicato il 31 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

Quando all'imbocco del ponte alla Carraia vedi un grande cartello con scritto Attenzione, lungarno Guicciardini chiuso per lavori di asfaltatura, è verosimile che il lungarno Guicciardini sia in effetti chiuso e pieno di bitume rovente. Io invece ho pensato ad uno scherzo, tipo che stessero giocando con la sospensione dell'incredulità, come in un film di Spielberg; d'altra parte il comune di Firenze che asfalta una qualsiasi superficie carrabile è una cosa quasi impossibile da concepire: solitamente preferiscono aspettare che le buche si riempiano da sole di merda di cavallo. Dunque quando mi sono trovato di fronte una transenna, come in un film di Spielberg ho dato due pedalate vigorose, mi sono avvolto la testa in un lenzuolo bianco e ho aspettato che la bicicletta si sollevasse in aria sulle note di John Williams.

E niente, un operaio con la tuta arancione mi ha detto che sono una testa di cazzo.

 
 
 

E guardo il mondo da un obl˛

Post n°326 pubblicato il 27 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

Apro Photoshop tutti i giorni più volte al giorno, e tutte le volte mentre si carica (ché a me piace guardare le cose mentre accadono: sono capace di osservare un intero ciclo della lavatrice seduto per terra) tutte le volte - dicevo - mi si poggia lo sguardo sul nome di uno dei programmatori, un certo Michael Scarafone; posso dunque affermare di leggere il nome Michael Scarafone ogni giorno più volte al giorno. Allora oggi ho digitato Michael Scarafone nella barra di ricerca di Google e oltre a scoprire di non essere l'unico ad avere notato Michael Scarafone tra i programmatori di Photoshop, ho trovato il profilo di un Mike Scarafone su Linkedin, e siccome anch'io ho un profilo su Linkedin, così per curiosità, ho cliccato... ed era lui: Mike Scarafone, engeneer at Adobe; in fondo alla pagina c'era un pulsante con la scritta Send a message to Mike Scarafone e ho pensato che sarebbe stato divertente, dopo aver letto il suo nome per tutti questi anni, mandargli un saluto e magari ricevere un saluto in cambio.
Solo che per poter mandare i messaggi Linkedin chiede di fare un upgrade dell'account per una cifra che va dai 24.95 ai 499.95 dollari al mese.

E allora ho pensato che in definitiva a me di Michael Scarafone non me ne sbatte una mazza.

 
 
 

When you wish upon a satellite

Post n°325 pubblicato il 23 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

Certe volte di notte, alzando gli occhi al cielo e scorgendo una piccola luce muoversi veloce lungo un'orbita regolare, ho pensato toh, guarda... un satellite. E invece no: Franco Malerba ha detto in televisione che i satelliti orbitano ad una distanza di quattrocento chilometri dalla terra e col cazzo che riesci a vederli.

Riconosco di aver visto della poesia dove poesia non ve n'era, ma ci sono rimasto male.

 
 
 

Il titolo di questo post Ŕ alla fine del post

Post n°322 pubblicato il 12 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

I've seen things you people wouldn't believe.

Attack ships on fire off the shoulder of Orion.
I watched c-beams glitter in the dark near the Tannhäuser Gate.
All those ... moments will be lost in time,
like tears... in rain.

E quante volte invece lo sguardo si posa su cose che sono destinate a perdersi perchè senza importanza: un volto sconosciuto che ci passa accanto, il colore di un manifesto, un muro con una crepa... Quante cose guardiamo durante una giornata, quanti attimi, quante sensazioni minuscole... ma nulla che ricorderemo, nulla che racconteremo. Io invece ho sempre raccolto tutto in uno scatto: non solo immagini belle o evocative, ma anche brutte e banali; raccolgo accostamenti casuali di colori, raccolgo luci, raccolgo atmosfere, brevi attimi di vita; a volte fotografo un biglietto di viaggio, a volte mi fotografo una mano, o una scarpa, in un determinato momento per potere ricordare, per ricordare dov'ero e cosa facevo, cosa pensavo, cosa sentivo...

E l'immagine diventa un segnalibro infilato nella vita.

errata co(lla)ge

 
 
 

Alle mie spalle

Post n°321 pubblicato il 11 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

- Mamma, mamma... ma quest'aereo chi l'ha costruita?

(Attendo con la testa piena di punti di domanda)

- Tesoro, l'hanno costruita molte persone.

(La ereo?!)

 
 
 

MacchÚ

Post n°320 pubblicato il 04 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

L'altro giorno, prima di salire sul treno, sono arrivato fino all'edicola per prendere qualcosa da leggere e ho visto che era uscito il numero di Marzo di una di quelle riviste che leggo tutti i mesi. Mi sono seduto al mio posto e ho cominciato a sfogliarla; all'interno, tra le tante cose, c'era un'intervista ad un tipo che mi assomiglia molto e per di più fa anche il mio stesso lavoro. Dopo aver letto domande e risposte, mi sono soffermato sulla sua fotografia: camicia bianca aperta, espressione tranquilla e un po' sognante, un primo piano dal taglio molto serio, quasi completamente desaturato e virato in una tonalità calda, leggermente ambrata; l'ambientazione sembrava quella di uno studio professionale: sullo sfondo c'erano dei volumi bianchi e leggermente sfuocati, forse degli archivi pieni di progetti, forse mobili disegnati dallo stesso progettista, forse l'interno di una villa a Miami, o chissà.

Cazzo, non sembravo nemmeno io.

 
 
 

Cose pensate tra Venezia e Firenze

Post n°319 pubblicato il 02 Marzo 2009 da aldo_caposaldo

Stazione di Mestre. Entro al bar e prendo due pacchetti di Vigorsol, vado alla cassa e la tipa li passa davanti al lettore... bip... un euro e cinquanta... bip... un euro e cinquanta, in tutto sono tre euro.
Certo che, porco cazzo... due pacchetti di gomme seimila lire!

Se viaggi a bordo di un Eurostar vuoto e il tuo posto è il 72 finestrino, il programma di prenotazione automatica assegnerà all'unico altro viaggiatore presente sulla tua carrozza il 71 finestrino o il 78 corridoio, a seconda che abbia le gambe lunghe o le spalle larghe.

Pensavo che il semplice atto di esistere e contemporaneamente di pensare ti mette di fronte a quesiti spaventosi, oltreché potenzialmente infiniti. Tipo: cosa porta un uomo adulto - che tra parentesi è seduto dietro di me - a scegliere come suoneria del proprio cellulare il canto di un gallo settato a centottanta decibel?

Spissa ae bae, temporae!

Ma si può togliere la suoneria ad una piccola calcolatrice portatile? Non lo chiedo per me, lo chiedo per la professoressa di matematica che corregge i compiti seduta qui a fianco. Perché sta seriamente rischiando di rientrare a casa stasera con una calcolatrice fastidiosamente infilata nel popò.

Ma La mia gatta è ancora lì, non parla ma dice sì... che cazzo vuol dire?!

 

 
 
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

moon_Irob.rag.farne2010kleocoppersmithgian_bernsoloperunamicopantaleoefrancamunia0card.napelluscalmaapparentexerilu76reginaldo.graziaALDABRA72bal_zacMoraeVaniglia
 

ULTIMI COMMENTI

Thank you very much, this is a site beaitiful
Inviato da: dini chat
il 25/02/2019 alle 13:59
 
cool
Inviato da: immobilier marrakech
il 08/03/2016 alle 02:06
 
Allora diciamo che va |bene|.
Inviato da: Marrakech
il 13/02/2015 alle 20:24
 
šok iyi ya siz harikasınız geršekten.
Inviato da: kanal7 sohbet
il 04/11/2014 alle 17:13
 
šok iyi bu admininde kma .)))
Inviato da: islami sohbet
il 04/11/2014 alle 17:10
 
 

 
 

COSE CHE HO SCRITTO NEL 2006

COSE CHE HO SCRITTO NEL 2007

COSE CHE HO SCRITTO NEL 2008

COSE CHE HO SCRITTO NEL 2009