Creato da: giampi1966 il 13/03/2006
Questo blog si propone di promuovere la politica come servizio e la coerenza dei politici con gli obbiettivi programmatici. Troppo spesso l'agire del politico è distante anni luce dal suo programma e da ciò che professa. Per poter rinascere la politica deve sapersi imporre alle varie pressioni e deve guardare lontano.

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

Ultime visite al Blog

amistad.siempreamici.futuroierimaresogno67jigendaisukegiampi1966aliasnoveArianna1921marabertowiltuocognatino1allegri.frprefazione09acer.250cassetta2MAGNETHIKA
 

OGM NO GRAZIE

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG VOTALO CLICCANDO NELL'ICONA SOTTOSTANTE

classifica siti

 

vota il blog

vota blog

 

Area personale

 

Qui sotto alcuni dei messaggi del blog che a mio parere meritano di essere letti. Ringrazio i visitatori che usufruendo di questa funzione dimostrano un approccio non superficiale al blog.

Mi raccomando date un'occhiata anche ai Tags

 

I MITICI INDIANI

 

IL VALORE DELLA LAICITA'

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 86
 

EL PUEBLO UNIDO

 

Ultimi commenti

..anche perché non vedo alternative a contrastare la deriva...
Inviato da: maresogno67
il 07/01/2023 alle 17:56
 
Intanto spero che ora la salute sia ok, per il resto il...
Inviato da: jigendaisuke
il 02/01/2023 alle 19:13
 
Vi ringrazio per i molti messaggi, come vi avevo già detto...
Inviato da: giampi1966
il 02/01/2023 alle 16:12
 
Tutto ok?
Inviato da: jigendaisuke
il 20/09/2021 alle 04:00
 
:(
Inviato da: elyrav
il 22/07/2021 alle 08:22
 
 

CARMELA

carmela

 
 

BLOG DI SINISTRA

 

 

 
« Lotta all'abusivismo in SomaliaNATO per soccombere »

DIPENDENTI PUBBLICI FANNULLONI?

Post n°104 pubblicato il 12 Gennaio 2007 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Non è una novità, il parlar male dei dipendenti pubblici è sempre stato uno sport nazionale, sia chiaro alcuni dipendenti sono veramente deprecabili sotto ogni punto di vista e in genere sono quelli assunti grazie all’appoggio di qualche politico, purtroppo mi dispiace dirlo la percentuale di tali personaggi è molto più alta al sud a causa della maggiore disoccupazione e delle caratteristiche mafioso/clientelari della politica in quelle sfortunate terre. Inoltre è innegabile la considerazione che appunto perché dipendenti pubblici, chiamati a gestire la cosa pubblica e pagati con il denaro dei cittadini, alcuni comportamenti sono maggiormente censurabili rispetto ad un lavoratore privato.

 detto questo tuttavia, la campagna che è in atto contro questi dipendenti è una cosa vergognosa, si dimentica che questi dipendenti sono molto spesso pagati poco per il lavoro che svolgono, non gli vengono forniti gli strumenti adatti per svolgere adeguatamente il loro lavoro, sono soggetti alle incessanti pressioni dei politici, vengono umiliati dall’opinione pubblica e dai famosi dipendenti pubblici privilegiati di cui parlavamo prima che spesso fanno carriera sulle spalle di quelli che lavorano.

Bisogna inoltre  far notare con forza che esistono moltissime realtà pubbliche che pur tra mille difficoltà, tagli di risorse e legislazione inadeguata, risultano produrre un livello di efficienza elevatissimo con costi bassissimi, parlo ad esempio di molti comuni, ospedali, scuole ecc…

Le ultime iniziative legislative tanto pubblicizzate avranno il solo effetto di distruggere la pubblica amministrazione indipendente e non sottomessa alla politica, senza tagliare le sacche di inefficienza i cui principali artefici  godono di protezioni politiche molto forti, voglio ricordare che la legislazione per punire i fannulloni esiste già, ma non viene quasi mai applicata proprio perché i soggetti che dovrebbero subirne le conseguenze (si può arrivare al licenziamento) sono protetti dai politici. Anche le iniziative legislative positive, tipo quella che prevede il licenziamento dei dipendenti pubblici corrotti in modo automatico, se si va nel merito del provvedimento, si scopre che il 98% dei condannati conserverebbe il proprio posto pubblico poiché tale normativa si riferisce solamente a condannati a più di 3 anni di reclusione.

Anche in questo caso l’ala liberista della politica sta attuando i suoi obbiettivi senza l’adeguata reazione della sinistra e del sindacato confederale.

Per maggiori chiarimenti sull’argomento rimando al sito di RDB (siti preferiti) che a tal proposito ha prodotto dei documenti molto belli ma che per la loro lunghezza non ho pubblicato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog