Creato da frattale58 il 06/04/2012

il vecchio prof

«Quando miro in cielo arder le stelle; Dico fra me pensando: A che tante facelle? Che fa l’aria infinita, e quel profondo Infinito seren? che vuol dir questa Solitudine immensa? ed io che sono?»

LETTERA A DANTE

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

----------------

Allora quando il lavoro è finito

(e, magari, sembra averci ammazzati per non lasciar più spazio altro che per il sonno e magari neppure per quello);

quando ci si alza dai tavoli delle cene perché gli amici non bastano più;

quando non basta più nemmeno la figura della madre (con cui, magari s'è ingaggiata, scientemente o incoscientemente, una silenziosa lotta o intrico d'odio e d'amore)

e si resta lì, soli, prigionieri senza scampo, dentro la notte che è negra come il grembo da cui veniamo e come il nulla verso cui andiamo,

comincia a crescere dentro di noi un bisogno infinito e disperante di trovare un appoggio, un riscontro;

di trovare un "qualcuno"; quel "qualcuno" che ci illuda, fosse pure per un solo momento, del poter distruggere e annientare quella solitudine;

di poter ricomporre quell'unità

lacerata e perduta.


G.Testori

su L'Espresso 1975

 

LA GOCCIA

 

 

« Meeting Rimini: 'Emerge...DELLA TENEREZZA E DELLA ... »

UN INIZIO ANNO SCOLASTICO DA PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO

Post n°43 pubblicato il 28 Agosto 2012 da frattale58

Per uscire dal triste isolamento in cui tanti insegnanti si sono relegati, non possiamo sempre solo aspettare riforme calate dall'alto.

Dobbiamo far ricorso piuttosto alle energie e alle esperienze che già sono in atto, cercando di diffonderle.

Siamo noi insegnanti i possibili protagonisti del cambiamento.

Creiamo punti di aggregazione di energie, di esperienze, di dialogo. Utilizziamo il web per far circolare le nostre esperienze.

Coinvolgiamo le famiglie in questa nuova consapevolezza, invitiamole a darci fiducia in questo compito.

Condividiamo con gli studenti la riflessione sullo scopo del nostro stare insieme, sulla bellezza della ricerca, sugli obiettivi del percorso scolastico, sulla preparazione da raggiungere per stare al passo col mondo.

Quanto più riusciremo a coordinare queste esperienze, a dare rilevanza anche pubblica al nostro ruolo di educatori, quanto più riusciremo a non essere soli in questo affascinante compito, tanto più potremo esse validi interlocutori attivi anche delle riforme statali.

Certo, al momento le forme di aggregazione partecipativa di noi insegnanti sono da inventare, ma non partiamo da zero, esperienze in atto ce ne sono tante in giro per l'Italia.

In fondo, si tratta di recuperare noi stessi.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/dentroilreale/trackback.php?msg=11539251

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
lorifu
lorifu il 28/08/12 alle 22:58 via WEB
Non è facile sfibrati da estenuanti bracci di ferro , sempre più esautorati dal nostro ruolo di educatori. Poco o niente si è fatto in questi ultimi anni, anzi si è pensato di togliere quel poco che c’era impoverendo sempre di più la già povera scuola pubblica. So di esserci entrata quando ancora l’insegnante aveva un ruolo e una certa dignità professionale mortificati da decenni di riforme ed aggiustamenti che l’hanno privato di quello che avrebbe dovuto essere il suo compito principale: occuparsi di didattica. Tutto è stato chiesto all’insegnante in questi anni fuorchè di insegnare, sommergendolo di carte da riempire che hanno solo tolto tempo e risorse che avrebbero potuto essere impiegate diversamente. I numeri da sciorinare hanno avuto la meglio abbassando notevolmente gli standard qualitativi. In questo decadimento generale della scuola ci sono sempre stati gli insegnanti in prima linea, generosamente disponibili e aperti all’innovazione e alla sperimentazione, quelli che nonostante i 20 anni di precariato o di supplenze infinite non hanno perso comunque l’entusiasmo e la forza di ricominciare. Buona serata, loretta
 
 
frattale58
frattale58 il 30/08/12 alle 10:53 via WEB
Tutto vero cara Loretta, ma io voglio partire quest'anno con l'entusiasmo e la voglia di esserci ... perché ho qualcosa da dire sia ai miei ragazzi che ai loro genitori. Senza fermarmi troppo ai lamenti. Insieme è più semplice non cadere nella trappola dello scoraggiamento... io ci sono. Ciao
 
   
lorifu
lorifu il 02/09/12 alle 21:15 via WEB
Perché, gli altri anni non c’eri? E’ questo il grande inganno, pensare di essere inadeguati, insufficienti per le pressioni provenienti da più parti. E io non ci sto perché ritengo, da persona seria che il mio lavoro debba essere valutato e rivalutato senza che io debba escogitare e inventare ogni anno qualcosa di nuovo. Un conto è l’adeguamento ai tempi, lo stare al passo, altro dover rispondere e provvedere a manchevolezze non a me imputabili. Buona domenica, loretta
 
     
frattale58
frattale58 il 03/09/12 alle 11:43 via WEB
ciao Loretta, oggi è stato il primo giorno e, come al solito, il collegio è stato un ripasso di tutta l'organizzazione, dei doveri e delle regole da osservare. Pensavo che è così facile cadere nello scontato, nella routine che toglie il gusto e la bellezza al nostro lavoro. Non che siamo meno professionali... ma ritrovarsi senza quello sguardo che permette ai nostri ragazzi di riprendere il loro impegno con l'interesse e lo stupore necessario. Questo glielo dobbiamo, e ogni anno la vera novità è che si riaccenda in me e in loro questa possibilità. è anche giusto inventare sempre qualcosa di nuovo per migliorare (non siamo mai arrivati al top)... non ti sembra?
 
     
lorifu
lorifu il 03/09/12 alle 12:29 via WEB
Quanto a entusiasmo ne ho sempre avuto da vendere e mi sono sempre stupita di non vedere la stessa luce negli occhi di tanti giovani insegnanti all'inizio di questa meravigliosa avventura. Ho nutrito e mi sono nutrita contemporaneamente perchè i nostri ragazzi sanno come ripagarti ma sono schifata da come la scuola pubblica sia stata abbandonata a se stessa e di come le logiche dei numeri abbiano avuto la meglio su tutto.
 
     
frattale58
frattale58 il 03/09/12 alle 13:17 via WEB
è importante quello che affermi, Loretta, perché c'è un livello, quello educativo, che non va mescolato con quello "sindacale". La situazione disastrosa in cui versa la scuola italiana è frutto sia di politiche clientelari miopi, sia di difese corporative inaccettabili che hanno gonfiato la spesa senza migliorarne la qualità. La scuola è stata per troppi anni terreno per furbi e parcheggiati che hanno ridotto l'insegnamento ad una macchietta. Adesso si taglia, come al solito in modo indiscriminato, perché non si ha nessuno strumento valutativo che permetta distinzioni... e chi ci rimette, oltre agli studenti, è chi nella scuola ha investito tutto se stesso. Ma il primo livello, quello educativo, questa meravigliosa avventura, come tu dici, non può essere ridotta con la scusa dei tagli; facendo così il gioco di chi nella scuola non ha mai fatto niente e si sente in diritto a continuare a farlo.
 
boscia.mara
boscia.mara il 29/08/12 alle 16:39 via WEB
Belle intenzioni, ma se hai delle famiglie che nemmeno vengono a vedere se i figli sono stati promossi o no? Ci sono delle realtà scolastiche incredibili in Italia. Ciao
 
 
frattale58
frattale58 il 30/08/12 alle 10:56 via WEB
Sì ne ho anch'io parecchie di situazioni così. Ma ci sono anche genitori che vengono perché non sanno più che fare e che chiedono un aiuto. Anche per uno solo vale la pena. ciao
 
ikeuoha
ikeuoha il 29/08/12 alle 20:34 via WEB
Ogni anno scolastico vive il cambiamento sempre unico e migliorativo.. nonostante sfugga agli sguardi più attenti. Buon anno di lavoro e evoluzione.
 
 
frattale58
frattale58 il 30/08/12 alle 11:00 via WEB
carissima Ik.. è un po' che non ci sentiamo... ti ringrazio dell'augurio.. il cambiamento, la novità è sempre una grande opportunità per una vita più intensa, meno vuota. per riscoprire di più la nostra vera consistenza. ciao
 
   
ikeuoha
ikeuoha il 30/08/12 alle 20:38 via WEB
Salutissimi a tutti voi e un buon anno scolastico. L'Estate è sempre impegnativa per tutti noi. Spero che dal Meeting di Rimini si consolidi l'intento dei giovani per costituire un nuovo mondo basato sulla lealtà e senza le barriere del pregiudizio. Thanks.
 
lisa.lisetta3
lisa.lisetta3 il 30/08/12 alle 09:05 via WEB
Un inizio di anno scolastico che mi vedrà di nuovo disoccupata! Solo questo riesco a pensare...Per quanto riguarda i cambiamenti tante le novità quest'anno: registri elettronici, pagelle online chissà se incontreremo le insegnanti! Buona giornata e auguri fra due giorni si inizia!
 
 
frattale58
frattale58 il 30/08/12 alle 11:07 via WEB
ciao lisa, mi spiace per ciò che stai vivendo, anche perché le cose in Italia non sembrano migliorare per quanto riguarda il lavoro... non ho capito se sei mamma o insegnante, ma posso dire che se c'è una speranza di bellezza nella scuola, essa può venire solo da quegli insegnanti che non rinunciano ad essere educatori, richiamando la famiglia allo stesso compito. ciao e in bocca al lupo.
 
das.silvia
das.silvia il 03/09/12 alle 12:13 via WEB
Un breve passaggio per augurarti un buon inizio di settimana. Un saluto, silvia
 
 
frattale58
frattale58 il 03/09/12 alle 12:18 via WEB
grazie dell'augurio che contraccambio con piacere... ciao
 
Nues.s
Nues.s il 05/09/12 alle 14:47 via WEB
Il titolo del tuo post, è gia' di per sè beneaugurante, Prof...aggiungo anche la mia voce affinchè ogni inizio porti maggior consapevolezza da parte di tutti. I ragazzi non son altro che quello che siamo noi, ora. Si spera in meglio, in sempre meglio e in modo che sia stimolante e fruttuoso, soprattutto.
 
 
frattale58
frattale58 il 07/09/12 alle 11:55 via WEB
Grazie Nues... un nuovo inizio senza speranza di cambiamento di sè, prima di tutto, rende terribilmente vecchi. Quello che siamo noi ora, è ciò che possiamo comunicare ai nostri ragazzi. Ciao
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

carminepagano70maria.caponilicsi35pemestesso540lucre611prefazione09usb1_dglcarmel.eadeniofrattale58portaemanuelemarygracevirginSmeraldo08atapoaramfranca
 

ULTIMI COMMENTI

   

 

---------------------------

...per certa gente

è serio il problema dei soldi,

è serio il problema dei figli,

è serio il problema

dell'uomo e della donna,

è serio il problema della salute,

è serio il problema politico:

tutto è serio

eccetto la vita.

--------------------------------------

 

---------------------

Chiedete a un padre

se il miglior momento

non è quando i suoi figli

cominciano ad amarlo

come uomini,

lui stesso, come uomo,

liberamente,

gratuitamente....

quando i suoi figli

cominciano a diventare uomini

.... E lui stesso, lo trattano

come un uomo libero..

Peguy

 

DAL PRIMO POST

- MIA FIGLIA SI SPOSA
- PER AMORE SI Può MORIRE
- QUELLA TRISTEZZA CHE DIVENTA AMORE
- INTERMEZZO SCOLASTICO
- QUALCUNO HA VISTO IL CIRCO DELLA FARFALLA?
- IL COMMENTO DI UNA QUATTORDICENNE
- CHE GIORNATA!
- LETTERA DI UN CONDANNATO A MORTE DELLA RESISTENZA
- LAVORARE PER CHI?
- DEDICATO A MIA FIGLIA
- COSA STA ACCADENDO?
- COME COLMARLO QUESTO ABISSO?
- DIALOGO TRA UN PROF ATEO E EINSTEIN
- QUESTO DESIDERIO DEL DESTINO..
- La verità è sempre bella ...
- LA BELLEZZA DEL VIVERE
- com'è difficile valutare..
- UN CAMMINO INSIEME...
- PERCHE' ...
- FINE ANNO: UN GRAZIE MOLTO BELLO
- PENSI MAI AL FUTURO?
- COM'E' PESANTE LA MIA CONDIZIONE
- CAMBIARE LO SGUARDO?
- INNAMORATEVI
- LA FORTUNA ...
- VUOI ESSERE FELICE ORA O DOMANI?
- Before I Die
- Un inizio anno da protagonisti del cambiamento
- Meeting Rimini: 'Emergenza uomo' tema edizione 2013
- CHE COS'E' L'UOMO PERCHE' TE NE RICORDI?
- CHI AMA IL MISTERO E' IL VERO AMICO
- L'INFINITO, QUI E ORA, NELLE COSE DELLA VITA
- IL MESSAGGIO DEL PAPA AL MEETING
- IL MEETING PER L'AMICIZIA FRA I POPOLI
- Il Bosone della felicità
- DELLA TENEREZZA E DELLA DELICATEZZA
- Che differenza tra SAPERE E SCOPRIRE!
- LA ROSA BIANCA: i volti di una amicizia
- DELLA SPERANZA...
- EDUCARE ALLA SPERANZA
- UN GIORNO DEDICATO AL NOSTRO POPOLO
- UN LIBRO DA NON PERDERE
- IO E TE LA GABBIA E L'IMPREVISTO
- A FIANCO DI CHI CERCA
- L'IMPREVISTO E L'INSONDABILE MISTERO
- LA VITA CHIEDE la continua ricerca di significato
- IL VIAGGIO DEI MAGI
- L'IMPREVISTO ...
- L'ABITUDINE ...
- DOPO IL PARTO IL NULLA?
- DELLA SPERANZA (continua)
- LA MORTE E LAVITA
- PER AMORE
- CONTRO I PAPà
- Dialogo (immaginario) sulla noia tra Moravia e Leopardi
- UN GIUDIZIO SULLE ELEZIONI
- GRAZIE
- SIAMO IN ATTESA DI QUALCOSA DI GRANDE
- LA GRATITUDINE.. il segreto della felicità
- CHI SONO I 5 STELLE?
- CARO FRANCESCO ..
- L'ULTIMA CIMA
- QUALCOSA di buono da attendere
- LA TENERA CAREZZA DI JANNACCI
- BUONA PASQUA A TUTTI
- IL BLOG COMPIE UN ANNO